Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
lgmoris

Legislazione sulle Monete Medioevali

Risposte migliori

lgmoris

Buongiorno a tutti,

Mi scuso se l'argomento e' gia' stato trattato ma gradirei una semplice chiarificazione. Vorrei sapere come vengono considerate le monete Medioevali dalla legislazione Italiana. Sono monete antiche da considerarsi alla pari delle Romane ed a cui va applicata la stessa legislazione ? O sono monete piu' "recenti" di libero scambio e collezionamento?

Grazie,

Lamberto ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Invito l'utente Rick2 ad utilizzare un linguaggio "più consono". E' giusto manifestare il proprio pensiero, ma è altrettando giusto rispettare chi scrive e chi legge.

Per quanto riguarda la legislazione in merito al possesso ed al commercio di materiale numismatico credo che siano state fornite adeguate risposte, cmq nella sezione legislazione del forum puoi avere la possibilità di approfondire la cosa. Voglio però sottolineare che di fronte alla legge e quindi alla lecita provenienza delle monete, non vi è distinzione tra monete greche, romane o medievali, anche se però bisogna ammettere che le prime sono sicuramente più soggette a “controlli”.

Volevo però approfittare del post per sottolineare un’altra considerazione che va fatta, sperando di non uscire troppo dall’argomento principale, cioè il ritrovamento monetale.

Quando più o meno casualmente si rinviene una o più monete in un terreno, non ci si sofferma a pensare un momento alle informazioni storiche che questi tondelli possono fornirci, importantissime per determinare la circolazione monetaria in un determinato luogo ed in un determinato periodo, magari fornendo anche possibilità di nuovi studi su delle tipologie o sull’attività di produzione di determinate zecche. Quindi, tralasciando un attimo i seppur importanti risvolti legali (o illegali) della cosa, pensiamo per un attimo invece il danno che si fa al patrimonio storico del luogo. Apro una parentesi per riportare a riguardo un’esperienza personale. Da un po’ di tempo a questa a parte sto partecipando come volontario ad uno scavo dalle mie parti. Parto dal presupposto che si tratta della mia terra d’origine, quindi il mio interesse è sicuramente incentivato da un minimo di “campanilismo” e dal fatto di scoprire ulteriori e nuove notizie storiche sulla mia terra. Cmq in questo scavo (molto piccolo in realtà) stanno venendo fuori diverse monete che già stanno facendo riscrivere la storia di questo piccolo paese. Saranno poi gli “addetti ai lavori” che le studieranno e ne trarranno le dovute conclusioni, ma voglio sottolineare proprio il fatto di come questi tondelli, spesso mal conservati, siano portatori di una quantità di dati numismatici e storici impressionanti.

Ora pensiamo per un attimo che queste monete fossero state rinvenute "casualmente" e successivamente disperse, quale danno si sarebbe causato (anche involontariamente) in primis a quello che è chiaramente un sito archeologico (anche se non censito) e successivamente alla ricostruzione storica del luogo e sulla sua circolazione monetaria in un determinato periodo.

Detto questo (ripeto parlo in senso generale) spero sia più chiaro il perché di una legge che spesso dal collezionista è vista in maniera restrittiva.

E’ comunque altresì vero che spesso anche se il ritrovamento viene debitamente segnalato, o per mancanza di fondi o per altro, quasi mai si arriva poi ad uno scavo o ad una ricerca approfondita sul posto, ma questo ritengo sia un altro problema.

Fedafa.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Rick2,

ma se è un forum di celebrolesi, e terroristi (sebbene nessuno abbia il fervore di paragonarsi ad un talebano, se non Lei) perchè condivide il Suo prezioso tempo con noi ?

Lei vuole leggere e comprendere solo ciò che meglio supporta le Sue opinioni e questo non è corretto. Il Suo modo di relazionarsi con il resto del forum è primordiale ed eccessivamente aggressivo, in una sorta di competizione costante; portando esempi che non sempre sono corretti.

I Suoi commenti sarcastici sulle istituzioni italiane, e su chi si ostina a vivere in questo Paese, li può risparmare, nessuno Le manca di rispetto, ed in più occasione ammiro la compostezza dei Suoi interlocutori alle Sue continue e reiterate provocazioni.

Pertanto, e glielo dico in modo che un British di adozione lo capisca, si dia una calmata che è andato oltre ogni limite, visto che gli avvertimenti non La sfiorano, lo consideri un consiglio.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

toto

In veste di moderatore invito tutti ad esprimere le proprie opinioni in forma NON polemica.

Il tema della discussione, non dovrebbe esserlo, ma è purtroppo uno di quelli che "scaldano gli animi". Poiché è però anche un tema estremamente interessante, mi auguro non ci costringiate a dover chiudere la discussione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adolfos

Sono pienamente d'accordo con quello espresso dai moderatori e condivido in pieno il pensiero del curatore fedafa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Commissione Disciplinare

Commissione disciplinare convocata d'urgenza.

(rif. Commissione #1: rick2)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

Faccio presente questa notizia:

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_aprile_8/monete-medievali-guardia-finanza-visconti-190396686203.shtml

non mi sembra che ci sia il benché minimo distinguo tra romane e medievali, a giudicare da quanto si legge.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alberto Varesi

Faccio presente questa notizia:

http://milano.corrie...396686203.shtml

non mi sembra che ci sia il benché minimo distinguo tra romane e medievali, a giudicare da quanto si legge.

In effetti quando si parla di ritrovamenti il distinguo non c'é......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vincenzo

Invito l'utente Rick2 ad utilizzare un linguaggio "più consono". E' giusto manifestare il proprio pensiero, ma è altrettando giusto rispettare chi scrive e chi legge.

Per quanto riguarda la legislazione in merito al possesso ed al commercio di materiale numismatico credo che siano state fornite adeguate risposte, cmq nella sezione legislazione del forum puoi avere la possibilità di approfondire la cosa. Voglio però sottolineare che di fronte alla legge e quindi alla lecita provenienza delle monete, non vi è distinzione tra monete greche, romane o medievali, anche se però bisogna ammettere che le prime sono sicuramente più soggette a “controlli”.

Volevo però approfittare del post per sottolineare un’altra considerazione che va fatta, sperando di non uscire troppo dall’argomento principale, cioè il ritrovamento monetale.

Quando più o meno casualmente si rinviene una o più monete in un terreno, non ci si sofferma a pensare un momento alle informazioni storiche che questi tondelli possono fornirci, importantissime per determinare la circolazione monetaria in un determinato luogo ed in un determinato periodo, magari fornendo anche possibilità di nuovi studi su delle tipologie o sull’attività di produzione di determinate zecche. Quindi, tralasciando un attimo i seppur importanti risvolti legali (o illegali) della cosa, pensiamo per un attimo invece il danno che si fa al patrimonio storico del luogo. Apro una parentesi per riportare a riguardo un’esperienza personale. Da un po’ di tempo a questa a parte sto partecipando come volontario ad uno scavo dalle mie parti. Parto dal presupposto che si tratta della mia terra d’origine, quindi il mio interesse è sicuramente incentivato da un minimo di “campanilismo” e dal fatto di scoprire ulteriori e nuove notizie storiche sulla mia terra. Cmq in questo scavo (molto piccolo in realtà) stanno venendo fuori diverse monete che già stanno facendo riscrivere la storia di questo piccolo paese. Saranno poi gli “addetti ai lavori” che le studieranno e ne trarranno le dovute conclusioni, ma voglio sottolineare proprio il fatto di come questi tondelli, spesso mal conservati, siano portatori di una quantità di dati numismatici e storici impressionanti.

Ora pensiamo per un attimo che queste monete fossero state rinvenute "casualmente" e successivamente disperse, quale danno si sarebbe causato (anche involontariamente) in primis a quello che è chiaramente un sito archeologico (anche se non censito) e successivamente alla ricostruzione storica del luogo e sulla sua circolazione monetaria in un determinato periodo.

Detto questo (ripeto parlo in senso generale) spero sia più chiaro il perché di una legge che spesso dal collezionista è vista in maniera restrittiva.

E’ comunque altresì vero che spesso anche se il ritrovamento viene debitamente segnalato, o per mancanza di fondi o per altro, quasi mai si arriva poi ad uno scavo o ad una ricerca approfondita sul posto, ma questo ritengo sia un altro problema.

Fedafa.

Non c'è nient'altro da aggiungere. Tutto sacrosantissimissimamente :D VERO!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

Faccio presente questa notizia:

http://milano.corrie...396686203.shtml

non mi sembra che ci sia il benché minimo distinguo tra romane e medievali, a giudicare da quanto si legge.

In effetti quando si parla di ritrovamenti il distinguo non c'é......

Non mi pare che ci sia MAi il distinguo...precisiamo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Quando più o meno casualmente si rinviene una o più monete in un terreno, non ci si sofferma a pensare un momento alle informazioni storiche che questi tondelli possono fornirci, importantissime per determinare la circolazione monetaria in un determinato luogo ed in un determinato periodo

E' uno di quei casi, nel quali la numismatica palesa tutta la propria importanza storica e culturale. E' proprio interfacciandosi con la storia politica ed economica, che la numismatica diventa uno studio "vivo".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alberto Varesi

Faccio presente questa notizia:

http://milano.corrie...396686203.shtml

non mi sembra che ci sia il benché minimo distinguo tra romane e medievali, a giudicare da quanto si legge.

In effetti quando si parla di ritrovamenti il distinguo non c'é......

Non mi pare che ci sia MAi il distinguo...precisiamo...

Questo é un tuo pensiero, che rispetto, ma i fatti mi pare dicano il contrario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

Faccio presente questa notizia:

http://milano.corrie...396686203.shtml

non mi sembra che ci sia il benché minimo distinguo tra romane e medievali, a giudicare da quanto si legge.

In effetti quando si parla di ritrovamenti il distinguo non c'é......

Non mi pare che ci sia MAi il distinguo...precisiamo...

Questo é un tuo pensiero, che rispetto, ma i fatti mi pare dicano il contrario.

Me ne citi uno solo ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×