Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
scacchi

federico II di svevia

salve

sapreste indicarmi la zecca?

croce patente +REXSICILIAE

---F°R +IMPERATOR

mistura

diametro 18mm

peso 1,00 gr

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Mi sembra sia per la zecca di Messina, ma aspettiamo qualche....esperto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Attribuire con certezza questi denari di Federico II ad una zecca è complicato. Furono coniati sia a Brindisi che Messina.

Il MIR e lo Sphar la riportano per Messina rispettivamentne al n°90 e 109, indicandola come moneta comune.

Il Guglielmi lo riporta invece per Brindisi al n°81, stessa cosa dicasi per il CNI n°39.

L'unica certezza è che fu coniata nel 1221.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Attribuire con certezza questi denari di Federico II ad una zecca è complicato. Furono coniati sia a Brindisi che Messina.

Il MIR e lo Sphar la riportano per Messina rispettivamentne al n°90 e 109, indicandola come moneta comune.

Il Guglielmi lo riporta invece per Brindisi al n°81, stessa cosa dicasi per il CNI n°39.

L'unica certezza è che fu coniata nel 1221.

accidenti fuori sbarra per 21 anni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salute

io appoggio la tesi del Guglielmi nel definire la coniazione di questi denari federiciani alla zecca di Brindisi.Lo studioso afferma che la maggior parte di questi denari,per circa l'80%,sono stati trovati in Puglia e pertanto sono da ritenersi coniazioni pugliesi.La tesi è avvalorata anche da Diego Zucchetto,esperto di monete siciliane.

Si ritiene,inoltre,che i Denari con l'aquila nel campo siano stati tutti coniati dalla zecca di Messina.

--Salutoni

-odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

per me Messina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?