Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
dabbene

SEGNI SU SARDO-PUNICHE

Risposte migliori

dabbene
Supporter

Leggendo il Piras non ho trovato grandi notizie su cosa rappresentino i vari segni,simboli,lettere puniche presenti sulle monete sardo -puniche;magari ne avrete già parlato,cosa possono rappresentare?Periodo di emissone,identità o segno dell'incisore, o altro,o magari nulla di sicuro si può dire a proposito?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

La faccenda non riguarda solo le sarde, ma anche le siculo-puniche.Che io ricordi, non se ne sa moltissimo. L'ipotesi più accreditata è che si tratti di "marcature di conio", un po' come nella monetazione romana repubblicana del periodo a cavallo del 100 a.C.; quindi, le autorità puniche del tempo erano in grado (credo anche praticamente) di risalire al periodo di coniazione di una certa moneta, e di conseguenza anche agli artigiani che l'avevano prodotta. Per le romane repubblicane, su alcune tipologie sono stati fatti studi approfonditi, individuando moltissimi simboli e numeri (forse non tutti), e quindi con buona approssimazione il numero dei conii di D e di R, ed ipoteticamente il volume complessivo della emissione. Non mi risulta che sino ad ora per le puniche sia stato fatto un lavoro simile. Non mi sembra che siano accreditate altre ipotesi, ad es. che le lettere puniche ed i simboli siano segni di zecca o di officina; anche se sulle zecche puniche grava il più fitto mistero, o quasi. Prendi però tutto con riserva, vediamo se ci sono altri interventi.

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Marcus Didius

Salve a tutti,

ho visto gli interventi di Dabbene e Gianfranco sul significato dei simboli accessori come globi, palme, caducei e astri, legende monolitteri e bilitteri che si accompagnano ai soggetti raffigurati al D/ o al R/ e, forse come già detto sono simboli/lettere di controllo per risalire alla serie e quindi ai monetieri che le hanno prodotte. Ho consultato vari testi riguardanti la monetazione sardo-punica:

- Piras E.: le monete della Sardegna dal IV sec. a.C al 1842 Sassari 1996; Le monete sardo- puniche Torino 1993;

- Lenza A.: Storia della moneta in Sardegna Cagliari 2008;

- Civiche Raccolte Numismatiche Comune di Milano: La monetazione punica S.Donato Milanese 1979;

- varie pubblicazioni di alcuni musei dell'isola;

ma, devo terminare che non ho trovato spiegazioni esaustive per spiegare diversamente o correttamente quello che gli antichi monetieri punici volevano esprimere. Forse in questo 2011 vedremo qualche nuova opera sulla monetazione in argomento e spero che questo problema sia affrontato.

Marcus Didius

Modificato da Marcus Didius

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×