Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Maverick

Monete Romane antiche, legali o illegali ?

Risposte migliori

Maverick

Salve a tutti cari amici ! Facendo una semplice ricerca su ebay o su altri siti che adesso non sto ad elencarvi , è molto facile imbattersi in monetazione antica romana . Io personalmente ho acquistato un piccolo lotto di 5 monete del tardo impero , da una venditrice in italia . Lei mi ha rilasciato un certificato di autenticità inerente le monete acquistate . La cosa che non mi torna però è che su internet ci sono vari venditori che vendono queste monete senza rilasciare alcun certificato d'acquisto . Altri invece dicono che la vendita è libera , in quanto le monete sono dichiarate non di interesse culturale . Insomma quello che vi chiedo è : La vendita e l'acquisto di queste monete è legale è libera oppure (come la penso io ) illegale ? Grazie a tutti ! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

Se vai nel forum Legislazione, ma anche qui in Piazzetta, troverai mille dibattiti su questo problema. In ogni modo, riassumendo per sommi capi, il collezionismo di monete romane o di altri periodi è legale. In Italia però servono mille accorgimenti, spesso non chiari, e si corrono alcuni rischi. Nello spazio iniziale del forum troverai la legge sui Beni culturali opportunamente chiosata. Il primo rischio per un compratore è l'incauto acquisto specialmente (ma non solo) su ebay. L'acquisto può essere incauto per l'eventuale provenienza furtiva delle monete, ma specialmente per le modalità di ritrovamento e/o d'importazione. E il certificato di autenticità rilasciato dal venditore non vale assolutamente niente e non ti mette al riparo da rischi. Questi rischi, infine, raramente si concretizzano in una condanna penale, ma in rogne legali ed esborsi d'avvocati. Dai dibattiti sul problema emerge che è difficile evitare completamente questi rischi. Si può però muoversi con accortezza: acquisti sempre fatturati da commercianti affidabili, tracciabilità della moneta, somma prudenza nel venderla. E via dicendo...

Modificato da cancun175

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Maverick

Perfetto sei stato molto chiaro ! Mille grazie !! Dunque la cosa fondamentale è accertarsi che il venditore mi stia vendendo monete la cui proenienza è lecita . Fortunatamente il mio venditore mi ha confermato di averle acquistate in aste internazionali , quindi di lecita provenienza. Molte grazie ! ;) ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mirkoct

il venditore deve rilasciarti anche lo scontrino, altrimenti non è un venditore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mirkoct

.............non è un venditore che si comporta cope prevede la legge

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

salve, concordo con cancun175. La nostra legislazione è molto restrittiva e per aggirarla, chi possiede o trova monete e non può fornire documentazione, è capace di portarle nel Paesi privi di adeguata legistazione. Quindi mette l'esca in rete, aspettando che abbocchi il collezionista incauto, il quale pur di aggiudicarsi il pezzo mancante, chiude un occhio e rischia il sequestro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Maverick

E' Chiaro quello in primis !! Scontrino o fattura fiscale ! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36

Evita di comprare antiche su eBay. Rischi che se il venditore è un privato o viene sospettato,a torno o a ragione ,di vendere materiale di scavo, di ricevere la visita della GdF o dei CC.

Se compri all'Asta stampati la pagina dove c'è la moneta che hai comprato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Maverick

salve, concordo con cancun175. La nostra legislazione è molto restrittiva e per aggirarla, chi possiede o trova monete e non può fornire documentazione, è capace di portarle nel Paesi privi di adeguata legistazione. Quindi mette l'esca in rete, aspettando che abbocchi il collezionista incauto, il quale pur di aggiudicarsi il pezzo mancante, chiude un occhio e rischia il sequestro.

Hai pienamente ragione !!!! Chissa quanti lo fanno !!!!!!! E' una vergogna !! :angry: :angry:

Modificato da Maverick

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mirkoct

su ebay ci sono tantissimi venditori professionali, non facciamo terrorismo psicologico per far credere che ebay sia il peggiore di tutti i mali, dire"EVITA DI COMPRARE ANTICHE SU EBAY" è offensivo per tutti i venditori ebay che mettono la massima professionalità e agiscono nel pieno rispetto delle leggi vigenti.................i venditori professionali su ebay sono identificabili, hanno numero partita iva, indirizzo email, numero di telefono su tutte le inserzioni, non si possono assolutamente confondere con "venditori dell'ultima ora"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960

Comunque, parlando in termini esclusivamente legali, la libera compravendita tra privati è perfettamente lecita, non comporta l'obbligo di emissione di alcun documento fiscale e a maggior ragione nessuna certificazione di legittimo possesso o provenienza. Detto questo, i privati ci sono in Italia e all'estero, vendono le stesse monete, le modalità e i costi sono gli stessi - a volte anzi sono più convenienti all'estero - e normalmente all'estero le persone oneste non vengono perseguitate per motivi che non hanno niente a che fare con la legalità. Stesso discorso per i venditori professionali, che non sono poi tanto più cari dei privati. Fate voi....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

GIACOMODAL1956

E se in famiglia, come è il mio caso, ci si tramanda fra altre cose, anche monete romane antiche e chissà da quanto tempo? Come posso chiedere a trisavoli a quadrisavoli o chissà chi ancora dove le ha prese? Magari trovate scavando in giardino un antenato del '500. Io non posso saperlo, so solo che posseggo monete romane antiche che mi ha lasciato mio padre che ha ricevuto da suo padre che disse di averle ricevute dal suo padre, cioè il mio bisnonno. Di più come faccio a saperlo? Sono beni di famiglia che ad un certo si vorrebbe anche tramutare in denaro da spendere oggi. Certamente mi tengo i ritratti di mio bisnonno e di mio trisnonno, ma molte cose vorrei venderle e fra queste le monete. Che faccio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

R-R

secondo le leggi....dovresti avvisare "gli organi preposti dello Stao"...avvisarli di cosa e a che prezzi intendi vendere...e lo Stato....se interessato... dovrebbe avere diritto di prelazione.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

Se n'è parlato anche troppe volte ma senza arrivare ad una conclusione univoca che comunque non può esserci.

Minimizzare non serve ad esorcizzare il mostro,che nella fattispecie è che acquistando una moneta antica,romana in particolare e su ebay,significa essere in balia di terzi che,per le definizioni vaghe e contraddittorie di una legge che andrebbe denunciata alla Corte di Giustizia di Strasburgo,possono creare gravissimi problemi al malcapitato di turno.

Tutte le considerazioni precedenti sono tutte giuste,compreso l'acquistare presso venditori Ebay di assoluta garanzia o l'acquistare da un privato che non ha obbligo di rilasciare fattura.

Però sempre sotto l'alea di qualcuno che può adoperare la legge come una clava.Purtroppo Ebay è presa di mira ed è tanto sfacciato che sia un rapido mezzo di "pesca" che io potrei acquistare in un mercatino,in un negozio di numismatica,da un cialtrone e nessuno ne sa niente.Ebay è una grande "scorciatoia" e si hanno serviti su un piatto d'argento venditore ed acquirente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gengo69

Perfetto sei stato molto chiaro ! Mille grazie !! Dunque la cosa fondamentale è accertarsi che il venditore mi stia vendendo monete la cui proenienza è lecita . Fortunatamente il mio venditore mi ha confermato di averle acquistate in aste internazionali , quindi di lecita provenienza. Molte grazie ! wink.gifwink.gif

Allora qui c'è qualcosa che non torna!

Come si fa a definire provenienza " lecita" se dite che qualunque ritrovamento fortuito o ricercato (tramite metal detector ad es) deve essere denunciato e consegnato alle forze dell'ordine ?

Chi le vende non gli sono nate in casa...in qualche maniera le ha avute ..fortuitamente o da altri che a loro volte le avranno trovate fortuitamente o meno.

Insomma non ha senso quello che dite! O è lecito averle e venderle o non lo è ! Non ci può essere una via di mezzo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gengo69

Io credo alla fine che alle forze dell'ordine non gliene pò fregar de meno delle "monete romane" . In friuli da sempre si usavano le monete romane per "concimare" i campi perhcè fatte di rame. Venivano buttate letteralmente a PALATE nel terreno per arricchirlo e poi seminato. Altro che metal detector se andate a scavare nei campi da Palmanova in giù trovate tanto di quel rame in monete che vi conviene venderlo a peso e non per il valore intrinseco della moneta "antica" :pardon:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim

Allora qui c'è qualcosa che non torna!

Come si fa a definire provenienza " lecita" se dite che qualunque ritrovamento fortuito o ricercato (tramite metal detector ad es) deve essere denunciato e consegnato alle forze dell'ordine ?

questo in Italia, la cui legislazione prevede così, ma le monete romane non si trovano solo in Italia ma anche in molti altri paesi europei e non in cui magari la ricerca con il Metal detector è legale, tipo l'Inghilterra ma non solo, se chi compra può provare la reale provenienza da questi paesi con la dovuta documentazione dovrebbe stare tranquillo

Chi le vende non gli sono nate in casa...in qualche maniera le ha avute ..fortuitamente o da altri che a loro volte le avranno trovate fortuitamente o meno.

ci sono anche monete provenienti da vecchie collezioni antecedenti ad una certa data (e non sono poche), mi pare il 1909, che per la legge sono di lecita provenienza, l'importante come sopra è poterne provare la provenienza, le monete trovate dopo quella data, in maniera fortuita, anche senza metal, se hanno più di 50 anni vanno consegnate allo stato, un discorso a parte a quanto pare sono i ritrovamenti fatti dentro le case, nelle mura particolarmente, per le quali si può risalire a dei proprietari, la legge italiana difatti rivendica gli oggetti (non solo le monete) trovate nel SOTTOSUOLO E NEI FONDALI MARINI

Insomma non ha senso quello che dite! O è lecito averle e venderle o non lo è ! Non ci può essere una via di mezzo!

come vedi non è che ci sono delle VIE DI MEZZO ma dei casi specifici che bisogna conoscere e tenerne conto, la legge infatti non ammette ignoranza...

spero inoltre che i nostri esperti ti sappiano illuminare in maniera più specifica di me

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Io credo alla fine che alle forze dell'ordine non gliene pò fregar de meno delle "monete romane" . In friuli da sempre si usavano le monete romane per "concimare" i campi perhcè fatte di rame. Venivano buttate letteralmente a PALATE nel terreno per arricchirlo e poi seminato. Altro che metal detector se andate a scavare nei campi da Palmanova in giù trovate tanto di quel rame in monete che vi conviene venderlo a peso e non per il valore intrinseco della moneta "antica" :pardon:

E da dove venivano quelle monete? Da un sito archeologico, ovviamente. Prova a leggerti qualche vecchia discussione in aera Legislazione, ad esempio questa

Definizione di moneta archeologica

sennò stiamo sempre a ripetere le stesse cose.

Il fatto che i nostri vecchi considerassero irrilevante la salvaguardia delle memorie del passato non significa che noi dobbiamo fare lo stesso.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×