Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Tor6ino

Monete convenzionali e commerciali

Risposte migliori

Tor6ino

Qualcuno potrebbe dirmi qualcosa riguardo ai talleri d'austria (non convenzionali) e perché vennero utilizzati anche in Eritrea al punto di spingere l'Italia a riconiarli con data 1780X ? Altra domanda: esistono anche dollari USA convenszionali? Quest'ultimi sono autentici o possibile coni post - data (come il tallero)?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sandokan
Supporter

Nel 1753 l'Austria firmò un trattato con il Ducato di Baviera che determinava il contenuto d'argento dei propri talleri : una convenzione a cui aderirono altri Stati tedeschi e la Repubblica di Venezia.

Tra il 1751 e il 2000 ne sono stati prodotti 389 milioni di esemplari nelle Zecche di diversi Stati : Gran Bretagna, India, Francia, Italia,Olanda, Belgio, ecc.

Nel primo '900 l'Etiopia l'adottò come moneta ufficiale (emettendo anche talleri cartacei) e fu anche una delle prime monete usate negli Stati Uniti che ne mantennero il nome (dollar discende da thaler).

Fu usata anche nella penisola araba nel Muscat e Oman, con l'apposizione sulla moneta di marchi in lingua araba.

Sembra che il successo di questa moneta sia dipeso in parte dalla sua bellezza, ma certamente influì il fatto che veniva emessa da uno dei più potenti Stati mondiali di allora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

nella storia ci sono molte monete che sono state usate per i commerci , dagli 8 reales spagnoli o pillar dollars , alle rupie indiane ai luigini francesi ai cavalieri olandesi oppure i talleri di maria teresa.

questi talleri sono stati battuti fino al 1940 perchè venivano usati da stati nella penisola arabica o in est africa che non avevano la loro moneta.

succedeva che certe monete venivano accettate perchè ci si fidava dell emittente (i cavalieri olandesi o gli 8 reales spagnoli in asia per esempio) e altre no.

allora si creava una domanda di questo tipo di moneta che veniva soddisfatto.

una curiosità

il bottone sull abito di maria teresa permetteva di quantificare l usura della moneta (e quindi il peso) se c era era buona altrimenti se era usurato no.

quando gli italiani decisero di battere la loro versione del tallero si dimenticarono di inserire questo particolare , e quindi i talleri italiani non ebbero un grosso successo con le popolazioni locali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

una curiosità

il bottone sull abito di maria teresa permetteva di quantificare l usura della moneta (e quindi il peso) se c era era buona altrimenti se era usurato no.

quando gli italiani decisero di battere la loro versione del tallero si dimenticarono di inserire questo particolare , e quindi i talleri italiani non ebbero un grosso successo con le popolazioni locali.

Questo mi ricorda qualcosa...:lol:

Quando raccontai questo aneddoto, mi accusarono di averlo "scopiazzato malamente" dal Gigante, semplicemente perchè, come te, lo riportai sinteticamente, senza copiare parola per parola (neppure ricordavo dove l'avessi letto) e sostennero, addirittura che l'avessi spacciato come mia soluzione, per riconoscere i falsi :lol:.... ovviamente, mai detto una cosa simile...

Scusa questo flash-back, ma non ho mai digerito, che mi mettessero in bocca, cose mai dette... chissà che qualcuno non ci accusi, entrambi, di millantazione :lol:

Modificato da luke_idk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

anch io l ho letto sul gigante.

ma in realtà sul gigante è scritto molto male.

il bottone dell abito era uno dei punti che si logorava subito , un pò come i capelli di Napoleone o i baffi di Vittorio emanuele.

per valutare il peso della moneta si guardava questa particolarità

tieni presente che le monete logore che erano sotto una certa percentuale di peso venivano rifiutate.

e questà è la ragione dell importanza del bottone, con quello capivi se la moneta era sotto la percentuale minima che sarebbe stata accettata.

tutto li

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

anch io l ho letto sul gigante.

ma in realtà sul gigante è scritto molto male.

il bottone dell abito era uno dei punti che si logorava subito , un pò come i capelli di Napoleone o i baffi di Vittorio emanuele.

per valutare il peso della moneta si guardava questa particolarità

tieni presente che le monete logore che erano sotto una certa percentuale di peso venivano rifiutate.

e questà è la ragione dell importanza del bottone, con quello capivi se la moneta era sotto la percentuale minima che sarebbe stata accettata.

tutto li

Lo so, tranquillo. Ti ho quotato, solo perchè il tuo messaggio mi ha fatto venire in mente quello che ho raccontato....:rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×