Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

petronius arbiter

Propaganda di carta....moneta

58 risposte in questa discussione

Come tutti saprete la Seconda Guerra Mondiale è stato il primo conflitto in cui tutte le parti in lotta hanno profuso a piene mani propaganda bellica con ogni mezzo a disposizione (cinema, radio, manifesti, cartoline) in una misura mai vista prima e, a ben guardare, nemmeno in seguito.

Quello che forse è meno noto è che anche la cartamoneta ha avuto la sua parte nella propaganda, soprattutto ad opera dei tedeschi.

Nei giorni scorsi si è parlato in un'altra discussione dei bubble soap dollars, probabilmente la più famosa banconota di propaganda, di sicuro la più facilmente reperibile, almeno dalle nostre parti.

Dollaro propaganda

Prendendo spunto da quella discussione, mi accingo ad approfondire il discorso con altre produzioni di propaganda tedesche che hanno interessato non solo i dollari americani ma anche altre valute, e diversi scenari di guerra, dal Nordafrica alla Russia.

Per iniziare ripropongo il bubble soap dollar, stavolta dalla mia collezione.

petronius :)

post-206-0-08918700-1319130729_thumb.jpg

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una bella mattina dell' ottobre 1943, gli abitanti di Parigi ebbero la gradita sorpresa di trovare al loro risveglio le strade della città piene di Silver Certificates da 1 $ del 1935.

La popolazione era felice, pensando che gli americani, anzichè bombe, avessero lanciato una pioggia di dollari, che avrebbero potuto essere utlizzati una volta cacciato l'odiato occupante tedesco.

Ma dopo aver meglio esaminato i biglietti, il loro vero significato venne alla luce. Tutte le banconote avevano lo stesso numero di serie (come anche, lo abbiamo visto nell'altra discussione, i bubble soap dollars), Y91033384A.

Si trattava in realtà di una sottile striscia di carta fotografica che era stata piegata per dare l'apparenza di autenticità. Fronte e retro del foglio piegato erano infatti ottime riproduzioni della banconota autentica, ma quando il foglio veniva aperto.... :ph34r:

Continua.... oo)

post-206-0-78021400-1319131893_thumb.jpg

post-206-0-25434100-1319131913_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quando il foglio veniva aperto, i francesi trovavano un violento attacco antisemita <_<

Al centro campeggia la stella gialla, al cui interno si può leggere:

"Questo dollaro è valido solo se firmato MORGENTHAU"

Poi, da sinistra a destra, la traduzione del testo, che potete leggere in originale nell'allegato:

"Il Ministro del Tesoro degli Stati Uniti è l'Ebreo Morgenthau Junior, imparentato con i grandi squali della finanza internazionale. Tutti i simboli ebraici compaiono su questo dollaro: l'aquila di Israele, il Triangolo, l' Occhio di Geova e le 13 lettere del dispositivo, le 13 stelle dell'Aureola, 13 frecce, 13 rami di ulivo e i 13 gradini della piramide incompiuta. Questo denaro è senza dubbio ebreo!

Questo dollaro ha pagato la guerra giudaica. L'unico messaggio che gli anglo-americani sono in grado di indirizzare a noi è: questo dollaro può essere sufficiente a risarcire la società per i dolori causati dalla guerra giudaica?

Il denaro non ha odore...ma l'Ebreo ne ha uno! "

petronius.

post-206-0-63404000-1319133396_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La popolazione era felice, pensando che gli americani.....avessero lanciato una pioggia di dollari

Quando poi gli americani arrivarono, non portarono dollari, ma franchi o, più precisamente, am-francs.

E qui la propaganda tedesca ebbe gioco facile, perchè la stragrande maggioranza dei francesi non apprezzò affatto questa emissione, a cominciare dal generale De Gaulle, che non esitò a manifestare il suo disapppunto agli Alleati e, senza tanti giri di parole, la definì "moneta falsa".

Il modello è lo stesso già visto per la banconota da 1 dollaro, un pieghevole che all'esterno riproduce fedelmente il biglietto da 5 am-francs, mentre all'interno si legge:

"Questo biglietto di invasione ...chi lo garantisce? Non uno Stato, né una banca, né una firma. Nessuno è responsabile in alcun modo. E' un pezzo di carta senza valore! Una truffa ebraica pura e semplice!

Perché dunque gli anglo-americani li mettono in circolazione se non per derubare i francesi di ciò che gli appartiene? Per sfruttare e rovinare la Francia con ogni mezzo. La menzogna: Emesso in Francia. La verità: Truffare i francesi con questo denaro falso.

Perché non si pagano con i loro dollari e le loro sterline? "

petronius cool.gif

post-206-0-52039900-1319144437_thumb.jpg

post-206-0-43042400-1319144452_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tornando in Italia, se i bubble soap dollars sono i più famosi, non sono però gli unici biglietti di propaganda.

Ne esistono diversi altri, in vari tagli, che portano al retro messaggi ben più complessi, come quello da 10 dollari che allego, e con il quale chiudo per oggi 15qq744.gif

petronius :)

post-206-0-23891900-1319146324_thumb.jpg

post-206-0-95343700-1319146342_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Petronius, grazie per aver approfondito l'argomento dei biglietti-propaganda! :hi:

Come già scritto in un'altra discussione, ignoravo l'esistenza di questi biglietti. Una cosa non mi è ancora del tutto chiara: i biglietti-propaganda venivano creati e distribuiti (per lo più lanciandoli da aerei, mi pare di capire...) ad opera dei tedeschi o ad opera di italiani (per quel che riguarda i "dollari italiani") o francesi (per quel che riguarda gli am-francs e i "dollari francesi") che erano a favore dell'occupazione tedesca?

Grazie ancora per l'interessantissimo topic. :clapping:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quando il foglio veniva aperto, i francesi trovavano un violento attacco antisemita <_<

Il dollaro con il retro attuale era in circolazione solo da pochi anni. Venne emesso per la prima volta nel 1935, dietro specifiche pressioni del presidente F.D. Roosevelt.

Roosevelt era un fervente massone e il nuovo biglietto da 1$ è ricco di simbologie massoni che si prestano a svariate interpretazioni: i nazisti, ovviamente, hanno interpretato a modo loro.

Henry Morgenthau jr, il segretario del Tesoro attaccato in questo biglietto di propaganda, era effettivamente ebreo e discendente di una famiglia di origini ebraiche ma ormai in America da diverse generazioni. Famiglia ricchissima e da tempo amica di F.D. Roosevelt: negli USA, come un po' dappertutto, non si arriva ad una posizione così importante come quella di ministro del tesoro senza gli agganci e le disponibilità giuste.

Se ne volete sapere di più

http://en.wikipedia.org/wiki/United_States_one-dollar_bill#Small_size_notes

http://en.wikipedia.org/wiki/Henry_Morgenthau,_Jr.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una cosa non mi è ancora del tutto chiara: i biglietti-propaganda venivano creati e distribuiti....ad opera dei tedeschi o ad opera di italiani (per quel che riguarda i "dollari italiani") o francesi (per quel che riguarda gli am-francs e i "dollari francesi")

Sono tutti di produzione tedesca.

In particolare, i bubble soap si pensa fossero stampati a Verona, perchè è lì che gli americani, in una stamperia gestita dai tedeschi, ne trovarono in quantità.

L'altro biglietto italiano sembra sia stato stampato in Sicilia, in attesa dello sbarco Alleato. E proprio in Sicilia fu effettuato un massiccio volantinaggio aereo di questi biglietti. I tedeschi avevano già prodotto biglietti simili per il Nordafrica (scritti in arabo, ne parleremo) e quando lasciarono il continente africano portarono con loro le lastre di stampa del dritto, così che fu sufficiente cambiare il testo al rovescio per adattarli all'Italia. Di questo tipo furono stampati sia biglietti da 10 dollari, come quello mostrato in precedenza, sia da 2 dollari, e ben 8 furono le diverse iscrizioni al rovescio.

Anche i biglietti francesi furono stampati dai tedeschi. Il biglietto da 5 am-francs esiste con due versioni dell'iscrizione interna, e lo stesso è stato stampato anche su diversi volantini di propaganda, sia in b/n che a colori, come quello che allego.

petronius :)

post-206-0-25114200-1319195595_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di questo tipo furono stampati sia biglietti da 10 dollari...sia da 2 dollari, e ben 8 furono le diverse iscrizioni al rovescio.

Ed ecco un biglietto da 2 dollari, con un'altra delle otto iscrizioni diverse.

petronius :)

post-206-0-91858200-1319196247_thumb.jpg

post-206-0-16480500-1319196281_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve Petronius. Complimenti per la bellissima ed interessante discussione ;) :)

Il biglietto da 5 AMfranchi con la bandiera francese sul retro è bellissimo :rolleyes: Sai per caso se sono in vendita e a che prezzo pezzi simili?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono tutti di produzione tedesca.

[...]

Ti ringrazio per la delucidazione. :)

Ho provato a tradurre quanto riportato nel volantino di propaganda postato da Petronius, quello in lingua fracense.

"Gli anglo-americani massacrano i nostri uomini, le nostre donne e i nostri bambini, distruggono le nostre città, devastano le nostre campagne e adesso con questo pezzo di carta senza valore pretendono di pagare i francesi quando prendono quello che appartiene a loro (ai francesi).

Loro (gli anglo-americani) hanno attaccato l'Europa dalla Francia perchè prima di tutto vogliono servirsi dei nostri ragazzi per mobilitarli per fare di loro carne da cannone.*

Perchè prima di sconfiggere la Germania, loro vogliono rovinare la Francia per garantire con le nostre rovine la vittoria dell'Inghilterra."

*La locuzione "carne da cannone" (chair à canon in fracense e cannon fodder in inglese) è riferita al personale militare che era sacrificabile davanti al fuoco nemico per raggiungere un obiettivo strategico. Metaforicamente quindi questi soldati erano il "cibo dei cannoni" da cui i termini francese chair (carne) e inglese fodder (foraggio). Ulteriori informazioni qui. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il biglietto da 5 AMfranchi con la bandiera francese sul retro è bellissimo :rolleyes: Sai per caso se sono in vendita e a che prezzo pezzi simili?

Gli Am-Franchi con la bandiera al retro vengono definiti in Francia "Francs Drapeau" (drapeau = bandiera in francese).

I tagli bassi, in bassa conservazione, si trovano a pochi spiccioli. Ho in collezione un 5 franchi e ricordo di averlo pagato 2 euro al massimo.

Discorso diverso per i tagli alti, il cui costo cresce vertiginosamente.

Bisogna tenere presente che dopo poco più di un anno di circolazione gli Am-franchi con la bandiera al retro vennero ritirati e sostituiti da un'altra tipologia (cosiddetta "complementare") dove al posto della bandiera c'era la scritta FRANCE. Questi ultimi, emessi con un maggior controllo da parte del nuovo governo francese (e paradossalmente convertibili in euro fino al 2004), sono meno rari.

Per farti un'idea dei prezzi guarda su ebay.fr (clicca)

Parlammo degli Am-Franchi anche in questa vecchia discussione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

complimenti petronius oo) e grazie, :) interessantissima discussione oo)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un altro scenario di guerra che ha visto la produzione di cartamoneta di propaganda è stata la Jugoslavia, dove operò un'unità appositamente costituita, la Propagandaabteilung Sudost, Staffel Kroatien (Propaganda Sezione Sud-Est, Distaccamento croato). La sede di questa unità era a Belgrado con distaccamenti a Banja Luka, Sarajevo, Varazdin, Essegg, Dubrovinik, Vukovar e Bjelovar.

Il più famoso biglietto creato dall'unità di propaganda, è una sorta di lasciapassare per i partigiani jugoslavi che si fossero consegnati ai tedeschi :rolleyes:

Il taglio utilizzato è il Gold Certificate da dieci dollari del 1928, dove già al dritto, sopra il sigillo giallo, si può leggere in caratteri minuscoli

" È vero, questo biglietto non vale niente, ma può salvarvi la vita. Vi dà la possibilità di andare oltre le forze tedesche in tutta sicurezza. Facciamo appello a lasciare i partigiani e venire dalle forze tedesche. Con questo lasciapassare nelle vostre mani sarete esenti da ogni pena."

Al rovescio, in tre lingue (tedesco, croato e serbo) si legge

"Lasciapassare per disertori. Non sparate, portate quest'uomo al più vicino comando tedesco e trattatelo bene"

Chissà se qualche partigiano ha creduto a queste promesse...e, nel caso, se sono state mantenute :rolleyes:

Anche questi biglietti, come quelli visti in precedenza, hanno un unico numero di serie A55838131A.

petronius smile.gif

post-206-0-96119400-1319227967_thumb.jpg

post-206-0-15682500-1319227982_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quando in Jugoslavia le cose cominciarono ad andare male, i tedeschi non si scomposero, e passarono dalla propaganda coi dollari a quella coi biglietti dei partigiani.

Abbiamo così questo bell'esemplare da 10 lire (Deset Lir) del Fronte per la Liberazione della Slovenia, che al dritto somiglia proprio all'originale, solo di un rosso pò più scuro, mentre al rovescio porta scritto

"Questo denaro è privo di valore, proprio come le promesse di Mosca e Londra"

Anche l'Unione Sovietica diventa protagonista della propaganda cartamonetaria, lo era già stata del resto su almeno tre banconote in rubli, che vedremo nei prossimi giorni.

Domani sono a Verona, continuerò a parlare della propaganda di carta....moneta domenica (o forse, lunedì :rolleyes:).

petronius oo)

post-206-0-24264700-1319229664_thumb.jpg

post-206-0-70999600-1319229677_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il biglietto da 5 AMfranchi con la bandiera francese sul retro è bellissimo :rolleyes: Sai per caso se sono in vendita e a che prezzo pezzi simili?

Gli Am-Franchi con la bandiera al retro vengono definiti in Francia "Francs Drapeau" (drapeau = bandiera in francese).

I tagli bassi, in bassa conservazione, si trovano a pochi spiccioli. Ho in collezione un 5 franchi e ricordo di averlo pagato 2 euro al massimo.

Discorso diverso per i tagli alti, il cui costo cresce vertiginosamente.

Bisogna tenere presente che dopo poco più di un anno di circolazione gli Am-franchi con la bandiera al retro vennero ritirati e sostituiti da un'altra tipologia (cosiddetta "complementare") dove al posto della bandiera c'era la scritta FRANCE. Questi ultimi, emessi con un maggior controllo da parte del nuovo governo francese (e paradossalmente convertibili in euro fino al 2004), sono meno rari.

Per farti un'idea dei prezzi guarda su ebay.fr (clicca)

Parlammo degli Am-Franchi anche in questa vecchia discussione

Grazie Apulian :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ed ecco un biglietto da 2 dollari, con un'altra delle otto iscrizioni diverse.

petronius :)

Questo biglietto l'hanno stampato al risparmio: Non ha gli elementi in rosso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ed ecco un biglietto da 2 dollari, con un'altra delle otto iscrizioni diverse.

Questo biglietto l'hanno stampato al risparmio: Non ha gli elementi in rosso.

Vero, è non è l'unico a differire nei colori (proprio per una questione di risparmio, immagino) dai biglietti originali. Del resto lo scopo non era quello di spacciarli per buoni, ma solo propagandistico, e per questo era sufficiente che fossero riconoscibili come dollari.

Tanto più che negli anni '40 erano ben pochi gli italiani che i dollari li avevano visti davvero, e che sarebbero stati in grado di notare le differenze nel colore o in altri particolari.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I tedeschi avevano già prodotto biglietti simili per il Nordafrica (scritti in arabo, ne parleremo)

Tra questi, il biglietto da 2 dollari del 1928, stesso tipo già visto per l'Italia. Il numero di serie di questi biglietti è B67336096A

Questa tipologia è stata preparata in Tunisia a metà del 1943, mentre l'esercito tedesco era già in piena ritirata. Il piano era quello di distribuirli tra le tribù locali. I messaggi, che attaccavano l'occupazione Alleata dei territori arabi, avrebbero dovuto, nelle intenzioni dei tedeschi, sollevare una rivolta contro le forze americane e britanniche.

Stampati presumibilmene a Tunisi, sono prodotti con carta di qualità scadente, e anche il colore differisce dagli originali.

"Per il nostro fratello musulmano. La banconota raffigurata è quella con cui gli inglesi e gli americani cercano di asservire il mondo. Ricordate, o fratelli musulmani, che il sangue dei vostri fratelli è corso a fiumi al fine di aumentare le ricchezze di questi signori che rubano come spugne sulle terre di Allah e dei suoi fedeli seguaci.

Guarda gli eventi in corso e quelli che si sono verificati in tutte le parti dell' Islam sotto la disastrosa occupazione degli anglo-americani. Questo è un momento propizio per un'azione rapida per salvare ciò che resta. Unisciti a coloro che si sono ribellati contro gli anglo-americani, odiati nemici dell'Islam. Sarai sicuro non solo della tua vita, ma anche di quella dei tuoi figli.

Allah ti sostiene e ti protegge dal pericolo di essere condotto sotto l'occupazione ebraica, che vuole succhiare la tua linfa vitale e controllare le terre dell'Islam. "

L'effetto di questa propaganda sugli arabi fu trascurabile. In compenso, i soldati inglesi e americani che trovavano queste banconote si divertivano un sacco a raccoglierle e scambiarle, e le usavano persino nei giochi di carte.

Si può dire che più che a convincere gli arabi, sono servite a sconfiggere la noia dei soldati Alleati in prima linea. :rolleyes:

petronius cool.gif

post-206-0-52573000-1319476774_thumb.jpg

post-206-0-35338800-1319476785_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma in Nordafrica, più che gli americani, i nemici erano gli inglesi. Ed ecco allora che anche le sterline di Sua Maestà Britannica sono state utilizzate dalla propaganda....sterline false, ovviamente ;)

Il Daily Mirror del 17 aprile 1943 così titolava:

"Cairo: aerei tedeschi "bombardano" con finte banconote da una sterlina"

E raccontava:

"gli egiziani e gli arabi che camminavano per le strade di Alessandria e Il Cairo hanno raccolto quella che a prima vista era una banconota inglese da una sterlina. Ma capovolgendola hanno scoperto che si tratta di una riproduzione senza valore, con un messaggio di propaganda tedesca scritta in arabo. Queste banconote sono state abbandonate nelle città egiziane dagli aerei tedeschi, nel tentativo di sminuire la posizione della moneta britannica tra la popolazione."

Ci sono poi numerose testimonianze di soldati inglesi che hanno trovato questi biglietti, anche quella di un ufficiale che a El Fuqa, base avanzata tedesca, nel novembre 1942, ne trovò una cassa intera, per un valore nominale di milioni di sterline....purtroppo false :rolleyes:

Gli ordini per i soldati inglesi erano di bruciare questi biglietti, ma naturalmente moltissimi se ne sono riempite le tasche e li hanno riportati a casa come souvenir.

Le banconote imitate furono diverse, qui prendiamo in considerazione il biglietto da 1 pound di colore rosa-blu del periodo 1940-1948, del quale incomincio a mostrarvi l'originale, perchè possiate poi apprezzare meglio le differenze con la riproduzione ;)

petronius :)

post-206-0-04545000-1319478756_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...qui prendiamo in considerazione il biglietto da 1 pound di colore rosa-blu del periodo 1940-1948, del quale incomincio a mostrarvi l'originale, perchè possiate poi apprezzare meglio le differenze con la riproduzione

Qui non si tratta della mancanza di un colore, come per i dollari, ma di una banconota di un colore completamente diverso. In verità, per anni si è creduto che ad essere imitata non fosse stata la sterlina del 1940, ma quella del 1934, che è appunto di colore verde, come l'imitazione, ma un esame più attento ha portato gli esperti a concludere che i tedeschi hanno voluto imitare il biglietto rosa-blu, sbagliandone clamorosamente il colore.

Tutti questi biglietti hanno il numero di serie H86D729630 e sono firmati Peppiatt, come gli originali.

Il testo in arabo al retro, recita

"Segni di disintegrazione. Se ispezionate questa banconota, vi ricorderete il momento in cui valeva dieci volte il suo valore attuale in oro lucido e brillante. Questo perché a quel tempo la forza e la ricchezza del potente Impero britannico garantivano la banconota. Ma quella grandezza sta svanendo come il valore di questo pezzo di carta. Che cosa vale questa banconota oggi? Sicuramente conoscete la risposta. Ogni giorno che passa di questa guerra, la forza dell'Impero si esaurisce. Ogni battaglia che l'Inghilterra perde provoca un ulteriore indebolimento della sua valuta. Si avvicina il giorno in cui anche i mendicanti per strada rifiuteranno le banconote britanniche, anche come regalo. In verità, Allah vuole il collasso della Gran Bretagna, che sicuramente avverrà. "

Alcuni traduttori pensano che l'arabo sia scritto male e la banconota contenga errori sia tipografici che grammaticali. Se qualcuno vuole può cimentarsi in una traduzione migliore, io la mia l'ho fatta dall'inglese, non conoscendo affatto l'arabo :rolleyes:

petronius smile.gif

post-206-0-55144900-1319564055_thumb.jpg

post-206-0-94819000-1319564065_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di biglietti in arabo ne furono prodotti diversi tipi, sia dollari che sterline. Alla fine, al nostro occhio risultano monotoni, e anche le frasi di propaganda non aggiungono nulla a quelle che abbiamo già letto.

Mi limito quindi a postarne ancora soltanto uno, che si differenzia dagli altri per la raffigurazione di un teschio al centro del rovescio. Il biglietto imitato è quello da 5 dollari del 1934, il numero di serie, uguale per tutti, è B03439129A. Furono volantinati nel 1942 in Egitto, e forse anche in qualche altra parte del Nordafrica.

" La faccia splende d'oro, ma nasconde tragedie. E' piena di promesse, ma è seguita da occupazione e confisca delle terre. Non ti dicono niente di tutto questo. Peggio sarà la riduzione in schiavitù delle persone e l'occupazione permanente dei colonizzatori, che distruggeranno tutte le nostre tradizioni. Sono venuti con modi aggressivi e senza alcun riguardo per la religione. Non è meglio per il paziente combattere la sua malattia prima che si diffonda e diventi fatale? Prima che sia impiantata permanentemente nel paese e si diffonda, il che significherebbe la perdita della terra? La faccia splende d'oro, ma l'interno è spietato e crudele."

Sembra che il termine "faccia" fosse riferito tanto al teschio al rovescio, quanto al ritratto di Lincoln al dritto :rolleyes:

E con questa tipologia termina l'illustrazione dei dollari di imitazione usati come propaganda anti-alleata. Nei prossimi giorni parleremo delle altre valute utilizzate dai tedeschi e, a seguire, della propaganda Alleata attraverso le banconote....dell'Asse, naturalmente ;)

petronius oo)

post-206-0-84990900-1319565609_thumb.jpg

post-206-0-65076000-1319565626_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti Petronius, questa discussione è interessantissima e tu hai il dono di saper esporre benissimo questi argomenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie ray-ban, e grazie a tutti quelli che hanno mostrato di apprezzare questa discussione :)

Un altro fronte sul quale la Abteilung fur Wehrmacht Propaganda (la sezione propaganda della Wehrmacht) dispiegò ampi mezzi, fu quello russo.

In campo cartamonetario, sono stati copiati Biglietti di Stato da 1 e 3 chervonetz del 1937. Il chervonetz aveva una parziale copertura in oro, e ogni chervonetz corrispondeva a 10 rubli, motivo per cui la propaganda del biglietto allegato fa riferimento a questo valore.

Il biglietto aveva anche la funzione di salvacondotto per quei soldati russi che si fossero consegnati ai tedeschi, simile dunque al biglietto in dollari che abbiamo visto utilizzato sul fronte jugoslavo.

" 10 rubli ....Quante cose potevi comprare per dieci rubli ai vecchi tempi, e cosa puoi ottenere ora? Il potere d'acquisto del rublo è sempre di meno e presto sarà un pezzo di carta senza valore.

I prezzi dei prodotti alimentari e di quelli necessari alla vita quotidiana sono aumentati enormemente e il mercato nero in Unione Sovietica fiorisce.

I funzionari di partito e gli ebrei stanno lavorando nell'oscurità nelle loro case, mentre al fronte ti chiedono di sacrificare la tua vita per questi criminali.

Ma c'è un motivo per conservare questi dieci rubli. Essi garantiranno il tuo sicuro ritorno come russo libero, dopo la guerra. Vieni da noi con questa banconota e avrai salva la vita. Nascondi questo biglietto tra le altre banconote nel portafogli. Se ne hai più di uno, trasmetti gli altri ai tuoi compagni."

In basso a destra l'aquila tedesca con la svastica, e la scritta in tedesco Passierschein, lasciapassare.

In basso a sinistra, i numeri 257-10.43, starebbero a indicare che questi biglietti sono stati stampati e distribuiti nell'ottobre 1943.

petronius oo)

post-206-0-92468600-1319822848_thumb.jpg

post-206-0-15612100-1319822859_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I biglietti da 1 chervonetz sono noti anche con altri testi propagandistici (più che altro una versione estesa di quello letto sopra), mentre l'altra tipologia di biglietto russo falsificato dai tedeschi è stata quella da 3 chervonetz, sempre del 1937, corrispondenti a 30 rubli.

Questo biglietto si distingue dagli altri perchè al retro riporta una puntigliosa quanto macabra (non so quanto esatta) contabilità dei morti ammazzati dal comunismo sovietico, dal 1917 al 1944. Anche questo, come quello visto in precedenza, aveva la funzione di lasciapassare.

I numeri in basso a sinistra, 345-6.44, fanno datare il biglietto al giugno del 1944.

"Assassinati dai bolscevichi! (1917-1944).

Negli anni della rivoluzione e della guerra civile (1917-1923) 2.200.000 uccisi.

14.500.000 persone sono morte di fame (1918-21 e 1932-33).

10.000.000 sono stati uccisi nei campi di lavori forzati.

6.688.000 sono stati uccisi durante le campagne punitive.

3.277.000 sono stati uccisi nelle zone di confine conquistate dai russi.

18.000.000 sono stati uccisi o feriti gravemente durante la seconda guerra mondiale (1941-44).

Totale: 54.665.000.

12.000.000 di persone sono già scappate dalla liquidazione bolscevica arrendendosi alle nostre forze armate. Prendi questo biglietto e salva la tua vita prima che sia troppo tardi. "

petronius oo)

post-206-0-29612000-1319824377_thumb.jpg

post-206-0-94951400-1319824387_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?