Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
iguvium

come fotografare le monete e trasmetterle nel forum

Risposte migliori

iguvium

ciao a tutti

sarei grato a chi volesse rispondere

p.s è meglio una foto o una scannerizzazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

Fotografare monete è una cosa difficile.Mano ferma,un macro che ti consenta di scattare ad almeno 5 cm di distanza (ma poi luoi allontanare e zoomare) e la luce che dev'essere diffusa e senza ombre o riflessi.

Scannerizzare è molto più facile ma bisogna agire sui parametri dello scanner,se lo scanner lo consente.Fare l'anteprima e non acquisire direttamente.Circosrivere alla moneta la scansione,agire su luminosità,contrasto e saturazione.Quando il risultato è ottimale,allora acquisisci l'immagine.Sarebbe consigliabile impostare la risoluzione ad 800 dpi e poi ridurre il peso con programmi di editing fotografico o con il più accessibile Paint.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS

Fotografare monete è una cosa difficile.Mano ferma,un macro che ti consenta di scattare ad almeno 5 cm di distanza (ma poi luoi allontanare e zoomare) e la luce che dev'essere diffusa e senza ombre o riflessi.

Scannerizzare è molto più facile ma bisogna agire sui parametri dello scanner,se lo scanner lo consente.Fare l'anteprima e non acquisire direttamente.Circosrivere alla moneta la scansione,agire su luminosità,contrasto e saturazione.Quando il risultato è ottimale,allora acquisisci l'immagine.Sarebbe consigliabile impostare la risoluzione ad 800 dpi e poi ridurre il peso con programmi di editing fotografico o con il più accessibile Paint.

Ottimi consigli,

io aggiungerei che le foto risulteranno sicuramente migliori se fatte con l'ausilio di un semplicissimo trepiedi o cavalletto

e se non si hanno " mire fotagrafiche professionistiche ;) un cavalletto "cinese" si porta a casa con 10/15 euro.

saluti

TIBERIVS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

io aggiungerei che le foto risulteranno sicuramente migliori se fatte con l'ausilio di un semplicissimo trepiedi o cavalletto

e se non si hanno " mire fotagrafiche professionistiche ;) un cavalletto "cinese" si porta a casa con 10/15 euro.

saluti

TIBERIVS

Giustissimo,Tiberius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cembruno5500
Supporter

per trasmetterle puoi usare un Hosting esterno, te ne metto un paio:

http://www.tinypic.com/

http://imageshack.us/

http://www.iouppo.com/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Scannerizzare è molto più facile ma bisogna agire sui parametri dello scanner,se lo scanner lo consente.Fare l'anteprima e non acquisire direttamente.Circosrivere alla moneta la scansione,agire su luminosità,contrasto e saturazione.Quando il risultato è ottimale,allora acquisisci l'immagine.

Urca, così complicato? :o Col mio scanner (un multifunzione Epson da meno di 40 Euro) basta impostare la risoluzione e vengono scansioni eccellenti. E se fai l'anteprima puoi selezionare direttamente la zona da scansionare eliminando quindi sin dall'inizio tutto ciò che non serve (ma penso lo facciano tutti gli scanner). Mai fatta alcuna modifica a luminosità, contrasto o quant'altro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rickkk

Fotografare monete è una cosa difficile.Mano ferma,un macro che ti consenta di scattare ad almeno 5 cm di distanza (ma poi luoi allontanare e zoomare) e la luce che dev'essere diffusa e senza ombre o riflessi.

:)

verrebbe da pensare il contrario... ma le foto macro si fanno con si con lenti macro (cioè in grado di avere un rapporto di riproduzione 1:1) , ma il più possibile lontano dall'oggetto... questo per avere l'illuminazione ottimale e la giusta prospettiva

fidati B)

2L-1910_D1-copy.jpg2L-1910_R1-copy.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

Scannerizzare è molto più facile ma bisogna agire sui parametri dello scanner,se lo scanner lo consente.Fare l'anteprima e non acquisire direttamente.Circosrivere alla moneta la scansione,agire su luminosità,contrasto e saturazione.Quando il risultato è ottimale,allora acquisisci l'immagine.

Urca, così complicato? :o Col mio scanner (un multifunzione Epson da meno di 40 Euro) basta impostare la risoluzione e vengono scansioni eccellenti. E se fai l'anteprima puoi selezionare direttamente la zona da scansionare eliminando quindi sin dall'inizio tutto ciò che non serve (ma penso lo facciano tutti gli scanner). Mai fatta alcuna modifica a luminosità, contrasto o quant'altro.

Paolino,uno scanner,anche economico,ha di default impostazioni medie adatte a quasi tutte le scansioni.Prova,con quelle di default,a scansionare le Italma.

Rikk,ogni occasione è buona per postare monete,vero?Ma sei un commerciante,per caso?

Comunque,a patto che l'italiano non sia un optional

un macro che ti consenta di scattare ad almeno 5 cm di distanza (ma poi luoi allontanare e zoomare)

Non vedo l'attinenza con quanto hai detto.

Fotografo professionale?

Tutti espertoni e precisini,a quanto vedo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

Comunque,un forum non può e non deve essere un posto da schermaglie,ce ne da già troppe il quotidiano.

La cortesia è morta,questo è certo.Qui mi pare in avanzato stato di putrefazione.

Hasta luego,io scrivo per divertimento,voi non so! :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

andariel

ciao a tutti

sarei grato a chi volesse rispondere

p.s è meglio una foto o una scannerizzazione

Sicuramente e' meglio la foto !

Ma va bene anche una scannerizzazione ,dipende dalla qualita' che vuoi raggiungere.

Non si puo' pretendere che uno scanner da 40 euro raggiunga la qualita' di un obbiettivo micronikkor da 1000 euro tanto per fare n esempio.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Scusa Rickkk, quando parli di Macro intendi il Macro semplice o il Supermacro? Te lo chiedo perchè con il Macro normale anche a me le foto vengono meglio se mi allontano, ma col Supermacro no, quindi sono curiosa di sapere quale dei due usi.

Grazie Giò :)

@ Quasar

Non credo volesse risponderti male, a volte nei messaggi leggiamo "toni" che invece non erano nelle intenzioni di chi li ha scritti.

Capita anche a me ogni tanto, su, andiamo avanti con questa interessante discussione, da un po' si parla molto di fotografia sul Forum, ne sono felicissima :D Ciao Giò

Modificato da giovanna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

carledo49

Quoto la nostra cara Giovanna nelle vesti di.......pompiere :lol:

Leggendo i vostri post, seguendo i vostri consigli, vedendo le immagini stupende di molte monete, tra cui spiccano senza ombra di dubbio quelle di Rikkk, ho cercato di migliorare la mia misera tecnica. In parte ci sono riuscito ma la strada è ancora lunga, per cui.......giù con consigli, opinioni, metodi e quant'altro possa essere utile a migliorare senza adombrarsi e soprattutto con il massimo rispetto di chi, come me, ha tanto da imparare.

Carlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ggpp The Top

dico la mia sullo scanner (tutte le immagini messe da me soo fatte a scanner <_< e riproducono sempre male la moneta[stampante-scanner da 60€])

qiundi a mio avvso conviene usare la macchina fotografica

Modificato da ggpp The Top
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

Cara Giovanna,

la stima e la simpatia che ho per te e tante altre persone del forum,sono fuori discussione.Così come la competenza.

Tuttavia,sono un po' avanti con gli anni,.Appartengo ad una generazione dove in classe,bisognava chiedere il permesso anche solo per alzarsi dal banco.A casa trovavi i genitori che integravano il tutto insegnandoti l'educazione ed il rispetto.Ricordo ancora una ramanzina di mio padre che mi rimproverava di essere intervenuto correggendo un'affermazione.

Sin dai primissimi interventi e di seguito,ho precisato più volte,anche a chi mi ha ritenuto tale,di non essere un esperto ma solo un collezionista che per forza di cose,non fosse altro che per gli anni trascorsi ed il tempo dedicato,ha assimilato qualche nozione che ho cercato di utilizzare a favore di chi si affacciava per la prima volta su questo mondo di esagitati (me compreso) collezionisti.

Qui ho appreso tante cose che ignoravo e ben vengano le correzioni.Ma quando sono appropriate ed esposte in modo educato,da persone di mondo qual si spera e non in modo che non esito a definire infantile.

A patto che Reficul non dia fuoco al mio account,continuerò a leggere le tue belle poesie come così i preziosi contributi di tanti amici :)

Nino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Cara Giovanna,

la stima e la simpatia che ho per te e tante altre persone del forum,sono fuori discussione.Così come la competenza.

Tuttavia,sono un po' avanti con gli anni,.Appartengo ad una generazione dove in classe,bisognava chiedere il permesso anche solo per alzarsi dal banco.A casa trovavi i genitori che integravano il tutto insegnandoti l'educazione ed il rispetto.Ricordo ancora una ramanzina di mio padre che mi rimproverava di essere intervenuto correggendo un'affermazione.

Sin dai primissimi interventi e di seguito,ho precisato più volte,anche a chi mi ha ritenuto tale,di non essere un esperto ma solo un collezionista che per forza di cose,non fosse altro che per gli anni trascorsi ed il tempo dedicato,ha assimilato qualche nozione che ho cercato di utilizzare a favore di chi si affacciava per la prima volta su questo mondo di esagitati (me compreso) collezionisti.

Qui ho appreso tante cose che ignoravo e ben vengano le correzioni.Ma quando sono appropriate ed esposte in modo educato,da persone di mondo qual si spera e non in modo che non esito a definire infantile.

A patto che Reficul non dia fuoco al mio account,continuerò a leggere le tue belle poesie come così i preziosi contributi di tanti amici :)

Nino

Grazie, ti mando un MP, penso sia inutile parlarne in pubblico, Giò :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

andariel

Cara Giovanna,

la stima e la simpatia che ho per te e tante altre persone del forum,sono fuori discussione.Così come la competenza.

Tuttavia,sono un po' avanti con gli anni,.Appartengo ad una generazione dove in classe,bisognava chiedere il permesso anche solo per alzarsi dal banco.A casa trovavi i genitori che integravano il tutto insegnandoti l'educazione ed il rispetto.Ricordo ancora una ramanzina di mio padre che mi rimproverava di essere intervenuto correggendo un'affermazione.

Sin dai primissimi interventi e di seguito,ho precisato più volte,anche a chi mi ha ritenuto tale,di non essere un esperto ma solo un collezionista che per forza di cose,non fosse altro che per gli anni trascorsi ed il tempo dedicato,ha assimilato qualche nozione che ho cercato di utilizzare a favore di chi si affacciava per la prima volta su questo mondo di esagitati (me compreso) collezionisti.

Qui ho appreso tante cose che ignoravo e ben vengano le correzioni.Ma quando sono appropriate ed esposte in modo educato,da persone di mondo qual si spera e non in modo che non esito a definire infantile.

A patto che Reficul non dia fuoco al mio account,continuerò a leggere le tue belle poesie come così i preziosi contributi di tanti amici :)

Nino

Caro Nino hai perfettamente ragione sono con te.

Pero' devi tener conto che i tempi sono cambiati le nuove generazioni anche (in peggio secondo me ) sara' il tempo a dirlo.

Bisogna avere pazienza a volte sopportare lo faccio turtti i giorni anche con i miei figli.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rickkk

x Quasar

Rikk,ogni occasione è buona per postare monete,vero?Ma sei un commerciante,per caso?

No, sono responsabile QA di una azienda farmaceutica :) La numismatica è solo un hobby

Comunque,a patto che l'italiano non sia un optional

un macro che ti consenta di scattare ad almeno 5 cm di distanza (ma poi luoi allontanare e zoomare)

E' riferito alla tua frase?

Io Infatti non l'ho capita (e.g. le lenti macro hanno la focale fissa (è sempre, per definizione 1:1 ... non si zooma :rolleyes: )

Fotografo professionale?

No, ho tanti hobby...

Ma se vuoi delle belle foto alla tua collezione possiamo metterci d'accordo sul prezzo... e le foto vengo a fartele volentieri

Scusa Rickkk, quando parli di Macro intendi il Macro semplice o il Supermacro? Te lo chiedo perchè con il Macro normale anche a me le foto vengono meglio se mi allontano, ma col Supermacro no, quindi sono curiosa di sapere quale dei due usi.

Quando parlo di Macro, non intendo certo le macchinette supercompatte dove c'è scritto "macro"...

La fotografia "macro" presuppone l'uso di una lente macro, cioè in grado di avere un rapporto di riproduzione 1:1 a quella lunghezza focale. Le lenti macro (parlo delle lenti intercambiabili delle reflex, siano esse analogiche o dSRL) hanno quindi la focale fissa, in genere esistono lenti da 60mm , 100mm, 180mm. Io mi trovo bene col 100mm (canon f/2.8) e scatto a circa 40cm. C'è da dire che 100mm sono riferiti a un sensore full frame (tipo Canon 5D MkII o Nikon D300 o superiori), sulla canon che ho io c'è un crop factor 1,6 (il CCD è più piccolo) ed è quindi come se scattassi con una lugnhezza focale di 160mm

Con supermacro si intende un rapporto di riproduzione maggiore di 1:1 (cioè 1:2 , ecc)... l'unico obiettivo per reflex che conosco capace di tanto è il Canon MP-E 65mm f/2.8 1-5x.

mpe2.jpg

Queste lenti non hanno grandi usi in foto numismatica... a 5x si vede la pupilla della figura del D/ della moneta a tutto schermo :)

Trovano usi in campo naturalistico o tecnico

Modificato da rickkk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Quando parlo di Macro, non intendo certo le macchinette supercompatte dove c'è scritto "macro"...

La fotografia "macro" presuppone l'uso di una lente macro, cioè in grado di avere un rapporto di riproduzione 1:1 a quella lunghezza focale. Le lenti macro (parlo delle lenti intercambiabili delle reflex, siano esse analogiche o dSRL) hanno quindi la focale fissa, in genere esistono lenti da 60mm , 100mm, 180mm. Io mi trovo bene col 100mm (canon f/2.8) e scatto a circa 40cm. C'è da dire che 100mm sono riferiti a un sensore full frame (tipo Canon 5D MkII o Nikon D300 o superiori), sulla canon che ho io c'è un crop factor 1,6 (il CCD è più piccolo) ed è quindi come se scattassi con una lugnhezza focale di 160mm

Con supermacro si intende un rapporto di riproduzione maggiore di 1:1 (cioè 1:2 , ecc)... l'unico obiettivo per reflex che conosco capace di tanto è il Canon MP-E 65mm f/2.8 1-5x.

Queste lenti non hanno grandi usi in foto numismatica... a 5x si vede la pupilla della figura del D/ della moneta a tutto schermo :)

Trovano usi in campo naturalistico o tecnico

Ho capito, io intendevo il macro che si trova sulle compatte, non un obbiettivo così complicato. Io ho una Fujfilm finepix S1000 che ha la funzione Supemacro oltre al Macro normale. La regolazione della distanza al quale accennavo era in base alle due opzioni.

Alzo le mani davanti alle Reflex, non ho la pazienza per imparare ad usarle e ho preferito la mia che è molto più semplice anche essendo un'ottima macchina.

Grazie per le spiegazioni, Giò

Modificato da giovanna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mnelao

Rickkk ha pienamente ragione: i risultati migliori, disponendo di una reflex, si ottengono con un'ottica macro di focale media, o medio-lunga.

Se però non si vuole, o non si può, investire cifre notevoli per un obiettivo del genere, si riesce a rimediare qualcosa di decente utilizzando, sempre che il corpo macchina lo consenta, vecchie ottiche manuali, tipo il vetusto Nikkor Micro 55 mm, che, sulle digitali non professionali (cioè con sensore non full-frame) si comporta come un onesto 88 mm.

Sono obiettivi che sul mercato dell'usato si acquistano con meno di 100 euro ed hanno caratteristiche ottiche di tutto rispetto.

In più sarà contenta Giovanna, perchè salvo i modelli più recenti (e più costosi), si perde ogni automatismo.

Per la macrofotografia di oggetti statici, comunque, gli automatismi servono veramente a poco.

Di seguito la foto di un centesimo 1826, acquistato stamattina a Sorbolo, e fotografato con la mia vecchia Nikon D50 e vecchissimo obiettivo, appunto, Micro Nikkor 55 mm.

f3i41x.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

Rikk,un neopatenteto ti chiede un consiglio su che genere di vettura puntare per le prime guide.

Il 99,99 % risponderebbe un'utilitaria oppure una un po' meno utilitaria ma usata.

Tu rispondi "Una Ferrari"....

Infatti,oltre un semplice scanner,avevo consigliato una di quelle compatte che hanno un macro (funzione,non obiettivo) che consente di poter fotografare a corta distanza.Requisito minimo per ottiche tipo ultracompatte.

Tu sei andato a prendere i cannoni...vabbè.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

Eh,Andariel,è proprio così.

Però io ho qualche speranza.Seguo e leggo con simpatia dei giovanissimi qui sul forum che sono veramente una nota di fresco ottimismo :)

Grazie :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Rickkk ha pienamente ragione: i risultati migliori, disponendo di una reflex, si ottengono con un'ottica macro di focale media, o medio-lunga.

Se però non si vuole, o non si può, investire cifre notevoli per un obiettivo del genere, si riesce a rimediare qualcosa di decente utilizzando, sempre che il corpo macchina lo consenta, vecchie ottiche manuali, tipo il vetusto Nikkor Micro 55 mm, che, sulle digitali non professionali (cioè con sensore non full-frame) si comporta come un onesto 88 mm.

Sono obiettivi che sul mercato dell'usato si acquistano con meno di 100 euro ed hanno caratteristiche ottiche di tutto rispetto.

In più sarà contenta Giovanna, perchè salvo i modelli più recenti (e più costosi), si perde ogni automatismo.

Per la macrofotografia di oggetti statici, comunque, gli automatismi servono veramente a poco.

Di seguito la foto di un centesimo 1826, acquistato stamattina a Sorbolo, e fotografato con la mia vecchia Nikon D50 e vecchissimo obiettivo, appunto, Micro Nikkor 55 mm.

Sei sempre er mejo... :lol: :lol: :lol: . Bellissima foto Mnelao. Giò

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

Vero,quella di Mnelao è una bellissima foto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

soleshine

Con supermacro si intende un rapporto di riproduzione maggiore di 1:1 (cioè 1:2 , ecc)

Forse intendevi dire 2:1 , perché da quel che mi risulta un rapporto 1:2 riproduce il soggetto per la metà delle dimensioni reali.

Comunque alcune compatte arrivano molto vicine al rapporto 1:1 ,l'unico inconveniente è che essendo l'obbiettivo molto vicino alla moneta diventa difficile illuminare la moneta,io con la mia compatta sono riuscito ad ottenere dei risultati soddisfacenti

5yg7ye.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×