Jump to content
IGNORED

Gettoni teatrali


caiuspliniussecundus
 Share

Recommended Posts

Ho trovato in vendita sul web questi due oggetti, passati per gettoni teatrali di età romana, usati per contrassegnare i posti a teatro. Diametri riferiti: 2 e 3,5 cm, il retro devo immaginarlo liscio, visto che non è fotografato nè descritto. Qualcuno di Voi ne sa qualcosa?? (informazioni generali e criteri di autenticità)

Caius

dimeticavo: sono in vetro

post-705-1139006871_thumb.jpg

post-705-1139006888_thumb.jpg

Edited by caiuspliniussecundus
Link to comment
Share on other sites


Ho alcuni gettoni teatrali (o perlomeno comprati come gettoni)..

Sono in terracotta, leggerissima. Li avevo fatti visionare da un esperto e mi avevano detto che sicuramente erano di periodo romano...anche se non mi poteva garantire a che cosa servissero di preciso...

Generalmente pero' vengono defini "sigillata"..

Raffigurano teste di imperatori o divinita'...

Secondo alcuni definirebbro zone dell'anfiteatro e ...ovviamnete nel caso di imperatori...chi "regalava" gli spettacoli...

Sono anche in questo caso unifaci....ma diversi da quelli qui postati..

Link to comment
Share on other sites


Io di gettoni teatrali non ne ho mai visti, questi due postati mi sembrano più che altro dei tappi per alabastron e ariballon (piccoli vasi che servivano per contenere profumi e unguenti), mi è venuto in mente perchè un pò di tempo fa ne ho visto uno e assomiglia a questi due postati! Però devono essere in ceramica!

Link to comment
Share on other sites


Salve,

a me sembrano i gettoni di pasta vitrea che si usavano in Sicilia al tempo della dominazione araba.

Ecco un'immagine presa dal web.

post-273-1139066587_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Salve,

a me sembrano i gettoni di pasta vitrea che si usavano in Sicilia al tempo della dominazione araba.

Ecco un'immagine presa dal web.

94568[/snapback]

confermo...sono in pasta vitrea..ne avevo uno tempo fa, non erano solo per i tatri...al tempo venivano usati gettoni anche nei bordelli...

Ciao Marco

Link to comment
Share on other sites

Awards

Sì sapevo che esistevano gettoni di vetro... Ne ho visti alcuni al museo di Rodi, meno belli e mi pare + piccoli di quelli in foto: erano semplici perline di pasta vitrea. Ne sono stati trovati molti allo stadio di Rodi.

Cmq c'erano anche di bronzo... sebbene pare che quelli avessero una origine più variata (negozi e piccoli bottegai davano come resto piccole "monetine" proprie, quando c'era mancanza di quadranti e monete di piccolo taglio, un po' come quando qui ci fu la carenza di 50 e 100 lire e il droghiere ti dava come resto le caramelle!!...)

Link to comment
Share on other sites


Sì sapevo che esistevano gettoni di vetro... Ne ho visti alcuni al museo di Rodi, meno belli e mi pare + piccoli di quelli in foto: erano semplici perline di pasta vitrea. Ne sono stati trovati molti allo stadio di Rodi.

Cmq c'erano anche di bronzo... sebbene pare che quelli avessero una origine più variata (negozi e piccoli bottegai davano come resto piccole "monetine" proprie, quando c'era mancanza di quadranti e monete di piccolo taglio, un po' come quando qui ci fu la carenza di 50 e 100 lire e il droghiere ti dava come resto le caramelle!!...)

94676[/snapback]

:D Bei tempi quelli...

Link to comment
Share on other sites

Awards

Le tesserine di pasta vitrea pare che venissero usate dai romani come pedine per un gioco molto simile alla nostra dama. Non ne ho mai viste però decorate.

Che dimensione ha quella in foto?

Link to comment
Share on other sites


  • 7 months later...

Completo questa discussione precisando che le pedine in pasta vitrea che vi ho mostrato erano dette "latruncoli" e venivano usate su una scacchiera detta "tabula lusoria" per un gioco simile probabilmente alla dama. Una tavola da gioco (proprio una tabula lusoria?) è rappresentata su un semis in bronzo di Nerone (RIC I 233).

Gettoni vitrei più grandi (di 4-5 cm di diametro) servivano invece a segnare i posti prenotati a teatro.

Ho desunto queste info dal libro "Vitrum" Giunti editore 2004, catalogo di una mostra tenuta a Firenze a Palazzo Pitti sul vetro romano.

post-705-1158522480_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Si sono di pasta vitrea ma non sono quelli siciliani di epoca medioevale (periodo dominazione islamica e inizio periodo normanno).

Link to comment
Share on other sites


Posto anche una bella foto realizzata nel museo archeologico nazionale di Siviglia.

Ci sono delle fiches da gioco romane per dama e similari.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Posto anche una bella foto realizzata nel museo archeologico nazionale di Siviglia.

Ci sono delle fiches da gioco romane per dama e similari.

154081[/snapback]

La foto era enorme spero non abbia perso bellezza riducendola!

post-259-1158608762_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Allego questa altra immagine di latruncoli, quelli banchi sono sassi lavorati, quelli scuri di pasta vitrea fusa. come si fa a dire se il vetro è antico?? in teoria se forma le iridescenze è antico, si tratta di una esfoliazione superficiale del vetro che accade per fenomeni di cristallizzazione. Nel vetro moderno ciò non accade per la diversa composizione delle sabbie che lo costituiscono.

post-705-1158614778_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.