Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
scacchi

in un muro 4

Recommended Posts

scacchi

salve

proseguo con l'inserire immagini per me curiose che trovo durante i miei giri

forse san michele?

post-11993-0-34230300-1313645061_thumb.j

Edited by scacchi

Share this post


Link to post
Share on other sites

EffePi

Curioso ma bel rilievo.... il contesto? Dal vivo si riconosce meglio cosa c'è sotto i piedi dell'arcangelo (se come sembra lo è :) )?

Share this post


Link to post
Share on other sites

sandokan
Supporter

Curioso ma bel rilievo.... il contesto? Dal vivo si riconosce meglio cosa c'è sotto i piedi dell'arcangelo (se come sembra lo è :) )?

Potrebbero essere delle fiamme ? Ma non riesco ad immaginare cosa possano essere i due oggetti da cui scaturiscono....:unsure:

Share this post


Link to post
Share on other sites

scacchi

Abbazia di Santa Maria di Sitria si trova nel parco naturale del monte Cucco nell'eugubino, presso Isola Fossara, frazione del comune di Scheggia e Pascelupo in provincia di Perugia, quasi sulla linea di confine con la regione Marche.

Fu fondata da san Romualdo che vi visse per sette anni. L'eremo fu costruito nel 1014 mentre tra il 1018 e il 1021 il Santo vi fondò il monastero.

La chiesa di Sitria è composta da un'unica navata separata, alla maniera benedettina, dal presbiterio tramite una scala in pietra di 8 gradini. È di linee romanico-gotiche, presenta una copertura con volta ogivale in pietra e un altare abbellito da archetti trilobati, sorretti da 13 colonnine, delle quali la maggior parte furono rubate negli anni sessanta del 900 e successivamente ricostruite. Nel catino dell'abside si trova un affresco risalente al XVII secolo, raffigurante la Crocifissione, di autore ignoto.

La cripta sottostante, alla quale si accede per un ingresso al centro della scalinata, è molto elegante e presenta una volta sorretta da una colonna di granito con capitello, quasi sicuramente proveniente da una costruzione preesistente di epoca romana.

Il cenobio annesso che, sebbene fatiscente, esisteva ancora un secolo fa, è ora quasi completamente distrutto, se si eccettuano un salone con volta in pietra (forse l'antica sala capitolare) e un altro di medesima fattura al piano superiore. La chiesa, restaurata in maniera esemplare, è visitabile chiedendolo ai proprietari, i monaci benedettini camaldolesi di Fonte Avellana, non molto lontani e da cui dipende. Nel sotterraneo della chiesa, di fianco alla cripta, è indicata la cosiddetta prigione di san Romualdo, l'angusta cella in cui il Santo fu rinchiuso per sei mesi dai suoi stessi monaci.

Nell'Abbazia vissero, tra gli altri, san Pier Damiani, sant'Albertino da Montone, il beato Tommaso da Costacciaro e Leone il Precense.

post-11993-0-27675700-1313676820_thumb.j

post-11993-0-22138900-1313676983_thumb.j

Edited by scacchi

Share this post


Link to post
Share on other sites

miroita

salve

proseguo con l'inserire immagini per me curiose che trovo durante i miei giri

forse san michele?

Rileggendo la storia di S. Romualdo e rivedendo il quadro del Guercino al sequente

credo proprio si tratti di S. Michele Arcangelo.

Edited by miroita

Share this post


Link to post
Share on other sites

scacchi

salve

proseguo con l'inserire immagini per me curiose che trovo durante i miei giri

forse san michele?

Rileggendo la storia di S. Romualdo e rivedendo il quadro del Guerico al sequente

credo proprio si tratti di S. Michele Arcangelo.

grazie miro

non ho capito di chi è il quadro e se è possibile vederlo

ciao

ps quand'è che rifaciamo un incontro :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

miroita

Scusa Mirco, avevo allegato un Link

che ora ho riproposto; il quadro è del Guercino.

PS: per l'incontro sono sempre disponibile; sai benissimo qual'è la mia posizione, quindi...anche uno dei prossimi giorni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

chievolan

Ciao.

Immagino supponiate si tratti di un angelo perchè ne vedete le ali; può essere, ma a me sembrerebbero di più ampie maniche della veste.

Fiamme così rappresentate mi sembrano strane, mi sembra che ciò che è rappresentato sotto i piedi del personaggio sia una figura più complessa.

Amettendo comunque che si tratti di un arcangelo con sotto i piedi delle fiamme, non dovrebbe essere Michele (a parte la spada non si tratterebbe di una rappresentazione consueta), ma Uriele, raffigurato solitamente con spada di fuoco e fiamme che si sprigionano di sotto i suoi piedi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

minerva

Davvero interessante questo rilievo!

Modificando un pò l'immagine con luce e contrasto a me sembra di scorgere la figura principale che si innalza da una tomba dove sotto è uno scheletro. La figura, poi, è come se sulla spalla sinistra avesse una pelle di agnello, nella mano destra un pesce e nella mano sinistra un rotolo. Considerato, poi, che il rilievo è stato eseguito nella chiave di volta che per l'arco è la "pietra angolare" che permette allo stesso elemento architettonico di reggere, a me sembra una raffigurazione della Resurrezione.

Enrico :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

scacchi

salve

riporto un messagio che ho ricevuto a riguardo

mi è capitato per le mani un libro sulle abbazie ed eremi delle Marche, dove c'è anche la storia di San Romualdo scritta da San Pier Damiani.

Quello che ho letto mi conferma che si tratta di un angelo che calpesta un demone. Inoltre se vai all'eremo di San Salvatore in Val di Castro anche lì mi sembra di ricordare che ci sia un'immagine simile a quella da te postata, quindi sarebbe una costante per gli eremi fondati da San Romualdo nelle Marche ed in Umbria (quello cui facevi riferimento te è proprio al confine).

Share this post


Link to post
Share on other sites

chievolan

salve

riporto un messagio che ho ricevuto a riguardo

mi è capitato per le mani un libro sulle abbazie ed eremi delle Marche, dove c'è anche la storia di San Romualdo scritta da San Pier Damiani.

Quello che ho letto mi conferma che si tratta di un angelo che calpesta un demone. Inoltre se vai all'eremo di San Salvatore in Val di Castro anche lì mi sembra di ricordare che ci sia un'immagine simile a quella da te postata, quindi sarebbe una costante per gli eremi fondati da San Romualdo nelle Marche ed in Umbria (quello cui facevi riferimento te è proprio al confine).

Interessante ...

Grazie per averci riportato la cosa.

Ma mi chiedo ........ perchè uno che legge una discussione e ha qualcosa da aggiungere alla stessa, soprattutto se ciò potesse eventualmente risolvere l'interrogativo di partenza, non lo fa sulla discussione stessa, a beneficio di chi è intervenuto o comunque ne sia stato incuriosito? Che senso ha inviare un MP ha chi ha aperto la discussione escludendo gli altri?

;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

miroita

salve

riporto un messagio che ho ricevuto a riguardo

mi è capitato per le mani un libro sulle abbazie ed eremi delle Marche, dove c'è anche la storia di San Romualdo scritta da San Pier Damiani.

Quello che ho letto mi conferma che si tratta di un angelo che calpesta un demone. Inoltre se vai all'eremo di San Salvatore in Val di Castro anche lì mi sembra di ricordare che ci sia un'immagine simile a quella da te postata, quindi sarebbe una costante per gli eremi fondati da San Romualdo nelle Marche ed in Umbria (quello cui facevi riferimento te è proprio al confine).

Interessante ...

Grazie per averci riportato la cosa.

Ma mi chiedo ........ perchè uno che legge una discussione e ha qualcosa da aggiungere alla stessa, soprattutto se ciò potesse eventualmente risolvere l'interrogativo di partenza, non lo fa sulla discussione stessa, a beneficio di chi è intervenuto o comunque ne sia stato incuriosito? Che senso ha inviare un MP ha chi ha aperto la discussione escludendo gli altri?

;)

Chievolan, l'autore della segnalazione sono io.

Ero in contatto con l'amico scacchi per altre informazioni, e nel mentre gli ho segnalato la cosa che non è nulla di più di quanto da me/altri segnalato negli interventi nella discussione; era soltanto una conferma che scacchi ha voluto esternare a tutti.

Non era assolutamente, quindi, mia intenzione escludere altri dalla discussione.

Se qualcuno si sente offeso da questo mio comportamento gliene chiedo scusa, segnalando anche ( a scanso di equivoci e per buona pace di tutti)

che in quel messaggio parlavamo anche di un incontro conviviale, così ora tutti sanno per quale motivo il sottoscritto e l'amico scacchi ci scambiamo messaggi privati. Magari, renderemo pubblico anche quando e dove, così se altri vorranno partecipare saranno ben accetti.

Ho ritenuto doverosa la precisazione.

Edited by miroita

Share this post


Link to post
Share on other sites

minerva

Grazie dell'indicazione che è davvero molto interessante :)

Se il rilievo raffigura l'Arcangelo Michele, lo stile con cui è reso soprattutto l'abbigliamento si ricondurrebbe a tradizioni bizantine o longobarde che per il periodo in cui la chiesa è stata costruita sono sorprendenti. Avreste per caso anche un'immagine del rilievo nell'eremo di San Salvatore?

...la curiosità sta per farmi venire un ictus :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

chievolan

salve

riporto un messagio che ho ricevuto a riguardo

mi è capitato per le mani un libro sulle abbazie ed eremi delle Marche, dove c'è anche la storia di San Romualdo scritta da San Pier Damiani.

Quello che ho letto mi conferma che si tratta di un angelo che calpesta un demone. Inoltre se vai all'eremo di San Salvatore in Val di Castro anche lì mi sembra di ricordare che ci sia un'immagine simile a quella da te postata, quindi sarebbe una costante per gli eremi fondati da San Romualdo nelle Marche ed in Umbria (quello cui facevi riferimento te è proprio al confine).

Interessante ...

Grazie per averci riportato la cosa.

Ma mi chiedo ........ perchè uno che legge una discussione e ha qualcosa da aggiungere alla stessa, soprattutto se ciò potesse eventualmente risolvere l'interrogativo di partenza, non lo fa sulla discussione stessa, a beneficio di chi è intervenuto o comunque ne sia stato incuriosito? Che senso ha inviare un MP ha chi ha aperto la discussione escludendo gli altri?

;)

Chievolan, l'autore della segnalazione sono io.

Ero in contatto con l'amico scacchi per altre informazioni, e nel mentre gli ho segnalato la cosa che non è nulla di più di quanto da me/altri segnalato negli interventi nella discussione; era soltanto una conferma che scacchi ha voluto esternare a tutti.

Non era assolutamente, quindi, mia intenzione escludere altri dalla discussione.

Se qualcuno si sente offeso da questo mio comportamento gliene chiedo scusa, segnalando anche ( a scanso di equivoci e per buona pace di tutti)

che in quel messaggio parlavamo anche di un incontro conviviale, così ora tutti sanno per quale motivo il sottoscritto e l'amico scacchi ci scambiamo messaggi privati. Magari, renderemo pubblico anche quando e dove, così se altri vorranno partecipare saranno ben accetti.

Ho ritenuto doverosa la precisazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

chievolan

Ciao miroita ...... ci mancherebbe, .... non devi scusarti con nessuno, e credo che nessuno si senta offeso. E' logico che tra utenti che siano amici o che semplicemente abbiano interessi comuni o per qualsivolglia motivo ci siano scambi di MP anche inerenti a specifiche discussioni aperte nel forum.

In questo caso avete parlato di ciò che dovevate e ne è uscita anche una frase relativa a questa discussione. Normale, logico, giusto.

Correttamente poi, scacchi ci ha riportato quanto era stato detto.

In questo caso quindi tutto a posto, tutto giusto.

Il mio intervento quindi era forse inopportuno per questo specifico caso.

Ma forse non sempre è così.

Quel rilievo è interessante, molto interessante. E a mio parere "più antico di san Romualdo".

Dispiacerebbe non saperne di più. E se poi a minerva venisse l'ictus? :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

chievolan

Curiosa la leggenda dei "pesciolini fritti"; non la conoscevo.

Quello della foto è uno Scazzone (Cottus gobio), in friulano lo chiamiamo Morson.

Vive in acque limpide, non inquinate; è un pece di fondo, che vive fra le pietre e sotto di esse si nasconde. Ha una livrea mimetica, adattata al colore delle pietre del fondo; ne ho visti di pezzati bianco-neri (come quello della foto), di chiarissimi, di bruni, di bruno-marmorizzati.

C'è poi una specie di gobide più piccola, il Ghiozzo d'acqua dolce (Gobius fluviatilis), che solitamente ha una tinta grigiasta, ma ne ho visti spesso di bruno rossastri.

Ecco ..... come l'osservazione attenta della natura poteva far nascere una leggenda.

Chissà, magari in un torrente di acqua "ferruginosa" c'erano scazzoni che avevano assunto una livrea rossastra per mimetizzarsi col fondo, diversi dal solito, ..... i pesci fritti di San Romualdo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.