Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
cesarenum

GC Dracma Apollonia Pontica

Risposte migliori

cesarenum

Leggendo varie discussioni in questo topic sulle dracme e la simbologia di medusa ho notato che utenti piu' esperti, allertavano riguardo i numerosi falsi che girano su questa tipologia :ph34r:

Avendo comprato da un po di mesi una dracma di questo tipo vorrei cercare di capire di che tipologia si tratta e se innanzitutto non e' un falso.

dracmaxweb.jpg

leggendo in questo link http://rg.ancients.info/bulgarian_school/

postato da Apollonia in altre discussioni

sembra che la suddetta moneta, a mio modesto avviso, sia del tipo 2

anche perche' e' l' unica che non ha la "A" vicino l' ancora...... :rolleyes:

Mi piacerebbe avere altre opinioni a riguardo

Grazie a tutti :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Ciao cesarenum

E’ giusta la tua assegnazione della moneta al tipo 2, la sola senza A tra gli undici tipi di peso compreso tra 3,2-3,4 g con Medusa sulla faccia concava. La faccia convessa dell’ancora dev’essere però ruotata di 180° come nel pezzo attualmente in asta alla Helios Numismatik visibile in http://www.sixbid.com/nav.php?p=viewlot&sid=365&lot=357

Qui ho messo a confronto una moneta autentica di tipo 2 (a) con la tua correttamente orientata (b)

post-703-0-75904500-1297858690_thumb.jpg

Qui ci sono i falsi illustrati nel sito che conosci

2ngbwp0.jpg

La diagnosi non è facile sulla base delle foto perchè anche se alcuni particolari (fronte, capelli, occhi, guance, bocca, denti, naso, lingua di Medusa; numero delle gambe del crostaceo e definizione perfetta; ecc. ecc.) si ripetono con maggior frequenza nei falsi che nella moneta autentica, c’è sempre l’eccezione.

C’è da tener presente poi che questi falsi hanno inizialmente ingannato gli addetti ai lavori, molti dei quali hanno onestamente ritirato i falsi e risarcito i collezionisti.

Quindi uno deve anche fidarsi della serietà della casa d’aste che ora propone un'Apollonia (per quanto qualche ‘ritorno’ non sia da escludere).

Tornando alla tua moneta, direi che quelle piccole mancanze del tondello al contorno possono giocare a favore dell’autenticità.

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cesarenum

Grazie Apollonia del tuo intervento

come gia' detto in altri topic come quello aperto da Marco (SporaN27)

queste monete sono veramente meravigliose, man mano che approfondisco le mie nozioni su esse :)

scopro sempre qualcosa di nuovo....come ad esempio le rappresentazioni di medusa nel tempo. :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miglio81

Scusa cesarenum, ma vedo solo ora il tuo post.

A dire il vero non sono molto convinto che si tratti di una moneta autentica, anzi ho molti dubbi.

Per riconoscere questa famosa falsificazione, ci sono alcune regole auree da considerare:

1) il ghigno demoniaco della Gorgone (mentre nell'originale è quasi buffa);

2) la fronte praticamente assente;

3) la patina di tonalità oro-marroncina-grigia;

4) lo stile asimmetrico (nelle originali è sempre ben simmetrica la Gorgone), gli occhi e i particolari troppo curati rispetto all'originale;

5) l'ancora deve essere ben simmetrica con la scanalatura centrale non troppo visibile;

6) l'astice non deve essere troppo curata con più di 6 zampe (tre per parte).

A me pare, salvo alcune motifiche dei serpenti intorno al volto, lo stesso rovescio dell'esemplare 5.

Le indicazioni di roconoscimento, sono indicate nel famoso link del New York Hoard.

Nell 1999 al Convegno Nazionale numismatico di New York ne furono venduti a grandi quantità, anche a numismatici e periti esperti che ovviamente, non conoscendo ancora il livello di falsificazione ci caddero in pieno.

Tra l'altro, una volta scoperti, furono dove possibile, recuperati, ma non confiscati, ma riaffidati ai venditori originari....che come potrete immaginare li hanno in poco tempo ridispersi nel mercato...

Prova a chiedere anche pareri a numismatici professionisti esperti in questo tipo di monetazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cesarenum

Grazie Miglio81

per le tue osservazioni in parte gia' citate diversamente da Apollonia....

quello che posso dire riprendendo il discorso di Apollonia sul contorno e' che le mancanze di metallo presenti sono molto irregolari e differenti da quelle dei falsi dove la mancanza sembra non esserci o addirittura ricavata artificialmente.

provero' a postare una foto piu' dettagliata.....

E provero' a scrivere alla casa d' aste per avere altre informazioni.

Modificato da cesarenum

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cesarenum

Allego un po di foto piu' ravvicinate e dettagli quelle che ho postato sono prese da web.....

aspetto un vostro commento...

medusaqy.jpg

retrou.jpg

mancanze.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

@cesarenum

Manca una foto del falso di ottima qualità come le tue. Ciononostante il confronto con il fake 5 dovrebbe a mio parere avvalorare l’ipotesi di autenticità della tua moneta, specialmente per quegli 'edge splits'.

post-703-0-16491100-1300393798_thumb.jpg

post-703-0-48799500-1300394489_thumb.jpg

Il falso sembra fatto con lo stampino: contorno liscio e regolare, occhi e naso di Medusa tondi come sferette lucide, serpentelli sottili e distanziati, stile grossolano dell’ancora e del gamberetto, ecc.

Ben diversi questi e altri particolari nella moneta in esame.

Quanto al numero di zampette del crostaceo, nelle tua ne conto cinque più un’antenna da ciascuna parte.

Nel sito dei fakes si legge che sulla maggior parte, ma non tutte, di queste il gambero ha sei zampe.

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Salve

Riguardo il numero di zampe del crostaceo, con tutta probabilità ha ragione miglio quando dice (post #4) che nella moneta autentica

6) l'astice non deve essere troppo curata con più di 6 zampe (tre per parte).

In ogni caso, nel rispettivo testo inglese

On many, not all, of the fakes, the crayfish has more than six legs, which are very finely rendered.

quel not all non esclude che in una moneta autentica le zampe siano in numero maggiore.

In attesa della risposta degli addetti ai lavori e in particolare degli esperti della casa d’asta che hanno messo in vendita la moneta sub judice, posto queste ‘Non Apollonia’ con la Gorgone rispettivamente (dall’alto in basso) in bronzo (Aes Grave di Olbia), in oro (1/12 statere di Cizico) e in piombo (tessera di Populonia)

post-703-0-90284600-1300731289_thumb.jpg

accompagnate da questi versi del Poeta (Dante, IX canto dell’Inferno (55-57))

«Volgiti 'n dietro e tien lo viso chiuso;

ché se 'l Gorgón si mostra e tu 'l vedessi,

nulla sarebbe di tornar mai suso».

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×