Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
tersite

Un gruzzolo di soldi da 12 bagattini

Salve, spero di avere individuato la sezione giusta.

In una malga di montagna, sulle Prealpi Venete, è stato trovato un gruzzolo di 22 soldi da 12 bagattini sepolti. Molti altri , tra cui qualche quattrino papale erano sparpagliati -e quindi probabilmente persi- nelle vicinanze.

Sapete dirmi come mai si costumasse nascondere soldi, e cosa si potesse comprare allora con quella somma?

E in una malga limitrofa, sempre alla stessa distanza dai caseggiati (un centinaio di metri) un altro gruzzolo di altra epoca, 1860 circa con monete di Vittorio Emanuele e tra loro una moneta francese coetanea.

Forse erano nascoste di proposito, in quanto nelle abitazioni non erano al sicuro e le banche erano lontane?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Buonasera

sempre nella "piazzetta del numismatico" alla data del 23/05/2010 trovi non poche informazioni riguardo al potere d'acquisto del soldo da 12 bagattini.

Il perchè venissero nascosti è per evitare il loro furto da parte di sconosciuti...non tutti avevano dei palazzi forniti di casseforti. La povera gente, gli artigiani ed in genere il popolo "minuto", che risiedeva in abitazioni raffazzonate e poco sicure, nascondeva i suoi risparmi, sotto le assi del pavimento, dietro qualche mattone del muro o sotto le travi del tetto......

Lo stesso dicasi delle malghe, dove le persone erano magari fuori di casa tutto il giorno per fare spese, curare le bestie al pascolo, andare ai mercati nei paesi più grossi; poteva essere che la malga restasse incustodita per uno o più giorni. Non parliamo del rischio che ci fosse qualche guerra nelle vicinanze, con orde di soldati che al loro passaggio non risparmiavano nulla e nessuno. Meglio "sparire", imboscare i pochi soldi risparmiati per tornare a distanza di giorni, sperando di ritrovarli.

Saluti

Luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi hanno sempre affascinato queste notizie sui ritrovamenti di monete in vecchi edifici; concordo con 417sonia, si nascondevano per evitare i furti... poi magari scompariva l'abitante e nessuno sapeva di queste monete, con il passare del tempo poi sono uscite allo scoperto! :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Tersite.

storia molto interessante. Ma che tu sappia, in queste malghe, questi piccoli gruzzoli dove erano occultati? (sotto una soglia di finestra?, in un angolo della casa? Appena fuori dalla porta di ingresso?

Ciao e grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In entrambi i casi nel pascolo, a un centinaio di metri dai caseggiati sepolti in prossimità di un sentiero.

Chi li ha trovati cercava oggetti persi e si è imbattuto in oggetti nascosti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quanto può valere una di queste monetine (soldo da 12 bagattini) in condizioni così così, comunque riconoscibile?

A quanto può essere venduta in un mercatino?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bisognerebbe vedere qualche foto comunque anche se in buono stato pochissimi euro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quanto può valere una di queste monetine (soldo da 12 bagattini) in condizioni così così, comunque riconoscibile?

A quanto può essere venduta in un mercatino?

5-10 euro.

poi se le ricompri ti sparano 20-25 :huh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se sono state trovate e non dichiarate...valgono una bella gatta legale, quindi meglio dichiarare il ritrovamento, tanto + se sono ritrovamenti da terra e non da muro...

Andre

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono discretamente conservate, o quanto basta almeno per essere riconoscibili poiché pur essendo state per secoli alla mercé delle intemperie furono riposte sommariamente impilate quindi protette dall'azione dei sali e degli acidi del terreno.

Perdonate se digredisco, e se la questione è senza meno trattata altrove; sentendo parlare d'olio alimentare, olio di vasilina, acqua distillata dove mi consigliereste d'immergerle per la loro pulizia?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se sono state trovate e non dichiarate...valgono una bella gatta legale, quindi meglio dichiarare il ritrovamento, tanto + se sono ritrovamenti da terra e non da muro...

Andre

Avrei dovuto farlo entro 24 ore...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Avresti dovuto farlo. Dovresti comunque farlo.

Quelle non sono monete da collezionare; tantomeno sono monete da vendere.

Sono semplici e di poco valore, ma non dovrebbero essere in mano di uno che non le conosce, ......... meritano di essere studiate, potrebbero, anzi hanno sicuramente interesse per la storia della zona o anche della famiglia che ha vissuto o lavorato su quelle malghe.

Saranno pure di scarso valore quelle di cui hai parlato, .... ma se c'era qualcosa di più interessante?

Chi afferma di no, ....chi le ha trovate?

Io ritengo deficitaria la legge sui beni archeologici e numismatici in particolare, ritengo assurda la diffidenza delle soprintendenze verso i collezionisti, ritengo insufficiente la conoscenza che hanno le autorità del mondo del collezionismo numismatico. Ritengo assurdo temere di possedere monete acquistate alla luce del sole, o anche ottenute da un altro collezionista (e che non diano motivi di sospetto). Mi sembra anche assurdo (ma la legge è quella) dover denunciare una moneta (soprattutto se non classica.... qui la cosa sarebbe più complicata) trovata, decontestualizzata, ovviamente già conosciuta.

Ma qui non si tratta di una moneta ... è un tesoretto! Merita uno studio, merita di essere conosciuto.

Non merita di stare tra le mani di qualcuno che non ne aprezza il valore storico e che pensa di disperderlo vendendolo. Per guadagnare cosa poi? Non ci sarebbe più soddisfazione a denunciarne la scoperta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?