Jump to content
IGNORED

approfondimento Le Prove e le Monete speciali per Numismatici


Recommended Posts

Gia' nel 1975 Cesare Bobba, pur essendo un commerciante, prendeva una forte posizione negativa verso le Prove e le Monete speciali per numismatici

Anche per voi sono semplici curiosita' e non parte integrante di una collezione seria di monete ? O al limite un complemento non fondamentale insieme ai falsi d' epoca ?

Per di piu' le alte quotazioni raggiunte nelle recenti contrattazioni rispecchiano il reale valore o si tratta di una bolla speculativa creata da una temporanea moda verso questi tondelli ?

Cosa ne pensate ?

Cosi' , come un monito , scrive il Bobba a conclusione del suo articolo :

Si torni alle origini , si collezionino soltanto le monete vere, le monete che sono state e sono i reali mezzi di pagamento

post-116-0-94219400-1319792171_thumb.jpg

post-116-0-66760700-1319792179_thumb.jpg

Edited by piergi00
Link to comment
Share on other sites


Stavo per scrivere la stessa cosa dopo aver dato un'occhiata all'asta Nomisma.

Per me non sono monete. Molte sono fantasie e mi domando quanti esemplari ci sono di ognuna.

Fanno il paio con la cartamoneta stampigliata "specimen" o "muestra" . Ho visto andare all'asta recentemente una collezione di questi foglietti di carta di tutto il mondo ,tutti "specimen eccetera" tutti FDS, molti bucati, nessuno coi numeri di serie se non una fila di zeri.Mi sono chiesto: Ma che cartamoneta è se non le hanno dato un valore e se non è spendibile?

Lo stesso discorso vale per le "Prove".

Link to comment
Share on other sites

Un grazie a Piergi00 per aver postato questo interessante articolo. :) Non posso che dare ragione a Bobba sulle considerazioni espresse, però devo ammettere che "monete per numismatici" e "monete di prova" hanno il loro fascino. ;)

P.S. Certo che è curioso trovare un commerciante (anche se Bobba non è stato solo questo) che marcia contro delle particolari emissioni. :P

Edited by mikigenius92
Link to comment
Share on other sites


Guest utente3487

Un grazie a Piergi00 per aver postato questo interessante articolo. :) Non posso che dare ragione a Bobba sulle considerazioni espresse, però devo ammettere che "monete per numismatici" e "monete di prova" hanno il loro fascino. ;)

P.S. Certo che è curioso trovare un commerciante (anche se Bobba non è stato solo questo) che marcia contro delle particolari emissioni. :P

Comunque non sarei così drastico. Anche le prove e progetti, se genuine e se conservate al Museo rappresentano una testimonianza monetaria, altrimenti sono solo gadget.

Link to comment
Share on other sites

Un grazie a Piergi00 per aver postato questo interessante articolo. :) Non posso che dare ragione a Bobba sulle considerazioni espresse, però devo ammettere che "monete per numismatici" e "monete di prova" hanno il loro fascino. ;)

P.S. Certo che è curioso trovare un commerciante (anche se Bobba non è stato solo questo) che marcia contro delle particolari emissioni. :P

Comunque non sarei così drastico. Anche le prove e progetti, se genuine e se conservate al Museo rappresentano una testimonianza monetaria, altrimenti sono solo gadget.

Le Prove, i Progetti originali ,i Falsi d' Epoca ,alla stregua degli editti ,dei decreti ed altri documenti sono di sicuro un aiuto allo studio della monetazione del Regno d'Italia ma non essendo monete in senso stretto non devono essere poste al centro di una collezione numismatica

Al piu' possono eventualmente costituire una raccolta a parte di curiosita'

Edited by piergi00
Link to comment
Share on other sites


salve a tutti

concordo in pieno con quelo che ce scrito in que poccho paragrafi.

per me la cosa importante che la moneta abbia un po di storia.

che l'agente comune la usava per comperare dei beni,etc..............

la moneta deve avere un po di storia altrimenti non si chiamerebe antico/antiquariato----------- o altro.

se i collezionisti legessero un po di piu lo capirebe.

al inizio di ogni catalogo ce scrito un po di tutto

saluti EUENIGMA

Link to comment
Share on other sites


Anche la Vetta D'Italia allora non è da considerarsi moneta visto che non ha mai circolato....

Non era predisposta per la circolazione?! Comunque bisogna anche dire che la maggior parte delle monete auree sono state immediatamente tesaurizzate quindi parlare di circolazione mi sembra quasi inutile a volte...

Edited by Andreix
Link to comment
Share on other sites


La circolazione e' secondo voi un elemento essenziale nel definire cosa e' una moneta ?

Anche molti gettoni hanno circolato come succedanei della moneta ma non sono moneta

Edited by piergi00
Link to comment
Share on other sites


Anche la Vetta D'Italia allora non è da considerarsi moneta visto che non ha mai circolato....

Non era predisposta per la circolazione?! Comunque bisogna anche dire che la maggior parte delle monete auree sono state immediatamente tesaurizzate quindi parlare di circolazione mi sembra quasi inutile a volte...

In pratica non circolò mai.

Tratto da Gigante 2012:

Questi pezzi, in origine tutti satinati, non circolarono poichè di valore intrinseco superiore a quello nominale. La zecca li riservò ai privati che ne fecero richiesta pagando un corrispettivo superiore.

Tratto dal nostro catalogo:

Questa moneta fu coniata esclusivamente a scopo speculativo per i collezionisti.

Edited by collezionistabari
Link to comment
Share on other sites


Non è questione di circolazione.

La Vetta era stata emessa per 100 Lire. Se qualcuno avesse voluto darla in pagamento l'avrebbero accettata.

Un gettone si può rifiutare, una prova anche.

Tutte le monete d'oro contemporanee valgono più del loro facciale, ma se vado alla Banca d'Italia e chiedo di cambiarmene una da 20 euro in 10 da 2 lo fanno.Verrò considerato un deficiente ( ooops...un diversamente intelligente ) ma do una moneta in cambio di altre.

Provate a cambiare in Banca un gettone o una moneta di prova in altra moneta circolante. Se ci riuscite, cambio idea e mi compro subito una prova anch'io da aggiungere alla collezione.

Edited by Guest
Link to comment
Share on other sites

La circolazione e' secondo voi un elemento essenziale nel definire cosa e' una moneta ?

Anche molti gettoni hanno circolato come succedanei della moneta ma non sono moneta

A mio parere non è un requisito essenziale: l'importante è che vi sia un decreto di emissione.

Non sarei, comunque, così drastico nel definire privi di inetersse numismatico le prove e i progetti in quanto, soprattutto i primi testimoniano la genesi della montazione "ufficiale".

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Buon pomeriggio

Anch'io concordo che monete per numismatici, prove o progetti sono un'altra cosa rispetto alla collezione dei tipi che effettivamente hanno circolato

Sono a mio parere qualche cosa di collaterale, le prime "rilanciate" oltremodo a fini speculativi dagli stessi Governi che, così, fanno cassa; le seconde per chi cerca, legittimamente, di riempire il proprio album, magari ormai completo delle monete "ufficiali" che hanno circolato, con le relative prove e progetti (se esistono).

Per quanto mi riguarda capisco più i secondi rispetto ai primi; monete per collezionisti..... intonse ed inarrivabili perché sigillate, stupende nella loro perfezione, con certificati in pergamena e/o custodie preziose e raffinate, non fanno per me; sono fredde....non mi trasmettono nulla :(

E non pensiate che sia un duro e puro; anch'io da giovane ho comperato le serie della Zecca Italiana e di San marino; le 500 e le 1000 lire commemorative, ecc. ecc., ma forse è proprio per questo che ho espresso questo mio parere.

Saluti

Luciano

Link to comment
Share on other sites


« la moneta, in quanto moneta e non in quanto merce, è voluta non per il suo valore intrinseco, ma per le cose che consente di acquistare. »

(Samuelson, Economia, Zanichelli, 1983, pag. 255) wikipedia.

Detto questo credo che la circolazione sia una parte fondamentale di una moneta proprio per il suo utilizzo. Sicuramente le prove e i progetti sono delle opere d'arte ma non le considero monete personalmente...

Edited by Andreix
Link to comment
Share on other sites


Per me le prove e i progetti hanno un grande fascino quando la loro funzione è quella per cui portano il nome, non quando vengono coniate e confezionate

apposta per essere vendute....mentre trovo senza senso coniazioni per numismatici, proof e serie confezionate dalla zecca, preferisco più un falso d'epoca che abbia circolato. Tengo a precisare che il mio è solo un parere personale

Saluti

Link to comment
Share on other sites


Per me le prove e i progetti hanno un grande fascino quando la loro funzione è quella per cui portano il nome, non quando vengono coniate e confezionate

apposta per essere vendute....mentre trovo senza senso coniazioni per numismatici, proof e serie confezionate dalla zecca, preferisco più un falso d'epoca che abbia circolato. Tengo a precisare che il mio è solo un parere personale

Saluti

Sinceramente la penso proprio come te... :)

Link to comment
Share on other sites


Lui forse scrisse questo articolo a ridosso delle prove Marconi...magari non riuscì ad averle e si arrabbiò....

scherzo ovviamente, non mi permetto di togliere nulla al compianto Bobba.

ciao Elledi.....ridendo e scherzando magari hai fatto centro!

o forse si sara' pentito di aver venduto troppo presto le "importanti" prove che negli anni 70 fecero la loro comparsa sul mercato...moduli grossi...grossi e del nobile metallo ! :-)

Link to comment
Share on other sites


aggiungo poi che le prove hanno un grande fascino...soprattutto i progetti che poi non hanno avuto seguito nella normale coniazione corrente dell'epoca.

grazie alla passione di molti il mercato di tali monete e' uscito dalla "clandestinita" che magari lo aveva caratterizzato...merce per pochi eletti!

ora sono a disposizione di tutti coloro che ne sono affascinati e che possono disporre del supporto economico per poterle collezionare.

I testi sino ad ora a disposizione, del Pagani, del Simonetti , del Montenegro e per finire quelli del "nostro" Elledi, sono una preziosa bibliografia a supporto di tale collezionismo.

Fra miti e leggende molta chiarezza e' stata fatta...anche se la numismatica continuera' ad essere un piacevole "mistero" quotidiano.

massimo

Edited by grazia19.66
Link to comment
Share on other sites


Discussione estremamente interessante, che pone due scuole di pensiero contrapposte, a quella che vede la circolazione come requisito essenziale per la definizione di moneta si contrappone quella in cui è l’emissione di un decreto ad essere la condizione sine qua non per fregiare un tondello della definizione di cui sopra; personalmente mi pongo in una posizione intermedia, cominciamo con il dire: quando nel 1929, ad esempio, fu emesso il decreto d’emissione che autorizzo’ la coniazione del buono da 1 lira vi era forse scritto che tale moneta veniva emessa ad uso esclusivo dei numismatici ? Non ho mai avuto l’occasione di leggerl ma non credo! Anche se poi venne fatta uscire dalla Real Zecca solo dietro il pagamento di una cifra che andava ben oltre (e di parecchio) il suo valore nominale, ma è altrettanto vero che le monete di quel millesimo non assolsero mai il compito per il quale le monete vengono coniate ossia la circolazione, allora come definirle? Credo che cio’ non possa ne potrà mai avere una risposta univoca e che tale risposta debba essere ricercata solo nella sensibilità di ognuno; personalmente mi schiero tra coloro che preferiscono i falsi storici alle monete per numismatici riconoscendo a questi tondelli un valore storico che deriva loro dall’essere serviti, sia pur fraudolentemente, allo scambio di beni e/o servizi ed hanno pertanto un “vissuto” alle spalle che le emissioni per numismatici, sia pur legali, non hanno. Altro discorso meritano invece le prove, fatto salvo il diritto di ognuno a collezionare cio' che meglio crede e che più lo soddisfi credo che questi tondelli non abbiano nulla per figurare in una collezione numismatica propriamente detta.

Diverso è il discorso per il famoso pezzo da 5 lire del 1901, secondo me si tratta di un tondello che puo’ avere e che senz’altro ha, un indiscutibile valore storico ma dal punto di vista numismatico lo considero nullo in quanto oltre ad non possedere il requisito della circolazione è da considerarsi anche nullo il decreto d’emissione che venne firmato contro i parametri imposti dall'Unione Latina e non per errore ma con la storicamente provata ben precisa volontà di battere una non-moneta allo scopo esclusivo di soddisfare l’ego numismatico del sovrano, anche se permane un sospetto che un prototipo di speculazione numismatica da parte del buon VE III e della sua cerchia di accoliti ci sia pur stato.

Saluti

Edited by Ramossen
Link to comment
Share on other sites


Laciando da parte le 5 lire aquila sabauda e altre monete che hanno avuto una storia particolare, le coniazioni per i numismatici, ebbero fortuna più durante il regno del Re numismatico o in seguito?

Link to comment
Share on other sites


Per me le prove e i progetti hanno un grande fascino quando la loro funzione è quella per cui portano il nome, non quando vengono coniate e confezionate

Saluti

aggiungo poi che le prove hanno un grande fascino...soprattutto i progetti che poi non hanno avuto seguito nella normale coniazione corrente dell'epoca.

grazie alla passione di molti il mercato di tali monete e' uscito dalla "clandestinita" che magari lo aveva caratterizzato...merce per pochi eletti!

ora sono a disposizione di tutti coloro che ne sono affascinati e che possono disporre del supporto economico per poterle collezionare.

I testi sino ad ora a disposizione, del Pagani, del Simonetti , del Montenegro e per finire quelli del "nostro" Elledi, sono una preziosa bibliografia a supporto di tale collezionismo.

Fra miti e leggende molta chiarezza e' stata fatta...anche se la numismatica continuera' ad essere un piacevole "mistero" quotidiano.

massimo

....io ho fatto una scelta....magari un pò obbligata....magari poi vi spiego perchè ...

...prendiamo ad esempio l'ultimo esemplare che sono riuscito a mettere in collezione la II^ prova del "cappellone".... per me una volta trovato il 20 lire "cappellone" per la circolazione, avere accanto le prove e i progetti che hanno portato alla definitiva emissione è cosa naturale e conseguente....il problema resta quello di trovarle disponibili e avere sufficienti risorse economiche...cosa che io non ho.. :( :( ...

le prove e i progetti di una futura emissione sono, a mio avviso, il completamento di una collezione....

...altra cosa sono i progetti di monete poi mai emesse....e anche quì...è una scelta....ci sono progetti che sono delle vere opere d'arte...

saggiomonetaargentodv.gif

Uploaded with ImageShack.us

...guardate che bello sarebbe stato questo dritto su un bel pezzo da 20 lire.....

img0481b.jpg

Uploaded with ImageShack.us

...o questo altro meraviglioso esempio di "liberty" prima monetazione di vittorio emanuele III

...si fanno delle scelte...cosa collezionare?? quello che ci da soddisfazione, quello che appaga il nostro senso estetico...quello che ci possiamo permettere ;) ;) ....

...la buonanima di bobba..avrà in quel preciso contesto espresso il suo punto di vista....oggi vedo importanti esponenti dell'ambiente numismatico...cavalcare l'onda delle prove e dei progetti con molto "fervore"....quello che manca è una opera importante che faccia chiarezza, che dia una traccia di studio, di classificazione, che faccia un pò più di luce....e magari anche un buon catalogo aggiornato....l'ultimo testo risale al 1984 del buon cavalier montenegro....

renato

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.