Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
vathek1984

Breva storia del regno di Leopoldo III del Belgio....

Risposte migliori

vathek1984

Salve a tutti :)

Prima di iniziare un breve antefatto: uno dei venditori del mercatino mensile della mia città, ha di recente acquisito un vasto lotto di monete d'argento del Belgio, per questo ne ho acquistate alcune, dato anche il prezzo molto conveniente a cui mi sono state offerte.......dalle monete alla storia, come sapete il passo è breve, e pertanto, sperando di fare cosa gradita, utilizzerò alcuni di questi esemplari per raccontarvi la storia di questo sovrano, poco conosciuta ma allo stesso tempo molto affascinante a mio avviso..........ovviamente spero nell'aiuto anche degli altri forumisti............ ;)

LEOPOLDO III del Belgio

1z21snb.jpg

Leopoldo nacque a Bruxelles il 3 Novembre del 1901, da Alberto futuro re del Belgio e da Elisabetta di Baviera, crescendo in un ambiente familiare amorevole e stimolante, grazie anche all'amore dei genitori per l'arte e la cultura. Durante Ia I Guerra Mondiale, nonostante fosse ancora un ragazzo, combatterà nel dodicesimo reggimento dell'esercito Belga, e successivamente, nel 1926 si sposerà con la Principessa Astrid di Svezia che gli darà tre figli, fra cui i futuri re Baldovino e Alberto II.

Il 17 Febbraio del 1934, il padre Alberto I, appassionato scalatore, morirà in un incidente alpinistico e dunque tocca proprio a Leopoldo, divenire prematuramente sovrano del Belgio, con il nome di Leopoldo III; il suo sarà un regno travagliato e difficile.

Ecco un immagine di Leopoldo e del padre insieme, entrambi vestiti con l'uniforme, scattata poco prima della successione al trono............

28wmrzb.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

Il 29 Agosto del 1935 il Re e la Regina stavano percorrendo un tratto in automobile a Kussnacht am Rigi in Svizzera, sulle sponde del Lago di Lucerna, vicino ad una villa di loro proprietà; Leopoldo guidava l'auto personalmente, ma ad un tratto perse il controllo del veicolo, il quale finì nel lago uccidendo la Regina Astrid ed il figlio che portava in grembo, lo stesso Re si salvò in modo fortuito.

Una foto di Leopoldo ed Astrid appena sposati:

54apw8.jpg

Si può dire che il regno di Leopoldo non iniziava certo con i migliori auspici, comunque ecco la prima moneta che vi vorrei presentare; si tratta di un pezzo da 20 franchi in argento, datato proprio 1935, che presenta al diritto un bel ritratto, leggermente stilizzato del Re, ed al rovescio una semplice ma gradevole rappresentazione della Corona Reale Belga, si può anche notare la presenza della scritta bilingue in francese ed in fiammingo, una costante nella monetazione di questo piccolo paese.

k99co4.jpg

2po8av9.jpg

Nel prosieguo degli anni '30 Leopoldo, preoccupato della politica aggressiva intrapresa dalla Germania di Hitler e memore dell'invasione subita dal suo paese, nel corso della I Guerra Mondiale, si impegnerà attivamente affinchè il Belgio si organizzasse militarmente, privilegiando in maniera particolare lo sviluppo di postazioni difensive e quello dell'artiglieria, ma come vedremo domani, tutto questo servirà a ben poco contro lo strapotere tedesco, con funeste conseguenze per Leopoldo III.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

Nel settembre del 1939 divampa la II Guerra Mondiale, subito Inghilterra e Francia chiedono al Belgio di unirsi a loro contro la Germania, ma Leopoldo ed il suo governo rifiutano preferendo la neutralità. Il 10 maggio 1940 però, Hitler invade il piccolo stato e nonostante i febbrili preparativi difensivi degli anni precedenti, l'esercito belga è rapidamente messo in ginocchio dalla formidabile macchina bellica tedesca, dando comunque un pò di tempo agli Alleati per evacuare Dunkirk, grazie ad una disperata resistenza.

Arrivati a questo punto, il Governo belga entra in contrasto con il Re, dato che quest'ultimo voleva rimanere nel suo paese qualunque cosa sarebbe accaduta, mentre il Governo insisteva per andare in esilio in un altro paese; nell'ultimo incontro avuto con i suoi ministri, il 24 maggio, Leopoldo ribadiva la sua posizione e subito dopo il governo lasciava il paese prima per Parigi e poi per Londra.

Prima di partire, il Primo Ministro dell'epoca, Hubert Pierlot, insistette con il sovrano che la decisione di siglare la resa spettasse solo al governo e non al Re, come da dettato costituzionale; ma Leopoldo il 27 maggio del 1940, decise personalmente la capitolazione dell'esercito belga nelle mani dei tedeschi. Pierlot emise subito un durissimo comunicato alla radio francese, nel quale ribadiva come il Re avesse violato la costituzione, e pertanto secondo il governo in esilio, diveniva da quel momento incapacitato a regnare (ma su questo torneremo in seguito....)

Ecco una foto di Leopoldo all'epoca della II Guerra Mondiale, vestito con l'uniforme:

sdl7hi.gif

E per completezza, ecco una foto della sorella di Leopoldo; Maria Josè, l'ultima regina d'Italia:

6915wy.jpg

Si può dire che la scelta di Leopoldo III fu quantomeno controversa, ed anche se dettata da motivi di coraggio (la volontà di non abbandonare il suo esercito ed il suo paese) e di necessità ( l'esercito belga era allo stremo, il Re fuggendo rischiava di passare per disertore), si rivelerà funesta per il Belgio e per lui personalmente.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

Aggiungo una moneta tra le ultime coniate durante il regno di Leopoldo III.

Si tratta del massimale da 100 franchi, coniato - credo - per la prima e ultima volta in questi anni.

La coniazione ebbe inizio nel 1948 e terminò nel 1954 (quindi durante il regno di Baldovino, successore di Leopoldo). Esistono, ma non per tutti gli anni di emissione, 4 varianti, con legenda in francese o fiammingo, combinata con allineamento a medaglia o a moneta.

Il dritto presenta un interessante "quadruplo ritratto", opera, come lo sono del resto molte altre emissioni belghe, di Marcel Rau. Forse un tantino rigido, presenta in primo piano il primo Re dei Belgi, Leopoldo I, volto a sinistra; a lui accollati nell'ordine, Leopoldo II (da notare la barba "tagliata" all'altezza del petto e non visibile per intero), Alberto I e lo stesso Leopoldo III.

Al rovescio, lo stemma belga, stilizzato e vagamente arcaizzante.

Per la cronaca, l'esemplare da me postato è molto comune, data 1951, legenda fiamminga ed allineamento a moneta.

Dritto

post-5116-0-31145900-1293638059_thumb.jp

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

Rovescio (considerato dritto da alcuni autori)

post-5116-0-41233700-1293638156_thumb.jp

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Rovescio (considerato dritto da alcuni autori)

Stemma dello stato, corona, nome del paese... non mi sembra strano che, qualcuno, lo consideri il dritto, in effetti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

Caro Luke,

scrivi bene.

Molte monete belghe, presentando ritratto "anepigrafe" da un lato e il nome dello stato dall'altro o, ancora, monogramma da un lato e nome dello stato dall'altro, risultano "ambigue" nel definire quali sono dirtto e rovescio.

In questo caso ho privilegiato il ritratto multiplo, anche tenendo conto che tra gli effigiati è presente il regnante, ma si potrebbe dare benissimo la precedenza al lato con nome dello stato e stemma.

Il catalogo Krause (edizione 2006) ha scelto questa seconda interpretazione. Al contario il catalogo Eyckmans e Morin delle monete belghe (edizione 2008) considera dritto il lato con i sovrani.

E, visto che l'ho citato, preciserò che il catalogo Eyckmans inserisce questo 100 franchi tra le emissioni del principe Carlo, fratello di Leopoldo, che assunse la reggenza nel 1944. In altre parole detto catalogo preferisce dedicare un capitolo alla reggenza anziché averne uno unico su Leopoldo III.

Ma sugli eventi storici, lascio la tastiera all'ottimo vathek1984. :D

Modificato da orlando10
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

Ciao orlando10, grazie mille per aver aggiunto le foto della tua bella moneta, con le relative informazioni ;) ..................anche io posterò le foto del mio esemplare, di conservazione più bassa ma con una data diversa, non appena arriverò a parlare proprio del periodo della Reggenza (e poi ho anche un bel 50 franchi da far vedere)...............intanto oggi dopo pranzo conto di finire il periodo della II Guerra Mondiale...... :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

Continuiamo con una significativa immagine: in questa foto vediamo Leopoldo III in persona attraversare le linee nemiche, per andare a siglare la resa con lo stato maggiore tedesco; Winston Churchill in particolare si adirò molto per la mossa del sovrano belga, ma bisogna ricordare che in quel momento l'esercito di Leopoldo si stava praticamente sacrificando in una lotta impari, per la salvezza delle armate anglo-francesi:

2cz57bm.jpg

Di li a poco toccò anche alla Francia arrendersi alla indiscussa superiorità militare del Terzo Reich, come conseguenza di ciò, il Governo Belga in esilio, iniziò delle trattative con i tedeschi per tornare in patria e gestire con il sovrano gli affari civili correnti, ma il Re che si era sentito insultato dal comunicato di Pierlot e non amava particolarmente la classe dirigente del suo paese, rispose con una frase rimasta celebre: "The situation of the King is unaltered; he does not engage in politics and does not receive politicians", che si può tradurre come: "La situazione del Re è immutata, egli non si occupa di politica, nè riceve politici".......purtroppo come vedremo tra poco, almeno un politico lo riceverà.........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

Ormai prigioniero nel Palazzo Reale di Bruxelles, Leopoldo III rifiutò qualunque collaborazione con i nazisti ed anche l'offerta di amministrare il Belgio secondo i loro ordini; il Re cercò comunque di mantenere la sua autorità come Capo di Stato del suo paese, pur se sottoposto ad un Governo militare tedesco. Nel frattempo il Governo belga, ora in esilio a Londra, continuò a sostenere la tesi che Leopoldo non poteva più rappresentare il Belgio, ed era incapace a regnare.

Nel novembre del 1940, poi avvenne un controverso incontro tra Leopoldo III ed Adolf Hitler, il Re desiderava che il Fuhrer emettesse un comunicato nel quale avrebbe garantito la futura indipendenza del Belgio, una volta cessato il conflitto, ma le sue attese rimasero deluse, in quanto Hitler si rifiutò categoricamente di addivenire a tale richiesta.

Ecco una copertina del periodo, della celebre rivista Time, dedicata al Re dei Belgi:

300zolk.jpg

Ed ecco, tornando in ambito numismatico, una moneta da 5 franchi coniata durante l'occupazione tedesca, che mostra ancora il ritratto di Leopoldo III al diritto, contribuendo alle speculazioni che erano insorte sul suo presunto atteggiamento collaborativo, mantenuto con gli occupanti:

rutb8n.jpg

2lnk85s.jpg

L'11 settembre del 1941, Leopoldo convolò in tutta fretta a seconde nozze con Lilian Baels, che era già incinta di un bambino da alcuni mesi, Lilian non diverrà mai regina, nè i suoi figli potranno essere eredi al trono, ma verrà d'ora in poi onorata del titolo di Princesse de Rethy. Questo nuovo matrimonio, all'epoca fece molto scalpore e danneggiò ulteriormente la reputazione di Leopoldo III.

Inoltre Leopoldo scrisse in quei mesi difficili un suo Testamento Politico, nel caso avesse perso la vita prima della fine del conflitto, nel quale aveva giudizi molto duri e quasi sprezzanti, oltre che verso i nazisti, anche verso gli Alleati e soprattutto nei confronti dei suoi ministri in esilio, i quali avevano concluso dei trattati con le potenze alleate, che il Re disconosceva completamente.

Ma i momenti più difficili dovevano ancora arrivare, difatti nel 1944 Himmler ordinò che Leopoldo e la sua corte venissero deportati, dapprima in Sassonia e poi in Austria a Strobl.

Finalmente, ai primi di maggio del 1945, il Re e la sua famiglia, vennero liberati dal 106th Cavalry Group, dell'esercito degli Stati Uniti, ma a questo punto si pose il grave problema del ritorno di Sua Maestà in patria, che si temeva potesse provocare gravi disordini e tensioni ed anche la separazione stessa del Belgio in due entità separate. Pertanto, a causa delle controversie suscitate dalla sua condotta durante la guerra, Leopoldo, la moglie ed i figli, non poterono tornare nel loro paese e trascorsero i successivi sei anni in esilio, vicino Ginevra, in Svizzera. Già nel 1944, era stata peraltro istituita anche formalmente, una Reggenza affidata al Principe Carlo Teodoro, fratello di Leopoldo III.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vitt.emanumi

Rovescio (considerato dritto da alcuni autori)

complimenti per la narrazioni di uno scorcio di storia molto interessante.

aggiungo solo alcune caratteristiche sulla moneta postata da Orlando10:

valuta: 100 franchi Belga

materiale: argento 835;

peso:18 gr.

2 link interessanti sulla monetazione belga:

http://www.lesfrancs.com/monete_belghe.html

http://www.lesfrancs.com/franco_belga.html

ho anch'io tale moneta, ma non ho capito che significa l'allineamento ??? :(

Scusate l'interruzione, continuate pure. :)

Modificato da vitt.emanumi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

ho anch'io tale moneta, ma non ho capito che significa l'allineamento ??? :(

Grazie per i contributi. :)

Per quanto riguarda l'allineamento ti linko questa pagina della Monetapedia sugli assi del conio.

Assi di rotazione

Preciso solo che l'allineamento a medaglia è quello con gli assi alla tedesca, l'allineamento a moneta è quello con gli assi alla fracese.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

Ciao vitt.emanumi :)

Nessuna interruzione, figurati, anzi qualsiasi informazione che aggiungete è davvero gradita...... B)..........per allineamento si intende la posizione che assumono i due lati della moneta, ruotandola tra le dita, se sono sullo stesso piano è l'allineamento a medaglia; se invece sono capovolti è l'allineamento a moneta.......spero di averla detta giusta :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

Rovescio (considerato dritto da alcuni autori)

...ho anch'io tale moneta, ma non ho capito che significa l'allineamento ??? :(

Scusate l'interruzione, continuate pure. :)

Colgo l'opportunità di una pausa in questo filetto eccellente (vathek e tutti ;) ) offrire una risposta alla domanda “dell'allineamento,„ che nell'hobby della moneta è il rapporto tra un lato di una moneta e l'altro.

“Conii l'allineamento„ = “l'allineamento francese; „

post-12167-0-03349100-1293737756_thumb.j

e “allineamento della medaglia„ = allineamento “tedesco„.„

post-12167-0-18954300-1293737746_thumb.j

Secondo v suggerimento di vitt.emanumi: continui prego!

:) v.

--------------------------------------

I take the opportunity of a pause in this excellent thread (vathek and all ;) ) to offer an answer to the question of “alignment,” which in the coin hobby is the relationship of one side of a coin to the other.

“Coin alignment” = “French alignment;”

post-12167-0-03349100-1293737756_thumb.j

and “medal alignment” = “German” alignment.”

post-12167-0-18954300-1293737746_thumb.j

I second vitt.emanumi's suggestion: please continue!

:) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vitt.emanumi

ho anch'io tale moneta, ma non ho capito che significa l'allineamento ??? :(

Grazie per i contributi. :)

Per quanto riguarda l'allineamento ti linko questa pagina della Monetapedia sugli assi del conio.

Assi di rotazione

Preciso solo che l'allineamento a medaglia è quello con gli assi alla tedesca, l'allineamento a moneta è quello con gli assi alla fracese.

grazie,

quindi la mia è identica alla tua cioè allineamento a moneta = assi alla francese, ma in conservazione inferiore BB. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

Diamine! Ben tre risposte concomitanti sugli assi di conio! Sei stato fortunato! :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

Vero!..... :D :lol: :D .........infatti non mi ero accorto che orlando10 aveva già risposto...... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

Che tutti sono veloci, veloce… io ora guiderete, lentamente, nella pensione, con tutte le altre lente!

:D v.

---------------------------------------

You all are fast, fast...I will drive now, slowly, into retirement, with all the other slow ones!

:D v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darman1983

mi permetto di contribuire alla discussione inserendo le immagini di una moneta da 25 cent del 1942

taglio liscio

diametro: 26, 1 mm

4t3xg9.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darman1983

volevo sapere da voi esperti di questa monetazione il metallo di questa moneta.

poi o notato altre tre cose

-al D/ che i campi risultano molto "corrugati" mentre quelli del rovescio sono perfettamente lisci. Venivano coniate così o la moneta a subito un trattamento postumo tipo pulizia meccanica.

- sempre al diritto le immagini all'interno degli scudi sono molto impastate e la firma dell'incisore è molto evanescente. che sia un falso?

- il diritto risulta leggermente bombato

2v13ekn.jpg

Modificato da darman1983

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Si tratta di zinco, utilizzato anche in diverse altre monete, coniate sotto l'occupazione tedesca, in altri paesi.

Così al volo, mi vengono in mente:

Polonia, per la quale furono usati i coni precedenti,

Paesi Bassi

Norvegia

Serbia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darman1983

per quanto riguarda le striature al D/ sapete dirmi qualcosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

Carino il tuo 25 centesimi darman1983, da notare il monogramma di Leopoldo III sul rovescio, ritengo che tutte le tue perplessità siano facilmente spiegabili dal fatto che si tratta di monete coniate in periodo di guerra, con materiali scadenti e pertanto senza molta cura.

Essendo intanto arrivati al periodo della Reggenza, colgo l'occasione per presentarvi anche il mio esemplare da 100 franchi, datato 1948, e che se non sbaglio ha una tiratura abbastanza ridotta di un milione di pezzi, ma è in condizioni inferiori rispetto al bellissimo esemplare postato da orlando10:

281tsnn.jpg

fpct49.jpg

Il periodo della Reggenza, fu storicamente e politicamente molto importante per il Belgio, e pose le basi per la ricostruzione dopo il devastante conflitto mondiale, difatti l'economia si riprese grazie agli aiuti forniti dagli Stati Uniti, tramite il famoso Piano Marshall.

Inoltre in questi anni si presero importanti decisioni, che influenzeranno direttamente i decenni successivi. Nel 1944 venne istituito il Benelux e, negli anni successivi, il Belgio divenne membro fondatore dell'ONU nel 1945, della NATO nel 1949 e del Consiglio d'Europa sempre nel 1949. Nel 1948 in occasione delle elezioni parlamentari, fu concesso per la prima volta il voto alle donne.

Ecco una foto del Reggente, il Principe Carlo:

2i8bsep.jpg

Ma nonostante tutto, il problema principale di politica interna, rimaneva proprio la Questione Reale, ovvero l'opportunità o meno che il Re Leopoldo III, al tempo in esilio in Svizzera, tornasse in patria per riprendere anche formalmente il suo ruolo, dopo la condotta molto controversa tenuta durante la II Guerra Mondiale, ivi comprese le sue seconde nozze.

Nel 1946, una commissione di inchiesta stabilì comunque l'assoluta innocenza del Re dall'accusa di tradimento, ma ciò nonostante feroci discussioni sulla sua lealtà continuarono anche negli anni seguenti. Per cercare di arrivare ad una soluzione, venne indetto un referendum sul futuro del sovrano, da tenersi il 12 di marzo del 1950, e contro ogni previsione, Leopoldo lo vinse con il 57 % dei voti e pertanto il 22 luglio del 1950, il Re tornò in Belgio e sul trono.

Per la conclusione di questa storia, credo che dovrete aspettare il prossimo anno..... :P :D ..........colgo perciò l'occasione per fare Tanti Auguri a tutto il forum......... B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×