Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
eracle62

Filippo III Mezzo Tornese Ribattuto.........

Risposte migliori

eracle62

Visto che il Vicereame va per la maggiore in questo particolare momento, dove la Numismatica pare si stia risvegliando da quel leggero letargo, che quasi sempre coincide con incertezze, dettate da instabilità economiche, non vi è riferimento migliore come quello travagliato che contradistinse la monetazione Napoletana sotto tale periodo.

Questo tondello quando lo acqustai, fra l'altro casualmente in mezzo ad un marasma di tondellini medievali, che un commerciante teneva in un album sporchissimo e malandato, fu subito amore a prima vista, dettato anche dalla passione che mi ossessiona per le varianti , i falsi, gli errori e le ribattitura di diversi periodi..... :rolleyes:

E come tale mi sembrava opportuno e piacevole, poterlo condividere con gli appassionati di questa meravigliosa zecca, sperando di poter far loro cosa gradita.... :)

2il253k.jpg

Modificato da eracle62

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

A parer mio dovrebbe essere:

Regno di Napoli, Filippo III - Mezzo Tornese -

Dritto: . PHILIP . III . DG . REX . ARA . V al centro quattro pietre focaie disposte a croce attorno ad un acciarino ed accantonate da quattro fiamme e globetti- il tutto è racchiuso da un bordo perlinato.

Rovescio: senza leggenda. Al centro inscritta in una corona d'alloro raccordata da una croce in alto ed in basso, c'è la croce di Gerusalemme. il bordo e perlinato.

Cagiati N°52 ;CNI n°639;PR n° 66; D'andrea,Andreani,Perfetto n°122

ekfi87.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Tondello veramente particolare. Pare ribattuto su se stesso. Concordo pienamente con la classificazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Ciao eracle e un saluto anche a te fedafa, non è che sono esperto nell'adocchiare le ribattiture, ma a me sembra che al rovescio sia proprio così; correggimi se sbaglio :) :) è che devo fare un pò di pratica...... ;) se ne hai altri postali; di ribattute non è che se ne vedono poi tante in giro.

Comunque bello....e.diciamolo un pò sei stato fortunato nel pescare bene. :) Un'ultima cosa...ma il colore della moneta è proprio così come la vedo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Ciao eracle e un saluto anche a te fedafa, non è che sono esperto nell'adocchiare le ribattiture, ma a me sembra che al rovescio sia proprio così; correggimi se sbaglio :) :) è che devo fare un pò di pratica...... ;) se ne hai altri postali; di ribattute non è che se ne vedono poi tante in giro.

Comunque bello....e.diciamolo un pò sei stato fortunato nel pescare bene. :) Un'ultima cosa...ma il colore della moneta è proprio così come la vedo?

Dalla ribattitura posso anche dirti i valori della pressione aveva quel giorno il coniatore .............. almeno 450. :lol:

Comunque un'ottima moneta, continua così.

Per la foto posso solo dire a Pietro che Eracle è un mago del fotoritocco, pensa che l'ultima volta è stato ingaggiato dalla Mondadori perchè serviva uno che trasformasse la foto di Sandra Milo in quella dell'Arcuri. :P No dai, scherzo! Secondo me è in realtà un po' più scura, vedo che Eracle non ha postato diametro e peso, si potrebbero avere? Grazie mille. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Ciao eracle e un saluto anche a te fedafa, non è che sono esperto nell'adocchiare le ribattiture, ma a me sembra che al rovescio sia proprio così; correggimi se sbaglio :) :) è che devo fare un pò di pratica...... ;) se ne hai altri postali; di ribattute non è che se ne vedono poi tante in giro.

Comunque bello....e.diciamolo un pò sei stato fortunato nel pescare bene. :) Un'ultima cosa...ma il colore della moneta è proprio così come la vedo?

Dalla ribattitura posso anche dirti i valori della pressione aveva quel giorno il coniatore .............. almeno 450. :lol:

Comunque un'ottima moneta, continua così.

Per la foto posso solo dire a Pietro che Eracle è un mago del fotoritocco, pensa che l'ultima volta è stato ingaggiato dalla Mondadori perchè serviva uno che trasformasse la foto di Sandra Milo in quella dell'Arcuri. :P No dai, scherzo! Secondo me è in realtà un po' più scura, vedo che Eracle non ha postato diametro e peso, si potrebbero avere? Grazie mille. :)

Quindi, Francesco, è lui che le rende così perfette, hai parlato di "trasformare" ma queste monete lo sono poi anche nella realtà ? (spero proprio di si) ; Ma come cavolo fa :) io non riesco a farne una decente e poi .....le posiziona non so su che cosa (comunque non su una superficie con colore unico) che le rende effettivamente gradavoli da vedersi; per queste tipologie di monete sembra quasi che si confondono con la base su cui opera.

Bravo eracle, questo comunque è un giudizio di uno che sta facendo esperienza. ;) ;)

In quanto a te Francesco come cavolo fai a ad interpretare i valori della pressione?? :o :o

Ma qui siete dei fenomeni !! sto imparando veramente a conoscere dei veri intenditori per questo tipo di monetazione (quella del Regno di Napoli intendo) e speriamo che me la cavi anch'io.

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

...

In quanto a te Francesco come cavolo fai a ad interpretare i valori della pressione?? :o :o

Ma qui siete dei fenomeni !! sto imparando veramente a conoscere dei veri intenditori per questo tipo di monetazione (quella del Regno di Napoli intendo) e speriamo che me la cavi anch'io.

Grazie

Ciao Pietro, quando parlavo di pressione mi riferivo alla pressione del sangue molto alta, era un modo per dire che era un coniatore nervosetto e che non riusciva ad azzeccarne una con il tondello, che tipo di pressione hai capito? :lol: :lol: :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Scusa, Francesco, (giusto per informazione personale) ma tu sai dirmi chi è stato il coniatre di questo tondello da Tre Cavalli ??

Mi sono impegnato ad effettuare una piccola ricerca, ma proprio non riesco a trovarlo (e che la mia Biblioteca attualmente è scarna); aggiungo che sia il PR che il volume di D'andrea, Andreani e Perfetto, a cui fa riferimento Eracle di questo non fanno menzione, anzi , addirittura alla voce Maestro di Zecca leggo : Sconosciuto. :o :o

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Ciao Pietro, le notizie sui coniatori sono in genere molto scarse, in effetti erano semplici manovali che battevano con il martello le due impronte sul tondello, venivano assoldati dal maestro di zecca anche giornalmente e venivano pagati in base al peso/importo complessivo di tondelli battuti. Se non ricordo male, in una ricerca di archivio di Giovanni Bovi riguardante un processo ad alcuni coniatori falsari che operavano alla zecca di Napoli nel periodo 1630-1640 vennero riportati i nomi di alcuni coniatori imputati per truffa, sempre se non ricordo male, e di questo non dovete stupirvi, si è scoperto che alcuni di questi lavoravano come coniatori solo per arrotondare la giornata. Molti di essi non erano coniatori specializzati, e facevano tutt'altro mestiere, questo dimostra come a quei tempi già c'era il part-time e fa luce sui tanti perchè delle monete napoletane del '600 coniate male.

In base ad una riforma monetaria, dal 1621 al 1680, oltre alle iniziali dei maestri di zecca o di provola, troviamo sulle monete napoletane (agli inizi della leggenda o davanti all'effigie del sovrano) delle iniziali (che non erano le iniziali del nome o cognome del coniatore), numeri o simboli/figure che servivano ad una eventuale rintracciabilità del coniatore in caso di tondelli di peso calante o di contenuto di fino inferiore. Ovviamente, con l'arrivo del bilanciere tali segni di zecca scomparvero, gli unici garanti delle monete erano maestro di zecca e di prova).

Con quale criterio si assegnava il segno identificativo al coniatore? Nessuno: ogni volta il maestro di conio consegnava al coniatore la quantità di tondelli da battere e relativo conio con quel determinato segno a caso, il tutto però rigorosamente annotato nel registro di zecca. Ecco perchè era facile risalire ai tondelli taroccati. Il gioco era semplice: un coniatore (soprattutto ai tempi di Filippo IV) entrava nella zecca con tondelli di metallo taroccato o (come nel caso dei tornesi di Filippo II) con vecchie monete di valore intrinseco superiore, ed usciva la sera con tondelli battuti con la nuova impronta (magari nascosti tra le mutande ;) ), il guadagno giornaliero rendeva bene con questi imbrogli. In alcuni casi l'imbroglio era la regola, ecco perchè troviamo monete della Repubblica Napoletana del 1648 di peso ridicolo, con quell'anarchia in corso chi vuoi che controllasse la zecca e i pesi dei tondelli? Ci sarebbe da scrivere un libro su queste cose, spero di avertele sintetizzate e non averti annoiato troppo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Annoiato ? ma che scherzi :good: :good: :good: di questi interventi che fai ne leggerei sei, sette al giorno :clapping: :clapping: ;

Anzi nel leggere qualche mio intervento, se ritieni opportuno e hai tempo per fornirmi argomentazioni di questo tipo fallo pure; avrò il piacere di leggerle tutte sicuramente. :) :) Ciao e grazie

Modificato da peter1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

Il tondello è più scuro come detto da Francesco, l'ho sovraesposto di proposito per poter far risaltare maggiormente i particolari di ribattitura... ;)

Peso Gr. 2,8

Diametro mm. 20/21

Peter ti posso consigliare di provare, riprovare e riprovare ancora è solo una questione di luce e di macchinetta digitale........

E per rimanere in tema con questo magnifico Regno, " Cu temp e ca a pagl se maturan e nespul" non so se è scitto in modo corretto ma questo sintetizza la costanza e l'impegno sopra ogni traguardo....... :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:

Un salutone a tutti gli amanti di questo magico Reame............. :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

quote name='eracle62' timestamp='1305395846' post='824362']

Il tondello è più scuro come detto da Francesco, l'ho sovraesposto di proposito per poter far risaltare maggiormente i particolari di ribattitura... ;)

Peso Gr. 2,8

Diametro mm. 20/21

Peter ti posso consigliare di provare, riprovare e riprovare ancora è solo una questione di luce e di macchinetta digitale........

E per rimanere in tema con questo magnifico Regno, " Cu temp e ca a pagl se maturan e nespul" non so se è scitto in modo corretto ma questo sintetizza la costanza e l'impegno sopra ogni traguardo....... :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:

Un salutone a tutti gli amanti di questo magico Reame............. :D

Eracle, intanto grazie x l'amicizia, sei stato chiarissimo :) :) ; ammatùran...ammmatùran.... vedrai che ammatùrann !!

P.S. Se lo saranno è solo grazie a voi !!!!

Per quanto riguarda la Monetazione NAPOLETANA (permettetimi il maiuscolo) secondo me non ha rivali.

:drinks: :drinks: :drinks:

Grazie Eracle.

Modificato da peter1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×