Jump to content
IGNORED

Tg


Reboldi
 Share

Recommended Posts

basta, non ce la faccio più a vedere due notizie serie e il resto coscie e seni rifatti di ochette che hanno avuto successo grazie alla loro disponibilità corporea, non ho voluto intendere con tg prendendone uno che vedo mentre pranzo, e se non hanno coscie e seni da mostrare come un incremento sessuale per la digestione anzichè dare notizie serie, si inventano quella degli animali con tanto di musichetta triste, ma ci sono tg peggiori, basta ho deciso, io d'ora in avanti compro il giornale, che tendente verso o una politica o l'altra, almeno da notizie che non si limitano a due oche che stramazzano nude sotto i flash dei fotografi, dono veramente deluso dall'informazione che si vede alla televisione, perdonate il mio sfogo :angry:

Link to comment
Share on other sites


oggi hanno detto che uno studio di università ha dimostrato che le persone nate in inverno sono più alte e avranno più successo, ma caspita per non dire bestemie assurde, caspita? ma che stupidata è? ma c'è davvero gente che fà queste ricerche? e anche se fosse vero a chi importa? ed io allora sono nato in autunno e sono alto 1.90, ma dai ma in che paese siamo?

Link to comment
Share on other sites


Il bello è che nel prossimo telegiornale daranno la stessa identica notizia, però dicendo che un altro studio ha dimostrato che sono più intelligenti quelli nati in primavera e alti 1 metro e 60... i tg sono uno degno specchio della televisione nostrana, spazzatura dall'inizio alla fine <_<

Link to comment
Share on other sites


non faccio i nomi dei tg per evitare polemiche però ce ne sono alcuni che fanno veramente pena,tg con notizie di una stupidità e e di una banalità incredibile,dove buona parte del tempo è occupato da servizi su "teneri cuccioli allattati dalla madre che finalmente li ha ritrovati" con sottofondo di musica patetice e strappalacrime intervallati dalle notizie di gossip ,ai servizi su soap opera o reality show tanto in voga finendo successivamente alle "intelligentissime"e "colte" fanciulle che ovviamente sono li' per mostrare doti celebrali

Ho vissuto un po' di tempo all'estero e li' mi sono accorto come determinate esigenze nascono prevalentemente quando c'è concorrenza

Ovunque sulla cartra stampata c'è più concorrenza,dopotutto i giornali e per logiche di mercato devono guerregiare per accaparrarsi più lettori e spesso si trovano a farlo mettendo tette e culi che prtrpp fanno vendere di più

A questo punto mi chiedo. ma che esigenza c'è nel mercato televisivo? Lì la raccolta pubblicitaria è scontata essendo stabilmente legata ad un sistema di oligopolio (quasi un monopolio).

C'è veramente questa impellente esigenza di volgarizzare e ridurre il tutto a frivolezza e stupidità? :angry:

Edited by Fid
Link to comment
Share on other sites

Quello che mi intristisce di piu' e' quanto i tg sono uguali l'uno all'altro.

Le notizie del tg del canale x sono le stesse ( e spesso date nello stesso ordine ) del tg del canale y ( quando non date addirittura con lo stesso servizio... ).

Originalita' nel scegliere le notizie = 0

Originalita' nel riportarle al pubblico = -1

Approssimazione nel riportarle al pubblico = ... 1000

Sembra che ormai tutto si sia ridotto a:

- mi siedo al terminale e leggo le notizie dell'Ansa

- scelgo quelle che ( indipendentemente dal contenuto... ) destano piu' sensazione

- le inserisco nel mio palinsesto giornalistico e poi vado in onda...

Com'e' possibile che un servizio di informazione si appiattisca su quello che e' piu' di appeal verso il pubblico invece di preoccuparsi di fare informazione ??

Capisco questa impostazione nei programmi di intrattenimento... non in quelli informativi..

Non sembra esista piu' la necessita' di cercare la notizia .... di cercare e sviscerare un argomento serio (... o quantomeno di portarlo all'attenzione del pubblico ... )

Qulacuno di voi che ha avuto esperienze di vita all'estero, ci sa dire se e' una cosa comune anche negli altri paesi ?? C'e' piu' attenzione nell'informare ( con la I maiuscola ?? ) oppure e' come da noi ?

Ciao

-Max

Link to comment
Share on other sites


Negli altri Paesi i giornalisti fanno inchieste (anche scomode) non si limitano a leggere comunicati o a riportare i fatti accaduti... Il problema è che da una parte si sta perdendo lo spirito giornalistico e dall'altra gli stessi giornalisti non sono affatto tutelati di fronte ai poteri forti... siano essi economici o politici. Ad esempio l'editore di un giornale dovrebbe sostenere il lavoro dei suoi dipendenti e non nasconderlo perchè esiste la possibilità che la testata venga querelata o citata in giudizio.

Se quello che viene raccontato è vero dovrebbe essere difeso!

Link to comment
Share on other sites


secondo me il principio dell'indipendenza è ciò che bisognerebbe portare avanti

Se chi fornisce le informazioni allo stesso tempo sa che non può scrivere nulla contro il proprietario stesso del giornale o delel reti televisive che tipo di informazione darà mai?

Purtroppo nel nostro paese oligarchie e privilegi dei poteri forti rovinano economia ed informazione. la mancanza di un vero libero mercato soffoca le aspettative della collettività ed ha come risultato una quantità di scadenti servizi(fra cui l'informazione) nei confronti dei cittadini

Fortunatamente nel panorama italiano esiste un informazione un po' più libera e ascoltando ad esempio radio24( vi consiglio g.santalmassi dalle 9.00 in poi) o vedendo la7(tgla7,omnibus,otto e mezzo etc etc) si scopre che se si cerca un informazione più obiettivae meno padronale qlkosa si trova

Edited by Fid
Link to comment
Share on other sites

.. sinceramente non so se e' possibile trovare un unico responsabile di questa situazione ( ....pubblico compreso )

Capita spesso di vedere inchieste giornalistiche estremamente approssimative ( e le notizie relative date con estrema leggerezza, senza verificare fonti o fare riscontri ). Il risulatato e' che si fa disinformazione, si danneggia qualcuno e il responsbile di tutto cio' ( giornalista o editore che sia .. ) si nasconde dietro l'impunita' che la propria professione regala . ... In questo caso il potere forte e' il giornalismo stesso ...

Si sente parlare spesso di giornalisti querelati per diffamazione ....ma rarissimamente di giornalisti condannati per diffamazione ......

Capita di scoprire che alcune notizie non vengono date semplicemente perche' si danneggerebbe qualcuno di "importante" ... in questo caso , il potere forte e' da un'altra parte ( politico... economico .. boh, non e' importante )

Una bella commistione di responsabilita' della quale ne soffre chi dovrebbe usufruire del servizio ...

Link to comment
Share on other sites


Non sono un seguace convintissimo del libero mercato ma mi rendo conto che se ce ne fosse uno reale in Italia ci sarebbe più libertà e forse,in alcuni casi,più qualità

Edited by Fid
Link to comment
Share on other sites

Fortunatamente nel panorama italiano esiste un informazione un po' più libera e ascoltando ad esempio radio24( vi consiglio g.santalmassi dalle 9.00 in poi) o vedendo la7(tgla7,omnibus,otto e mezzo etc etc) si scopre che se si cerca un informazione più obiettivae meno padronale qlkosa si trova

88362[/snapback]

la chiave e' appunto "...se si cerca...."

Siamo costretti ad inseguire le notizie ... e cercare gli elementi che ci permetteranno di dare un giudizio libero e personale ... siamo costretti a mettere insieme le varie interpretazioni ( TgA , TgB, TgC... ) che sentiamo dare della stessa notizia per poi essere in grado di giudicarla in modo sereno e equidistante.... vorrei che tanta serenita' ed equidistanza si trovasse gia' alla fonte..

Link to comment
Share on other sites


ma questo lo fa chi è in cerca,chi ha sete di conoscenza,cioè una porzione minoritaria della popolazione.

Molti non cercano affatto e si limitano all'apparenza dell'informazione istantanea.

H.Simpson diceva " la tv ha sempre ragione!!!" scusate la citazione ma non è tanto distante dalla realtà :(

Edited by Fid
Link to comment
Share on other sites

Sia chiaro non sto dicendo affatto che ai giornalisti debba essere permesso tutto, ma dove sono le inchieste tipo "watergate" in un Paese come il nostro, che di misteri, connivenze varie e schifezze ne ha molte?

Si punta molto di più alla notizia scandalistica o sensazionale che alla qualità...

Avete presente di quante "emergenze" sono pieni i nostri tg? Si passa dall'emergenza pioggia a quella siccità in meno di tre giorni, all'emergenza aviaria a quella scioperi a qualsiasi altra cosa "normale" succeda in Italia...

Link to comment
Share on other sites


Sia chiaro non sto dicendo affatto che ai giornalisti debba essere permesso tutto, ma dove sono le inchieste tipo "watergate" in un Paese come il nostro, che di misteri, connivenze varie e schifezze ne ha molte?

88392[/snapback]

Ai giornalisti deve essere dato ampio spazio di movimento... ma devono assumersi la responsabilita' degli errori che talvolta commettono.. e qualche volta

questo non accade. La liberta' di informazione e' una conquista della societa' moderna... non puo' essere pero uno scudo dietro il quale nascondere la propria incompetenza/incapacita'.

Questo vale per qualsiasi ambito professionale, sia chiaro.. ma sembra che alcune professioni siano piu' al riparo di altre dalle conseguenze degli errori commessi.. ( non parlo solo dei giornalisti )

Link to comment
Share on other sites


Se non vi piacciono i tg, non guardateli.... io non li guardo mai se non a casa di altre persone (a dire il vero non guardo proprio la televisione in genere....) e vivo bene lo stesso, forse anche meglio dato che non sono per me motivo di lamentela, sdegno o altro...

Giusto per dare una visione diversa del problema

Desertfox

Link to comment
Share on other sites


un informazione rivolta alla moltitudine dovrebbe essere il più possibile indipendente e non perchè ci piaccia o meno un determinato tg ma sopratutto perchè può dimostrarsi essere strumento di persuasione o di disinformazione

Link to comment
Share on other sites

un informazione rivolta alla moltitudine dovrebbe essere il più possibile indipendente e non perchè ci piaccia o meno un determinato tg ma sopratutto perchè può dimostrarsi essere strumento di persuasione o di disinformazione

88492[/snapback]

Su questo siamo d'accordo, ma la discussione era nata riguardo alla scarsa qualità dei tg in generale (o forse solo di alcuni? non so...). Finchè non ci sono leggi che obbligano la gente a guardare i tg o la televisione in genere, non vedo dove sia il problema: basta spegnere la tv e trovare qualcosa di meglio da fare. Del resto tutto può essere strumento di persuasione o disinformazione: dal tg al giornale, dal rito religioso al sito web di informazione, dalle chiacchere dalla parrucchiera all'e-mail tipo catena di S.Antonio... Ma siccome nessuno ci obbliga a subire passivamente alcuna di queste cose, tanto meglio, no? Io poi credo che l'obiettività assoluta dell'informazione sia un'utopia anche in un sistema dove tutti sono animati dalle migliori intenzioni... accetto questa cosa come tutte le imperfezioni di questo mondo, non avendo in tasca soluzioni o verità assolute su cosa è vero o cosa non lo è... Mi basta poter scegliere se e dove reperire informazioni su quello che mi interessa... già questa non è una cosa da poco!

Ciao

Desertfox

Link to comment
Share on other sites


L'informazione e la comunicazione passa prevalentemente attraverso il tubo catodico. E' una mia personale aspirazione poter tenere il televisore acceso senza il rischio di doverlo spegnere troppo spesso.

E' giusto dire:" se non ti piace qualcosa non la guardare" ma è anche corretto aspirare ad un sistema radiotelevisivo meno decadente e più qualitativo

Edited by Fid
Link to comment
Share on other sites

Credo sia un diritto di tutti quello di essere informati e soprattutto, di non essere costretti a rincorrere l'informazione facendo la tara delle tante versioni con cui l'informazione stessa viene proposta.

C'e' chi non ha la possibilita' e il tempo di informarsi e quindi deve affidarsi a quei pochi minuti di TG. Se in questi pochi minuti, tutto cio' che passa e' - la velina che ha sposato il calciatore - o - la soubrette che ha posato per il calendario - allora c'e' qualcosa che non va.

Spegnere o cambiare canale se qualcosa non ci va e' un diritto ma non vorrei diventasse l'unica alternativa ( ..in questo modo si trasformerebbe in un obbligo ) ad un servizio che tranne alcune eccezioni, sta diventando scadente e/o sfacciatamente parziale.

Buona giornata a tutti

-Max

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.