Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
okt

orrore

Che orrore!

Anche il più crudele degli uomini merita rispetto nella morte e invece ci vengono riproposte, più volte nello stesso giornale le immagini orrende di un linciaggio.

Il corpo di un essere umano è sacro anche per chi non crede che sia un'immagine di dio.

Viviamo in un mondo spietato, ancora caratterizzato dalla legge della jungla, ma la cosa più grave, secondo me, è che stiamo rendendo i nostri giovani insensibili, assuefatti alla violenza, alla morte.

Tali spettacoli son ben più osceni della nudità, che tanto scandalizza i benpensanti.

Non lamentiamoci poi dei frutti di tali insegnamenti!

Protesto contro l'ossessiva ripetizione delle immagini che ci rendono tutti partecipi di un linciaggio.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quoto, concordo e mi accodo alla lamentela!

Tra l'altro era anche l'unico dittatore che mi stava simpatico!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra l'altro era anche l'unico dittatore che mi stava simpatico!

Che gusti discutibili...... :rolleyes:

Comunque mi associo alla protesta. D'altronde non è una novità......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sinceramente non sono molto d'accordo. Posso capire il fatto delle foto così cruente sui giornali, ma la "legge della Jungla" è stata applicata per quel che ha fatto in vita il "Colonnello" e costui non ha condotto proprio un'esistenza da bravo ragazzo....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

indipendentemente dal giudicare se era un Buono o un Cattivo ( non stà a Noi farlo), Concordo col dire che certe immagini o video non vanno resi pubblici. Ciao Massy

Modificato da MassyGiovy7577
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sinceramente non sono molto d'accordo. Posso capire il fatto delle foto così cruente sui giornali, ma la "legge della Jungla" è stata applicata per quel che ha fatto in vita il "Colonnello" e costui non ha condotto proprio un'esistenza da bravo ragazzo....

Mi trovi completamente d'accordo.

Ricordate che tutto torna indietro e chi fa del male viene sempre ripagato con la stessa moneta.

Noi parliamo così, ma quando Mussolini fu ucciso e successivamente "spostato" in Piazzale Loreto a Milano, la gente andò a condurre la propria "vendetta". E questo è scritto ovunque.

Ma evidentemente, anche se è successo pochi anni fa (relativamente), siamo già diventati perbenisti e benpensanti.

Tutti i dittatori hanno fatto migliaia o anche milioni (si veda Hitler) di vittime, la gente poi si stanca di essere repressa ....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'orrore non diminuisce, nè cessa di essere tale, se viene nascosto sotto la sabbia <_<

Credo sia stato giusto mostrare queste immagini, così come quelle della morte di Ceausescu, o le foto di piazzale Loreto...si spera possano servire da monito (agli aspiranti dittatori <_<).

Che poi da parte nostra (tv e giornali dei paesi occidentali) ci sia una buona dose di voyeurismo è innegabile, ma la realtà va mostrata, sempre, soprattutto se scomoda.

petronius.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'orrore non diminuisce, nè cessa di essere tale, se viene nascosto sotto la sabbia <_<

Credo sia stato giusto mostrare queste immagini, così come quelle della morte di Ceausescu, o le foto di piazzale Loreto...si spera possano servire da monito (agli aspiranti dittatori <_<).

Che poi da parte nostra (tv e giornali dei paesi occidentali) ci sia una buona dose di voyeurismo è innegabile, ma la realtà va mostrata, sempre, soprattutto se scomoda.

petronius.

Come non concordare? :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se mi posso permettere

esprimerei la mia opinione......

ripetere un video all'infinito è una prerogativa dei tg...

se poi te ne guardi due o tre su canali diversi, per sentire anche altre opinioni

e ti ritrovi magari gli stessi servizi...

che pena....

come quando zoommano sul viso in lacrime dell'intervistato/a di turno

solo per commuovere... per fare più audience...

in fondo basta prendere il telecomando e.... zap!

riteniamoci fortunati che possiamo decidere

di vedere o non vedere

di conoscere o non conoscere

di girare canale se non ci aggrada....

orrore? no dai...

la gente ha bisogno di "vedere per credere"...

siamo tutti un po S.Tommaso

siamo sinceri...

quanti ancora non credono alla morte di Osama?

(non Obama eh.... :-) striscia la notizia insegna... )

è solo l'ostentazione, la ripetitività dei media che fa orrore...

in questo caso mi associo alla tua protesta per l'ostentazione delle immagini

ma non ci rendono (come dici) tutti partecipi di un linciaggio

meritato o non meritato che sia

;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Inviato (modificato)

Oggi è difficile che qualcosa non venga mostrato, nell'era globale nulla sfugge. Tuttavia io mi soffermerei sull'altro aspetto della vicenda. Quel dittatore si è macchiato di crimini orrendi in più di 40 anni di potere e fino a pochi mesi - non anni - tutte i paesi occidentali facevano affari con lui (qualcuno gli baciava anche la mano). Ora un uomo così deve essere processato, deve essere punito con la forza della legge e non linciato. Credo che per un Paese che deve rinascere dalle proprie ceneri un processo e relativa condanna sarebbe stato un segnale forte di democrazia.

Modificato da Liutprand

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Anche il più crudele degli uomini merita rispetto nella morte

Soprattutto, meritano rispetto i bambini, che guardano! Concordo con te.

La folla si assiepò davanti al cadavere di Mussolini? Anche per quello di partigiani e pure di criminali comuni (un tempo le esecuzioni erano pubbliche e negli USA i familiari delle vittime possono ancora assistere...)

Questo non significa dovere mostrare le immagini al mondo intero e, soprattutto, è passato un po' di tempo e speravo ci fossimo civilizzati, ma la società dello spettacolo ci ha fatto fare un bel balzo indietro... (ora seguono in tv perfino i processi e le indagini, trasformandoli in shows mediatici).

Tali spettacoli son ben più osceni della nudità, che tanto scandalizza i benpensanti.

Usa pure il termine ipocriti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Salve a tutti,

Vedo che a riguardo vi sono due punti di vista opposti.

Io sono contrario all'omicidio qualunque ne sia la ragione. Sono contrario a mostrare le immagini dell'omicidio, o di un corpo martoriato, almeno nei Tg, almeno quando ci sono bambini. Se non ricordo male in alcuni Tg era difficile non vedere certe immagini, perché venivano mostrate in concomitanza con la notizia (spero di ricordare male e di essere stato io a non staccare volontariamente lo sguardo). Le immagini mostrate erano quelle di gente che infieriva su un uomo vinto, per quanto crudele e sanguinario, che ne straziava il corpo e si compiaceva per la sua morte (Le morti dei dittatori in effetti si assomigliano tutte); avrei preferito di gran lunga fossero messe in onda sugli speciali che si fanno dopo le 11, così chi aveva reale interesse nel vederle avrebbe atteso gli speciali. Onestamente non penso ci fossero differenze tra queste immagini e quelle di una caccia all'uomo di 10.000 anni fa, e pensare questo mi rattrista parecchio. Più che altro mi spaventa la soddisfazione di molti giornalisti nel mostrare queste immagini, o la felicità dei politici nel dire: che bello, è stato massacrato un uomo. qui su La Moneta quantomeno ci sono due punti di vista, ma in politica e nel giornalismo di punti di vista ce n'è uno solo.

Finora quello che ho scritto è puramente emozionale.

Da un punto di vista meramente razionale l'omicidio di Gheddafi è una cretinata allucinante per il popolo libico. Gheddafi era un uomo vinto, non avrebbe rappresentato più un pericolo una volta portato all'Aia. Chissà quanti segreti, miliardi di euro nascosti in giro per il mondo, rapporti di amicizia "scomodi " per il popolo libico sarebbero stati rivelati in un regolare processo. La morte di Gheddafi conveniva essenzialmente al vecchio establishment, che rischiava di essere rimesso in causa negli crimini contro l'umanità attuati nel corso di decenni, ai politici europei, che avevano firmato trattati di "amicizia" con il popolo libico. Ora tutte le possibili rivelazioni sono morte con lui, a meno che il secondogenito non ne sia a conoscenza (se non fa la stessa fine del padre).

Mi scuso per il lungo post,

buon fine settimana a tutti

Giuseppe

Modificato da azaad

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti,

Vedo che a riguardo vi sono due punti di vista opposti.

Io sono contrario all'omicidio qualunque ne sia la ragione. Sono contrario a mostrare le immagini dell'omicidio, o di un corpo martoriato, almeno nei Tg, almeno quando ci sono bambini. Se non ricordo male in alcuni Tg era difficile non vedere certe immagini, perché venivano mostrate in concomitanza con la notizia (spero di ricordare male e di essere stato io a non staccare volontariamente lo sguardo). Le immagini mostrate erano quelle di gente che infieriva su un uomo vinto, per quanto crudele e sanguinario, che ne straziava il corpo e si compiaceva per la sua morte (Le morti dei dittatori in effetti si assomigliano tutte); avrei preferito di gran lunga fossero messe in onda sugli speciali che si fanno dopo le 11, così chi aveva reale interesse nel vederle avrebbe atteso gli speciali. Onestamente non penso ci fossero differenze tra queste immagini e quelle di una caccia all'uomo di 10.000 anni fa, e pensare questo mi rattrista parecchio. Più che altro mi spaventa la soddisfazione di molti giornalisti nel mostrare queste immagini, o la felicità dei politici nel dire: che bello, è stato massacrato un uomo. qui su La Moneta quantomeno ci sono due punti di vista, ma in politica e nel giornalismo di punti di vista ce n'è uno solo.

Finora quello che ho scritto è puramente emozionale.

Da un punto di vista meramente razionale l'omicidio di Gheddafi è una cretinata allucinante per il popolo libico. Gheddafi era un uomo vinto, non avrebbe rappresentato più un pericolo una volta portato all'Aia. Chissà quanti segreti, miliardi di euro nascosti in giro per il mondo, rapporti di amicizia "scomodi " per il popolo libico sarebbero stati rivelati in un regolare processo. La morte di Gheddafi conveniva essenzialmente al vecchio establishment, che rischiava di essere rimesso in causa negli crimini contro l'umanità attuati nel corso di decenni, ai politici europei, che avevano firmato trattati di "amicizia" con il popolo libico. Ora tutte le possibili rivelazioni sono morte con lui, a meno che il secondogenito non ne sia a conoscenza (se non fa la stessa fine del padre).

Mi scuso per il lungo post,

buon fine settimana a tutti

Giuseppe

Se qualcuno ti ha massacrato l'intera famiglia, si reagirebbe in un modo molto, molto diverso....

Il popolo Libico ha restituito a Gheddafi quello che quest'ultimo ha fatto nei 40 anni di mandato. Chi di spada ferisce di spada perisce.... è ovvio che il popolo acceccato da ira e vendetta contro il "Colonnello" l'abbia ucciso. Forse doveva intervenire la NATO per non farlo uccidere e mandarlo all'Aia, ma in ballo c'erano troppi interessi economici e come dice Azaad vecchie verità "scomode". Così i grandi capi Europei non hanno fatto niente. Ma non condanno assolutamente quello fatto a Gheddafi dal popolo, perchè è più che comprensibile....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Se qualcuno ti ha massacrato l'intera famiglia, si reagirebbe in un modo molto, molto diverso....

E se qualcuno avesse ucciso e straziato i responsabili della repressione italiana in Libia, non avrei voluto che mostrassero le immagini e non lo avrebbero fatto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che gusti discutibili...... :rolleyes:

Eddai, suvvia....uno che in visita ufficiale campeggia in giardino, che ti arriva con appeso alla divisa un quadretto con la foto di non ricordo cosa, che arriva con uno squadrone di (apprezzabilissime) amazzoni etc. etc. .... non può che suscitare simpatia! Questo NON vuol certo dire che approvi ed appoggi il suo operato... :ph34r:

Relativamente alla questione iniziale, secondo me occorrerebbe scindere tra immagini e filmati diffusi "in patria" e quelli a noi propinati.

Posso essere concorde col diffondere immagini, seppur cruente, del corpo dilaniato di Gheddafi nelle TV arabe (giusto per gli esuli) e libiche in modo tale da dare una magra vendetta a chi si è visto uccidere la famiglia, amici o, piuttosto, è stato torturato. Un po' quello che è successo, come già ricordato, al corpo di Mussolini in p.le Loreto.

Ben differente invece il propinarcele in continuazione qui in Italia! Mostrato una volta il corpo martoriato, tanto per dimostrare l'avvenuta uccisione, basta! E invece no: corpo lanciato da uno all'altro, sdraiato nella cella frigorifera, chi ci sputa sopra, chi fa le foto etc. etc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?