Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
gpittini

Elagabalo

Risposte migliori

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

L'ultimo acquisto è un antoniniano di Elagabalo, IOVI CONSERVATORI; pesa 4,9 g. e misura 22 mm. Al R , Giove stante, con un fascio di fulmini ed un lungo scettro; sulla destra due insegne. Ma volevo farvi un sunto della vita di questo imperatore, messo in trono sostanzialmente da sua madre, così come la tratteggia il Sear. Varius Avitus Bassianus, noto più tardi come M.Aurelius Antoninus, nacque ad Emesa nel 205, figlio di Sextus Varius Marcellus e Julia Soemias, che era figlia di Julia Maesa. Nella sua gioventù fu sacerdote del Dio Sole Elagabalo, e in seguito con questo nome fu chiamato. Il 16 maggio 218 fu acclamato imperatore dalle truppe che stazionavano presso Emesa; presto la rivolta si estese alla Siria intera. Julia Maesa, nonna di Elagabalo, fu la vera promotrice della ribellione: approfittando della crescente impopolarità di Macrino, diffuse fra i soldati la diceria che Elagabalo fosse figlio di Caracalla, la cui memoria era cara all'esercito. Dopo la disfatta dell'esercito di Macrino, Elagabalo fu accettato quale imperatore anche dal Senato, ed iniziò un soggiorno ozioso a Roma. Il suo regno divenne celebre per il fanatismo religioso, la crudeltà, i comportamenti sanguinari e gli eccessi di ogni tipo. Fu perciò un grande sollievo per tutti che, il 6.3.222, Elagabalo e sua madre Julia Soemias, fossero assassinati nel campo dei pretoriani. I loro corpi vennero trascinati per tutta Roma e gettati nel Tevere. Morale: mai farsi elevare al trono dalla propria madre (e ancor meno dalla nonna).

post-4948-0-15218600-1295468014_thumb.jp

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Rovescio.

post-4948-0-51134700-1295468120_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

... sepolto in un mar di Antoniniani del III° secolo, riemergo per dare un singolo ma esplicativo contributo:

Elagabalus, 218 – 222

d=22 mm

Aureus circa 218-222, 6.42 g. IMP ANTONINVS PIVS AVG Laureate and draped bust r., with horn. Rev. INVICTVS SACERDOS AVG Elagabalus, standing l., sacrificing out of patera over altar and holding branch in l. hand; in field l., star. RIC 86b. BMC –, cf. 209 note. C –. Calicó 2997.

Excessively rare, only very few specimens known. A fabulous and unusual portrait of superb style, perfectly struck on a full flan.

Virtually as struck and almost Fdc

On this magnificent aureus the emperor-priest Elagabalus is shown at his most mature and depraved – even to the point of assuming the menacing scowl of Caracalla’s final portraits. The comparison is not far-fetched: within Severan dynastic rhetoric Elagabalus was alleged to have been Caracalla’s biological son, and it seems likely that the posthumous coins of Caracalla were produced early in the reign of Elagabalus. We may be sure that many of the artists who cut dies late in the reign of Caracalla were still at the mint during the reign of Elagabalus.

This highly individualized portrait shows the emperor at the end of his teenage years. It is quite different than the innocuous images on his earliest coins, when he assumed the throne at age 14 or 15. By the time this aureus was struck his personal depravities and religious eccentricities were well known to the metropolitan Romans. Elagabalus seems to have taken singular pleasure in offending Roman sensibilities, and his unprecedented use of a horn upon the emperor’s head was not only symbolic of his religious devotion, but no doubt was meant to be provocative.

The reverse gives us further pause, as it bears witness to the emperor’s fanatical dedication to his Eastern religion, having been the hereditary priest of the cult of the Syriac sun god before he was hailed emperor. Several of his later reverse types reference his role as priest, which he clearly took more seriously than his role as emperor. In this case Elagablaus is shown sacrificing at an altar, and is accompanied by the inscription INVICTVS SACERDOS AVG, which describes him as the unconquered emperor-priest.

Uno splendido raro Aureo in splendide condizioni che afferma lo status di Elagabalus in qualità di sacerdote del dio Sol Invictus. In realtà cercavo un denario simile di cui avevo ricordo ma ho trovato questo, replicato come tipologia e legenda anche come sesterzio.

Ciao

Illyricum

:)

PS: è chiaro che non è mio... magari!!! :D

post-3754-0-70736100-1295469735_thumb.jp

Modificato da Illyricum65

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mika

« Fece un tentativo di fuggire, e sarebbe riuscito a raggiungere un qualche luogo nascosto in una latrina,

se non fosse stato scoperto e ucciso, all'età di diciotto anni.

La madre, che lo abbracciò e lo strinse fortemente, morì con lui; le loro teste vennero spiccate dal busto e i loro corpi, dopo essere stati denudati,

vennero prima trascinati per tutta la città, e poi il corpo della madre venne gettato in un posto o in un altro, mentre il suo venne gettato nel fiume. »

(Cassio Dione Cocceiano, Storia romana, lxxx.20)

Rabbrividisco per la cruda descrizione.

Una brutta fine davvero, e mi viene in mente Valeriano.

Tenuto come schiavo da Sapore e poi ucciso ed impagliato come un trofeo...

(Lattanzio)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Lattanzio però non è fra i più attendibili: dei cosiddetti "persecutori" racconta cose spesso inverosimili, mentre Costantino viene invariabilmente santificato. Secondo altre fonti, Valeriano dopo diversi anni di prigionia morì di morte naturale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×