Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
lopezcoins

Cronaca Numismatica di novembre

Risposte migliori

lopezcoins
Ciao a tutti! Ho acquistato stamattina il numero di novembre di Cronaca Numismatica, nel quale si parla anche di Lamonetapedia, nella rubrica "Monete nella rete" di Roberto Ganganelli. Invito a leggere l'articolo per intero, dal momento che contiene alcune osservazioni condivisibili.
Marco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000
Potresti sintetizzarne i passaggi chiave per chi come me, non acquista più CN.

Grazie
Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Sì giusto condividiamo nel framentre acquisterò il numero.

M.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lopezcoins
Scusatemi se non ho riportato un estratto nel precedente messaggio, ma avevo poco tempo. L'articolo è dedicato a Wikipedia che

[code]"ha avuto un tale successo che sono spuntati suoi cloni un po' dappertutto.... Tra questi ultimi ne segnaliamo uno italiano dedicato alla numismatica, anche se la segnalazione non può essere, purtroppo, del tutto positiva. Il sito italiano, che si chiama Lamonetapedia ... riprende, in maniera pressochè identica per struttura e contenuti, sia i layout di pagina, sia i lemmi di Wikipedia dedicati a monete, medaglie, banconote e dintorni. E anche se i contenuti di Wikipedia sono liberi, una loro clonazione in rete in maniera così evidente non sembra la cosa migliore che potesse essere realizzata: meglio sarebbe stato aprire un gruppo di studio che elaborasse i lemmi ex-novo senza limitarsi ad integrare quelli esistenti, magari con quel pizzico di documentazione e di rigore scientifico in più che non guastano mai ... "[/code]

Mi trova d'accordo. Spero di aver riportato quanto basta per avere un'idea del pensiero dell'autore, anche se è sempre meglio leggere l'articolo per intero.
Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Newton
Posso essere sincero? Posso dirla tutta? Perchè il gruppo di studio su Wikipedia non l'hanno fatto LORO, i grandi accademici di CN, sempre pronti dall'alto della loro cattedra a tacciare di scarso approfondimento scientifico tutti gli sforzi e i tentativi di divulgare la numismatica?

Secondo me da questa critica trasuda tutta la supponenza di una rivista che personalmente ritengo lontana mille anni luce dalle esigenze e dalle necessità del collezionista medio, quello per intenderci che non va all'asta a spendere 10.000 euro per il sesterzio di Probo con la splendida patina verde, ma che s'arrabatta a collezionare più modestamente monete contemporanee d'argento e, a Natale, una sterlina o un marengo.

Io non compro e non leggo CN e questa critica conferma ciò che penso.

Un'altra cosa, perchè non proporre un dialogo con noi, anzichè limitarsi a liquidare così quello che rimane un fenomeno unico nel panorama web-numismatico italiano? Modificato da Newton

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio
Non credo sia plagio lamonetapeia, è poggiata su di una piattaforma in espansione consolidata presa come modello vincente, in oltre credo che per ragioni editoriali l'articolo sia stato scritto precedentemente di qualche mese alla data di pubblicazione, inoltre un minimo di concorrenza ci potrebbe anche essere. Certo come tutte le cose anche lamonetopedia necessita di una fase di sviluppo e questo richiede tempo. Già in due mesi c'è stato un notevole sviluppo mediatico, ed oggi ha notevolmente ampliato i contenuti. Inoltre nessuno di coloro che scrive è un professionista e può dedicare la sua giornata all'aggiornamento del sito, la comiunità è più ristretta come pure l'utenza. Molto c'è da fare ed in questo C.N. ha ragione, critica costruttiva che invoglia a migliorare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Newton
[quote name='alteras' date='02 novembre 2005, 20:56']Amen fratello!
[right][snapback]65471[/snapback][/right]
[/quote]


Scusa, cosa significa questo commento?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

alteras
[quote name='Newton' date='02 novembre 2005, 21:01']Scusa, cosa significa questo commento?
[right][snapback]65478[/snapback][/right]
[/quote]
Che sono perfettamente d'accordo con quello che hai postato. Anche io da un po' ho smesso di acquistare CN perchè mi sentivo "inferiore" e "non degno". Non posso permettermi di spendere cifre da capogiro per la mia umile collezione, me non per questo devo essere considerato di serie B (o di serie C...). Quanto poi al succo dell'articolo, il fatto che non capiscano che ci si impegna per diffondere la numismatica anche tra i più giovani (e secondo me un bel sondaggio sull'età dei partecipanti al forum potrebbe esssere significativo) trovo che sia molto negativo. Il sito, lo staff e tutti gli utenti stanno facendo un bellissimo lavoro e dovremmo esserne tutti giustamente orgogliosi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67
Io direi che i bei soloni di CN non hanno proprio capito una cippa di quello che è lo spirito di Wikipedia... LaMonetapedia (almeno se ho ben interpretato il pensiero di Incuso) DEVE essere un clone di Wikipedia, perchè ne segue gli stessi principi...
Poi, è assurdo criticare un progetto che è appena agli inizi, come se si volesse dire che una casa fa schifo dopo che sono appena state gettate le fondamenta...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apostata72
La libera circolazione d'idee ha sempre messo in allarme chi crede di monopolizzare la cultura. Mi sembra chiaro. La monetapedia è un ottimo strumento di consultazione immediata. In questo senso L'accademismo di CN mi puzza di muffa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lopezcoins
[quote name='Newton' date='02 novembre 2005, 20:50']Secondo me da questa critica trasuda tutta la supponenza di una rivista che personalmente ritengo lontana mille anni luce dalle esigenze e dalle necessità del collezionista medio, quello per intenderci che non va all'asta a spendere 10.000 euro per il sesterzio di Probo con la splendida patina verde, ma che s'arrabatta a collezionare più modestamente monete contemporanee d'argento e, a Natale, una sterlina o un marengo.
[right][snapback]65467[/snapback][/right]
[/quote]

Non sono d'accordo. Cronaca Numismatica NON si occupa di collezionismo, ma di numismatica, cioè della scienza che studia le monete. Sono ben poche le rubriche che si occupano di "listini da milionari", mentre la maggior parte della rivista è dedicata alla cultura e all'approfondimento. Sono ben pochi i casi in cui ad una moneta viene affiancato il suo valore commerciale, mentre quasi sempre viene letta come testimonianza storica e artistica. Tra l'altro, vi sono rubriche che intendono chiaramente avvicinarsi ai collezionisti meno esperti, come la posta o le novità del mese. Tra l'altro, la stessa rubrica dedicata alle "Monete nella Rete" ha parlato, in un precedente numero, del forum di Lamoneta, lodandone la forma e i contenuti. :( Mi rammarica il fatto che in una critica costruttiva ed espressa con estrema educazione e correttezza, si voglia leggere una supponenza che mi pare non caratterizzi la rivista di Cronaca Numismatica.
Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio
Leggo CN e non ho avuto la stessa impressione di Newton o Alteras, trovo che la rivista tratti un po di tutto anzi dal mio punto di vista in maniera anche eccessiva saltando di palo in frasca.
Il punto è che non dobbiamo parlare di CN ma di lamonetopedia e dove questa sia migliorabile. Le critiche sono critiche, piacevoli o meno, dalle quali bisogna trarre beneficio e spunto per migliorarsi. Non credo che lamonetopedia sia esente da pecche, è un buon/ottimo lavoro di persone che dedicano molto tempo alle monete ed alla numismatica indipendentemente dalla capacità/disponibilità economica e studi fatti, ed in questo lamonetopedia è eccellente per quello che da. Se deve essere posta sul piano di un tratto "scientifico"; una esegesi di numismatica non regge il confronto per la semplice ragione che non è nata per questo. Con il tempo, ed una utenza più ampia, in futuro lo spessore di lamonetopedia può migliorare, siamo qui per questo. Ad ognuno il suo Ganganelli deve sviluppare la sua rivista e noi lamonetopedia ma in questo caso il soggetto siamo noi e non lui, in un altro topic possiamo parlare di CN, volendo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

alteras
Ok... domani comprerò CN e leggerò l'articolo in questione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Horben Tumblebelly
Io ho comprato CN per un periodo,ora non lo faccio più.Concordo con Newton.
Aggiungo anche un altra cosa.

La Numismatica è democratica e deve essere all portata di chiunque voglia,almeno a livello informativo.Condivido che per opere dell'ingegno sia giusto pagare per sostenere gli sforzi degli autori ma qui invece di fare un plauso a voi de lamonetapedia.it, a noi, intendo utenti del forum che scriviamo o abbiamo scritto o coloro che scriveranno, che tra mille occupazioni e impegni ricaviamo un pò di tempo per inserire qualche informazione GRATIS e UTILE e SERIA e SCIENTIFICA (poichè fornisce documentazioni empiricamente verificate e certificate) alla portata di tutti dal PIU' ESPERTO al MENO ESPERTO appassionato di numismatica. E' vergognoso come coloro che si definiscono studiosi di una scienza critichino in malo modo una opportunità di sviluppo e di diffusione di tematiche di tale scienza di questa portata. Indubbiamente CN è il numero uno per la numismatica in Italia e credo nessuno lo metta in dubbio o dica il contrario però è doveroso da parte di questo periodico prendere atto della serietà e dell'impegno con cui i lamonetiani o lamonetapediani partecipano a questo progetto nonchè della bontà e della utilità di esso.
Inoltre la forma del progetto lamonetapediano comunque non è essenziale,l'essenziale è il contenuto.
Ho un ultima cosa da dire.Sapete quanti sono gli abbonati o compratori di CN in Italia?Precisamente da quanto tempo esiste CN?
Da quanto tempo esiste lamoneta.it?Da quanto lamonetapedia.it?Quanti utenti ha registrati lamoneta.it (cioè i più diretti potenziali lettori delle informazioni presenti in lamonetapedia)?
Ebbene spero che possiate darmi una risposta precisa e poi sarete voi soli a trarre le conclusioni.
Vorrei che chi condivida le mie idee mi manifesti il proprio accordo o sostegno.
Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil
Sono d'accordo con Lopezcoins e Picchio, le critiche vanno prese e valutate per quello che sono, e non ribaltate verso chi le propone, non serve a nulla ;) .

Come un anno fa si parlò del forum Lamoneta, ancora oggi si parla di noi e questo è comunque un riconoscimento importante, poi ci viene detto che si può migliorare... ci proveremo :)

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67
[quote name='rcamil' date='02 novembre 2005, 21:26']Sono d'accordo con Lopezcoins e Picchio, le critiche vanno prese e valutate per quello che sono, e non ribaltate verso chi le propone, non serve a nulla  ;) .
[/quote]


Sì vabbè, ma quando la critica è campata in aria, allora bisogna rispondere. Criticare un progetto agli albori come Lamonetapedia significa innanzitutto non conoscere quello è che lo spirito del suo genitore, ossia Wikipedia. Lamonetapedia è aperta a chiunque voglia collaborare, senza nemmeno farne richiesta. Non c'è nemmeno bisogno di sottoscriversi, il contributo resterà in forma anonima (sottoforma di indirizzo IP :rolleyes: ). Quindi qualsiasi numismatico, o collezionista, o qualsiasi cosa ognuno creda di essere, legata alla numismatica, potrà portare il suo apporto. Anche colui che ha scritto l'articolo su CN, se vuole.
Mai come in questo caso, criticare è un nonsense. Non c'è nemmeno bisogno di dire: io farei così e colà, non mi piace questo o quest'altro. Lo puoi fare tu stesso, Wiki-Lamonetapedia è aperto a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Newton
[quote name='gionata' date='02 novembre 2005, 21:23']Io ho comprato CN per un periodo,ora non lo faccio più.Concordo con Newton.
Aggiungo anche un altra cosa.

La Numismatica è democratica e deve essere all portata di chiunque voglia,almeno a livello informativo.Condivido che per opere dell'ingegno sia giusto pagare per sostenere gli sforzi degli autori ma qui invece di fare un plauso a voi de lamonetapedia.it, a noi, intendo utenti del forum che scriviamo o abbiamo scritto o coloro che scriveranno, che tra mille occupazioni e impegni ricaviamo un pò di tempo per inserire qualche informazione GRATIS e UTILE e SERIA e SCIENTIFICA (poichè fornisce documentazioni empiricamente verificate e certificate) alla portata di tutti dal PIU' ESPERTO al MENO ESPERTO appassionato di numismatica. E' vergognoso come coloro che si definiscono studiosi di una scienza critichino in malo modo una opportunità di sviluppo e di diffusione di tematiche di tale scienza di questa portata. Indubbiamente CN è il numero uno per la numismatica in Italia e credo nessuno lo metta in dubbio o dica il contrario però è doveroso da parte di questo periodico prendere atto della serietà e dell'impegno con cui i lamonetiani o lamonetapediani partecipano a questo progetto nonchè della bontà e della utilità di esso.
Inoltre la forma del progetto lamonetapediano comunque non è essenziale,l'essenziale è il contenuto.
Ho un ultima cosa da dire.Sapete quanti sono gli abbonati o compratori di CN in Italia?Precisamente da quanto tempo esiste CN?
Da quanto tempo esiste lamoneta.it?Da quanto lamonetapedia.it?Quanti utenti ha registrati lamoneta.it (cioè i più diretti potenziali lettori delle informazioni presenti in lamonetapedia)?
Ebbene spero che possiate darmi una risposta precisa e poi sarete voi soli a trarre le conclusioni.
Vorrei che chi condivida le mie idee mi manifesti il proprio accordo o sostegno.
Grazie.
[right][snapback]65489[/snapback][/right]
[/quote]

Assolutamente d'accordo naturalmente. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Vorrei analizzare un attimo questa critica:

1) l'autore lamenta che sono stati ripresi sia la struttura che il layout di wikipedia. Indubbiamente è vero. Lamonetapedia usa lo stesso motore che è abbastanza affidabile e consolidato. Non vedo però perché fare diversamente. Forse si potrebbe cambiare lo stile della pagina agendo sui css interni ma la cosa richiede un certo lavoro. Personalmente preferirei sforzarmi su altro.

2) viene criticato anche il fatto che i lemmi siano gli stessi di wikipedia. Bisognerebbe capire quando è stato scritto l'articolo. Infatti inizialmente questo era abbastanza vero. Per creare rapidamente un nucleo di articoli e voci avevo preso molto materiale da wikipedia; tutti i progetti devono avere una massa critica, poi si spera che vadano da soli.

Infatti successivamente è iniziata una seconda fase, in cui sono arrivati contributi da altri e comunque ho aggiunto voci nuove che in wikipedia non esistono. Alcune di queste voci le ho personalmente riportate su wikipedia e quindi è in parte vero anche il contrario di quanto sostenuto nell'articolo. Giusto un esempio:

[url="http://www.lamonetapedia.it/index.php?title=Appiccagnolo&action=history"]http://www.lamonetapedia.it/index.php?titl...&action=history[/url]

[url="http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Appiccagnolo&action=history"]http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=...&action=history[/url]

Si vede subito dall'ordine dei contributi che l'articolo è stato scritto originariamente per lamonetapedia (peraltro riprendendo buona parte di alcuni interventi di rcamil sul forum) e solo successivamente riportato su wikipedia.

3) a Ganganelli è poi sfuggito l'essenza del progetto. Non è e non può essere centralizzato in maniera stretta. Se qualche articolo non ha a suo giudizio il necessario rigore scientifico perché non lo ha integrato?

Ma secondo voi Ganganelli legge il forum?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centurioneamico
Scusate ma perchè modificare il layout di lamonetapedia quando questa è nata proprio come "sorella" di wikipedia? Con Lamonetapedia non si è voluto fare un clone camuffato ma un esplicito gemello che approfondisse la sola materia numismatica.
In più lamonetapedia, sebbene viaggi su un motore a se, è stato creato appositamente per www.lamoneta.it ovvero un forum di numismatica dove i visitatori sono interessati, credo, principalmente a questo argomento. In più, come ha giustamente sottolineato Incuso, attualmente lamonetapedia è cresciuta ed i suoi contenuti vengono inseriti, di volta in volta, anche su wikipedia.
Credo dunque che ogni critica sia costruttiva ma mi farebbe piacere che anche il Sig. Ganganelli capisse il vero spirito di Lamonetapedia. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00
Ho riletto in questo momento la breve recensione su Lamonetapedia , il suo autore secondo me ha l' unico torto di aver preso troppo presto in esame un progetto che e' appena nato e si sta solo ora sviluppando , forse era meglio attendere
Valutare una opera in divenire e' sempre rischioso e puo' portare a travisamenti e conclusioni precoci che non rispecchiano la realta'
Pertanto bisognerebbe invitare R. Ganganelli a giudicare Lamonetapedia fra qualche mese

Sulla struttura e il layout del sito , concordo con Incuso , e' decisamente piu' vantaggioso utilizzare per ora quella di wikipedia gia' a lungo testata e affidabile che disperdere le forze e il tempo ripartendo da zero
Personalmente preferisco privilegiare i contenuti che sono la priorita' e pertanto una impaginazione snella, veloce e' piu' che sufficiente ; comunque c'e' sempre tempo in futuro a migliorare l' interfaccia


[color=red]Ma secondo voi Ganganelli legge il forum?[/color]
A questa domanda non ho una risposta certa
Altri nomi + o - noti nell' ambito numismatico hanno ben presente Lamoneta.it ed hanno occasionalmente e anonimamente visitato questo forum , visto che mi e' stato riferito da loro stessi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus
perché non mandare una lettera cortese al direttore di CN spiegando le cose che ci siamo detti fino ad ora ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko
[quote]LaMonetapedia DEVE essere un clone di Wikipedia, perchè ne segue gli stessi principi...[/quote]
Questo è il punto chiave. Lamonetapedia deve contenere LE STESSE COSE (numismatiche) di Wikipedia, di cui è una "specializzazione", e naturalmente altri approfondimenti ed articoli.
In altre parole, l'intersezione fra gli articoli di lamonetapedia e di wikipedia NON deve essere vuota.
Questo è lo spirito della wikipedia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Reficul
Staff
Criticare un progetto appena nato non mi sembra una critica molto
convincente e costruttiva, ma prenderemo comunque spunto
da queste osservazioni per migliorare lamonetapedia.it,
magari con la speranza che anche qualche "Luminare" possa
"scendere" ad aiutarci sposando la nostra filosofia di libera diffusione delle informazioni in rete.

Sarà mia premura contattare l'autore di questo articolo
per proporgli di "aprire un gruppo di studio", vedremo.

Saluti
Reficul

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lopezcoins
Ciao a tutti! Mi spiegate cosa vi spinge ad essere tanto prevenuti su Roberto Ganganelli o su chiunque lavori per CN? Avete per caso avuto esperienze poco gratificanti con qualcuno di loro? Posso garantirvi che, almeno nella mia esperienza, si sono sempre dimostrate persone molto disponibili. Ho avuto modo di scrivere diverse lettere a Ganganelli e a Mario Traina e, compatibilmente con i loro impegni, mi hanno sempre risposto con grande cordialità, anche quando le mie domande rivelavano una completa ignoranza in campo numismatico. E' forse una colpa essere molto preparati in una scienza come la numismatica? Se una persona sa più cose di noi, non è detto che debba per forza comportarsi da snob. Alcuni di voi si chiedono se Ganganelli legga il forum, ma che c'entra? Crediamo forse che solo chi partecipa al nostro forum abbia la competenza per parlare di monete o la disponibilità a discutere di ciò che ha appreso in anni di ricerche? La stessa rivista CN è un modo per relazionarsi con altri numismatici e certamente ha un profilo culturale più elevato e più approfondito di questo forum, ma perchè farne un motivo di divisione? Ci tengo comunque a sottolineare ancora che l'apertura di CN nei confronti di giovani numismatici è indubbia: basti pensare al concorso che ha bandito per quest'anno e che permette a giovani appassionati di pubblicare articoli sulle pagine della rivista.
Sono un felice lettore di Cronaca Numismatica e un contento frequentatore del forum, e ritengo che fra le due cose non vi sia alcuna contraddizione.
Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×