Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
francesco77

Errore di battitura su un 2 Tornesi 1843

Ecco a voi una golosità fresca di giornata. Guardate quanto è interessante ed evidente questo errore di battitura di questo 2 Tornesi di Ferdinando II di Borbone. Il peso è 5,60 Grammi. E' evidente che il tondello non è stato tolto in tempo dalla furia dei bilancieri. Voglio proprio vedere cosa notate di interessante oltre alla ribattitura del rovescio.

post-8333-1277488553,39_thumb.jpg

post-8333-1277488564,63_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Variante con " Doppia data" R? (R3?R4?). Anche la conservazione non è male.

Complimenti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salute

trattasi di uno scempio numismatico;non è da annoverarsi nelle varianti di conio e,di conseguenza,non si può attribuire un grado di rarità.

La variante la si trova nella produzione di una o poche "gittate" di conio e da ciò si può determinare anche la rarità ,in base a quante monete sono ancora in circolazione(numismaticamente parlando).

La variante è un qualcosa che è stato,diciamo,voluto e riprodotto in serie.

Bisogna distinguere fra variante ed errore,e l'esempio postato è un'errore di conio,dovuto alla ,forse,distrazione dell'operatore.

--Salutoni

-odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giusto Odjob, è un errore fatto da parte dell'addetto al bilanciere, a mio modesto parere è stato fatto di proposito dall'operatore, si è voluto divertire ad inserire il tondello di nuovo sotto i conii, se fosse rimasta attaccata ai conii e fosse stata ribattuta di nuovo su un altro tondello, avrebbe riportato qualche impronta in incuso. Molte volte da questi errori di coniazione si capisce come funzionavano le operazioni di coniazione. Si tratta di una curiosità numismatica molto interessante, non è certamente una variante o una rarità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che affascinante tondello, queste doppie battiture le ho viste prevalentemente su tondelli del Regno. :blink:

Mi pare un errore molto interessante, anche se su una moneta comune.

A parte la doppia data, forse, ci sarebbe da porsi il perché la perlinatura del contorno sovrapposta alla corona, prosegua in modo diverso, come se fosse un'altra.

Comunque al di là di ciò, nel complesso oltre che una curiosità per molti ,a parer mio molto ma molto interessante............. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Salve,strano è che il dritto non presenta ribattitura.

Modificato da iachille

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?