Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
maurizio7751

Doppio sesterzio di Gallieno?

Questa moneta dovrebbe essere un doppio sesterzio di Gallieno (o di Aureliano secondo alcuni studiosi) pesa gr.12,74 per un diam. di 27 mm. Il Ric Va la riporta al n.2 pag.362 ma con INT URB mentre questa non ce l'ha. Il Cohen pero' la riporta al n.946 (Gallieno). Confermate? La seconda ipotesi è che potrebbe essere una coniazione di Antiochia ma dallo stile e dal modulo lo escluderei. Che ne dite?

Grazie Maurizio

post-22744-0-12433100-1318574285_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Moneta interessante.

La corona radiata potrebbe infatti indicare un doppio sesterzio, però sul RIC Va pag 362 (interregnum) 2, viene descritta come la testa radiata del Genio, quindi potrebbe non aver a che fare nè con Gallieno nè con Aureliano, se fosse quella dovrebbe essere del 275 d.C. nell'interregno tra la morte di Aureliano e l'accessione di Tacito, e al dritto dovrebbe leggersi GENIVS PR. Effettivamente alcuni studiosi fanno notare come il ritratto abbia le sembianze di Gallieno, cosa che da queste foto potrebbe essere.

Sfogliando il RIC non ho trovato nulla di simile per entrambi gli imperatori, quella più simile è quella indicata da te: Va Interregnum 2, ma forse mi è sfuggita.

Per la dicitura INT VRB (che dici mancare sulla tua moneta) il RIC fornisce due interpretazioni: Introitus Urbis, l'entrata di un (nuovo) imperatore nella città di Roma, oppure Interregnum Urbis, usato per descrivere l'intervallo tra due consolati.

Sicuro che non si veda nessuna legenda?

Servirebbe qualche foto più grande.

Ciao, Exergus

Modificato da Exergus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Exergus ti assicuro che sulla moneta non è rimasta alcuna legenda al dritto causa usura e al rovescio invece INT URB non c'è mai stata. Ti allego la versione INT URB in mio possesso per confrontare lo stile, pesa gr.12,15 per un diam. di mm.26x31. Come vedi sono molto simili.

La moneta dell'asta Baldwin secondo me ha INT URB solo che si intravede appena.

post-22744-0-31203000-1318589626_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Salve. Forse FlaviusDomitianus ha fatto centro: infatti, basta confrontare i R/ delle monete per capirlo.

L'esemplare che tu hai postato, senza INT URB, ha la sigla S-C al Rovescio molto grande che occupa la gran parte dello spazio disponibile e la stessa caratteristica ho riscontrato nella moneta che ha indicato FlaviusDomitianus.

L'esemplare che hai postato con la scritta INT URB presenta la sigla S-C molto più piccola proprio perchè deve fare spazio all'abbreviazione.

Per supportare quanto ho detto sopra, ho accostato i due rovesci per far notare la differenza delle dimensioni di S-C.

1) Esemplare con la scritta INT URB ed S-C piccola:

post-24898-0-66154700-1318605179_thumb.j

2) Esemplare senza la scritta INT URB ed S-C grande:

post-24898-0-03490700-1318605215_thumb.j

Modificato da Caio Ottavio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve. Forse FlaviusDomitianus ha fatto centro: infatti, basta confrontare i R/ delle monete per capirlo.

L'esemplare che tu hai postato, senza INT URB, ha la sigla S-C al Rovescio molto grande che occupa la gran parte dello spazio disponibile e la stessa caratteristica ho riscontrato nella moneta che ha indicato FlaviusDomitianus.

L'esemplare che hai postato con la scritta INT URB presenta la sigla S-C molto più piccola proprio perchè deve fare spazio all'abbreviazione.

Per supportare quanto ho detto sopra, ho accostato i due rovesci per far notare la differenza delle dimensioni di S-C.

1) Esemplare con la scritta INT URB ed S-C piccola:

post-24898-0-66154700-1318605179_thumb.j

2) Esemplare senza la scritta INT URB ed S-C grande:

post-24898-0-03490700-1318605215_thumb.j

Mi sa che hai proprio ragione..............

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?