Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
antonio bernardo

grosso di iacopo o lorenzo tiepolo?

Risposte migliori

antonio bernardo

Ho acquistato a treviso un grosso veneziano in un rinomato negozio di articoli numismatici a treviso. Nel cartellino viene riportato il doge Lorenzo Tiepolo ma la legenda mi lascia qualche dubbio.

Al drtitto prima di teupl che comunque definisce un Tiepolo ci sono 4 lettere e non due che potrebbero essere (non è chiaro) LALA, IAIA, IALA. Allego la foto qualcuno potrebbe aiutarmi a chiarire i miei dubbi? grazie Antonio

post-7688-0-15934300-1309342099_thumb.jp

post-7688-0-32320800-1309342152_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Jacopo viene escluso perchè ha uno stile completamente differente. Resta Lorenzo. Probabilmente il LA viene ripetuto due volte per qualche misterioso motivo. Certamente una moneta curiosa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

santini

prova a inviare foto migliori, scannerizzando ad es.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antonio bernardo

Purtroppo non ho lo scanner.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Buona serata

:o :o :o

Bel mistero!

Urge un controllino.....ma il commerciante non ti a detto nulla al riguiardo?

Saluti

Luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antonio bernardo

Bah, il commerciante che è un perito della camera di commercio di Treviso non mi ha detto nulla e cercando un matapan, proprio di Lorenzo Tiepolo, ho preso la moneta fidandomi di quanto scritto sulla moneta. Aggiungo che il negozio in cui ho comprato la moneta veneziana si occupa principalmente di monetazione veneziana quindi spero proprio per la categoria di non avere in mano un falso. La moneta per peso e dimensione corrisponde al tipico matapan (inoltre nella mia collezione ne ho diversi) però è da dire che questa moneta è veramente curiosa. Siamo di fronte ad un inedito? potrei ricevere un ulteriore aiuto? grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Buona serata Antonio

Mi arrendo, ho controllato sul Papadopoli e sul CNI, altre pubblicazioni, ecc. ecc. ma nulla si dice riguardo ad una ipotetica "variante" combinata come la tua.

Ciò che mi lascia perplesso è che una particolarità così evidente non sia stata sottolineata dal commerciante......chiunque, la prima cosa che fa - di qualsiasi moneta - è controllare le legende e l'iconografia (giusto per dargli una connotazione temporale :unsure: non credi?)....non parliamo di un commerciante che dovrebbe saper esaudire i dubbi e le spiegazioni che un possibile cliente gli fa circa le cose che commercia. In questo caso sono monete e cosa si può chiedere in merito?

L'originalità e le eventuali particolarità......questo aspetto mi sembra saltato a piè pari <_<

Io non ne ho mai visto uno uguale....che ci possa essere una lettera sbagliata, una lettera mancante o retrograda...se ne sono viste, ma addirittura due lettere in più mi sembra impossibile e questo mi induce a profonde riflessioni circa l'originalità del pezzo.

Ma ti vedi l'intagliatore del conio che raddoppia il LA in LALA o IAIA ecc. ecc. a scapito dello spazio? Mi pare molto strano.....non si tratta di un salto di conio o qualche altro accidente che può succedere in fase di coniazione.

Questa è una cosa diversa.

Io mi fermo qui, con tutti i miei dubbi......sentiamo però anche altri pareri; ci sono persone nel forum che di grossi ne vedono tutti i giorni. ;)

Saluti

Luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antonio bernardo

boh sono senza parole, in quel negozio ho preso diverse monete veneziane e al momento dell'acquisto, conoscendo il commerciante, mi sono fidato. Una volta a casa ho controllato con attenzione tutte le monete provvedendo a migliorare la classificazione limitata nei cartellini esclusivamente al tipo di moneta e al doge e mi sono accorto di questa sorpresa. La moneta l'ho pagata 40,00 euro e senza leggere caratteri tenuto conto del peso, dello stile,dell'argento, del diametro e dei segni di usura dovuti a circolazione l'ho valutata erroneamente autentica. A questo punto non possiamo più fidarci neanche dei commercianti e periti alla camera di commercio.

Grazie Antonio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

La moneta (vista in foto) non mi da dubbi di autenticità. Quindi la mancanza di fiducia nei periti è a mio parere esagerata. Senz'altro fu guardata con superficialità dal commerciante. Del resto è una moneta molto comune e solo l'acquirente l'ha guardata con attenzione. Ribadisco che è una moneta curiosa. C'è (probabilmente) un errore dell'incisore e un errore non fa della moneta un inedito.

Arka

Modificato da Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Caro Antonio, buona giornata

non vorrei essere stato frainteso. Non ho detto che è falsa (come potrei senza averla in mano), ma che la sua particolarità mi induce a profonde riflessioni sulla sua originalità. :)

Riflessioni che ho esposto subito dopo; non è un errore dovuto ad una semplice svista, non si tratta del punzone "C" scambiato con "O" o "G", oppure una lettera che non viene inserita in un nome, ecc. ecc.

La mia riflessione, che ribadisco, e che può restare anche nell'ambito della "curiosità" come cita Arka, è che il preparatore del conio ha inserito ben 2 lettere in più in uno spazio ben delimitato, modificando in maniera "pesante" la legenda.

Giacchè l'iconografia delle monete era prerogativa del doge e non del massaro o dell'intagliatore dei coni, quest'ultimo doveva essere sotto qualche strano effetto.......magari alcolico ;) per fare un errore simile; errore di cui non si è accorto né lui né chi aveva il compito di controllare (aggiungo che il controllo era scrupoloso).

Caso unico "scivolato" tra la moltitudine dei pezzi lavorati?....Ci può stare.

Tienila come particolarità....ne vale comunque la pena! Ribadisco l'approssimazione del commerciante....ma condivido il pensiero di Arka in proposito: Quindi la mancanza di fiducia nei periti è a mio parere esagerata

Nessuno è perfetto. :)

Saluti

luciano

Modificato da 417sonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rossi46

secondo me è di lorenzo perchè jacopo ha un altro stile

ciao a tutti !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

antonio bernardo

Grazie a tutti per il contributo, tengo a precisare che non volevo far trasparire una forma di mancanza di fiducia verso i periti dei quali nutro stima. Mi sono trovato molto bene in questo negozietto dove penso di aver speso il giusto per i vari pezzi che ho preso. Non ho acquistato pezzi particolari ma monete semplici ricche di storia. Il mio portafoglio ancora non mi consente di puntare sulla qualità e cerco di comprare quello che posso. Il grosso di Lorenzo Tiepolo è comune ed è chiaro che non si possa pretendere un'attenta perizia.

Ancora grazie a tutti Antonio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×