Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
roth37

DIDONE

Risposte migliori

roth37
Supporter

Riporto da Wikipedia (modificato in parte) la famosissima storia di Didone assieme ad una medaglia da me recentemente acquisita;

Primogenita di Belo, re di Tiro, era sposa di Sicharbas. La sua successione al trono fu contrastata dal fratello, Pigmalione, che ne uccise segretamente il marito e prese il potere.

Probabilmente con lo scopo di evitare la guerra civile, Didone lasciò Tiro con un largo seguito e cominciò una lunga peregrinazione, le cui tappe principali furono Cipro e Malta.

Giunone aveva promesso loro una nuova terra in cui fondare una propria città e gliel'aveva indicata come la terra in cui scavando sulla spiaggia avrebbero trovato un teschio di cavallo. Approdata sulle coste libiche, Didone ottenne dal re Iarba il permesso di stabilirvisi, prendendo tanto terreno "quanto ne poteva contenere una pelle di bue"; infatti l'antico soprannome di Cartagine era "Birsa", che in greco significa "pelle di bue" e in fenicio "rocca". Didone scelse una penisola, tagliò astutamente la pelle di toro in tante striscioline e le mise in fila, in modo da delimitare quello che sarebbe stato il futuro territorio della città di Cartagine e riuscì ad occupare un territorio di circa ventidue stadi (uno stadio equivale a circa 185,27 m2) . Didone venne insistentemente richiesta in moglie dal re Iarba e dai principi Numidi ( fu invero pazzamente innamorata dell'eroe troiano Enea, che le raccontò le sue vicissitudini) ma dopo aver finto di accettare le nozze, Didone si uccise con una spada invocando il nome di Sicherba.. Didone venne divinizzata dal proprio popolo con il nome di Tanit e quale ipostasi della grande dea Astarte (la Giunone romana).

roth37

post-1738-0-63476400-1294926824_thumb.jp

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mazzarello silvio
Supporter

Ciao interessantissimo,non conoscevo questa parte della storia di Cartagine come sempre dai tuoi commenti c'è sempre da imparare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra crasellame

Medaglia molto interessante che ci riporta indietro a grandi storie del passato. In particolare Tiro ha una storia assai travagliata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

okt

Il mito fa risalire all'abbandono dell'amante da parte di Enea e alla sua tragica morte l'inimicizia tra i Cartaginesi, eredi di Didone e i Romani, eredi di Enea.

La storia di Didone ha avuto successo in tutti campi espressivi: pittura, scultura, letteratura, musica e... numismatica, e non solo con riferimento alla medaglistica.

Ricordo, ad esempio, monete di Zenobia, di Gallieno, a nome di Salonina, di Iulia Maesa, di Volusiano, di Valeriano...

Ecco un Gallieno (da Wikimedia commons, Moneta da HobbyBlog, foto di Ed Flinn. Permesso: Utente:Panairjdde/HobbyBlog)

post-7121-0-86122800-1295006328_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Grande medaglia e bella storia di cui non ero a conoscenza! Grazie Sergio!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×