Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
gpittini

LIBERTAS

Risposte migliori

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Il tema della LIBERTAS percorre tutta la monetazione imperiale, e non è facilissimo per noi capirne davvero il senso. Libertà di chi e da che cosa? Insomma, la LIBERTAS AUGUSTA è la libertà dell'Augusto (= l'Augusto è incondizionato, e può fare quello che gli pare), oppure la libertà garantita dall'Augusto a tutti, o almeno a tutti i cittadini romani? Difficile dirlo. Di sicuro, la libertas dell'Impero non era la stessa della Repubblica. E non è la stessa che intendiamo noi (avete letto il bel saggio di B. Constant, "La libertà degli antichi paragonata a quella dei moderni"?) Ma veniamo alle monete, il primo è l'asse di Nerva ben noto e già postato altre volte. Questo pesa 10,7 g.

post-4948-0-22015700-1294950326_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Rovescio.

post-4948-0-61817600-1294950378_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Questo sesterzio di Adriano rientra nei miei "sesterzi brutti ma amati". Al R la legenda in esergo è LIBERTAS RESTITUTA. L'imperatore è seduto in alto, su una pedana, e davanti a lui stanno 2-3 personaggi. Pesa 27,2 g., e confesso di non averlo classificato con precisione.

post-4948-0-35525500-1294950633_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Questo è il rovescio. Scusate la qualità... Pinga grazie per il contributo, peccato che ci siamo sovrapposti!

post-4948-0-25428400-1294950687_thumb.jp

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

La Libertas è chiaramente la personificazione della Libertà.

Di solito è LIBERTAS AVGVSTA (o AVG). Ho trovato questa indicazione dal sito dell'amico De Florio:

LIBERTAS AVGusti. La Libertà dell'Augusto. La Libertà è spesso rappresentata nelle vesti di una figura femminile stante che sorregge l'asta e il pileo (pronuncia pìleo), entrambi simboli di libertà. Si noterà infatti che, al momento di venire affrancato, lo schiavo veniva dal padrone toccato con un bastone, denominato "rudis" o "vindicta" e riceveva in dono un pileo, berretto di lana a forma piramidale, simbolo, come si è detto, di libertà. Il messaggio politico di questo rovescio è che "sono le speciali qualità del sovrano raffigurato sulla moneta ad assicurare ai cittadini un regime non dispotico di libertà".

Nello stesso trovo un link interessante:

http://www.forumancientcoins.com/numiswiki/view.asp?key=LIBERTAS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

A questo punto ci vuole anche il Costantino di LIBERTAS PUBLICA: moneta non comunissima, anche se il RIC sostiene il contrario! La Libertas Publica è su una galera, e solleva in ogni mano una corona verso l'alto; nel campo B, in esergo CONS. Pesa 3,8 g., misura 20 mm. e credo sia la RIC 25.

post-4948-0-69384500-1294951057_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Rovescio.

post-4948-0-53509500-1294951104_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Da un altro sito (dove paragonano la funzione della circolazione monetale in ambiente romano alla Tv odierna, con funzione mediatico di lancio di slogan e di messaggi al popolo dagli imperatori ) trovo i seguenti riferimenti:

LIBERTAS - LIBERTY – LIBERTÈ – LIBERTÀ

Sul teleschermo della moneta la libertà è stata ingaggiata molto presto. Inizialmente la si poteva vedere solo in forma allegorica, rappresentata dall’immagine femminile di una dea o dal pileo, il cappello frigio icona simbolo della libertà di cui avevamo già parlato in Simboli antichi e polemiche recenti ed anche ne il primo teleschermo della storia

Poi la libertà ha conquistato il suo spazio nella forma esplicita della parola ed è riuscita a farsi assegnare il suo ruolo di punta: stampata come didascalia, in chiaro.

Marco Giunio Bruto è passato alla storia come il più noto tra i Cesaricidi; fu lui nel 43 aC ad emettere, in qualità di imperatores, un denario di rivendicazione dell’assassinio di Giulio Cesare elevandosi al rango di liberatore. Già undici anni prima però, aveva avuto modo di dimostrare, forse solo per tornaconto, il suo attaccamento alla libertà. Infatti, in qualità di magistrato monetale emise un Denario in nome del suo presunto antenato Lucio Giunio Bruto, lui si, simbolo di libertà.

Lucio Giunio Bruto era il nipote dell’ultimo Re di Roma, l’etrusco Tarquinio il Superbo. L’appellativo bruto gli venne dato perché si fingeva sciocco con lo scopo di infiltrarsi nella famiglia del tirannico Re senza destare sospetti. Fu Lucio Giunio a guidare la rivolta contro i Tarquini, da cui nacque Repubblica Romana nel 509 aC che lo nominò console.

La Libertas divenne una star della tv metallica e dalla Repubblica passò alla Roma Imperiale senza perdita di share; vari furono infatti gli imperatori che nel corso dei tempi gli fecero girare spot sulle loro televisioni: Claudio, Galba, Vitelio, Nerva, Adriano, Eliogabalo e via dicendo fino alla fine dell’impero. Non sono all’altezza di dirvi quante apparizioni ha fatto nel medio evo, anzi se qualcuno ha notizie le dia, ma ho la sensazione che in tutto quel lungo periodo la libertas sia scomparsa della scene dei dritti e dei rovesci.

da http://grammidistoria.wordpress.com/

Il Claudio l'abbiamo già visto, allego il denario repubblicano di cui sopra:

* Sul dritto la testa della dea Libertà e la parola LIBERTAS sul giro

* sul rovescio Lucio Giunio Bruto tra due littori preceduto dall’assistente e sotto, in esergo, la parola BRVTUS

Ciao

Illyricum

:)

post-3754-0-29865300-1294951366_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ed ecco servito per Gianfranco il sesterzio non ben classificato:

Hadrianus 117-138

Sesterz (26.40 g), Roma 119 AD. Av. IMP CAESAR TRAIANVS - HADRIANVS AVG, bust with a laurel wreath and light draping nr at left shoulder Rv. PONT MAX TR POT COS III / S - C (in boxes) / / LIBERTAS RESTI / TVTA (in section), Kaiser Sella on curulis nl on Dais, front woman and child on the arm and other child's feet nr RIC 568 (R2), C 949th R s.sch. - In places, light conditions, occasional tiny quirks, unimportant small hairline scratches in the RV.

Ciao

Illyricum

:D

post-3754-0-33746800-1294951714_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tsunami

Argomento interessante, come sempre.

Ecco il mio piccolo contributo:

Galba:

sam0818.jpgsam0819.jpg

Nerva:

sam0820.jpgsam0821c.jpg

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

FlaviusDomitianus

Domiziano non ha coniato monete con questo soggetto.

Lo hanno fatto Vespasiano e Tito, ma al momento non ne ho alcun esemplare.

Riesumo pertanto dall'archivio questo mio ex sesterzio di Galba, che non era malaccio.

post-22231-0-16259100-1294955311_thumb.j post-22231-0-72758500-1294955329_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lucalup

Gentilmente , per chi può rispondermi , sapete se anch"e Adriano ha coniato anche lui monete con "Libertas Publica" a rovescio con stessa figura visibile nei sesterzi di galba e nerva ? Ho una moneta in cui il dritto è leggibile come Libertas Publica , mentre a rovescio sembra leggibile la dicitura Adrianus ? potete aiutarmi ?

Grazie, luca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Exergus

Gentilmente , per chi può rispondermi , sapete se anch"e Adriano ha coniato anche lui monete con "Libertas Publica" a rovescio con stessa figura visibile nei sesterzi di galba e nerva ? Ho una moneta in cui il dritto è leggibile come Libertas Publica , mentre a rovescio sembra leggibile la dicitura Adrianus ? potete aiutarmi ?

Grazie, luca

Non ho controllato tutto il RIC, ma mi sembra che sulle monete di Adriano, Libertas sia seduta, tipo questa:

RIC II 583a, 120-122 d.C.

post-18735-0-31594600-1320756754_thumb.j

Altrimenti con figure in piedi e "PVBLICA" ci sono:

FIDES PVBLICA

post-18735-0-44988800-1320757597_thumb.j

SALVS PVBLICA

post-18735-0-90395100-1320757563_thumb.j

VOTA PVBLICA

post-18735-0-04246700-1320757575_thumb.j

Prova a postare una foto.

Ciao, Exergus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cometronio

Gentilmente , per chi può rispondermi , sapete se anch"e Adriano ha coniato anche lui monete con "Libertas Publica" a rovescio con stessa figura visibile nei sesterzi di galba e nerva ? Ho una moneta in cui il dritto è leggibile come Libertas Publica , mentre a rovescio sembra leggibile la dicitura Adrianus ? potete aiutarmi ?

Grazie, luca

Ciao, benvenuto nel forum. :)

Se posti una foto della moneta (dritto e rovescio) potremo aiutarti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lucalup

Grazie ad entrambi e a Exergus per l'iconografia applicata ! Cercherò di allegare una foto anche se lo stato della moneta non ci favorisce molto ! Grazie ancora ! luca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lucalup

Vi invio le foto , purtroppo non è facile capire , ma perlomeno vi fate un'idea !

Grazie , lucalup

post-15007-0-50986000-1321290677_thumb.j

post-15007-0-24551100-1321290844_thumb.j

post-15007-0-88923500-1321291007_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cometronio

Credo sia questa. Un asse

Hadrian AE As. HADRIANVS AVG COS III P P, laureate head right / LIBERTAS PVBLICA S-C, Libertas standing left holding pileus and sceptre.

post-14811-0-04294600-1321299619_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cometronio

Credo comunque che questa moneta possa dare di più. Prova a tenerla per qualche giorno in acqua distillata cambiando l'acqua ogni 24 ore e a spazzolarla delicatamente con uno spazzolino da denti. Credo che qualche incrostazione possa andare via. Non attuare interventi più energici di questo. Attendi comunque altri pareri. :)

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lucalup

Grazie ! Direi che è proprio quella o che sembrerebbe proprio quella ! Ora ci posso dormire su :rolleyes: .. Perchè da quando si è incominciato a vedere la scritta non era proprio facile venirne a capo .

Proverò a lasciarla ancora in acqua distillata ( non sapevo che andasse cambiata ogni 24 ore ) anche se vi era stata immersa già parecchio tempo .. Speriamo !

Siete disponibili per aiutarmi ad identificare qualche altra moneta ?

Ancora grazie !!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×