Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Fabry

Monete Medievali

Risposte migliori

Fabry

Ciao a tutti,

sto facendo delle ricerche sul Grosso di Piemonte (XIV Sec.)

qualcuno sa darmi qualche dato tecnico?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

ciao fabri

devi dirmi bene che cosa ti interessa sapere....

e di preciso che cosa intendi come "grosso di piemonte"...

cominciamo con qualche cosa...

allora una moneta sabauda chiamata Grosso di Piemonte si trova nella monetazione di Amedeo V (1285-1323)

esistono però una marea di monete denominati Grossi che venivano utilizzati in piemonte nel 1300.....

ti interessa sapere qualcosa sulla moneta in particolare di amedeo V oppure su tutti i grossi in particolare????

fammi sapere e cercherò di darti informazioni.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fabry

Giustissima osservazione,

dunque parliamo del Grosso di Piemonte

coniato nel periodo di Amedeo VI,

zecca di Avigliana o Susa.

Grazie mille!!!!!

Modificato da Fabry

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

grosso di piemonte di amedeo V...

domani ti inserisco i dati

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

Amedeo V fece coniare i Grossi di Piemonte per imitare lo sterlino di Guy de Dampierre conte di Fiandra con un'ordinanza del 1296 o 1297...

Amedeo V riformò il sistema monetario inserendo il grosso, il bianco e il denaro o viennese, tutto rimase con queste proporzioni sino a Emanuele Filiberto, ci volevano 12 grossi per pareggiare un fiorino, 12 denari per un grosso e 16 viennesi sempre per un grosso....

il titolo del grosso era di 6 denari (equivaleva al 50% di argento) ed il taglio di 258 pezzi al marco...

ti inserisco l'immagine di un grosso di piemonte (moneta particolarmente affascinante nelle savoia...)

post-201-1267270222,8_thumb.jpg

post-201-1267270234,94_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fabry

Grazie mille!!!

A buon rendere.

Un' ultima cosa, quali sono le dimensioni della moneta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

il diametro è di 23 mm ed il peso si aggira da 2,00 a 2,40 grammi....

curiosità....

come mai sei così interessato a questa bella moneta??? :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

angelonidaniele

davvero una bella moneta come sempre ottima spiegazione di Savoiardo :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fabry

Grazie mile a tutti.

L' interesse deriva dal fatto che sto organizzando una rievocazione storica in provincia di Torino ( Giaveno 3/4 Luglio)

con annesso un torneo di tiro con l' arco storico e mi sarebbe piaciuto premiare i vincitori con una copia di una moneta dell' epoca....

Ovviamente sieti tutti invitati a vivere 2 giorni nel XIV secolo. Venite a trovarci!

Ciao e alla prossima!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

giaveno???

abbiamo altri utenti del forum di giaveno..... e zone limitrofe...

se ti serve io la moneta la possiedo....ma ti consiglierei per bellezza il mezzo grosso di avigliana.....

altra stupenda moneta...

post-201-1267367870,4_thumb.jpg

post-201-1267367881,95_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra crasellame

Amedeo V fece coniare i Grossi di Piemonte per imitare lo sterlino di Guy de Dampierre conte di Fiandra con un'ordinanza del 1296 o 1297...

Amedeo V riformò il sistema monetario inserendo il grosso, il bianco e il denaro o viennese, tutto rimase con queste proporzioni sino a Emanuele Filiberto, ci volevano 12 grossi per pareggiare un fiorino, 12 denari per un grosso e 16 viennesi sempre per un grosso....

il titolo del grosso era di 6 denari (equivaleva al 50% di argento) ed il taglio di 258 pezzi al marco...

ti inserisco l'immagine di un grosso di piemonte (moneta particolarmente affascinante nelle savoia...)

A me ricorda il "baldacchino colle aguglie" di Margherita di Costantinopoli coniato ad Alost

image01909.jpg

http://www.coinarchives.com/w/lotviewer.php?LotID=787641&AucID=579&Lot=1909

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×