Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
giollo2

Monete in bronzo della Sicilia (610 - 641)

Risposte migliori

giollo2

ERACLIO (610 – 641)

La monetazione di Eraclio va divisa in due periodi:

1. Emissioni di Eraclio, solo

2. Emissioni in unione col figlio Eraclio Costantino.

La zecca di Catania continuò a battere il solito tipo di Decanummo: dal 616 al 622 con effigie di Eraclio, poi fino al 628/9 con i busti dei due Augusti.

Più interessanti sono le monete contromarcate:

Un primo gruppo consiste in Folles battuti ai tempi degli imperatori da Anastasio a Giustiniano, evidentemente ancora in circolazione in grande massa, sui quali venne impreso un tondino con busto e monogramma di Eraclio sul Rovescio e la sigla SCLs sul diritto.

Il secondo gruppo di monete contromarcate presenta i busti di Eraclio e Eraclio Costantino sul Rovescio, la sigla di zecca sul Diritto di Folles quasi contemporanei degli stessi regnanti, coniati a Costantinopoli nell’anno XXI del regno di Eraclio.

Sia nel primo che nel secondo gruppo i busti della contromarca sono simili a quelli dei Decanummi catanesi e per questo motivo le monete contromarcate fin ora generalmente sono state attribuite alla zecca di Catania. Nelle recenti pubblicazioni di Grierson e di Ricotti vengono invece assegnate a Siracusa. Ricotti pensa che la sigla SCLs ‘significhi più che il nome della provincia Exercitus Siciliae’ e che queste monete venissero poste in circolazione dal Comandante dell’esercito siciliano.

La contromarca del terzo gruppo differisce sensibilmente dalle presedenti: il busto di Eraclio è con lunga barba (come non esiste su moneta catanese) e la sigla è cambiata in SCs preceduta dal monogramma. Anche questa contromarca è impressa su Folles dell’anno XXI, però con i busti sul Diritto e la sigla sul Rovescio. Le monete di questo terzo gruppo sono quasi sempre tosate, spesso anche tagliate, di modo che si è tentato di considerare certi esemplari come dei mezzi Folles. Grierson ritiene probabile che siano state mandate in Sicilia da Costantinopoli, già contromarcate.” (Spahr pag. 10)

1. Emissioni di Eraclio, solo

Zecca di Catania (616 – 622/623)

DECANUMMO

D\ DN ERAC / LI PP AV

busto di Eraclio con corta barba e corona sormontata da crocetta, di fronte, con globo crucigero nella destra

R\ numerale I, ai lati A/N/N/O - X / III; all'esergo CAT

Diametro mm 13

Peso g 3,03 – 4,50

Anni di battitura:

- qI (616/7) Spahr 26

- qII (617/8) Spahr 27

- qIII (618/9) Spahr 28

- X (619/20) Spahr 29 con barba lunga

- X (619/20) Spahr 30 con CTA anziché CAT

- XI (620/21) Spahr 31

- XI (620/21) Spahr 32 con CTA anziché CAT

- X | I (620/21) Spahr 33 anno su due righe

- XII (621/22) Spahr 34

- X | II (621/22) Spahr 35 anno su due righe

- XIII (622/23) Spahr 36

- X | III (622/23) Spahr 37 anno su due righe

- III | X (622/23) Spahr 38 anno su due righe

PENTANUMMO

D\ DN ERAC / PP AVC

busto barbuto di profilo volto a destra

R\ numerale * V * ; all'esergo CAT

Diametro mm 12

Peso g 1,51 – 2,01

Rif. Spahr 40

Al n. 39 lo Spahr riporta un pentanummo con il busto dell’imperatore di fronte anziché di profilo, ritenendo tuttavia tale tipologia di dubbia esistenza.

CONTROMARCHE

Zecca di Siracusa (dopo il 630)

Contromarca (primo gruppo):

D\ busto di Eraclio con barba corta e corona sormontata da crocetta, di fronte, e monogramma

R\ sigla SCls

Questa contromarca è riportata dallo Spahr su Folles della zecca di Costantinopoli di:

- Anastasio (Spahr 41)

- Giustino I (Spahr 42)

- Giustino e Giustiniano (Spahr 43)

- Giustiniano (Spahr 44)

- Giustiniano – Folles datati delle zecche di Costantinopoli, Nicomedia e Cizico (Spahr 45)

-

2. Emissioni di Eraclio in unione con il figlio Eraclio Costantino

Zecca di Catania (623 – 629)

DECANUMMO

D\ busti di Eraclio con corta barba e Eraclio Costantino imberbe, di fronte; tra le due teste, in alto, una crocetta. Intorno tracce di leggenda

R\ numerale I, ai lati A/N/N/O - X / III; all'esergo C

Diametro mm 13 - 16

Peso g 3,64 – 4,60

Anni di battitura:

- X | III (622/3) Spahr 46

- X | IIII (623/4) Spahr 47

- X | V (624/5) Spahr 48

- X | q (625/6) Spahr 49 senza tracce di leggenda

- X | q II (627/8) Spahr 50

- X | q III (628/9) Spahr 51

CONTROMARCHE

Zecca di Siracusa

Contromarca (secondo gruppo):

D\ busti diademati di Eraclio, con barba corta, e di Eraclio Costantino imberbe, di fronte, tra le due teste una crocetta

R\ monogramma e sigla SCLs

Questa contromarca è riportata dallo Spahr su Folles di:

- Eraclio e Eraclio Costantino della zecca di Costantinopoli dell’anno XXI (Spahr 52)

- Eraclio, Eraclio Costantino e Eracleona della zecca di Ravenna (Spahr 53)

Contromarca (terzo gruppo):

D\ busti di Eraclio, con grandi baffi e lunga barba, e di Eraclio Costantino, con barba corta, di fronte; tra le due teste una crocetta

R\ monogramma e sigla SCs

Questa contromarca è riportata dallo Spahr su Folles di:

- Eraclio e Eraclio Costantino della zecca di Costantinopoli dell’anno XXI (Spahr 54)

MONOGRAMMA DI ERACLIO:

post-7879-0-63016100-1295780969_thumb.jp

Modificato da giollo2
  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giollo2

Contromarca primo gruppo (Eraclio da solo):

post-7879-0-57468000-1295781133_thumb.jp

post-7879-0-91064900-1295781142_thumb.jp

Modificato da giollo2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giollo2

Contromarca secondo gruppo (con Eraclio Costantino - SCLs senza monogramma):

post-7879-0-50612300-1295781337_thumb.jp

post-7879-0-14732800-1295781347_thumb.jp

Modificato da giollo2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giollo2

Contromarca terzo gruppo (con Eraclio Costantino - SCs e monogramma):

post-7879-0-79339700-1295781432_thumb.jp

post-7879-0-03167400-1295781441_thumb.jp

Modificato da giollo2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giollo2

Decanummo anno X | q:

Asta Italo Vecchi 4, New York 5/12/1996, lotto 541

post-7879-0-28809900-1295798216_thumb.jp

Modificato da giollo2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giollo2

[

Spahr 29 - MIB 240 - Sear 885 - MBR 11.116.1

Scusa l'ignoranza (e la pigrizia) ma MIB e MBR a quali testi fanno riferimento?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

[

Spahr 29 - MIB 240 - Sear 885 - MBR 11.116.1

Scusa l'ignoranza (e la pigrizia) ma MIB e MBR a quali testi fanno riferimento?

Mea culpa... avrei dovuto specificarlo... :(

MIB - Wolfang Hahn , Moneta Imperii Byzantini, 3 voll, Vienna 1973-1981

MBR - Andreas urs Sommer, Die Munzen des Byzantinischen Reiches 491-1453, Germania 2010

Modificato da fedafa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giollo2

[

Spahr 29 - MIB 240 - Sear 885 - MBR 11.116.1

Scusa l'ignoranza (e la pigrizia) ma MIB e MBR a quali testi fanno riferimento?

Mea culpa... avrei dovuto specificarlo... :(

MIB - Wolfang Hahn , Moneta Imperii Byzantini, 3 voll, Vienna 1973-1981

MBR - Andreas urs Sommer, Die Munzen des Byzantinischen Reiches 491-1453, Germania 2010

Non li conosco. Sono interessanti? Apportano alcune correzioni allo Spahr?

Sarebbe interessante in tal caso riportarle nella discussione (Se possiedi i testi e se hai tempo e voglia!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand

Sull'argomento forse sono interessanti anche gli studi di D. Ricotti Prina.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giollo2

Sull'argomento forse sono interessanti anche gli studi di D. Ricotti Prina.

Scusa Liutprand, ribadisco la mia ignoranza in materia (che si sta rivelando abissale!) puoi specificare a quali studi ti riferisci?. Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

[

Spahr 29 - MIB 240 - Sear 885 - MBR 11.116.1

Scusa l'ignoranza (e la pigrizia) ma MIB e MBR a quali testi fanno riferimento?

Mea culpa... avrei dovuto specificarlo... :(

MIB - Wolfang Hahn , Moneta Imperii Byzantini, 3 voll, Vienna 1973-1981

MBR - Andreas urs Sommer, Die Munzen des Byzantinischen Reiches 491-1453, Germania 2010

Non li conosco. Sono interessanti? Apportano alcune correzioni allo Spahr?

Sarebbe interessante in tal caso riportarle nella discussione (Se possiedi i testi e se hai tempo e voglia!)

I testi, esclusi il MIB (che all'epoca, per la classificazione, consultai in biblioteca) li ho tutti. Cerco di fare un po' di chiarezza nei limiti del possibile.

Le differenza sostanziale è che questi testi fanno iniziare le coniazioni bizantine in Sicilia già a partire da Giustiniano I, ma anche fra di loro sono discordanti e per nulla specificate le motivazioni di tali attribuzioni.

Cerco di fare un riepilogo veloce con una tabella e con la speranza di non commettere errori o fare confusione partendo da Giustiniano I. I riferimenti al MIB li ho presi incrociando gli altri testi.

Non so per la monetazione aurea, ma per me i follis ed il 1/2 follis sono da attribuire a Costantine in Numidia e le restanti emissioni in bronzo in modo particolare i pentanummi sono da attribuire alla zecca di Roma.

Ora devo andare a lavoro, quindi per i restanti imperatori chiedo qualche gg, visto che sarò lontano dai libri. Forse sarebbe il caso di aprire una discussione ad hoc?

Sperando non mi torni la passione per questa monetazione :P

Modificato da fedafa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giollo2

[

Spahr 29 - MIB 240 - Sear 885 - MBR 11.116.1

Scusa l'ignoranza (e la pigrizia) ma MIB e MBR a quali testi fanno riferimento?

Mea culpa... avrei dovuto specificarlo... :(

MIB - Wolfang Hahn , Moneta Imperii Byzantini, 3 voll, Vienna 1973-1981

MBR - Andreas urs Sommer, Die Munzen des Byzantinischen Reiches 491-1453, Germania 2010

Non li conosco. Sono interessanti? Apportano alcune correzioni allo Spahr?

Sarebbe interessante in tal caso riportarle nella discussione (Se possiedi i testi e se hai tempo e voglia!)

I testi, esclusi il MIB (che all'epoca, per la classificazione, consultai in biblioteca) li ho tutti. Cerco di fare un po' di chiarezza nei limiti del possibile.

Le differenza sostanziale è che questi testi fanno iniziare le coniazioni bizantine in Sicilia già a partire da Giustiniano I, ma anche fra di loro sono discordanti e per nulla specificate le motivazioni di tali attribuzioni.

Cerco di fare un riepilogo veloce con una tabella e con la speranza di non commettere errori o fare confusione partendo da Giustiniano I. I riferimenti al MIB li ho presi incrociando gli altri testi.

Non so per la monetazione aurea, ma per me i follis ed il 1/2 follis sono da attribuire a Costantine in Numidia e le restanti emissioni in bronzo in modo particolare i pentanummi sono da attribuire alla zecca di Roma.

Ora devo andare a lavoro, quindi per i restanti imperatori chiedo qualche gg, visto che sarò lontano dai libri. Forse sarebbe il caso di aprire una discussione ad hoc?

Sperando non mi torni la passione per questa monetazione :P

Se ci limitiamo alla monetazione in bronzo attribuita alla sicilia credo si possa continuare questa discussione (il problema è come strutturarla: credo sia opportuno non frazionarla troppo).

Il testo (MBR - Andreas urs Sommer, Die Munzen des Byzantinischen Reiches 491-1453, Germania 2010) è disponibile su Amazon scontato del 30% a 34 euro (già ordinato). Grazie Fedafa delle informazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa
Il testo (MBR - Andreas urs Sommer, Die Munzen des Byzantinischen Reiches 491-1453, Germania 2010) è disponibile su Amazon scontato del 30% a 34 euro (già ordinato).

Lo presi lì con consegna dalla Germania in un giorno... non ci credevo quando il giorno dopo il corriere suonò il campanello...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Finalmente a casa posso continuare con i raffronti tra i vari testi sulla monetazione in bronzo della Sicilia bizantina. Dopo Giustiniano I passiamo a Giustino II.

Decanummo (Grande X con stelle nei quattro angoli)

MIB 83 - Sicilia

Sear 416H - Sicilia

MBR - Manca

Spahr - Manca

Pentanummo (tipologia con stella che sormonta la V) http://www.wildwinds.com/coins/byz/justin_II/sb0405.jpg

MIB 84 Sicilia

Sear 405 Roma

MBR 4.167 Sicilia? (lo attribuisce però a Giustiniano I)

Spahr - Manca

Per questo pentanummo la partita è ancora aperta a mio avviso. Esso si differenzia da quello di Giustiniano I in pratica esclusivamente per il nome al D/ IVSTINI al posto di IVSTINIANVS, ma effettivamente riscontrare questa differenza di lettura è molto complicato, in quanto difficilmente la legenda risulta ben visibile. Comunque a prescindere dall'autorità emittente dubito che siano stati coniati in una zecca siciliana. In base ai ritrovamenti locali (ho partecipato come volontario ad uno scavo dove ne sono venuti fuori diversi) per me è da attribuire alla zecca di Roma.

Spero domani per il prossimo Imperatore... dopo il turno di notte il sonno avanza e non sono sicuro di quello che andrei a scrivere...

Modificato da fedafa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Siamo giunti a Tiberio II. A suo nome teoricamente vengono attribuite a zecche siciliane solo due bronzi, un decanummo ed un pentanummo. Il primo come si potrà vedere molto probabilmente è da attribuire alla zecca di Ravenna, mentre per il secondo viene ipotizzato essere un falso.

Decanummo (Grande I tra due croci) http://www.wildwinds.com/coins/byz/tiberius_II/sb0472.jpg

MIB 67 - Ravenna (anche se in nota sul Sear viene riportato che Hahn, che è l'autore del MIB, ipotizza che sia stato coniato in una zecca siciliana)

Sear 472 - Ravenna

MBR - 6.41 Ravenna

Spahr - Manca

Pentanummo (tipologia con grande V tra due stelle con all'esergo CAT). Per questa tipologia interessante la nota riportata nel Sear dove viene riportato che Grierson dubitava che questa moneta altro non fosse che un'opera del Cigoi)

MIB 66 Catania

Sear 472B Catania

MBR Manca

Spahr - Manca

Anche in questo caso quindi si può vedere come non siano certe tali attribuzioni

Modificato da fedafa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand

Grazie Davide, molto interessante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giollo2

Stavo per chiedere se era possibile allegare qualche immagine quando mi sono accordo dei links accanto ai nominali: immagini davvero belle!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Questa mattina passiamo alle tavole di concordanza per Eraclio:

Seguendo lo Spahr partiamo dal periodo in cui regna da solo:

Decanummo zecca di Catania http://www.wildwinds.com/coins/byz/heraclius/sb0885.jpg

MIB 240

Sear 885

MBR 11.116

Spahr 26

Per questo decanummo è interessante osservare come lo Spahr riporti gli anni di regno a partire dal 6° (qI), mentre il Sear riporta anche gli anni 3° (III) e 4° (II / II). Sarebbe interessante avere conferma di queste due ultime monete (anni 3° e 4°) con qualche immagine, io ne ho diverse in archivio, ma nessuna con questa datazione.

Pentanummo zecca di Catania (Tiopologia con il busto a dx al D/ ed al R/ grande V tra due stelle con all'esergo CAT)

MIB 242

Sear 887

MBR 11.117 bis

Spahr 40

Moneta molto rara a mio avviso.

Lo Spahr riporta al n° 39 anche un pentanummo simile al precedente ma con al D/ il busto frontale dell'Imperatore ma in nota dubita della sua reale esistenza. Gli altri testi non ne fanno menzione.

Follis con contromarca (zecca di Siracusa?) http://www.wildwinds.com/coins/byz/heraclius/sb0882.jpg

MIB tav. 18

Sear 882 (Zecca Siciliana)

MBR 11.113 (Zecca Siciliana)

Spahr 41-45 (Zecca di Siracusa)

Questa contromarca la possiamo trovare su follis precedenti di Anastasio, Giustino I, Giustino e Giustiniano e di Giustiniano. Il Sear riporta che su 59 esemplari presenti in alcuni cataloghi, 9 sono contromarcati su follis di Anastasio, 26 di Giustino I, 1 di Giustino e Giustiniano, 23 di Giustiniano.

Modificato da fedafa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Passiamo ora al periodo in cui Eraclio governa assieme al figlio Eraclio Costantino.

Decanummo - Zecca di Catania - http://www.wildwinds.com/coins/byz/heraclius/sb0886.jpg

MIB 241

Sear 886

MBR 11.117

Spahr 46-51

In questo caso troviamo riscontro anche con gli anni di regno.

Follis con contromarca del 1° tipo - zecca di Siracusa? http://www.wildwinds.com/coins/byz/heraclius/sb0883.jpg

MIB tav. 18

Sear 883 (zecca Siciliana)

MBR 11.114 (zecca Siciliana)

Spahr 52-53 (zecca di Siracusa)

Follis con contromarca del 2° tipo - zecca di Siracusa? http://www.wildwinds.com/coins/byz/heraclius/sb0884.jpg

MIB tav. 18

Sear 884 (zecca Siciliana)

MBR 11.115 (zecca Siciliana)

Spahr 54 (zecca di Siracusa)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

le90

salve! Mi ricollego a questa discussione in quanto la mia domanda è inerente alle contromante apposte sui follis durante il regno di Eraclio. Giollo scrive che Spahr riporta che la contromarca di secondo tipo si trova su follis di Eraclio per Costantinopoli e su follis di Eraclio, Eraclio Costantino e Eracleona della zecca di Ravenna. Dal momento che i follis di Ravenna contromarcati in Sicilia non sono riportati nè dal DOC nè dal Sear e avendone visti in asta soltanto due esemplari, che grado di rarità si può loro attribuire? Lo Spahr cosa dice in merito?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Follis Anonimo

Al momento non ho sotto mano lo Spahr ma, se può essere utile, l'Anastasi riporta un follis del tipo sear 883 / Spahr 53 ribattuto su uno di Ravenna (mi pare un sear 915 o 916) definendolo R4. Effettivamente, è il primo che noto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×