Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
flipper

Quand'è che una moneta è FDC?

Risposte migliori

flipper

Buongiorno a tutti vorrei sapere quando una moneta puo essere considerata FDC perchè quando ho letto la definizione di FDC dice "appena uscita dal conio senza alcun segno di contatto" ma allora anche quando si tocca la moneta la moneta dovrebbe essere subito declassificata qFDC!!! :blink:

Grazie a coloro che risponderanno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lgmoris

Penso che questa sia piu' appropiata:

FDC - fior di conio.

E' il più alto grado di conservazione. La moneta non presenta alcun segno di circolazione e conserva la sua lucentezza originale, anche se è possibile ritrovare su di essa un numero esiguo di piccoli segni di contatto con le altre monete. Dobbiamo infatti ricordare che solitamente alla Zecca le monete appena coniate cadono una sull'altra e vengono raccolte in sacchi oppure contenitori metallici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Buongiorno a tutti vorrei sapere quando una moneta puo essere considerata FDC perchè quando ho letto la definizione di FDC dice "appena uscita dal conio senza alcun segno di contatto" ma allora anche quando si tocca la moneta la moneta dovrebbe essere subito declassificata qFDC!!! :blink:

Grazie a coloro che risponderanno

Ciao Flipper, il FDC è quando la moneta si trova nello stato in cui era (uscendo dal conio), con la totalità del lustro di zecca ( caratteristica della superficie del tondello che fa splendere la moneta appena coniata) quindi senza alcuna traccia di usura e con i rilievi delle figure integri; Ricordati però che può contenere difetti di conio. Il qFDC si ha quando la moneta non ha mai circolato ma presenta lievi segni di passaggi di mano e di contatto; il lustro scende alla metà. Detto questo DIPENDE UNO COME LA TASTA e soprattutto quante volte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

magdi

ci sono diverse tesi... secondo alcuni una moneta è FDC se è perfetta in ogni particolare (sono d' accordo) secondo altri è FDC anche quella moneta uscita dalla zecca con difetti di conio anche grossi... spostamento sbavature... nelle medioevali ci sono spesso.... e comunque, il FDC, come tutte le conservazioni è un parere... ogni tanto mi capita di vedere monete sigillate FDC da grandi numismatici che a mio parere non arrivano neanche allo SPL... è relativo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

ci sono diverse tesi... secondo alcuni una moneta è FDC se è perfetta in ogni particolare (sono d' accordo) secondo altri è FDC anche quella moneta uscita dalla zecca con difetti di conio anche grossi... spostamento sbavature... nelle medioevali ci sono spesso.... e comunque, il FDC, come tutte le conservazioni è un parere... ogni tanto mi capita di vedere monete sigillate FDC da grandi numismatici che a mio parere non arrivano neanche allo SPL... è relativo...

Ciao magdi, secondo me non esistono tesi diversi o pareri diversi al di fuori dei casi che ho elencato precedentemente,dove ho anche detto che le monete in FDC possono avere dei difetti di conio; però il grado FDC la moneta o lo è o non lo è; giustamente, con hai ben detto le monete sigillate dai numismatici, se toccate parecchie volte, non potranno mai esserlo. Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

magdi

ci sono diverse tesi... secondo alcuni una moneta è FDC se è perfetta in ogni particolare (sono d' accordo) secondo altri è FDC anche quella moneta uscita dalla zecca con difetti di conio anche grossi... spostamento sbavature... nelle medioevali ci sono spesso.... e comunque, il FDC, come tutte le conservazioni è un parere... ogni tanto mi capita di vedere monete sigillate FDC da grandi numismatici che a mio parere non arrivano neanche allo SPL... è relativo...

Ciao magdi, secondo me non esistono tesi diversi o pareri diversi al di fuori dei casi che ho elencato precedentemente,dove ho anche detto che le monete in FDC possono avere dei difetti di conio; però il grado FDC la moneta o lo è o non lo è; giustamente, con hai ben detto le monete sigillate dai numismatici, se toccate parecchie volte, non potranno mai esserlo. Ciao

beh... non c' entra molto quanto le tocchi... le monete vengono sigillate da esperti che, alcune volte, danno un parere diverso dal mio... e per il discorso dei difetti di conio, c'è chi non ritiene FDC una moneta (questo soprattutto per le medievali) con grandi difetti di conio...anche se quella è uscita dalla zecca così... la questione non è così semplice...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ersanto

Una moneta FDC la puoi pure buttare sotto a un camion. Se nessuno se ne accorge a guardarla, sempre FDC rimane.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

Come se fosse antani naturalmente!:lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sor Lillo

Ciao flipper, mi sono avvicinato un po' più seriamente alla numismatica da poco più di un anno e mi sono subito posto la tua stessa domanda a causa di una certa confusione riscontrata.

La mia piccola esperienza mi ha dimostrato che può essere venduto per FDC cose che qui sul forum non sono considerate come tali ma che sembrerebbero corrispondere alle definizioni riportate su alcuni manuali (vedi Gigante). Come dice magdi, a volte si entra nel soggettivo e magari alcuni periti e/o venditori di manica larga danno per FDC qualcosa che un collezionista non reputi come tale.

Per capire meglio, mi è stato di grande aiuto il sistema statunitense. Sebbene sia spesso accusato, anche negli USA, di essere eccessivamente complesso (prevede, almeno in teoria, fino a 70 gradi di conservazione!), esso prevede 10 gradi per il MINT STATE (da MS 60 a MS 70). MINT STATE può essere tradotto come “Condizione di zecca”. In breve, una moneta MS non ha mai circolato (presupposto fondamentale anche da noi in Italia per essere considerata FDC) ma può essere più o meno segnata, coniaiata non perfettamente e così via.

http://www.pcgs.com/grades.chtml

Citando di nuovo magdi, quando egli dice “secondo alcuni una moneta è FDC se è perfetta in ogni particolare” intende quello che negli USA sarebbe un MS 70: “As struck, with full strike” (anche io sono d’accordo).

Per concludere, il sistema americano, con tutte le sue pecche, cerca di razionalizzare ciò che può essere materia altamente soggettiva e può forse aiutare a comprendere perché dire semplicemente qFDC , FDC o FDC Eccezionale possa non essere sufficiente a mettere tutti d’accordo.

Spero di non averti confuso ulteriormente, un saluto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

magdi

Citando di nuovo magdi, quando egli dice "secondo alcuni una moneta è FDC se è perfetta in ogni particolare" intende quello che negli USA sarebbe un MS 70: "As struck, with full strike" (anche io sono d'accordo).

giusto Sor Lillo, perchè in italia non ci sono i numeri ma ci sono i +, i -, le q. e le metà... un 60 è SPL-FDC, un 65 è un qFDC e un 67 puo essere un FDC - ma il FDC è 70 e basta...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ggpp The Top

Citando di nuovo magdi, quando egli dice "secondo alcuni una moneta è FDC se è perfetta in ogni particolare" intende quello che negli USA sarebbe un MS 70: "As struck, with full strike" (anche io sono d'accordo).

giusto Sor Lillo, perchè in italia non ci sono i numeri ma ci sono i +, i -, le q. e le metà... un 60 è SPL-FDC, un 65 è un qFDC e un 67 puo essere un FDC - ma il FDC è 70 e basta...

Si, però se una moneta ha qualche difetto di conio ed è uscita così dal conio, se non è usurata o altro rimane sempre FDC, il difetto c'è stato a conio quindi rimane sempre "appena uscita dal conio".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giov60

E' un problema ricorrente, per cui non vale forse la pena discuterne. Potreste ritrovare numerose altre discussioni a tema "FDC" senza accordo finale.

Fior di conio, a mio parere (ma non solo mio) indica qualcosa di più di "uncirculated" (americano per "mai circolata"). Il "fiore del conio" indica una moneta che oltre a non essere "passata di mano" è anche stata particolarmente ben coniata.

Pertanto il FDC vero è un'utopia per alcune monete antiche, e tale gradazione viene talora utilizzata per indicare una conservazione quasi perfetta e comunque eccezionale per quel tipo. Da qui i diversi pareri.

Secondo alcuni si potrebbe utilizzare la definizione Sup (Superiore) che non indica la perfezione, ma la massima conservazione ottenibile per quella determinata moneta.

E comunque l'esperienza porta ad affinare il gusto, e quello che 10 anni fa consideravo il massimo (e dunque FDC) oggi non lo considero più tale.

;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lgmoris

Daccordo con Sor Lillo :

.......Per capire meglio, mi è stato di grande aiuto il sistema statunitense. Sebbene sia spesso accusato, anche negli USA, di essere eccessivamente complesso (prevede, almeno in teoria, fino a 70 gradi di conservazione!), esso prevede 10 gradi per il MINT STATE (da MS 60 a MS 70). MINT STATE può essere tradotto come “Condizione di zecca”. In breve, una moneta MS non ha mai circolato (presupposto fondamentale anche da noi in Italia per essere considerata FDC) ma può essere più o meno segnata, coniaiata non perfettamente e così via.

Il FDC va secondo la scala Americana da MS 60 a MS70 . In condizione MS60 la moneta pur non avendo circolato puo' avere graffietti e battiture dovute al contatto. Andando in su' di grado la moneta e' sempre piu' inusualmente perfetta. Se poi ha un bel lustro viene qua chiamata BU (Brilliant Uncirculated) . Si arriva infine all'MS-70 che e' la insoluta condizione privilegiata di fortuna in cui la moneta non solo non ha circolato, ma non ha neanche un graffio o colpetto. In poche parole e' perfetta. Tale situazione, di uno su milioni di monete coniate, e' chiamata "Gem" ( Gemma).

Tornando al nostro FDC. Tutto dipende dall'interpretazione che si da a: "Fiore del Conio" Se si interpreta come Fiore (moneta) uscita dal coniatura. Puo essere benissimo un MS60. Cioe' uncirculated. Come uscito dal conio anche se con graffietti e colpetti naturali. Se invece si intende Il Fiore delle monete coniate non circolate, si restringe il campo alle BU fino a portarlo alla condizione Gemma.

Io sarei per considerarlo un MS-60 in quanto questa definizione puo' abbracciare piu' facilmente le monete moderne di una certa eta' come quelle del Regno. (Daccordo che per le medioevali il FDC e' un utopia. Oppure bisogna riconoscergli una elasticita' consona al tempo trascorso) ... Interpretare il FDC letteralmente come il Fior Fiore delle coniate sarebbe come chiamarlo FFDC ed elevarlo a MS 70, cioe' alla posizione di Gemma. A mio avviso questa locazione sarebbe eccessivamente restrittiva. In questa posizione di assoluta perfezione in cui occorre il microscopio elettronico per l'autenticazione e la sigillazione sotto vuoto per la continua conservazione non e' ammesso alcuna se pur minima imperfezione. Tali monete possono raggiungere alle aste milioni di dollari. Sono appunto Gemme e come tali vengono trattate dal mercato.

Ogni scala di gradazione e' solo una guida per meglio apprezzare la bellezza di una moneta. Ed e' questa bellezza , anche se imperfetta, che piace e motiva la nostra passione di collezionisti. Quando si entra nel campo delle "Gems" il campo e le regole di gioco cambiano. Ci troviamo in una zona non piu' polpolata da collezionisti, ma da finanzieri ed investitori che danzano ad una musica completamente diversa dalla nostra.......La moneta nelle loro mani si' trasforma e passa da frutto di amore e conservazione numismatica a puro "bullion"

Il gioco diventa pesante e per me non piu' divertente.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sor Lillo

Io sarei per considerarlo un MS-60 in quanto questa definizione puo' abbracciare piu' facilmente le monete moderne di una certa eta' come quelle del Regno. (Daccordo che per le medioevali il FDC e' un utopia. Oppure bisogna riconoscergli una elasticita' consona al tempo trascorso) ... Interpretare il FDC letteralmente come il Fior Fiore delle coniate sarebbe come chiamarlo FFDC ed elevarlo a MS 70, cioe' alla posizione di Gemma. A mio avviso questa locazione sarebbe eccessivamente restrittiva. In questa posizione di assoluta perfezione in cui occorre il microscopio elettronico per l'autenticazione e la sigillazione sotto vuoto per la continua conservazione non e' ammesso alcuna se pur minima imperfezione. Tali monete possono raggiungere alle aste milioni di dollari. Sono appunto Gemme e come tali vengono trattate dal mercato.

Sono d'accordo, quello che noi qui consideriamo solitamente come FDC negli USA sarebbe chiuso come MS60 o poco più. MS70 indica una perfezione difficilmente raggiungibile (e utopica per monete con qualche secolo sulle spalle!).

Un saluto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×