Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
fra crasellame

Impero Bizantino restaurato - Michele VIII Paleologo

post-1677-1265661868,82_thumb.jpg

Impero Bizantino restaurato - Michele VIII Paleologo (1261-1282 AD)

Iperpero – Perpero palgliolato – paglialocato - pagli a dochato (dei Paleologi)

Au, 4,1 gr, 1261 AD

Zecca: Bisanzio

Titolo in millesimi: 625

Titolo in carati: 15

Rif: Sear 2242, DOC 2-12 (classe III a)

DIRITTO

Mezzo busto della Vergine Maria (Theotókos) che prega con le mani alzate (orans) e con il medaglione di Cristo (Nikopoios) tra le mura della città di Costantinopoli, con sei gruppi di triple torri , ai lati MP – ΘV. Fuori le mura tre punti da ogni lato.

ROVESCIO

Accompagnato dall'Arcangelo Michele nimbato, l'imperatore in ginocchio davanti a Cristo nimbato con rotolo di pergamena, al di sopra ed ai lati: M / IC – XC / M / ΔEC/ΠO/T - O/X/A/C

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Nella descrizione del D si parla di Theotókos e di Nikopoios. Per rendere meglio l'idea ecco alcune immagini.

theotokos69.jpg

http://www.stgeorgegreenville.org/PictureGallery/Icons-Theotokos/source/theotokos69.htm

theotokos71.jpg

http://www.stgeorgegreenville.org/PictureGallery/Icons-Theotokos/source/theotokos71.htm

http://www.cottontown.org/page.cfm?language=eng&pageID=1993

Modificato da fra crasellame

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Queste monete tardobizantine sono particolarmente affascinanti... non saprei se rammaricarmi che i Paleologi non avessero a disposizioni incisori più capaci oppure limitarmi ad apprezzare uno stile che si potrebbe quasi definire espressionista... Fra, dicci di più sui "soprannomi" della moneta, immagino che facciano riferimento alla bontà del metallo ("oro di pagliola" che mi pare fosse lo standard in area islamica / del mediterraneo orientale)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono i nomi usati nelle varie liste. Non credo sia in relazione all'oro di pagliola ma proprio vuol dire "dei Paleologhi" per distinguerli dagli altri iperperi.

Nella lista Columbia, databile attorno al 1280, venivano chiamati perperi palgliolati, mentre nella lista di Jacopo da Firenze (primi del '300) sono chiamati paglialocati (ma nel manoscritto del Vaticano sono "pagli a dochato"). Il Pegolotti ne da una descrizione sommaria: "perperi d'oro paglioloccati a carati 15 e 1/2 e conoscesi chè l'una delle due figure dall'un lato à uno viso nel petto, e lo cerchio della grande figura ch'è dall'altro lato non è tondo anzi è lungo."

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?