Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
romango

Mimetismo monetario (!?)

Risposte migliori

romango

Ho aperto un piccolo negozio in una citta' totalmente turistica, a Tenerife. Fra gli spiccioli , mi capita di trovare in cassa, ogni sera, monete extra-euro (date e ricevute per sbaglio). Che hanno riacceso la mia antica , sopita , passione numismatica. Ho presto scoperto che i negozi vicini erano ben felici di regalarmi queste (per loro inutili) monetine. In poco tempo ne ho raccolte a chili. In campo zoologico, il mimetismo e' considerato un potente e complesso fattore evolutivo : sono innumerevoli i vantaggi per cui una specie tende ad imitarne un'altra. Non so se valgono le stesse ragioni in campo numismatico (la numismatica e' una scienza?) . Pero' vi faccio notare che le monete “extracomunitarie” piu' frequenti sono sorprendentemente simili ai conii in euro. Lascio l'evidenza alle foto e a tutti voi i commenti.

1 euro e 2 euro

p1010301i.jpg

50 e 10 cent.

p1010304g.jpg

1, 2 e 5 cent.

p1010308k.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RedRiver

Solo per dire che 10 franchi francesi però valgono più di un euro, al cambio, e anche 10 corone norvegesi valgono più di 50 centesimi di euro.

Comunque sì, anche a me è capitato (100 pesos cileni passati per un euro).... Credo che la motivazione sia più legata, per le bimetalliche, alla difficoltà di falsificazione.

Non penso che uno Stato conii le sue monete per farle passare "distrattamente" per un altra valuta. Sicuramente "qualcuno" lo farà, però....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

coins

Solo per dire che 10 franchi francesi però valgono più di un euro, al cambio, e anche 10 corone norvegesi valgono più di 50 centesimi di euro.

Comunque sì, anche a me è capitato (100 pesos cileni passati per un euro).... Credo che la motivazione sia più legata, per le bimetalliche, alla difficoltà di falsificazione.

Non penso che uno Stato conii le sue monete per farle passare "distrattamente" per un altra valuta. Sicuramente "qualcuno" lo farà, però....

Sicuramente romango voleva intendere che a volte per sbaglio qualche turista spende per case delle monete del suo stato e finchè qualcuno non se ne accorge continuano a girare..... :)

Sarebbe il colmo ricevere di resto 1 centesimo VE2 per un centesimo EURO, vi immaginate..... :ph34r: :ph34r: :rolleyes: :blink: :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Sarebbe il colmo ricevere di resto 1 centesimo VE2 per un centesimo EURO, vi immaginate..... :ph34r: :ph34r: :rolleyes: :blink: :blink:

Io una volta ho ricevuto i 10 cent di VEIII al posto di 10 cent di Euro...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

All'inizio dell'Euro 2002 vi erano persone che "vendevano" i sacchetti di 10 Bath Thailandesi perché la maggior parte delle macchinette,sopratutto quelle sulle autostrade,le prendevano al posto dei 2 Euro. Solo che 10 Bat valevano circa 500 lire,circa 25 (no 50 scusate) centesimi d'euro.

http://it.wikipedia.org/wiki/Baht_thailandese

Modificato da favaldar

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

coins

Sarebbe il colmo ricevere di resto 1 centesimo VE2 per un centesimo EURO, vi immaginate..... :ph34r: :ph34r: :rolleyes: :blink: :blink:

Io una volta ho ricevuto i 10 cent di VEIII al posto di 10 cent di Euro...

Wow! Che fortuna!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

wuby2007

All'inizio dell'Euro 2002 vi erano persone che "vendevano" i sacchetti di 10 Bath Thailandesi perché la maggior parte delle macchinette,sopratutto quelle sulle autostrade,le prendevano al posto dei 2 Euro. Solo che 10 Bat valevano circa 500 lire,circa 25 (no 50 scusate) centesimi d'euro.

:rolleyes: Diciamo che dopo un viaggio in Thailandia ho caricato la chiavetta del caffè con i 10 bath.... :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Solo per dire che 10 franchi francesi però valgono più di un euro, al cambio

Dovevi parlare al passato però, visto che la moneta metallica in Francia è ormai prescritta (non più cambiabile) dal febbraio 2005, e 10 FF ormai non valgono assolutamente più nulla.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RedRiver

Sarebbe il colmo ricevere di resto 1 centesimo VE2 per un centesimo EURO, vi immaginate..... :ph34r: :ph34r: :rolleyes: :blink: :blink:

Io una volta ho ricevuto i 10 cent di VEIII al posto di 10 cent di Euro...

Quando l'estate scorsa sono andato a Monaco, ho quasi sperato di ricevere 10 euro d'argento di resto....

Non è successo....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

romango

Grazie per le tante , simpatiche, risposte. Hanno contribuito a chiarire una idea che da un po' mi ronzava in testa . Il mimetismo e' un componente dell' evoluzionismo darwiniano (Darwin e' quel signore accigliato effigiato sul biglietto attuale da 10 sterline) . Altri biologi (Richard Dawkins e poi Susan Blackmore) hanno preteso di estendere la definizione di unita' soggetta a selezione naturale dalla “specie” al “gene” e poi al “meme” (vedi wikipedia : http://it.wikipedia.org/wiki/Meme) . Secondo loro , cioe', alcune unita' appartenenti alla cultura umana si evolvono esattamente come fanno le specie biologiche. E perche' non le monete? (questo lo dico io). Perche', come avete tutti piu' o meno capito, non ha senso ipotizzare un “vantaggio” per monete che somigliano ad altre , ne' pensare che una Zecca voglia consapevolmente copiare le monete emesse altrove. Insomma, almeno in questo caso, la teoria “memetica” (oggi di gran moda) ha fatto fiasco........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

coins

Grazie per le tante , simpatiche, risposte. Hanno contribuito a chiarire una idea che da un po' mi ronzava in testa . Il mimetismo e' un componente dell' evoluzionismo darwiniano (Darwin e' quel signore accigliato effigiato sul biglietto attuale da 10 sterline) . Altri biologi (Richard Dawkins e poi Susan Blackmore) hanno preteso di estendere la definizione di unita' soggetta a selezione naturale dalla specie al gene e poi al meme (vedi wikipedia : http://it.wikipedia.org/wiki/Meme) . Secondo loro , cioe', alcune unita' appartenenti alla cultura umana si evolvono esattamente come fanno le specie biologiche. E perche' non le monete? (questo lo dico io). Perche', come avete tutti piu' o meno capito, non ha senso ipotizzare un vantaggio per monete che somigliano ad altre , ne' pensare che una Zecca voglia consapevolmente copiare le monete emesse altrove. Insomma, almeno in questo caso, la teoria memetica (oggi di gran moda) ha fatto fiasco........

Certo che le monete non vengono coniate per essere trapiantate in altri stai con convenienza al cambio! :o

Sono visconte influente....... B) 800 messaggi con voi!

Modificato da coins

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Layer1986

swHX5qreSskMjVZ.jpg

anche questi circolano... usciti dalla macchinetta del caffè all'università

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

romango

I 5 centavos del "tiradentes" (nome leggibile a destra della effigie) sono forse la copia piu' verosimile dei 5 centesimi di euro. E hanno anche una storia da raccontare. Il cristaccio barbuto effigiato e' il medico e rivoluzionario settecentesco brasiliano Joaquin Jose' da Silva Xavier. Fondo' un movimento repubblicano chiamato "Inconfidencia" . Gli "Inconfidentes" (cioe' quelli che non si fidano), si fidarono , ahime', di un loro compagno che li vendette alle truppe imperiali portoghesi. Durante il processo, si scopri' che Joaquin aveva esercitato la professione di dentista senza licenza, per cui fu spregiativamente ribattezzato "il cavadenti" ("tiradentes" appunto) e con questo nomignolo fu impiccato. I portoghesi, per pacificare gli animi, ne smembrarono il cadavere e inviarono i vari pezzi ad abbellire le piazze dei paesi circostanti. Oggi che il Brasile e' diventato la repubblica auspicata dal Tiradentes , il poveretto e' divenuto uno dei padri della patria : la retorica patriottica ha paragonato il suo sacrificio a quello di Gesu' Cristo, tanto che la sua effigie si e' adeguata alla necessita' storica....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ersanto

Grazie per le tante , simpatiche, risposte. Hanno contribuito a chiarire una idea che da un po' mi ronzava in testa . Il mimetismo e' un componente dell' evoluzionismo darwiniano (Darwin e' quel signore accigliato effigiato sul biglietto attuale da 10 sterline) . Altri biologi (Richard Dawkins e poi Susan Blackmore) hanno preteso di estendere la definizione di unita' soggetta a selezione naturale dalla “specie” al “gene” e poi al “meme” (vedi wikipedia : http://it.wikipedia.org/wiki/Meme) . Secondo loro , cioe', alcune unita' appartenenti alla cultura umana si evolvono esattamente come fanno le specie biologiche. E perche' non le monete? (questo lo dico io). Perche', come avete tutti piu' o meno capito, non ha senso ipotizzare un “vantaggio” per monete che somigliano ad altre , ne' pensare che una Zecca voglia consapevolmente copiare le monete emesse altrove. Insomma, almeno in questo caso, la teoria “memetica” (oggi di gran moda) ha fatto fiasco........

C'e' della biologia nel fatto che le monete si somigliano, ma e' la biologia umana, non quella delle monete ed ha a che fare con le dimensioni medie della nostra specie.

Monete troppo piccole o troppo grandi non sono pratiche e c'e' solo un numero ridotto di leghe metalliche adatte alla coniazione (per duttilita, resistenza, costo). Inoltre, le forme senza spigoli vivi sono preferibili e fra esse quella circolare e' piu facile da lavorare che sette o dodici lati.

Infine, i macchinari meccanici sono prodotti con certi standard dimensionali e cio comporta che, come ci siano solo alcuni calibri in uso per i proiettili, ci siano solo alcuni diametri per le monete.

Modificato da ersanto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rickkk

A mia mamma hanno dato di resto 10 quapik dell'arzebaijan... questi veramente assomigliano ai 10 centesimi sia come dimensioni, metallo e aspetto

Tutta la serie Azera sembra fatta ad imitare la serie dei centesimi di euro

Azerbaijan_money_coins.jpg

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sandokan
Supporter

Grazie per le tante , simpatiche, risposte. Hanno contribuito a chiarire una idea che da un po' mi ronzava in testa . Il mimetismo e' un componente dell' evoluzionismo darwiniano (Darwin e' quel signore accigliato effigiato sul biglietto attuale da 10 sterline) . Altri biologi (Richard Dawkins e poi Susan Blackmore) hanno preteso di estendere la definizione di unita' soggetta a selezione naturale dalla “specie” al “gene” e poi al “meme” (vedi wikipedia : http://it.wikipedia.org/wiki/Meme) . Secondo loro , cioe', alcune unita' appartenenti alla cultura umana si evolvono esattamente come fanno le specie biologiche. E perche' non le monete? (questo lo dico io). Perche', come avete tutti piu' o meno capito, non ha senso ipotizzare un “vantaggio” per monete che somigliano ad altre , ne' pensare che una Zecca voglia consapevolmente copiare le monete emesse altrove. Insomma, almeno in questo caso, la teoria “memetica” (oggi di gran moda) ha fatto fiasco........

C'e' della biologia nel fatto che le monete si somigliano, ma e' la biologia umana, non quella delle monete ed ha a che fare con le dimensioni medie della nostra specie.

Monete troppo piccole o troppo grandi non sono pratiche e c'e' solo un numero ridotto di leghe metalliche adatte alla coniazione (per duttilita, resistenza, costo). Inoltre, le forme senza spigoli vivi sono preferibili e fra esse quella circolare e' piu facile da lavorare che sette o dodici lati.

Infine, i macchinari meccanici sono prodotti con certi standard dimensionali e cio comporta che, come ci siano solo alcuni calibri in uso per i proiettili, ci siano solo alcuni diametri per le monete.

Concordo in pieno con la tua opinione : oggi per coniare monete si usano per lo più le stesse macchine gli stessi procedimenti, le stesse leghe, di quì un prodotto standardizzato : e quando ci si è scritto sopra in bella evidenza il controvalore, cioè una cifra, il nome dello Stato, la data e quasi nient'altro, non è affatto strano che si ottengano prodotti abbastanza simili.

Un tempo spesso sulle monete c'erano i volti dei Re o delle Regine, inconfondibili : ma oggi sono pochi gli Stati ad essere governati da monarchie.

Non credo ci siano altre, misteriose ragioni dietro questo fatto : la "globalizzazione è arrivata anche quì....;) .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@ndy92

Nella sezione euro c'è una discussione intitolata Simil euro come resto.

Potete mettere lì le vostre foto/segnalazioni.

Modificato da @ndy92

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×