Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
JunoMoneta

Curioso oggetto numismatico coloniale indiano

Risposte migliori

JunoMoneta

Salve a tutti. Scrivo agli illuminati utenti di questa sezione perché non saprei in quale altra categoria riportare questo curioso oggetto evidentemente legato alla numismatica.

IMG_0001-6.jpgIMG_0003-2.jpg

Lo trovai molti anni fa sulle bancarelle di Portobello Road a poco prezzo, e dovrebbe essere anche abbastanza comune. Tuttavia non sono riuscito a rinvenire una spiegazione convincente circa la sua funzione.

Si tratta di una scatolina rettangolare (mm. 68 x 55) in metallo inciso con decorazioni a foglie e viticci provvista di appiccagnolo. Sul fronte presenta cinque fori circolari di diametro variabile in cui sono inseriti altrettanti tondelli metallici provvisti di legende riferite a nominali indiani. Questi "tondelli" aderiscono completamente ai fori ma, sottoposti ad una lieve pressione delle dita, retrocedono per mezzo di molle inserite internamente alla cassa. Chiaramente i fori non hanno la funzione di agevolare l'inserimento di monete o altri oggetti perché le molle rendono irrecuperabile qualsiasi cosa penetri internamente alla cassa, inoltre lo spessore dell'oggetto è di soli 12 mm. ca. Le legende a rilievo sui "tondelli" sono, in ordine decrescente:

1. ONE RUPEE INDIA

2. ONE PICE INDIA

3. HALF RUPEE INDIA

4. 1/4 RUPEE INDIA

5. TWO ANNAS INDIA

Verrebbe da pensare che i fori servano a verificare il diametro delle monete. Ma a che scopo? Sapete dirmi a che epoca presumibilmente appartiene e a quali esemplari metallici si riferiscono con precisione i nominali incisi sui "tondelli"?

Certo che saprete fornirmi una chiara risposta e che sorriderete di fronte alla mia ignoranza, vi giro la domanda.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sandokan
Supporter

Mai visto nulla di simile : molto interessante !

La tua ipotesi - un misuratore di diametro di alcune monete - è l'unica che viene in mente anche a me; lo scopo ? Scoprire eventuali falsi?

Ma se l'oggetto è abbastanza comune, come pensi, magari qualcuno potrà identificarlo con esattezza. Speriamolo wink.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

JunoMoneta

Grazie Sandokan...mi è venuto in mente ora che più che per scoprire i falsi si sarebbe potuto utilizzare per cambiare le monete inglesi con quelle indiane. Forse il diametro dei fori corrisponde a precisi nominali inglesi d'argento o di rame e il valore indicato stabilisce il corrispettivo nominale indiano. Non so, non sono decisamente esperto in monetazione coloniale britannica...azzardo un'ipotesi.

Modificato da JunoMoneta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

@JunoMoneta

Verrebbe da pensare che i fori servano a verificare il diametro delle monete. Ma a che scopo?

Se le monete fossero d’oro e ‘tosabili’, uno potrebbe pensare a una specie di ‘tester’ di qualità su base diametrale, ma non è questo il caso perché le monete sono d’argento fatta eccezione per quella da 1 Pice che è di bronzo.

Sapete dirmi a che epoca presumibilmente appartiene e a quali esemplari metallici si riferiscono con precisione i nominali incisi sui "tondelli"?

Le monete della British India sono state coniate con l’effigie della regina Vittoria dal 1869 al 1901, di re Edoardo VII dal 1903 al 1910, di re Giorgio V dal 1911 al 1936 e di re Giorgio VI dal 1938 al 1947. La moneta da 1 Pice, caratterizzata da un foro centrale, è in bronzo ed è stata coniata solo nel periodo di Giorgio VI. Le altre monete che compaiono sulla scatoletta sono in argento 917/1000 e sono state coniate per tutti i sovrani. Questi i diametri (fra parentesi il peso):

1 Rupia: ca 31 mm (11,66 g)

½ Rupia: ca 24 mm (5,83 g)

¼ Rupia: ca 19,5 mm (2,92 g)

2 Annas: ca 16 mm (1,46 g)

Lo trovai molti anni fa sulle bancarelle di Portobello Road a poco prezzo, e dovrebbe essere anche abbastanza comune. Tuttavia non sono riuscito a rinvenire una spiegazione convincente circa la sua funzione.

E’ noto che nel famoso mercato londinese ci si imbatte in una moltitudine di oggetti antichi e da collezione, e sulle bancarelle dei privati nelle cose più strane. Questa scatoletta rettangolare potrebbe essere un manufatto indiano (è d’argento? c’è un punzone?) con le monete inserite nel coperchio a scopo decorativo, da usare come pendente oppure spillato come ornamento oppure come portapillole o qualcos’altro (es. tabacco). Non è da escludere che si tratti di un talismano da appendere in casa o da portare con sè come portafortuna.

Chi ha la scatoletta in mano potrebbe rendersi conto dell’ipotesi più verosimile.

Da parte mia una domanda: “Come hai fatto ad inserire quelle due foto della scatoletta?”. Ti sarei grato se descrivessi l’operazione nei suoi stadi elementari, step by step (parti da qui, clicca li, passa di là, fa così, ecc. ecc.).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Niente di tutto questo.

Il tuo oggetto è semplicemente un bel portamonete !

Finemente decorato serviva e impilare le monete delle pezzature descritte ,

che entravano, ciascuna per il proprio valore, e quindi diametro, negli appositi alloggiamenti

doatati di molla (e ne fuoriuscivano azionando una leva o probabilmente a pressione.

Gli inglesi adoravano tali oggetti e ancora oggi si trovano molti cilindri che funzionano con lo stesso meccanismo della

molla creati per ospitare le "sovrane" e "mezze sovrane" d'oro.

Complimenti un bell'acquisto!

numa numa

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

JunoMoneta

Accipicchia che belle risposte! Grazie davvero! Grazie soprattutto ad Apollonia per la preziosa consulenza numismatica. Ne deduco che la scatolina dovrebbe essere degli anni '30.

@Numa: avevo pensato anch'io immediatamente ad un portamonete, ma mi chiedo come funzioni. Voglio dire, non c'è un fermo per impedire alla molla di scattare, e se la moneta dovesse scivolare internamente non c'è verso di riprenderla. Non mi sembra molto comodo per questa funzione, per cui immagino che nel mio "aggeggio" manchi qualcosa, o qualcosa si sia rotto, o altro....

Mi sorprende infine, di fronte a tanto sfoggio di raffinata cultura, che Apollonia mi chieda un'informazione così semplice, e cioé come ho inserito le mie immagini. Niente di più semplice. Cercherò di essere il più didascalico possibile.

Anzitutto ho scannerizzato la scatolina nelle sue due parti (fronte/retro) servendomi appunto di uno scanner. Ho quindi ridimensionato e affilato un pò l'immagine con un comune photo-editor (tipo Photoshop). Salvata così l'immagine sull'hard disk del mio pc, in un'apposita cartella in cui conservo le foto di monete, sono passato in rete, dove dispongo di un account gratuito presso un sito di image hosting, un sito dove hai a disposizione un mucchio di spazio per caricare le tue fotografie private, almeno quelle che vuoi postare direttamente su internet, su un tuo sito personale, su un blog o, come in questo caso, su un forum di discussione. Il sito che utilizzo è all'URL www.photobucket.com, ma ce ne sono trilioni di questo tipo. Una volta entrato nel mio account fornendo la mia userID e la password, ho caricato in internet le immagini mediante l'apposito tasto "upload" che apre una finestra che ti permette di scegliere le immagini che vuoi caricare dal tuo hard disk. A questo punto le tue immagini sono "in rete" ma visibili solo a quanti accedono al tuo account su photobucket. Per inserirle direttamente in questa discussione, mi è bastato copiare / incollare l'URL (indirizzo internet) delle foto specifiche preceduto dalla stringa in linguaggio HTML e seguito dall, che sarebbero le istruzioni di inizio e fine per l'inserimento diretto di un'immagine. Su Photobucket (come in altri analoghi siti) questo compito è semplificato perché accanto alla tua foto caricata compare già il link diretto all'immagine, con la sua bella stringa in HTML e l'indirizzo dell'immagine con la didascalia "inserisci link all'immagine" o qualcosa di simile. Non hai che da copiarlo e da inserirlo nel punto esatto del corpo della tua discussione in cui vuoi che appaia l'immagine. Durante la stesura ti appare solo l'indirizzo, ma se clicchi su "anteprima messaggio" puoi verificare che l'immagine sia correttamente visualizzata prima di postare il thread o la risposta.

Spero di essere stato abbastanza chiaro e grazie per avermi offerto un'occasione per sdebitarmi della tua bella risposta. Ti ringrazio inoltre per avermi dato il destro per rivolgervi una domanda dello stesso tenore. Ho letto che si possono allegare immagini direttamente dal proprio pc, e ho visto diverse immagini su questo sito postate con un'ergonomica visualizzazione in thumbnail ingrandibile. Ho provato a farlo anch'io con le immagini che ho sul mio hard disk ma, al momento di caricarle, vengo puntualmente informato che il file è troppo grande, anche per le foto più piccole (!). Inoltre non capisco come questi "allegati" si possano disporre nella parte desiderata del messaggio e non soltanto nella sua parte finale. Ve lo chiedo anche perché spero di non creare problemi con i links alle mie immagini su photobucket, ho sempre paura che siano troppo "pesanti" per il forum, e gradirei sapere se ci sono limiti anche per le immagini caricate esternamente. So che c'è un'apposita sezione del forum dedicata a questi argomenti, e le spiegazioni sono anche molto chiare. Forse sono io parecchio lento di comprendonio, ma al momento di postare le immagini mi sembra che le cose vadano un pò diversamente da come spiegato...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

@numa numa

Potevi dirlo prima, in risposta agli interrogativi di JunoMoneta e Sandokan.

E così l’oggetto di JunoMoneta è un… PortaMoneta, quasi un gioco di parole.

Veramente interessante.

Una curiosità. Sai quanto misura lo spessore di una rupia?. Io no, ma non credo ce ne stiano tante impilate in quella scatoletta il cui spessore è ca 12 mm, come afferma chi ha aperto questa discussione.

Quante monete d’argento contengono i cilindri-portamoneta di cui fai menzione che funzionano con il meccanismo della molla?

Non è da escludere che questo oggetto, pur inglobando monete con il meccanismo dei portamonete a molla, fosse stato progettato più per ornamento che come portamonete vero e proprio. Come spiegare altrimenti quell’anello? Però posso sbagliarmi…

PS. Ho visto la risposta di JunoMoneta che leggerò con calma. Vedo di essere più esplicito nella domanda.

Ora, prima di inviare la risposta, leggo sul monitor 'Allegati' ... (Dimensione massima singolo file: 100K) e subito sotto: Aiuto con i file allegato prova il nostro uploader avanzato che supporta file multipli (è richiesto l'uso di un browser avanzato)

Ecco, è qui che non riesco a procedere con un ulteriore 'carico'.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

JunoMoneta

Apollonia: "Una curiosità. Sai quanto misura lo spessore di una rupia?. Io no, ma non credo ce ne stiano tante impilate in quella scatoletta il cui spessore è ca 12 mm, come afferma chi ha aperto questa discussione."

Ecco, giustissima osservazione: anche a questo non avevo pensato. Di rupie al massimo nel mio "portamonete" ce ne staranno due o tre in pila. Non faccio esperimenti con gli euri, altrimenti chi li riprende più??? :P

Apollonia: "Ora, prima di inviare la risposta, leggo sul monitor 'Allegati' ... (Dimensione massima singolo file: 100K) e subito sotto: Aiuto con i file allegato prova il nostro uploader avanzato che supporta file multipli (è richiesto l'uso di un browser avanzato)"

E qui, cara Apollonia, casco anch'io assieme al proverbiale asino. Come dicevo, anch'io non sono mai riuscito ad usare l'uploader fornito dal forum, ma per ragioni diverse, in quanto eccedo sempre le dimensioni massime previste per i files e a caricare il rovescio della moneta non sono mai arrivato. Una volta distrattamente ho caricato con successo un diritto (si tratta del thread sulla piastra FECVNDITAS), e poi volevo toglierlo perché avevo caricato diversamente le immagini, ma non sono più riuscito a modificare la parte del messaggio che include gli allegati...

Per queste ragioni sono sempre ricorso al linkaggio diretto delle immagini da un apposito account di image hosting e mi chiedo con angoscia se le immagini che carico possano creare problemi di bandwidth ai gentili webmasters del nostro forum o consimili amenità anglo-ostrogote...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

JunoMoneta

Sotto la fascinazione della risposta di Numa Numa ho fatto la prova del "portamonete" usando 2 monete da 1 euro, che corrispondono perfettamente al diametro del tondello da 1 rupia...ebbene, funge! :D

Anche perché, avevo tralasciato di dirlo considerandolo chissà perché secondario, la scatolina ha nello spessore, verso la faccia forata, delle sottili aperture esterne. Quindi la mia interpretazione e che le monete si debbano impilare dal foro superiore, e che la molla venga bloccata dalla disposizione eccentrica della moneta rispetto al foro, tenedola verso il lato esterno della scatola. E infine ciscuna moneta viene sfilata facendola passare attraverso la fessura laterale e non il foro superiore da cui viene fatta entrare. E' un pò macchinoso come procedimento, e mi domando cosa possa inibire il giustificato timore che le monete (particolarmente gli spiccioli di piccolo modulo) possano scivolare verso l'interno per perdersi irreparabilmente all'interno della scatolina...comunque ho scannerizzato di nuovo la scatolina con i 2 euro dentro. Quello superiore, posto trasversalmente, è già pronto ad uscire di lato:

IMG-4.jpg

Comunque di monete da 1 euro ce ne entrano al massimo 3.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Bravo hai capito perfettamente il funzionamento!

Il meccanismo serviva anche a inibire che le monete potessero uscire accidentalmente dal portamonete (se questi si è conservato integro..).

Però attenzione funziona bene solo con le monete esattamente del modulo per i quali era stato previsto.

E' un oggetto grazioso e inusuale, tienilo da conto!

numa numa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

JunoMoneta

E' un oggetto grazioso e inusuale, tienilo da conto!

numa numa

Grazie ancora Numa!

Peccato che sia un pochino arrugginito (e con questo rispondo ad Apollonia: no, certamente non è d'argento). Ma l'avrò pagato sì e no 5 sterline, quindi non c'è perdenza.

Mi chiedo se ce ne sono altri in giro, magari non della stessa provenienza del mio. A nessuno del forum è mai capitato per le mani o su un catalogo un oggetto analogo? In Italia non se ne sono mai usati?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sandokan
Supporter

E' un oggetto grazioso e inusuale, tienilo da conto!

numa numa

Grazie ancora Numa!

Peccato che sia un pochino arrugginito (e con questo rispondo ad Apollonia: no, certamente non è d'argento). Ma l'avrò pagato sì e no 5 sterline, quindi non c'è perdenza.

Mi chiedo se ce ne sono altri in giro, magari non della stessa provenienza del mio. A nessuno del forum è mai capitato per le mani o su un catalogo un oggetto analogo? In Italia non se ne sono mai usati?

Nel cassetto del cruscotto dell'auto tengo un vecchio dispenser di plastica che un tempo si poteva acquistarealla SIP, e che conteneva 15 gettoni divisi su tre file (ora ci tengo 15 monete da 1 euro).

Visto dall'alto ha una forma triangolare formata dai tre cilindretti che contenevano i gettoni. E' chiuso da una piastrina triangolare girevole su cui è praticato un foro che non è simmetrico a nessuno dei cilindri, per non far cadere i gettoni : basta ruotarlo un poco, il foro combacia con uno dei tre cilindri sottostanti e i gettoni possono essere prelevati.

Ma non è bello come il tuo ! Qundo l'ho visto ci avevo pensato ma poi, visto lo spessore così sottile, ho creduto potesse avere un altro uso.

Un oggetto simpatico, magari lo si può riempire con le monete originali....smile.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sandokan
Supporter

E' un oggetto grazioso e inusuale, tienilo da conto!

numa numa

Grazie ancora Numa!

Peccato che sia un pochino arrugginito (e con questo rispondo ad Apollonia: no, certamente non è d'argento). Ma l'avrò pagato sì e no 5 sterline, quindi non c'è perdenza.

Mi chiedo se ce ne sono altri in giro, magari non della stessa provenienza del mio. A nessuno del forum è mai capitato per le mani o su un catalogo un oggetto analogo? In Italia non se ne sono mai usati?

Nel cassetto del cruscotto dell'auto tengo un vecchio dispenser di plastica che un tempo si poteva acquistarealla SIP, e che conteneva 15 gettoni divisi su tre file (ora ci tengo 15 monete da 1 euro).

Visto dall'alto ha una forma triangolare formata dai tre cilindretti che contenevano i gettoni. E' chiuso da una piastrina triangolare girevole su cui è praticato un foro che non è simmetrico a nessuno dei cilindri, per non far cadere i gettoni : basta ruotarlo un poco, il foro combacia con uno dei tre cilindri sottostanti e i gettoni possono essere prelevati.

Ma non è bello come il tuo ! Qundo l'ho visto ci avevo pensato ma poi, visto lo spessore così sottile, ho creduto potesse avere un altro uso.

Un oggetto simpatico, magari lo si può riempire con le monete originali....smile.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Apollonia: "Una curiosità. Sai quanto misura lo spessore di una rupia?. Io no, ma non credo ce ne stiano tante impilate in quella scatoletta il cui spessore è ca 12 mm, come afferma chi ha aperto questa discussione."

Ecco, giustissima osservazione: anche a questo non avevo pensato. Di rupie al massimo nel mio "portamonete" ce ne staranno due o tre in pila. Non faccio esperimenti con gli euri, altrimenti chi li riprende più??? :P

Apollonia: "Ora, prima di inviare la risposta, leggo sul monitor 'Allegati' ... (Dimensione massima singolo file: 100K) e subito sotto: Aiuto con i file allegato prova il nostro uploader avanzato che supporta file multipli (è richiesto l'uso di un browser avanzato)"

E qui, cara Apollonia, casco anch'io assieme al proverbiale asino. Come dicevo, anch'io non sono mai riuscito ad usare l'uploader fornito dal forum, ma per ragioni diverse, in quanto eccedo sempre le dimensioni massime previste per i files e a caricare il rovescio della moneta non sono mai arrivato. Una volta distrattamente ho caricato con successo un diritto (si tratta del thread sulla piastra FECVNDITAS), e poi volevo toglierlo perché avevo caricato diversamente le immagini, ma non sono più riuscito a modificare la parte del messaggio che include gli allegati...

Per queste ragioni sono sempre ricorso al linkaggio diretto delle immagini da un apposito account di image hosting e mi chiedo con angoscia se le immagini che carico possano creare problemi di bandwidth ai gentili webmasters del nostro forum o consimili amenità anglo-ostrogote...

Qui trovi degli ottimi consigli per postare le foto.

Complimenti per il tuo oggetto, bellissimo davvero. Giò :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

JunoMoneta

Grazie per il link, Giovanna! Rileggerò attentamente la procedura illustrata perché alla prima lettura forse ero un pò duro di comprendonio... :P

@Sandokan: ma lo sai che mi hai ricordato un fatto inspiegabilmente rimosso?? E' vero, anch'io ricordo degli strani portaeuri di plastica commercializzati al principio dell'introduzione della nuova moneta, con tutti i suoi innumerevoli nominali....credo che fosse pensato come una sorta di deterrente psicologico al panico collettivo che affliggeva in quei giorni gran parte della popolazione anziana (e non) della penisola al solo pensiero di doversi barcamenare tra tutti quegli spiccioli metallici! Chissà che fine hanno fatto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Grazie per il link, Giovanna! Rileggerò attentamente la procedura illustrata perché alla prima lettura forse ero un pò duro di comprendonio... :P

@Sandokan: ma lo sai che mi hai ricordato un fatto inspiegabilmente rimosso?? E' vero, anch'io ricordo degli strani portaeuri di plastica commercializzati al principio dell'introduzione della nuova moneta, con tutti i suoi innumerevoli nominali....credo che fosse pensato come una sorta di deterrente psicologico al panico collettivo che affliggeva in quei giorni gran parte della popolazione anziana (e non) della penisola al solo pensiero di doversi barcamenare tra tutti quegli spiccioli metallici! Chissà che fine hanno fatto?

Mia madre lo usa ancora :lol: :lol: e forse non è la sola. Ciao Giò

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×