Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
favaldar

ISNI

Risposte migliori

favaldar

In molti avete visto il catalogo ISNI in allegato al catalogo InAsta 34?!

Cosa ne pensate delle valutazioni adottate per la conservazione delle monete?

Io credo che sia un primo passo per cambiare..... copiato da quello USA ma meglio di niente!!!!!! Anche il modo di sigillare le monete mi sembra buono dove potrebbero inserire anche un codice a barre.

Qualcuno doveva pur fare il primo passo.... smile.gif

A me non dispiacerebbe se fosse adottato dai "nostri" migliori Periti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

speriamo di no !

basta con quest ossessione per la conservazione

e poi una moneta per essere apprezzata deve poter essere presa in mano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

soprattutto basta con le monete ingabbiate..

le monete sono nate per circolare, per passare di mano in mano testimoniando la storia, l'arte, la cultura e i gusti dell'epoca

in cui sono state prodotte.

Per poter apprezzare ancora oggi tali elementi è in mano che le dobbiamo tenere e pazienza se dobbiamo sacrificare qualche

millimetro di conservazione. Non trasformiamo la numismatica in ossessioni da filatelico, o peggio privilegiando solo l'aspetto dell'investimento.

C'è tanta storia e anche arte nella monete.. conserviamo e coltiviamo questi valori senza spersonalizzare gli oggetti della nostra passione.

numa numa

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Non ho visto questo catalogo, quindi non posso esprimere valutazioni, in merito. personalmente, non amo le monete ingabbiate, nè l'ossessione per la conservazione, ma questo dipende dal fatto che il mio è un approccio storico-economico, pià che collezionistico. le monete, che mi interessano, devono avere svolto la propria funzione primaria (strumento di pagamento) quindi avere circolato.

Per quanto riguarda l'Isni, in altra discussione, ho già espresso le mie valutazioni, esclusivamente su aspetti matematico-economico-finanziari (perchè è giusto parlare di quello che si sa) ponendo domande specifiche, che non hanno ricevuto risposte precisabili...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

soprattutto perche` poi si creano fenomeni speculativi

per esempio negli USA dove e diffusa la pratica ingabbiano monete comuni senza valore numismatico e poi c`e` la corsa all MS63 MS65 e cosi via

dopo queste monete del cavolo vendono vendute per rare solo perche dell MS65 per quell anno ne esistono solo 100 pezzi ingabbiati (magari di una moneta coniata in centinaia di milioni di pezzi).

nasce cosi il concetto di "rarita` in quella conservazione" , non la rarita` della moneta che e` un concetto su cui secondo me dovremmo ribellarci

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

Concordo pienamente!!! No alla chiusura delle Monete...........

Toglieremmo quel poco di contatto che ci rimane per poter osservare, guardare attentamente, leggere, scrutare, etc.etc...

E le straordinarie patine dove le lasciamo, sensazioni impareggiabili!!!!!!!!!!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cibcib

non sono del tutto d'accordo con quanto detto, la perizia di una moneta acquistata "difende" almeno parzialmente in caso di vendita...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

attila650

non sono del tutto d'accordo con quanto detto, la perizia di una moneta acquistata "difende" almeno parzialmente in caso di vendita...

non sempre.

Con un po di esperienza si può imparare a difendersi da soli.

la fiducia delle monete ingabbiate è pericolosissima

ad esempliificazione di quanto detto basta vedere il caso delle perizie false in USA che ha dato e sta dando non pochi problemi.

Senza contare che chi perizia la moneta è umano e potrebbe anche sbagliare involontariamente.

Le perizie spesso servono ai più per vendere le monete....

infine le conservazioni MS60 - 65 - 69 ecc ecc anche in usa hanno attribuzioni differenti e sono oggetto di dibattiti e di controversie.

io già sono poco d'accordo su come le ha interpretate ISNI, ma si sa su una materia così soggettiva....

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

soprattutto perche` poi si creano fenomeni speculativi

per esempio negli USA dove e diffusa la pratica ingabbiano monete comuni senza valore numismatico e poi c`e` la corsa all MS63 MS65 e cosi via

dopo queste monete del cavolo vendono vendute per rare solo perche dell MS65 per quell anno ne esistono solo 100 pezzi ingabbiati (magari di una moneta coniata in centinaia di milioni di pezzi).

nasce cosi il concetto di "rarita` in quella conservazione" , non la rarita` della moneta che e` un concetto su cui secondo me dovremmo ribellarci

ciao

Questo già esiste...... dal momento che tutte le monete in MB hanno in valore e in SPL un'altro. Ci sono alcune tipo i 50 cent Leoni che passano da 20 euro a 2000 euro. Perciò la rarità della conservazione già è presente!O no?

La perizia con sigilli nel momento che la vuoi vendere è quasi necessaria se vuoi arrivare al giusto valore,almeno per certe monete. Poi se decidi che è solo per te puoi sempre "scartarla" e ammirarla wink.gif....... si fà sempre in tempo a richiuderla di nuovo!

Modificato da favaldar

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Monetaio
Supporter

Tutto quello che aiuta (o può aiutare) i collezionisti nell'evitare di essere un pò presi per il naso da parte di chicchessia al momento di tramutare il danaro in moneta e viceversa, mi trova personalmente favorevole.

Un ente superpartes capace di fare un grading rigoroso, corretto e non condizionato sarebbe certo auspicabile (per i collezionisti).

Il discorso, moneta a aperta o chiusa, lascia il tempo che trova: l'acquisto imbustato e garantito non preclude certo l'utilizzo che ciascuno vorrà poi farne.

Della società in questione non conosco molto, non posso quindi esprimere giudizi di sorta nel "merito".

Potrei forse dare qualche ulteriore consiglio "tecnico" sulla realizzazione del database e dello storing/show delle immagini rispetto a quello che vedo, ma per il resto penso bisognerà attendere i meriti "sul campo" per esprimere dei giudizi intellettualmente onesti.

Modificato da Monetaio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Qualche "numero" aiuterebbe...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

Tutto quello che aiuta (o può aiutare) i collezionisti nell'evitare di essere un pò presi per il naso da parte di chicchessia al momento di tramutare il danaro in moneta e viceversa, mi trova personalmente favorevole.

Un ente superpartes capace di fare un grading rigoroso, corretto e non condizionato sarebbe certo auspicabile (per i collezionisti).

Il discorso, moneta a aperta o chiusa, lascia il tempo che trova: l'acquisto imbustato e garantito non preclude certo l'utilizzo che ciascuno vorrà poi farne.

Della società in questione non conosco molto, non posso quindi esprimere giudizi di sorta nel "merito".

Potrei forse dare qualche ulteriore consiglio "tecnico" sulla realizzazione del database e dello storing/show delle immagini rispetto a quello che vedo, ma per il resto penso bisognerà attendere i meriti "sul campo" per esprimere dei giudizi intellettualmente onesti.

secondo me invece questa iniziativa fa l opposto !

prende per il naso i collezionisti e li costringe ancora di piu` a prediligere conservazione alla rarita`

iniziative del genere portano per esempio a imbustare monete di m...a come per esempio una 100 lire del 1979 o 1 20 cent di euro per poi affibbiargli una conservazione estrema tipo MS65 e da qui

(e questo e` il passaggio pericoloso)

dire che la moneta e` rara in quello stato di conservazione perche ne esistono solo 10 in MS65 imbustate da questi signori

il risultato ve lo lascio immaginare , visto che mi pare che piu` di 10 collezionisti non furbi ci sono in giro , si scanneranno per pagare centinaia di euro per queste monete "estremamente rare".

non e` su questa continua rincorsa alla conservazione che dobbiamo puntare se vogliamo espandere la numismatica

da un lato stiamo qui a discutere del baffo di vittorio emanuele e ci sono centinaia di esperti che sentenziano e` uno SPL perche si vede il pelo e che la moneta vale 500 euro senza problemi

dall altra quando si posta una variante inedita di una moneta del 1600 o 1700 o una provinciale romana piuttosto che una islamica (di cui nessuno sa veramente cosa sia e se sia rara) ci sono al massimo 2 o 3 persone che sono in grado di postare.

e l informazione storico-economica che si puo` desumere dalla numismatica viene o persa o tralasciata

ciao

Modificato da rick2
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

date un occhio ai post sulle monete di rame del 600 savoia o sui grossi veneziani e datene un altra occhiata ai post sulla conservazione delle lire del 1916

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Monetaio
Supporter

Rick (Riccarado suppongo),

comprendo il tuo dire. Ma la numismatica é fatta da persone diverse, con idee diverse e gusti diversi.

Quello che hai scritto relativamente alle "mode" é sacrosanto. Ma non trovo "libertariamente" corretto voler forzare in tutti i modi un andamento numismatico prederminato dalle proprie convinzioni.

C'é chi preferisce collezionare 30 medaglie e per ognuna fare ricerche su tutta la bibliografia se non addirittura crearne di nuova: e ben venga, ottimo lavoro per se stessi e per chi eventualmente ne é interessato.

C'é chi preferisce collezionare esemplari di particolare conservazione per ammirarne (e magari far ammirare) il più possibile l'artisticità che questa si porta dietro: e come dargli torto se quello é il suo punto di vista?

In tutti e due i casi (ce ne sarebbero molti altri ovviamente), non trovo che vi sia una "verità" numismatica assoluta. Ci sono idee e gusti differenti.

Quando si ha libertà di scelta vera e non "condizionata" in modo scorretto il mio giudizio é positivo a prescindere.

E poi Rick, c'é anche un discorso di "crescita". Tutti da qualche parte devono pur partire. Non si può pretendere che tutti abbiano un grado di preparazione tale da poter spaziare così come a te piacerebbe.

In ultimo ai tuttologi io non c'ho mai creduto. Quante vite sarebbero necessarie ?

Sappi comunque che io trovo il tuo intervento genuino, solo non scaricherei il fervore (che ben conosco) verso una realtà di cui in realtà si sa ancora poco, anche se questa può essere lo spunto per una discussione approfondita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Potrei forse dare qualche ulteriore consiglio "tecnico" sulla realizzazione del database e dello storing/show delle immagini rispetto a quello che vedo, ma per il resto penso bisognerà attendere i meriti "sul campo" per esprimere dei giudizi intellettualmente onesti.

Questo mi trova d'accordo al 100%.

In effetti io parlo per chi si avvicina per le prime volte alle monete e magari ha un buon portafoglio da investire ma quasi nulla in esperienza.

Di mio, mi fido solo di me medesimo e di quei Numismatici Professionisti che ho avuto l'onore di conoscere,anche se solo per lettera, ma che mi hanno dimostrato con i fatti la loro indiscutibile esperienza e onesta e professionalità Numismatica.

Preferisco un perito che rifiuti di chiudere una moneta ammettendo di non avere elementi sufficenti a dare un suo giudizio, che molti altri che pur d'intascare 20 euro chiudono tutto e poi si nascondono dietro l'infallibilità umana.

In un lavoro e di un certo livello com il Perito Numismatico e non stiamo parlano di un lavoro qualunque,bisognerebbe essere sempre sicuri di quello che si fà. Meglio non dire che dire stupidaggini,questo fà la differenza fra Il Perito e il perito.

Se vuoi essere Il Perito!

Per questo molti preferiscono quel Nome invece di un'altro,o no? Senza fare nomi ( ;) ) basterebbe fare una statistica: da chi ti faresti periziare questa moneta da......... o da .......? Il 99% direbbe quel Nome.

Buona Pasqua.

Modificato da favaldar

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

ben venga la liberta` numismatica e ben venga la liberta` di collezionare e scegliere periodi diversi (cosi si ampliano piu` filoni di conoscenza)

ben venga chi colleziona euro , republica , regno , medaglie e cosi via.

pero` ripeto che per forza numismatica e` lo studio delle monete e del loro contesto storico.

queste iniziative pero` spostano l asse verso la parte commerciale e non verso quella conoscitiva.

non ha senso secondo me avere una concentrazione dell interesse verso la conservazione e formare le persone a riconoscere la differenza tra uno SPL+ e un FDC e dall altro non avere nessuno che sa riconoscere un R4 in MB perche` viene giudicato una moneta rottame da fondere visto la bassa conservazione

certo bisogna partire da qualche punto e l euro e la repubblica forniscono dei buoni punti di partenza , ma poi purtroppo troppo spesso i punti di arrivo sono le conservazioni elevate fini a se stesse, senza il giusto approfondimento storico.

la realta` numismatica odierna forza i collezionisti a spendere centinaia di euro per la conservazione fine a se stessa e a tralasciare monete che per la loro natura sono nate come B (come le monete di rame di napoli) il risultato e` che queste monete non vengono conservate e la conoscenza si perde.

un altro esempio sono le islamiche , a tutt oggi nessuno ha fatto uno studio completo della monetazione di bronzo del periodo AD700-AD1300.

non sarebbe meglio indirizzarci verso questo tipo di filoni (che tra l altro costano pure meno) ?

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cibcib

ben venga la liberta` numismatica e ben venga la liberta` di collezionare e scegliere periodi diversi (cosi si ampliano piu` filoni di conoscenza)

ben venga chi colleziona euro , republica , regno , medaglie e cosi via.

pero` ripeto che per forza numismatica e` lo studio delle monete e del loro contesto storico.

queste iniziative pero` spostano l asse verso la parte commerciale e non verso quella conoscitiva.

non ha senso secondo me avere una concentrazione dell interesse verso la conservazione e formare le persone a riconoscere la differenza tra uno SPL+ e un FDC e dall altro non avere nessuno che sa riconoscere un R4 in MB perche` viene giudicato una moneta rottame da fondere visto la bassa conservazione

certo bisogna partire da qualche punto e l euro e la repubblica forniscono dei buoni punti di partenza , ma poi purtroppo troppo spesso i punti di arrivo sono le conservazioni elevate fini a se stesse, senza il giusto approfondimento storico.

la realta` numismatica odierna forza i collezionisti a spendere centinaia di euro per la conservazione fine a se stessa e a tralasciare monete che per la loro natura sono nate come B (come le monete di rame di napoli) il risultato e` che queste monete non vengono conservate e la conoscenza si perde.

un altro esempio sono le islamiche , a tutt oggi nessuno ha fatto uno studio completo della monetazione di bronzo del periodo AD700-AD1300.

non sarebbe meglio indirizzarci verso questo tipo di filoni (che tra l altro costano pure meno) ?

ciao

liberissimo di approfondire tutti i filoni che preferisci ma anche gli altri devono essere liberi di collezionare

ciò che vogliono e non tutti devono essere per forza dei "numismatici", si può essere dei semplici "collezionisti"

senza doversi sentire per questo sminuiti....

se ad uno piaciono gli euro o le monete della Repubblica deve considerarsi di serie B?

Secondo i tuoi ragionamenti (in questo post ed in altri) si, questo allontana non avvicina di sicuro!

Modificato da cibcib

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

liberissimo di approfondire tutti i filoni che preferisci ma anche gli altri devono essere liberi di collezionare

ciò che vogliono e non tutti devono essere per forza dei "numismatici", si può essere dei semplici "collezionisti"

senza doversi sentire per questo sminuiti....

se ad uno piaciono gli euro o le monete della Repubblica deve considerarsi di serie B?

Secondo i tuoi ragionamenti (in questo post ed in altri) si, questo allontana non avvicina di sicuro!

fraintendi i miei ragionamenti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×