Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
picchio

Innocenzo XII - mezzo grosso

Risposte migliori

picchio

Bella certo dirsi non si può, eppure mi ha fulminato con una patina ... irresistibile. Solitamente i diametri così minuti non colpiscono la mia attenzione, per una questione di vista, si perdono nei convegni, si perdono nelle aste e sono di difficile stoccaggio, con il rischio di perderla anch'io ! Se ha resistito per più di 300 anni, merita fortuna, e spero l'abbia trovata accasandosi in collezione.

Stato Pontificio Innocenzo XII (Antonio Pignatelli di Spinazzola) 1691 - 1700

Mezzo Grosso 1691 Roma Arg. grammi 0,741 diametro 15,52 mm.

D/ INNOC• - • XII • P• M• stemma Pignatelli oblungo tra due rami di palma, sormontto da chiavi decussate con cordoni nascosti e, sopra a tutto, triregno.

Rv. SANC • - PETRVS busto di San Pietro nimbato volto a destra; all'esergo 1691. T/ liscio ↑

Muntoni 117, CNI 6, Berman 2292

Conservazione: bellissima, moneta non comune.

Magnifica patina, ex Collezione Von Flosheim n. 1916.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Maffeo

bellissima patina iridescente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Bè, non è cosi male, l'usura è solo nei rilievi più alti e al D/ ( barba e capelli di San Pietro :P ) . per il tipo e la patina merita una valutazione molto alta.

Complimenti per il colpo d'occhio.

Acquistare monete è cosa da tutti........ Acquistare La Moneta è da pochi eletti!!!!!

F.

PS: la data ha qualcosa di strano dalla parte dell'1-691 ma non riesco a capire o meglio a vedere cos'è.

Modificato da favaldar

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Fa parte di un gruppetto di pochi esemplari, residuo di una vecchia collezione, tutti con una patina allo "iodio" tendente al blu; probabilmente il collezionista viveva in una località di mare o comunque li ci teneva le monete. Le conservazioni non sono eccezionali ma il giuoco di luci e le sfumature delle monete sono affascinanti. Dovrei avere fotografato anche un mezzo grosso di Clemente IX con la stessa provenienza; se trovo la fotografia la posto. Per esperiennza, non è facile trovare questi spiccioli ancora intonsi, quindi, tutto sommato sono soddisfatto di questo piccolo nucleo di monete.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Il collezionista dal nome dovrebbe essere Tedesco o "cose" simili........ sono molto bravi nella conservazione delle monete.

Forse per il legno dei loro monetieri che usavano e usano, il clima freddo per 10 mesi l'anno con stufe e camini accesi,tanto da farli diventare dei forni o incubatrici per monete!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

trovata, la patina è molto scura e piuttosto spessa, nonostante questo mantiene alcuni riflessi azzurri molto piacevoli.

Stato Pontificio Alessandro VII (Fabio Chigi) 1655 - 1667

Mezzo grosso non datato, Roma Argento grammi 0,740 diametro 15,52

D/ ALEX• VII - PONT• MAX stemma semiovale, sormontato da chiavi decussate nascoste, sopra a tutto, triregno.

Rv. AVXILIVM - DE SANC• busto di San Pietro nimbato volto a destra. T/ liscio↑

Conservazione: Splendida, moneta rara.

Muntoni 16 CNI 25v. Serafini 21

Piacevole patina con rifessi azzurri, ex Collezione Von Flosheim n. 1512.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sixtus78

ma picchio veramente la moneta e' di Alessandro VII ( papa Chigi ) e non di Clemente IX..... ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Ha perfettaente ragione, ho sbagliato copia ed incolla dal file di excel. :huh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Ha perfettaente ragione, ho sbagliato copia ed incolla dal file di excel. :huh:

Forse un lapsus freudiano, dato che anche per Clemente IX abbiamo dei mezzi grossi con il medesimo rovescio:

Muntoni 15

post-35-0-08644900-1295455634_thumb.jpg

Muntoni 17

post-35-0-65162400-1295455654_thumb.jpg

Anche queste hanno una bella patina, meriterebbero foto migliori :rolleyes:

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Per la serie "piccole monete" ho di recente, per pochi euro acquistato un grosso per la Sede Vacante del 1691, Camerlengo Cardinale Paluzzi Altieri. Non conosco la moneta, non ho idea se sia rara o meno, ho letto poco di queste monete battute durante le Sedi Vacante, l'ho pagata 40 euro e data la patina lo considero un buon acquisto. La conservazione è un BB, considerato il diametro e la patina la consunzione al diritto è marginale ed al rovescio si vedono i punti di usura ma non li trovo fastidiosi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

40 euro... ne aveva una sola ?? :P

Ad osservare il Muntoni non mi pare riporti questo tipo di stemma, e nemmeno la colomba al rovescio, che pare andare a destra mentre sono riportate varianti con colomba ascendente (M.8-9) e verso sx (M.10-11). Le immagini delle tavole non aiutano più di tanto...<_<

Comunque direi si tratti di una moneta senz'altro rara, dalle ottime incisioni se solo si considera il ridotto spazio a disposizione dell'incisore, conservata assai bene (diritto straordinario), con una bella patina e pagata poco... la perfezione direi ;)

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand

Per la serie "piccole monete" ho di recente, per pochi euro acquistato un grosso per la Sede Vacante del 1691, Camerlengo Cardinale Paluzzi Altieri. Non conosco la moneta, non ho idea se sia rara o meno, ho letto poco di queste monete battute durante le Sedi Vacante, l'ho pagata 40 euro e data la patina lo considero un buon acquisto. La conservazione è un BB, considerato il diametro e la patina la consunzione al diritto è marginale ed al rovescio si vedono i punti di usura ma non li trovo fastidiosi.

Moneta molto gradevole e ben centrata, considerato il prezzo.......davvero un bel colpo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veridio

Complimenti. Davvero un bel colpo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Qui non c'è sapienza ma il famoso fattore "C" del vecchio Arrigo Sacchi, ne ho presa più di una, sempre di mitraglia, questa mi era piaciuto il diritto. mi disturbava la consunzione della patina al rovescio, ma tutto non si può avere. Non so se la colomba dello Spirito Santo vada a destra, potrebbe essere che non essendo perfettamente incisa dia questa impressione. Viene anche questa dalla Collezione Von Flosheim e l'ho presa a gennaio. Non l'ho ancora classificata .... Rcamil me la classifichresti per favore ? Grazie mille.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Nello stesso nucleo ho acquistato anche questa di Alessandro VII, e già che hai il Muntoni in mano, potresti, per ingannare il tempo classificarla, Rcamil :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

.... e se proprio vuoi fare un'opera caritatevole ....

molto obbligato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veridio

Patina meravigliosa il grosso di Alessandro VII.

Ma non penso che tu l'abbia pagata meno di 100 euro.

Cmq tutte molto gradevoli.

Modificato da Veridio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Non so se la colomba dello Spirito Santo vada a destra, potrebbe essere che non essendo perfettamente incisa dia questa impressione. Viene anche questa dalla Collezione Von Flosheim e l'ho presa a gennaio. Non l'ho ancora classificata .... Rcamil me la classifichresti per favore ? Grazie mille.

Va decisamente a destra la colomba, e io stamattina mi ero appena svegliato, tanto da concentrarmi sui mezzo grossi del titolo della discussione e non mettere a fuoco la parola GROSSO del tuo post :rolleyes:

Per cui niente stranezze, è il grosso Muntoni 7 (stemma oblungo triangolare, colomba a dx).

Venendo al CNI è il tipo classificato al n°7 (tavola XXXV, n°3)

Il Berman la classifica al n°2206, 90 $ del periodo, hai fatto anche secono lui un affare...:P

Purtroppo mi manca il volume del Serafini relativo a questo periodo, fidiamoci del Berman che riporta S 12-13.

La legenda del rovescio è tratta dall'orazione della messa di Pentecoste (... da nobis in eodem Spiritu recta sapere et de ejus semper consolatione gaudere), ed allude alla discesa dello Spirito Santo, il Muntoni la traduce in "facci sapere le cose giuste"

La classificherei almeno R.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Grazie mille, peccato non sia un inedito ..... ma va benisimo così. Se hai tempo e voglia .... ci sarebbero anche le altre :) .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Nello stesso nucleo ho acquistato anche questa di Alessandro VII, e già che hai il Muntoni in mano, potresti, per ingannare il tempo classificarla, Rcamil :rolleyes:

Gran bella conservazione e patina, hai fatto bene a prendere anche questa :rolleyes:

Stavolta senza indugi mi posso buttare sui mezzi grossi, la legenda è differente dai grossi...:P

Si tratta della tipologia descritta dal Muntoni al n°27 (stemma Chigi semplificato al D., scritta in cartella semiovale con nastri al R.)

CNI 49, Berman 1911, Serafini 47-54 (sempre a fidarsi del Berman, che raccoglie tutte le varianti in unica tipologia).

La legenda del rovescio è un incitamento alla carità, allude al buon uso che si può fare del denaro, traducibile in "risplenda per un buon uso"; è tratta dalle Odi di Orazio, in particolare dall'ode 2 del libro II: "Nullus argento color est avaris abdito terris, inimice lamnae Crispe Sallusti, nisi temperato splendeat usu".

Non classificherei più di NC la moneta, ma come lascia intuire la domanda posta da Veridio, solitamente ha grande interesse e seguito, con conseguente realizzo...;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Di conservzione non saprei, la giudicherei un BB+, visto che è mia q.Splendida :ph34r: ; non ho idea se sia una conservazione comune per questo tipo di monete.

La patina è notevole, confermo l'impressione fotografica, il difetto è tutto al rovescio con un graffio a ore 9, un peccaato. Mi dici essere stato un buon acquisto, quindi nessun pentimento (al solito).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

.... e se proprio vuoi fare un'opera caritatevole ....

Sono ormai ovvi gli apprezzamenti a conservazione e patina, valgono in particolare per questa moneta...:rolleyes:

Mezzo grosso per l'apertura del 16° Giubileo, avvenuta il giorno di Natale del 1699.

Questo papa già malato di gotta non ne vedrà la chiusura, morendo il 28 settembre 1700; sarà il suo successore Clemente XI a presenziare la cerimonia di chiusura (con relative coniazioni a porta "murata") il 24 dicembre 1700.

Il Muntoni lo classifica al N°112 var. I (piede dello stemma fogliato), CNI 135, Berman 2289, Serafini 190.

Indubbiamente da classificarsi almeno R.

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Ce ne sarebbe un'altra ... Clemente X con le N rovesciate, è una variante comune ??

su questa è imposssiblie fare apprezzamenti positivi sulla conservazione, neppure con tutta la Tua più buona volontà !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Ce ne sarebbe un'altra ... Clemente X con le N rovesciate, è una variante comune ??

su questa è imposssiblie fare apprezzamenti positivi sulla conservazione, neppure con tutta la Tua più buona volontà !

Ok, non faccio apprezzamenti sulla conservazione, ma bella patina ! :D

Casualmente ne ho acquistato di recente un esemplare all'ultima asta Negrini, per cui la classificazione è presto fatta, Muntoni 43 (CNI 6):

post-35-0-32838200-1301151791_thumb.jpg

Le "N" rovesciate capitano spesso nei grossi di questo pontefice (con la Porta Santa o con lo stemma al rovescio ad esempio), per cui per i diritti non è una variante rara, raro (direi R2) è invece l'accoppiamento con questo rovescio con S.Paolo, di cui esiste solo questa tipologia.

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×