Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
stuyvesant

moneta imitativa?

ciao a tutti,

credo che anche questa sia una moneta imitativa... qualche idea sull' imitato?

peso:1 gr.

diametro 17 mm

dsc0907aa.jpg

dsc0908n.jpg

grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io proverei a capovolgerla.

Sembrano strumenti sacrificali, il "soggetto" del rovescio potrebbe essere stata una moneta di Tetrico II, anche se al dritto sembra più Claudio II, a parte la V, non riesco a dare un senso compiuto ai pochi caratteri visibili.

Non è escluso che possa essere un ibrido, avrai già capito che in questo campo è difficile avere certezze sul modello imitato.

post-18735-0-18028800-1317676525_thumb.j

post-18735-0-70727800-1317676545_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

per me è il rovescio è una SPES AVG con legenda retrograda, si vedono le lettere (partendo dal posizionamento della foto originario e da sinistra) G G V [...] e si intravede anche abbastanza bene la figura femminile con la veste sollevata e il fiore nella mano.

t2ant12.jpg

al dritto potrebbe esserci benissimo anche Tetrico II, credo che il rimando a Claudio sia più che altro dovuto allo stato di usura della moneta.

Comunque, anche in questo caso: si tratta di un imitativo radiato gallico!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Effettivamente potrebbe essere una figura umana (anche se vedo una gamba sola), ma io continuo a vederci strumenti sacrificali e probabilmente non dovevo capovolgerla, in particolare, oltre al vaso (sarà anche la mia fantasia) mi sembra di riconoscere un aspergillum.

post-18735-0-17740200-1317731223_thumb.jpost-18735-0-17595700-1317731204_thumb.j

Mah...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bIsognerebbe osservarla bene in controluce, però in effetti anche a me il dritto dalla legenda porta a Claudio ed in particolare la fine della legenda dove mi sembra di intravedere " AVDIO" , quindi potrebbe essere un 'imitazione di una moneta di Consacrazione con al dritto DIVO CLAVDIO.

La tipologia della moneta è plausibile con un'imitativa, essendo questa tipologia più imitata delle emissioni non postume di questo Imperatore.

Il rovescio francamente non riesco a decifrarlo, potrebbe in effetti essere una SPES molto stilizzata, esistono diversi casi di monete imitative con il dritto di Consacrazione e il rovescio di un'emissione diciamo "ordinaria".

f.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sul fatto che sia un'imitativa non ci piove! il rovescio è piuttosto eloquente.

credo che dal vivo si possano fare delle valutazioni più precise circa il dritto. la foto è sì molto grande e dettagliata, però vuoi per l'illuminazione, vuoi per la patina scura, vuoi per lo stato di conservazione... non si presta a una identificazione chiara e univoca.

di certo è un esemplare molto interessante e ricco di storia!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legt.jpg

ho fatto un montaggio di vari imitativi della serie DIVO CLAVDIO pescati dal mio repertorio iconografico di radiati imitativi e li ho raffrontati con la parte di legenda identificata come [...] VDIO della moneta in oggetto con un ritocco di luminosità e contrasto. in effetti le lettere V D I O sono plausibili e coindicerebbero con il finale di legenda DIVO CLAVDIO, sono piuttosto addensate però rispetto la tipologia ordinaria della serie: la V nella moneta in questione parte in corrispondenza del naso dell'imperatore mentre negli altri esemplari di solito è sempre posizionata prima, ma è anche vero che parlandop di imitative questo non significa molto perché varia in funzione del grado di "barbarizzazione" (che brutto termine!) del tipo.

un'altra ipotesi potrebbe essere che la moneta non è un radiato imitativo ibrido (DIVO CLAVDIO + Spes) bensì un radiato sempre imitativo del tipo ufficiale SPES AVG (o anche SPES PVBLICA, ma secondo me la degenerazione della legenda del rovescio porta alla tipologia spes avg probabilmente) di Claudio II e in questo caso le lettere leggibili potrebbero essere non più [DIVO CLA]VDIO bensì [iMP CLAVDIVS] PF A [VG]... rimaniamo sempre nel campo delle ipotesi e ovviamente son tutti discorsi da prendere con le pinze!

Riporto una spes publica e un'altra unione delle parti interessate per un confronto... in questo caso gli spazi e il posizionamento delle lettere sarebbero più coerenti.

RIC_0168.jpg

post-8339-0-19266100-1317886872_thumb.jp

a ogni modo... dovessi scegliere una delle due ipotesi dibattute, resterei nella ipotetica serie DIVO CLAVDIO per il dritto e confermerei la SPES AVG con legenda degradata e retrograda per il rovescio.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie mille per la disponibilità e l'aiuto,mi spiace non potere dare altre immagini migliori di queste.

avrei bisogno di un consiglio,quale è il metodo migliore di catalogazione delle monete imitative?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

be' sulle imitative non esistono cataloghi ed è impossibile sistematizzarle in maniera tradizionale.

io la tua la catalogherei così:

Aut. emittente: Claudio II (?) / Tetrico II (?)

Tipo: Antoniniano - Imitativo radiato

Zecca: Officina locale imp. gallico

Dati fisici: AE; 17mm; 1gr

D/ Busto radiato dell'imp. a dx. Legenda parzialmente illeggibile e fuori tondello [...]VDIO.

R/ Figura fortemente stilizzata stante a sx con elemento floreale nella mano dx, Spes (?). Legenda parzialmente illeggibile e fuori tondello, prob. retrograda GGV[...]

Note: Imitativo ibrido DIVO CLAVDIO RIC 257 (e seg) + SPES AVGG RIC 270

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Già, purtroppo per classificare un'imitativa bisogna metterci un sacco di punti di domanda...

Nonostante l'accurata analisi di Grigioviola.

Visto il confronto con quell'esemplare della Spes (ai miei occhi, ingannevolmente simile all'urna degli strumenti sacrificali...) mi rimane ancora un piccolo dubbio che non riesco a spiegarmi: come si potrebbe interpretare questo oggetto (evidenziato in verde) dall'aspetto di un aspergillum?

Che sia un'iconografia ibrida? Una specie di ibrido nell'ibrido? Un'imitativa di seconda o terza generazione? Una Spes con strumenti sacrificali? :blink:

post-18735-0-32055900-1317993489_thumb.j

C'è un altro particolare che mi tormenta, sono sicuro di aver già visto da qualche parte quelle due specie di V distese, presumo su qualche moneta postata tempo fa purtroppo non ricordo dove...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

a onor del vero le due << ricordano qualcosa pure a me...

per quanto riguarda l'elemento da te evidenziato in verde potrebbe benissimo non essere un segno che ricorda un aspergillum ma un aspergillum vero e proprio... posto un paio di esemplificazioni significative delle derivazioni del tipo "strumenti sacrificali" e dell'abbinata "strumenti sacrificali + figura" così come sono schematizzati nell'ottimo lavoro di John a. Davies:

post-8339-0-74176300-1318245177_thumb.jp

post-8339-0-98185900-1318245197_thumb.jp

direi che possiamo stare tranquillamente nel caso "B" della seconda imagine e che sia proprio un aspergillum quell'elemento evidenziato e che la figura femminile (?) al centro sia una derivazione della spes. un bel caso di doppio ibrido di rovescio (ho visto anche fusioni di ben tre rovesci distinti considerando la legenda in alcuni casi!)... e quasi quasi quello che io avevo inizialmente interpretato come una stilizzazione del braccio con veste sollevata sulla destra, potrebbe benissimo essere il secondo aspergillum (che poi secondo davies non è nemenno un vero e proprio aspergillum quanto piuttosto una sorta di bordo? di catino al cui centro c'è la figura umana).

Modificato da grigioviola

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao a tutti, quindi si tratta di una spes con attrezzi sacrificali?

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

eh, difficile dirlo con assoluta certezza... ma direi che ci sono forti possibilità che sia un rovescio derivato da due differenti tipi originali PIETAS con strumenti sacrificali e SPES.

quanto ai due << potrebbero essere una degenerazione di uno degli altri strumenti sacrificali anche se ricordano un po' la stilizzazione degli elementi floreali (palmizi e fiori vari) che tipicamente si trovano nelle varie HILARITAS ecc, come ad esempio in questo esemplare:

post-8339-0-41677100-1318315629_thumb.jp post-8339-0-92207000-1318315542_thumb.jp

si tratta di un radiato riconducibile con certezza ai Tetrici, si intuisce dalla legenda, e per la tipologia di ritratto (apparente assenza di barba) a Tetrico II. al rovescio (qui senza fatica si vede chiaramente la ripresa del tipo ufficiale PAX - RIC 248) si possono notare ai piedi della divinità, da entrambi i lati, degli elementi (floreali?) realizzati da accostamenti di segni simili a quelli presenti nel rovescio dell'esemplare che hai postato, nel mio esempio c'è un < a sinistra e <<< a destra.

il bello di questa monetazione sta proprio nel ricostruire la degenerazione rispetto ai tipi ufficiali fino a risalire a ritroso ai prototipi imitati... il tutto lo si deve fare con un occhio alle emissioni "regolari" e un occhio alla vastissima quantità di imitativi noti... ragion per cui mi sto creando un buon archivio di immagini da cui pescare!

non mi stancherò mai di dire come questa tipologia di monetazione sia estremamente interessante e stimolante... e pressoché inedita (come studi approfonditi) in Italia.

Modificato da grigioviola
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?