Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
gigi1961

Asta NAC : Libella e Decusse ...

112 risposte in questa discussione

Cari Amici , prima di andare " in pensione " ( cfr. Discussione di ieri ) ho visto finalmente il tanto atteso Catalogo NAC con Libella Lotto 149 ( http://www.sixbid.com/nav.php?p=viewlot&sid=215&lot=149 ) e Decusse Lotto 150 ( http://www.sixbid.com/nav.php?p=viewlot&sid=215&lot=150 ) . Peccato che mi sono ritirato , ma soprattutto di non avere tutti i soldi per poterli comprare ! Voi cosa farete ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

..io dico che potresti fare l'ultimo sforzo acquistando il decussis (forse ti faranno in omaggio la litra).. :rolleyes: :rolleyes:

Seriamente parlando... mi accontento di collezionare la foto del decusse!... ke roba :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cari Amici , prima di andare " in pensione " ( cfr. Discussione di ieri ) ho visto finalmente il tanto atteso Catalogo NAC con Libella Lotto 149 ( http://www.sixbid.com/nav.php?p=viewlot&sid=215&lot=149 ) e Decusse Lotto 150 ( http://www.sixbid.com/nav.php?p=viewlot&sid=215&lot=150 ) . Peccato che mi sono ritirato , ma soprattutto di non avere tutti i soldi per poterli comprare ! Voi cosa farete ?

Ciao, se ti serve un prestito... :P

A parte gli scherzi (non me ne volere :) ), cosa farò? Dal mio ben modesto punto di vista (modesto soprattutto in termini di risorse economiche), mi accontenterò di fare un salto a Zurigo per l'asta. Sarà di fatto una breve vacanza, che mi permetterà almeno di dare un'occhiata dal vivo alle tante belle monete presenti e di illudermi che per qualche attimo, il tempo che le avrò in mano, siano mie... :P

D'altra parte il proverbio non dice che chi si accontenta gode??? :( :( :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cari Amici , prima di andare " in pensione " ( cfr. Discussione di ieri ) ho visto finalmente il tanto atteso Catalogo NAC con Libella Lotto 149 ( http://www.sixbid.com/nav.php?p=viewlot&sid=215&lot=149 ) e Decusse Lotto 150 ( http://www.sixbid.com/nav.php?p=viewlot&sid=215&lot=150 ) . Peccato che mi sono ritirato , ma soprattutto di non avere tutti i soldi per poterli comprare ! Voi cosa farete ?

Ciao, se ti serve un prestito... :P

A parte gli scherzi (non me ne volere :) ), cosa farò? Dal mio ben modesto punto di vista (modesto soprattutto in termini di risorse economiche), mi accontenterò di fare un salto a Zurigo per l'asta. Sarà di fatto una breve vacanza, che mi permetterà almeno di dare un'occhiata dal vivo alle tante belle monete presenti e di illudermi che per qualche attimo, il tempo che le avrò in mano, siano mie... :P

D'altra parte il proverbio non dice che chi si accontenta gode??? :( :( :(

Si dice anche " chi gode si accontenta di più"

ma credo che il nostro amico gigi volesse dare una stuzzicata al can che dorme,giusto gigi?

Per quanto mi riguarda il decusse da NAC mi ha lasciato parecchio dubbioso.

Sarà per quello stile inusuale, un pò piatto e didascalico, sarà per quella patina che in foto sembra molto polverosa e amorfa, ma sembra una fotocopia venuta male di un decusse.

Non ho i fondi, non colleziono e non mi interessa, ma se fossi uno interessato, lo farei analizzare parecchio attentamente e da più esperti all'insaputa uno dell'altro. Ho visto fare pastette tra addetti ai lavori , a discapito del pollo di turno,per cifre molto inferiori.

A parte le mie opinioni personali, ma cotanta moneta, è mai possibile che venga proposta in pubblico incanto senza uno straccio di pedigree e collezione di provenienza, quando per altri pezzi molto meno importanti si citano tutti i passaggi e le collezioni in cui hanno sostato?

Intanto, visto che manca anche nelle collezioni museali Italiane e che la vedo dura che provenga da fuori confine( ma è solo una mia personalissima opinione basata su quanto ho letto sulla circolazione delle monete di quel periodo,quindi chiedo scusa per eventuali castronerie intrinseche a questa premessa) anche potendolo e volendolo comperare avrei abbastanza paura di incorrere nel peloso interessamento da parte delle nostre sovrintendenze.

Poi, data la cifra in gioco, non me ne vogliano gli esperti di NAC ma sono uomini anch'essi e pertanto fallaci come tutti, avere un pedigree di origini abbastanza lontane da essere"quasi" al riparo da creazioni recenti, mi tranquillizzerebbe di più.

Oltretutto, un pezzo così notevole e notabile, è strano che non sia mai stato oggetto di gossip o report da leggenda metropolitana, magari occasione di vendite o esposizione di esemplari analoghi.

Che vi devo dire, la cosa mi suona strana assai,ma ,del resto, anche volendo non potrei, per cui potrebbe anche trattarsi di una rivisitazione della favola della volpe e l'uva, chissà.

Ognuno la intenda e la prenda come gli pare. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cari Amici , prima di andare " in pensione " ( cfr. Discussione di ieri ) ho visto finalmente il tanto atteso Catalogo NAC con Libella Lotto 149 ( http://www.sixbid.com/nav.php?p=viewlot&sid=215&lot=149 ) e Decusse Lotto 150 ( http://www.sixbid.com/nav.php?p=viewlot&sid=215&lot=150 ) . Peccato che mi sono ritirato , ma soprattutto di non avere tutti i soldi per poterli comprare ! Voi cosa farete ?

Ciao, se ti serve un prestito... :P

A parte gli scherzi (non me ne volere :) ), cosa farò? Dal mio ben modesto punto di vista (modesto soprattutto in termini di risorse economiche), mi accontenterò di fare un salto a Zurigo per l'asta. Sarà di fatto una breve vacanza, che mi permetterà almeno di dare un'occhiata dal vivo alle tante belle monete presenti e di illudermi che per qualche attimo, il tempo che le avrò in mano, siano mie... :P

D'altra parte il proverbio non dice che chi si accontenta gode??? :( :( :(

Bravo Aemilianus,

c'era il decusse c'era eccome...

numa numa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bravo Aemilianus,

c'era il decusse c'era eccome...

numa numa

Ce la spieghi anche a noi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bravo Aemilianus,

c'era il decusse c'era eccome...

numa numa

Ce la spieghi anche a noi?

Si. In una discussione di qualche mese fa Aemilianus (ma mi accorgo ora che forse l'ho confuso con Legionario ooops :o )

aveva anticipato la possibile vendita di un decusse. Ebben aveva ragione! Tutto qui ...

numa numa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bravo Aemilianus,

c'era il decusse c'era eccome...

numa numa

Ce la spieghi anche a noi?

Si. In una discussione di qualche mese fa Aemilianus (ma mi accorgo ora che forse l'ho confuso con Legionario ooops :o )

aveva anticipato la possibile vendita di un decusse. Ebben aveva ragione! Tutto qui ...

numa numa

Si, evidentemente c'era. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cari Amici , prima di andare " in pensione " ( cfr. Discussione di ieri ) ho visto finalmente il tanto atteso Catalogo NAC con Libella Lotto 149 ( http://www.sixbid.com/nav.php?p=viewlot&sid=215&lot=149 ) e Decusse Lotto 150 ( http://www.sixbid.com/nav.php?p=viewlot&sid=215&lot=150 ) . Peccato che mi sono ritirato , ma soprattutto di non avere tutti i soldi per poterli comprare ! Voi cosa farete ?

Ciao, se ti serve un prestito... :P

A parte gli scherzi (non me ne volere :) ), cosa farò? Dal mio ben modesto punto di vista (modesto soprattutto in termini di risorse economiche), mi accontenterò di fare un salto a Zurigo per l'asta. Sarà di fatto una breve vacanza, che mi permetterà almeno di dare un'occhiata dal vivo alle tante belle monete presenti e di illudermi che per qualche attimo, il tempo che le avrò in mano, siano mie... :P

D'altra parte il proverbio non dice che chi si accontenta gode??? :( :( :(

Si dice anche " chi gode si accontenta di più"

ma credo che il nostro amico gigi volesse dare una stuzzicata al can che dorme,giusto gigi?

Per quanto mi riguarda il decusse da NAC mi ha lasciato parecchio dubbioso.

Sarà per quello stile inusuale, un pò piatto e didascalico, sarà per quella patina che in foto sembra molto polverosa e amorfa, ma sembra una fotocopia venuta male di un decusse.

Non ho i fondi, non colleziono e non mi interessa, ma se fossi uno interessato, lo farei analizzare parecchio attentamente e da più esperti all'insaputa uno dell'altro. Ho visto fare pastette tra addetti ai lavori , a discapito del pollo di turno,per cifre molto inferiori.

A parte le mie opinioni personali, ma cotanta moneta, è mai possibile che venga proposta in pubblico incanto senza uno straccio di pedigree e collezione di provenienza, quando per altri pezzi molto meno importanti si citano tutti i passaggi e le collezioni in cui hanno sostato?

Intanto, visto che manca anche nelle collezioni museali Italiane e che la vedo dura che provenga da fuori confine( ma è solo una mia personalissima opinione basata su quanto ho letto sulla circolazione delle monete di quel periodo,quindi chiedo scusa per eventuali castronerie intrinseche a questa premessa) anche potendolo e volendolo comperare avrei abbastanza paura di incorrere nel peloso interessamento da parte delle nostre sovrintendenze.

Poi, data la cifra in gioco, non me ne vogliano gli esperti di NAC ma sono uomini anch'essi e pertanto fallaci come tutti, avere un pedigree di origini abbastanza lontane da essere"quasi" al riparo da creazioni recenti, mi tranquillizzerebbe di più.

Oltretutto, un pezzo così notevole e notabile, è strano che non sia mai stato oggetto di gossip o report da leggenda metropolitana, magari occasione di vendite o esposizione di esemplari analoghi.

Che vi devo dire, la cosa mi suona strana assai,ma ,del resto, anche volendo non potrei, per cui potrebbe anche trattarsi di una rivisitazione della favola della volpe e l'uva, chissà.

Ognuno la intenda e la prenda come gli pare. ;)

Che vuoi che ti dica? Quando capitano monete di questa importanza, anche volendo (e non mi interessa il genere) non potrei mai permettemele... Posso, al massimo, ammirarle o magari commentarle, peraltro senza grande cognizione di causa. :(

Vado abbastanza spesso alle aste e troppo spesso faccio, in riferimento ai pezzi troppo importanti (per le mie tasche) come la famosa volpe della favoletta. Come diceva? "Nondum matura es; nolo acerbam sumere". Questo mi dico sempre... :D Ma hai ragione tu, chi gode si accontenta senz'altro di più! :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il decusse sembra piatto e la raffigurazione, soprattutto a rovescio, ha qualcosa di strano, come dire, sbagliata di stile :ph34r: poi, per carità, stiamo solo giudicando una foto, con tutti i limiti di una analisi parziale. alla fine l'ultima parola a chi ha potuto studiare la moneta con la sua esperienza e una buona lente.

La libella è un rudere, ma almeno sembra autentica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto mi riguarda il decusse da NAC mi ha lasciato parecchio dubbioso.

Sarà per quello stile inusuale, un pò piatto e didascalico, sarà per quella patina che in foto sembra molto polverosa e amorfa, ma sembra una fotocopia venuta male di un decusse.

Non ho i fondi, non colleziono e non mi interessa, ma se fossi uno interessato, lo farei analizzare parecchio attentamente e da più esperti all'insaputa uno dell'altro. Ho visto fare pastette tra addetti ai lavori , a discapito del pollo di turno,per cifre molto inferiori.

A parte le mie opinioni personali, ma cotanta moneta, è mai possibile che venga proposta in pubblico incanto senza uno straccio di pedigree e collezione di provenienza, quando per altri pezzi molto meno importanti si citano tutti i passaggi e le collezioni in cui hanno sostato?

Intanto, visto che manca anche nelle collezioni museali Italiane e che la vedo dura che provenga da fuori confine( ma è solo una mia personalissima opinione basata su quanto ho letto sulla circolazione delle monete di quel periodo,quindi chiedo scusa per eventuali castronerie intrinseche a questa premessa) anche potendolo e volendolo comperare avrei abbastanza paura di incorrere nel peloso interessamento da parte delle nostre sovrintendenze.

Poi, data la cifra in gioco, non me ne vogliano gli esperti di NAC ma sono uomini anch'essi e pertanto fallaci come tutti, avere un pedigree di origini abbastanza lontane da essere"quasi" al riparo da creazioni recenti, mi tranquillizzerebbe di più.

Oltretutto, un pezzo così notevole e notabile, è strano che non sia mai stato oggetto di gossip o report da leggenda metropolitana, magari occasione di vendite o esposizione di esemplari analoghi.

Che vi devo dire, la cosa mi suona strana assai,ma ,del resto, anche volendo non potrei, per cui potrebbe anche trattarsi di una rivisitazione della favola della volpe e l'uva, chissà.

Ognuno la intenda e la prenda come gli pare. ;)

Non posso che condividere la tua riflessione!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

post-11590-1266035977,09_thumb.jpg

Al solo fine di studio e di approfondimento viene postata l'immagine della moneta in discussione, fonte catalogo NAC marzo p.v.

A mio sommesso e personalissimo avviso:

- osservo la singolarità del modulo: piuttosto piatto e, per quanto visibile in foto, privo della caratteristica forma lenticolare e convessa;

- del tutto privo, altresì, di buchetti, buchini, porosità, deformazioni, ossidazioni variegate, macule, macchie, rilievi disomogenei, incrostazioni, marezzature del colore, irregolarità da fusione e da canaletta nel bordo (tranne un minimo accenno presente nel rovescio a ore 12) ecc. Peculiarità che, o l'una o l'altra o alcune, sono sempre presenti nei fusi romani, specificamente per i pezzi più datati. Nel pezzo in discussione non ce n'è una di queste tipiche caratteristiche che possa essere apprezzabile.

- Lo stile del diritto...sembra di ingenua fantasia, nulla a che vedere con la sensibilità degli incisori di stampi per fusioni monetali del periodo; il profilo è vagamente pupazzesco e sembrerebbe esprime, peraltro, uno sguardo perplesso vagamente fumettistico.

- I capelli che fuoriescono dall'elmo sono "incredibili" per nettezza e rigidezza...del tutto assenti tali particolari negli esemplari museali. Ricordano le bulinature sui capelli dei bronzi imperiali ritoccati e sembrano di battuta o da incisione più che di fusione. Sembra che si sia voluta dare l'impressione della maggiore conservazione e freschezza di tali capelli...rispetto agli esemplari museali che non hanno le linee di separazione tra una ciocca e l'altra...ma sono costituiti da un unico bordo sottostante l'elmo. E' da dubitare che quel bordo, nei museali, sia il risultato di una consunzione da circolazione...molto più probabile che lo stampo di fusione antico fosse ad hoc. Al riguardo occorre anche osservare che uno degli escamotage ma anche delle pecche osservabili in lavori di imitazione è l'effetto del troppo pieno: cioè si tende a riempire la raffigurazione quasi per una sorta di remora psicologica...si ha timore di lasciare il vuoto...che invece è spesso presente nelle raffigurazioni più coerenti od originali.

- Tutti i contorni del volto sono rigidi, privi della morbidezza e del realismo che troviamo negli altri due esemplari: uno del museo nazionale romano e l'altro del British Museum. Quel nasone è stilisticamente incoerente, l'occhio è privo di morbidezza e ha una pallina per simulare la pupilla, la palpebra è rigida e netta, il mento prominente all'esterno e non verso il basso:

- il naturalismo e lo stile tipico del periodo originario, ben presente e risocontrabile negli esemplari museali è, nel pezzo in discussione, del tutto assente...incoerente.

- Il rovescio è ancora più incoerente, nel tentativo di emulare le altre fusioni, abbiamo la similitudine di una prora (quella tipica nelle monete fuse) il cui stampo sembra disegnato con il compasso: del tutto schematica è l'immagine, linee rigide..similgeometriche, sembra un lavoro di copiatura fatto da una mano che non ha più la sensibilità del periodo coevo e, nel contempo, non ha l'abilità e la preparazione artistica per riprodurre con esattezza le linee riscontrabili nei due esemplari museali;

- la patina, probabilmente granulosa, per colore ed aspetto somiglia - almeno in foto - a patine già risontrate in alcuni bronzi poi risultati dall'ossidazione dubbia o recente;

- anche il disegno e la resa dell'immagine dell'elmo ha le accentuazioni tipiche della similitudine, appare una sintesi dei due elmi museali.

Quanto precede è facilmente riscontrabile dal raffronto dell'immagine in discussione con le immagini presenti nello specifico catalogo di questo Forum..alla voce decusse o decussis.

Qualcuno di Voi potrà postare le relative immagini nell'eventuale prosieguo della duscussione.

Per converso è d'obbligo dire:

- le deduzioni di cui sopra sono personali ed opinabili e sono da considerare quale studio stilistico comparato rispetto agli altri esemplari noti, al fine di apportare un positivo contributo artistico e numismatico, scevro da qualunque presuntuosa valutazione che fosse tesa a polemizzare o censurare alcuno od alcunchè;

- l'elaborazione critica, prevalemtemente stilistica - altre valutazioni non potrebbero scatirure da una foto e per un pezzo così raro - ha per oggetto la moneta, senza alcuna altra implicazione o valutazione concenente la ben stimata Casa ed il conferente dell'oggetto;

- le suddette motivazioni, per come espresse, dovrebbero tuttavia trovare un eventuale confronto dialettico non generico ma oggettivo,motivato e motivante;

- di decussis ne sono stati visti e studiati molto pochi...io confesso di aver visto solo quello presente a Roma...non so altri cosa possano aver visto e direttamente osservato, oltre gli esemplari censiti e noti.

- Per avventura è sempre possibile l'incisione di uno stampo (in questo caso) da parte di un artigiano antico di mano e sensibilità diversa rispetto allo stile all'epoca corrente, che possa dar luogo ad un'opera incoerente o non uniforme o comunque dal carattere diverso od originale. Tale eventualtà è comunque non del tutto probabile atteso che la sensibilità dell'incisione in analisi non sembra trovare ingresso nella globale sensibilità del periodo storico-artistico della Repubblica romana nel III sec. A.C. e, nemmeno nel II.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

post-11590-1266035977,09_thumb.jpg

Al solo fine di studio e di approfondimento viene postata l'immagine della moneta in discussione, fonte catalogo NAC marzo p.v.

A mio sommesso e personalissimo avviso:

- osservo la singolarità del modulo: piuttosto piatto e, per quanto visibile in foto, privo della caratteristica forma lenticolare e convessa;

- del tutto privo. altresì, di buchetti, buchini, porosità, deformazioni, ossidazioni variegate, macule, macchie, rilievi disomogenei, incrostazioni, marezzature del colore, irregolarità da fusione e da canaletta nel bordo (tranne un minimo accenno presente nel rovescio a ore 12) ecc. Peculiarità che, o l'una o l'altra o alcune, sono sempre presenti nei fusi romani, specificamente per i pezzi più datati. Nel pezzo in discussione non ce n'è una di quelle tipiche caratteristiche che possa essere apprezzabile.

- Lo stile del diritto...sembra di ingenua fantasia, nulla a che vedere con la sensibilità degli incisori di stampi per fusioni monetali del periodo; il profilo è vagamente pupazzesco e sembrerebbe esprime, peraltro, una propria perplessità ingiustificata

- I capelli che fuoriescono dall'elmo sono "incredibili" per nettezza e rigidezza...del tutto assenti tali particolari negli esemplari museali. Ricordano le bulinature sui capelli dei bronzi imperiali ritoccati e sembrano di battuta o da incisione più che di fusione. Sembra che si sia voluta dare l'impressione della maggiore conservazione e freschezza di tali capelli...rispetto agli esemplari museali che non hanno le linee di separazione tra una ciocca e l'altra...ma sono costituiti da un unico bordo sottostante l'elmo. E' da dubitare che quel bordo sia il risultato di una consunzione da circolazione...molto più probabile che lo stampo di fusione antico fosse ad hoc. Al riguardo occorre anche osservare che uno degli escamotage ma anche delle pecche osservabili in lavori di imitazione è l'effetto del troppo pieno: cioè si tende a riempire la raffigurazione quasi per una sorta di remora psicologica...si ha timore di lasciare il vuoto...che invece è spesso presente nelle raffigurazioni più coerenti od originali.

- Tutti i contorni del volto sono rigidi, privi della morbidezza e del realismo che troviamo negli altri due esemplari: uno del museo nazionale romano e l'altro del British Museum. Quel nasone è stilisticamente incoerente, l'occhio è privo di morbidezza e ha una pallina per simulare la pupilla, la palpebra è rigida e netta, il mento prominente all'esterno e non verso il basso:

- il naturalismo e lo stile tipico del periodo originario, ben presente e risocontrabile negli esemplari museali è, nel pezzo in duiscussione, del tutto assente...incoerente.

- Il rovescio è ancora più incoerente, nel tentativo di emulare le altre fusioni, abbiamo la similitudine di una prora (quella tipica nelle monete fuse) il cui stampo sembra disegnato con il compasso: del tutto schematica è l'immagine, linee rigide..similgeometriche, sembra un lavoro di copiatura fatto da una mano che non ha più la sensibilità del periodo coevo e, nel contempo, non ha l'abilità e la preparazione artistica per riprodurre con esattezza le linee riscontrabili nei due esemplari museali;

- la patina, probabilmente granulosa, per colore ed aspetto somiglia - almeno in foto - a patine già risontrate in alcuni bronzi poi risultati dall'ossidazione dubbia o recente;

- anche il disegno e la resa dell'immagine dell'elmo ha le accentuazioni tipiche della similitudine, appare una sintesi dei due elmi museali.

Quanto precede è facilmente riscontrabile dal raffronto dell'immagine in discussione con le immagini presenti nello specifico catalogo di questo Forum..alla voce decusse o decussis.

Qualcuno di Voi potrà postare le relative immagini nell'eventuale prosieguo della duscussione.

Per converso è d'obbligo dire:

- le deduzioni di cui sopra sono personali ed opinabili e sono da considerare quale studio stilistico comparato agli altri esemplari noti al fine di apportare un positivo contributo artistico e numismatico, scevro da qualunque presuntuosa valutazione che fosse tesa a polemizzare o censurare alcuno od alcunchè;

- l'elaborazione critica, prevalemtemente stilistica - altrimenti non potrebbe eseere in foto e per un pezzo così raro - ha per oggetto la moneta, senza alcuna altra implicazione o valutazione concenente la ben stimata Casa ed il conferente dell'oggetto;

- le suddette motivazioni, per come espresse, dovrebbero tuttavia trovare un eventuale confronto non generico ma oggettivo,motivato e motivante;

- di decussis ne sono stati visti e studiati pochi...io confesso di aver visto solo quello presente a Roma...non so altri cosa possano aver visto e direttamente osservato, oltre gli esemplari censiti e noti.

- Per avventura è sempre possibile l'incisione di uno stampo (in questo caso) da parte di un artigiano di mano e sensibilità diversa rispetto allo stile all'epoca corrente, che possa dar luogo ad un'opera incoerente o non uniforme o comunque dal carattere diverso o originale, ipotesi comunque non del tutto probabile quando è in qualche modo palese una diversa sensibilità dell'incisore che non sembra trovare ingresso nel periodo storico-artistico coevo.

per una volta siamo ,stranamente, d'accordo........brutto segno per il pezzo in questione....! :P

A parte gli scherzi, ottima disamina, Piakos, mi trovi d'accordo su tutta la linea : mi sembra una copia recente ( molto) con patina stile basso Lazio o simil Cina.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Approvo in pieno anch'io, l'unica cosa che obbietto è è che non siamo in grado di percepire l'effettivo spessore della moneta. In precedenti discussioni su questo forum un nostro membro (non ricordo chi) mise l'accento sul fatto che il decusse di qualche anno fa, poi ritirato perché falso, mancava proprio di questo fattore, era piatto come una piadina. Del resto basta avere in mano un asse librale per capire di cosa stiamo parlando, queste monete, a dispetto della grossolanità dei tratti, sono sculture a tutto tondo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cari Amici , prima di andare " in pensione " ( cfr. Discussione di ieri ) ho visto finalmente il tanto atteso Catalogo NAC con Libella Lotto 149 ( http://www.sixbid.com/nav.php?p=viewlot&sid=215&lot=149 ) e Decusse Lotto 150 ( http://www.sixbid.com/nav.php?p=viewlot&sid=215&lot=150 ) . Peccato che mi sono ritirato , ma soprattutto di non avere tutti i soldi per poterli comprare ! Voi cosa farete ?

io la discussione di ieri non l'ho trovata: cosa vuol dire " prima di andare in pensione"?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

per una volta siamo ,stranamente, d'accordo........brutto segno per il pezzo in questione....! :P

A parte gli scherzi, ottima disamina, Piakos, mi trovi d'accordo su tutta la linea : mi sembra una copia recente ( molto) con patina stile basso Lazio o simil Cina.

Mah!

A forza di venirti dietro...mi debbo essere imparato qualcosina.

:whome:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

per una volta siamo ,stranamente, d'accordo........brutto segno per il pezzo in questione....! :P

A parte gli scherzi, ottima disamina, Piakos, mi trovi d'accordo su tutta la linea : mi sembra una copia recente ( molto) con patina stile basso Lazio o simil Cina.

Mah!

A forza di venirti dietro...mi debbo essere imparato qualcosina.

:whome:

Ma almeno avete provato a prenderla almeno in mano prima di lanciarvi in analisi "pindariche"

Concordo che lo stile sia brutto (non piu bello comunque risulta essere quello dell'esemplare del BM)

Dal vivo non è cosi piatta anche se non raggiunge la globularità degli assi (che pero sono ben anteriori

e inoltre il modulo in questione - la moneta è un vero e proprio "padellone" - forse non permetteva altrimenti.

Non mi esprimo, pur avendolo visto, troppo insidiosi questi pezzi. Ma direi che un elemento importante

su queste monete la gioca la provenienza, a volte più sicura che un'analisi stilistica non tanto perche resti soggettiva

bensi perche in questo caso i riferimenti che abbiamo solo veramente pochissimi...

numa numa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

per una volta siamo ,stranamente, d'accordo........brutto segno per il pezzo in questione....! :P

A parte gli scherzi, ottima disamina, Piakos, mi trovi d'accordo su tutta la linea : mi sembra una copia recente ( molto) con patina stile basso Lazio o simil Cina.

Mah!

A forza di venirti dietro...mi debbo essere imparato qualcosina.

:whome:

".....A forza di seguirti...." mi suona meglio.. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

per una volta siamo ,stranamente, d'accordo........brutto segno per il pezzo in questione....! :P

A parte gli scherzi, ottima disamina, Piakos, mi trovi d'accordo su tutta la linea : mi sembra una copia recente ( molto) con patina stile basso Lazio o simil Cina.

Mah!

A forza di venirti dietro...mi debbo essere imparato qualcosina.

:whome:

".....A forza di seguirti...." mi suona meglio.. ;)

Mah!

Non proprio...se prescindiamo...come dobbiamo...da eventuali coinvolgimenti erotici...è più appropriata la prima frase.

:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Mah!

A forza di venirti dietro...mi debbo essere imparato qualcosina.

:whome:

".....A forza di seguirti...." mi suona meglio.. ;)

Mah!

Non proprio...se prescindiamo...come dobbiamo...da eventuali coinvolgimenti erotici...è più appropriata la prima frase.

:D

appunto.....se prescindiamo......

Modificato da numizmo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mah!

A forza di venirti dietro...mi debbo essere imparato qualcosina.

:whome:

".....A forza di seguirti...." mi suona meglio.. ;)

Mah!

Non proprio...se prescindiamo...come dobbiamo...da eventuali coinvolgimenti erotici...è più appropriata la prima frase.

:D

appunto.....se prescindiamo......

Ragazzi calma!!! tanto non siete fatti l'uno per l'altro........... :lol: :lol: :lol: :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mah!

A forza di venirti dietro...mi debbo essere imparato qualcosina.

:whome:

".....A forza di seguirti...." mi suona meglio.. ;)

Mah!

Non proprio...se prescindiamo...come dobbiamo...da eventuali coinvolgimenti erotici...è più appropriata la prima frase.

:D

appunto.....se prescindiamo......

Ragazzi calma!!! tanto non siete fatti l'uno per l'altro........... :lol: :lol: :lol: :lol:

Non ti preoccupare, stavamo solo recitando una gag da avanspettacolo...! :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mah!

A forza di venirti dietro...mi debbo essere imparato qualcosina.

:whome:

".....A forza di seguirti...." mi suona meglio.. ;)

Mah!

Non proprio...se prescindiamo...come dobbiamo...da eventuali coinvolgimenti erotici...è più appropriata la prima frase.

:D

appunto.....se prescindiamo......

Ragazzi calma!!! tanto non siete fatti l'uno per l'altro........... :lol: :lol: :lol: :lol:

Non ti preoccupare, stavamo solo recitando una gag da avanspettacolo...! :P

Quoto!

Se l'Admin legge questo dispendio di spazio cibernetico per la nostra gag...ci viene dietro lui.

:) :D :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

......In precedenti discussioni su questo forum un nostro membro (non ricordo chi) mise l'accento sul fatto che il decusse di qualche anno fa, poi ritirato perché falso, mancava proprio di questo fattore, era piatto come una piadina. ........

Ciao,

proprio così: mi riferivo al decusse invenduto in NAC 10 (1997), che pesava 708 gr (riduzione quadrantale).

Questo decusse invece è di 1075 gr e corrisponde ad una riduzione trientale; dal punto di vista fisico ha uno spessore ragguardevole.

In realtà è tutto ragguardevole: è la moneta italica fusa tonda più grande che esita, superiore agli 800 gr circa del tripondio con la ruota; è la moneta fusa con prezzo di partenza più elevato visto sinora, e probabilmente realizzerà qualcosa in più del quadrilatero galletti-rostri dell'asta precedente (130.000 CHF).

Insomma, merita di essere visto.

Ciao da Gianoprora

PS: cito riduzioni trientali e quadrantali poichè da un punto di vista 'gestionale' questa classificazione è estremamente comoda per collocare le serie in funzione del peso. In realtà nessuno ci ha tramandato come siano avvenute le riduzioni effettive delle monete; sappiamo solo di leggi di riduzione ponderale della libbra di riferimento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

ma questa discussione non dovrebbe essere riportata in 'prossime aste - NAC 54' ??

Ciao da Gianoprora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?