Vai al contenuto

Risposte migliori

MARCO B

Inizio questa discussione anche se so che sul forum ne abbiamo gia parlato piu e piu volte... ma questa volta scrivo dopo diversi mesi di osservazione e prove


Il mio dilemma è nato quando mi furono mostrati esemplari di notevole valore quali:

5 lire 1901
500 lire prova

Di queste monete esistono esemplari considerati con fondi lucenti, per me realizzati dopo la coniazione con tecniche varie...

Voi cosa ne pensate? a che conclusione siete arrivati negli anni ?

P.s. Io ho ottenuto discreti risultati su esemplari da 500 lire, purtroppo nelle foto che ho provato a fare non riesco a farla trasparire... resta il problema su come definire alcuni punti che non riesco a tire a specchio. Ovviamente la lavorazione tocca solo i fondi quindi non comporta variazioni di peso ne usura dei dettagli


Saluti
Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MARCO B

Pienamente d'accordo con te...

Grazie elledi, adesso sto cercando foto di esemplari che secondo me rispecchiano le mie ricerche =)

Saluti

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MARCO B

Questa è una foto presa dalla rete:

La moneta è di indiscussa autenticità sia chiaro, i fondi per me sono ottenuti con un processo lungo ma in se semplice di lucidatura

post-9225-0-50468700-1295480968_thumb.jp

saluti

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MARCO B

questa è un altra presa sempre da google imag.

post-9225-0-90538900-1295481132_thumb.jp

anche questa di indscussa autenticità perche riconosco le foto del venditore, serio e stimato professionista

Saluti

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

questa è un altra presa sempre da google imag.

post-9225-0-90538900-1295481132_thumb.jp

anche questa di indscussa autenticità perche riconosco le foto del venditore, serio e stimato professionista

Saluti

Marco

Certamente autentiche ma...elaborate...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
riccardo86

ti pongo una domanda.....vorrei provare anch'io a creare dei fondi specchio con monete di poco valore....come faccio???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darman1983

premetto che non ho mai potuto visionare da vicino monete del genere (solo in foto).

Per il momento rimango legato all'idea che i fondi lucidi siano dovuti ai coni nuovi.

Non escludo un trattamento dei tondelli o dei coni prima della battitura per enfatizzare il risultato, ma un trattamento postumo lo vedo un po' problematico.

Escludendo a priori tutti i metodi meccanici (il lavoro sarebbe da vero certosino in quanto di solito i campi risultano lucidi anche per quei piccolissimi spaziettini tra i rilievi ), l'unica idea che mi viene in mente è un trattamento chimico che agisca solo sui campi, non sono un chimico e non so se esista qualcosa del genere, ma penso che vi sia il medesimo problema dei metodi meccanici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MARCO B

premetto che non ho mai potuto visionare da vicino monete del genere (solo in foto).

Per il momento rimango legato all'idea che i fondi lucidi siano dovuti ai coni nuovi.

Non escludo un trattamento dei tondelli o dei coni prima della battitura per enfatizzare il risultato, ma un trattamento postumo lo vedo un po' problematico.

Escludendo a priori tutti i metodi meccanici (il lavoro sarebbe da vero certosino in quanto di solito i campi risultano lucidi anche per quei piccolissimi spaziettini tra i rilievi ), l'unica idea che mi viene in mente è un trattamento chimico che agisca solo sui campi, non sono un chimico e non so se esista qualcosa del genere, ma penso che vi sia il medesimo problema dei metodi meccanici.

Se hai una punta morbida una buona lente sul piedistallo e sotto metti la moneta il lavoro non diventa così impossibile, vorrei sapere come fanno loro davvero ...

lavorazione dei tondelli prima di eseguire la coniazione no perche se no sarebbero tutti a specchio ... dei tondelli neanche per me, perche tante volte i dettagli sembrano satinati non so come spiegarti ...

Saluti

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Io ho parlato con il proprietario di un laboratorio di oreficeria e....si può si può......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MARCO B

Io ho parlato con il proprietario di un laboratorio di oreficeria e....si può si può......

io non ho avuto questo piacere ... nn ho conoscenze di orafi così bravi, se ti capita chiedigli il procedimento a grandi linee... sarebbe davvero interessante !!!

Saluti

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Io ho parlato con il proprietario di un laboratorio di oreficeria e....si può si può......

io non ho avuto questo piacere ... nn ho conoscenze di orafi così bravi, se ti capita chiedigli il procedimento a grandi linee... sarebbe davvero interessante !!!

Saluti

Marco

Ti farò sapere...ho intenzione di far specchiare un lire 20 oro 1881 di Umberto...vediamo che succede....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Piacentine

Ottima idea domenico così vediamo il risultato!

Anche se penso che sull'argento il processo non sia lo stesso..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darman1983

quindi se non ho capito male i fondi lucenti di queste monete li ritenete frutto di un trattamento posteriore richiesto dal collezionista o commerciante di turno a un orafo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MARCO B

quindi se non ho capito male i fondi lucenti di queste monete li ritenete frutto di un trattamento posteriore richiesto dal collezionista o commerciante di turno a un orafo.

Assolutamente si ... per quello che mi riguarda sono tutti trattamenti postumi !!!

Saluti

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darman1983

quindi se non ho capito male i fondi lucenti di queste monete li ritenete frutto di un trattamento posteriore richiesto dal collezionista o commerciante di turno a un orafo.

Assolutamente si ... per quello che mi riguarda sono tutti trattamenti postumi !!!

Saluti

Marco

è un po' questo che mi lascia perplesso. posso capire un trattamento del genere su una moneta di poco conto (nel caso di un errore la perdita è piccola), ma per monete di un certo valore il rischio è alto a meno che il procedimento sia affidabile al 100%.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

quindi se non ho capito male i fondi lucenti di queste monete li ritenete frutto di un trattamento posteriore richiesto dal collezionista o commerciante di turno a un orafo.

Assolutamente si ... per quello che mi riguarda sono tutti trattamenti postumi !!!

Saluti

Marco

è un po' questo che mi lascia perplesso. posso capire un trattamento del genere su una moneta di poco conto (nel caso di un errore la perdita è piccola), ma per monete di un certo valore il rischio è alto a meno che il procedimento sia affidabile al 100%.

Posso presumere che prima siano state fatte delle prove....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
darman1983

quindi se non ho capito male i fondi lucenti di queste monete li ritenete frutto di un trattamento posteriore richiesto dal collezionista o commerciante di turno a un orafo.

Assolutamente si ... per quello che mi riguarda sono tutti trattamenti postumi !!!

Saluti

Marco

è un po' questo che mi lascia perplesso. posso capire un trattamento del genere su una moneta di poco conto (nel caso di un errore la perdita è piccola), ma per monete di un certo valore il rischio è alto a meno che il procedimento sia affidabile al 100%.

Posso presumere che prima siano state fatte delle prove....

penso proprio di si, ma comunque essendo una lavorazione meccanica fatta a mano non c'è certezza assoluta e un errore può sempre capitare (dipende dalla mano dell'orafo)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Onestamente, pur non potendo escludere l'ipotesi, sono abbastanza scettico su questa cosa dei fondi lucenti postumi. Certamente la cosa è fattibile con le moderne lavorazioni, ma mi chiedo a che pro, visto che parliamo di trattamenti su monete che valgono svariate migliaia di Euro (nel caso del 5 lire del 1901 svariate decine di migliaia). Mi si dirà che un bel fondo lucente può aumentare il valore (teorico) di una moneta di qualche migliaio di Euro, ma il gioco ne vale la candela? Per quante prove siano state fatte e perfezionata la procedura, nessuna lavorazione è immune da rischio, e se la moneta si rovina durante il procedimento chi è poi che paga?

Cmq, al di là di questo ragionamento, i fondi lucenti, almeno sulle caravelle, non sono affatto una lavorazione postuma, visto che si trovano abbastanza facilmente anche su caravelle di annate comuni. Io stesso avevo un bel 1970 con dei bei fondi lucenti da far invidia, proveniente direttamente da serie di zecca, lo avevo pure postato tempo fa in un'altra discussione in cui si parlava della stessa tematica.

Quindi magari esisteranno, forse, monete a cui sono stati rifiniti i fondi per farle sembrare prooflike, ma sicuramente questa ipotesi non è da applicarsi a tutte le monete che presentano i fondi lucidi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Io parlo però di fondi definiti specchio....o si esagera nella definizione per quelle monete oppure tranquillo che sono postume.

Fondi lucenti ci si può anche stare, però spiegami come mai nella Collezione Reale fondi lucenti non ce ne sono manco per idea , e nemmeno nel Museo della Zecca (almeno per l'argento) mentre sul mercato ce ne sono a josa....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paolino67

Io parlo però di fondi definiti specchio....o si esagera nella definizione per quelle monete oppure tranquillo che sono postume.

Fondi lucenti ci si può anche stare, però spiegami come mai nella Collezione Reale fondi lucenti non ce ne sono manco per idea , e nemmeno nel Museo della Zecca (almeno per l'argento) mentre sul mercato ce ne sono a josa....

Fondo specchio è tutta un'altra cosa, purtroppo qui concordo che si abusa di questo termine che indica una lavorazione moderna che nulla ha a che fare con i fondi lucidi/lucenti/speculari/prooflike che dir si voglia di cui stiamo parlando.

Per il resto posso essere d'accordo con te, e difatti non ho negato la possibile esistenza di monete manipolate. Però non si può dire che TUTTE le monete presenti sul mercato siano manipolate, è questo che andavo a contestare, perchè almeno per le caravelle i fondi lucenti sono uno stato di fatto tutt'altro che difficile da rilevare, anche su monete sicuramente non manipolate in quanto provenienti da serie di zecca. Per quanto riguarda il 5 lire 1901 le ipotesi possono essere tante, ma tu stesso mi hai insegnato che i conii sono stati stranamenti movimentati in epoche successive, pertanto più che monete manipolate in modo postumo il mio dubbio è che i 5 lire con fondi lucenti siano stati coniati in modo postumo ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MARCO B

IO ho scritto Fs.. intendento il termine per qui fondi che sono a specchio realmente ( escludendo per intenderci le divisionali moderne dove il procedimento è tutt'altro )

Saluti

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Io parlo però di fondi definiti specchio....o si esagera nella definizione per quelle monete oppure tranquillo che sono postume.

Fondi lucenti ci si può anche stare, però spiegami come mai nella Collezione Reale fondi lucenti non ce ne sono manco per idea , e nemmeno nel Museo della Zecca (almeno per l'argento) mentre sul mercato ce ne sono a josa....

Fondo specchio è tutta un'altra cosa, purtroppo qui concordo che si abusa di questo termine che indica una lavorazione moderna che nulla ha a che fare con i fondi lucidi/lucenti/speculari/prooflike che dir si voglia di cui stiamo parlando.

Per il resto posso essere d'accordo con te, e difatti non ho negato la possibile esistenza di monete manipolate. Però non si può dire che TUTTE le monete presenti sul mercato siano manipolate, è questo che andavo a contestare, perchè almeno per le caravelle i fondi lucenti sono uno stato di fatto tutt'altro che difficile da rilevare, anche su monete sicuramente non manipolate in quanto provenienti da serie di zecca. Per quanto riguarda il 5 lire 1901 le ipotesi possono essere tante, ma tu stesso mi hai insegnato che i conii sono stati stranamenti movimentati in epoche successive, pertanto più che monete manipolate in modo postumo il mio dubbio è che i 5 lire con fondi lucenti siano stati coniati in modo postumo ;)

Ma costerebbe molto scrivere fondi stupendi, brillanti, lucenti, invece di giocare sull'equivoco indicandoli come fondo specchio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
darman1983

Io parlo però di fondi definiti specchio....o si esagera nella definizione per quelle monete oppure tranquillo che sono postume.

Fondi lucenti ci si può anche stare, però spiegami come mai nella Collezione Reale fondi lucenti non ce ne sono manco per idea , e nemmeno nel Museo della Zecca (almeno per l'argento) mentre sul mercato ce ne sono a josa....

Fondo specchio è tutta un'altra cosa, purtroppo qui concordo che si abusa di questo termine che indica una lavorazione moderna che nulla ha a che fare con i fondi lucidi/lucenti/speculari/prooflike che dir si voglia di cui stiamo parlando.

Per il resto posso essere d'accordo con te, e difatti non ho negato la possibile esistenza di monete manipolate. Però non si può dire che TUTTE le monete presenti sul mercato siano manipolate, è questo che andavo a contestare, perchè almeno per le caravelle i fondi lucenti sono uno stato di fatto tutt'altro che difficile da rilevare, anche su monete sicuramente non manipolate in quanto provenienti da serie di zecca. Per quanto riguarda il 5 lire 1901 le ipotesi possono essere tante, ma tu stesso mi hai insegnato che i conii sono stati stranamenti movimentati in epoche successive, pertanto più che monete manipolate in modo postumo il mio dubbio è che i 5 lire con fondi lucenti siano stati coniati in modo postumo ;)

Ma costerebbe molto scrivere fondi stupendi, brillanti, lucenti, invece di giocare sull'equivoco indicandoli come fondo specchio?

di solito le case d'asta più quotate riportano come conservazione FDC e nelle note fondi speculari, purtroppo alcune volte nello stato di conservazione viene riportato FS e anche a mio avviso risulta una forzatura

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

A proposito di FS...Asta Varesi nr.52 lotto nr.1525, centesimi 50 colonia Eritrea. Considerate FS e qFDC. Quanto hanno spuntato? E in quale data è stata fatta la Varesi 52?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×