Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Horben Tumblebelly

Gigliato di Roberto d'Angiò postumo

Risposte migliori

Horben Tumblebelly
[i][b]Storia della tipologia di nominale[/b]:[/i]
Moneta d'argento di un carlino così detta perchè recava raffigurato al rovescio una croce gigliata.Il peso era di 4,00 grammi e fu introdotto da Carlo II d'Angiò re di Napoli nel 1302 sostituendo il saluto d'argento. La coniazione del gigliato fu caratteristica esclusiva della dinastia d'Angiò (infatti il giglio era il simbolo del blasone dei regnanti di Francia). Con Roberto, in particolare, ebbe grandissimo favore (il gigliato fu detto anche robertino) ed ebbe enorme diffusione anche al di fuori del regno.Per evitare il pericolo di esportazioni eccessive della moneta furono varate norme severissime.Inoltre per evitare che vi fossero alterazioni nella composizione della lega o nel peso fu stabilito,per la prima volta, di apporre sulle monete speciali contrassegni di coniazione destinati ad accertare eventuali responsabilità dei coniatori. Numerosi sono anche i robertini postumi. Al di fuori del regno partenopeo i gigliati furono imitati in Provenza; a Roma per opera dello zecchiere Domenico Gherardini durante il pontificato di Martino V; nell' Oriente Latino con fatture grossolane e forme alterate. La legenda impressa sulle monete napoletane è la seguente: "Honor regis iudicium diligit" ossia "l'onore del re predilige la giustizia" (salmo 98 par.4).
[i][b]Notizie specifiche della moneta:[/b][/i]
metallo: argento
peso: 4,00 g
autorità:Roberto d'Angiò,Re di Napoli (1309-1343) postumo
dritto: ROBERT DEI GRA IERL ET SICIL REX
il re seduto in trono,di fronte,
con protomi di leoni,
globo crucifero,scettro gigliato

rovescio: HONOR REGIS IVDICIV DILIGIT
croce gigliata e cantonata

zecca:Napoli

riferimenti: Pannuti-Riccio 2; Cagiati 43

Allego foto dritto e rovescio.
Vorrei precisare che ho superato le dimensioni consentite ma permettetemelo perchè per me è una soddisfazione mostrare qualche moneta della mia collezione.Se poi sono squalificato non fa niente.
Grazie.
[url="http://www.lamonetapedia.it/index.php/Immagine:DSCN0211n.JPG"]Dritto[/url]
[url="http://www.lamonetapedia.it/index.php/Immagine:DSCN0215.JPG"]Rovescio[/url] Modificato da gionata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adamaney
Bella moneta!

Fu imitata ad esempio a Chios genovese (maonesi) e in vari territori ad esempio dell'Anatolia meridionale (Sarukhanidi, eccetera, con leggende talvolta di fantasia e talvolta leggibili ed attribuite).

Indubbiamente una delle monete piu' belle e popolari del Mediterraneo.

Buone Feste

Dario Ferro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00
Indubbiamente una moneta da ammirare .
Complimenti anche per le foto di ottima qualita' :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×