Jump to content
IGNORED

Ora ci mancavano solo le medaglie...


Recommended Posts

Visto che collezionavo "soltanto" monete borboniche, regno, repubblica, cartamoneta italiana ed estera, etc etc... era arrivato il momento di incominciare una nuova avventura : ho acquistato le mie prime medaglie borboniche, e devo dire che sono entusiasta, sono davvero spettacolari!

Posto la prima, a voi la parola...

Grazie a tutti e buon Natale!!! :)

1832nozzediferdinandoii.jpg

Edited by gionni980
Link to comment
Share on other sites


Devo dire che sono entusiasta, sono davvero spettacolari!

Ciao Gionni..........e ti credo, fra un pò più ne compri e più ne vorresti.

Complimenti intanto per questa "Nozze di Ferdinando II con Maria Cristina di Savoia" 1832 > Ricciardi 160

Al dritto effige accollate del Sovrano (imberbe) e della Regina rivolte verso destra, in basso F.REGA DIR./M.LAUDICINA F./DE ROSA M.P. nel giro FERDINANDVS II. ET MARIA CRISTINA REGNI VTR. SICIL. RR.

Al rovescio l’Italia sedente sostiene su un fusto di colonna, sul quale sono rilevati gli scudi Borbonici e dei Savoia e corona reale, medaglione con i ritratti dei Sovrani che Imene stante, con la destra li incorona di alloro e con l’altra, con una face, accende un’ara; sulla colonna la scritta VOTA/PV/BLICA e all’esergo ANN. CI)I)CCCXXXII; in basso F.REGA DIR./M.LAUDICINA F./DE ROSA M.P.

P.S. la medaglia era presente anche Asta Varesi "Utriusque Siciliae" parte seconda, le Medaglie al lotto 283

Ciao Pietro ;)

Link to comment
Share on other sites


Guest fabrizio.gla

Ciao Giovanni, come non comprenderti? io ancora resisto... ogni volta che prendo "il medagliere" in mano è un piacere ma anche una tentazione. Bellissima medaglia, con tanta storia, e tanta tanta tanta arte "inside" ;)

Link to comment
Share on other sites

Devo dire che sono entusiasta, sono davvero spettacolari!

Ciao Gionni..........e ti credo, fra un pò più ne compri e più ne vorresti.

Complimenti intanto per questa "Nozze di Ferdinando II con Maria Cristina di Savoia" 1832 > Ricciardi 160

Al dritto effige accollate del Sovrano (imberbe) e della Regina rivolte verso destra, in basso F.REGA DIR./M.LAUDICINA F./DE ROSA M.P. nel giro FERDINANDVS II. ET MARIA CRISTINA REGNI VTR. SICIL. RR.

Al rovescio l’Italia sedente sostiene su un fusto di colonna, sul quale sono rilevati gli scudi Borbonici e dei Savoia e corona reale, medaglione con i ritratti dei Sovrani che Imene stante, con la destra li incorona di alloro e con l’altra, con una face, accende un’ara; sulla colonna la scritta VOTA/PV/BLICA e all’esergo ANN. CI)I)CCCXXXII; in basso F.REGA DIR./M.LAUDICINA F./DE ROSA M.P.

P.S. la medaglia era presente anche Asta Varesi "Utriusque Siciliae" parte seconda, le Medaglie al lotto 283

Ciao Pietro ;)

Ciao Pietro, in utriusque siciliae era presente esattamente la medaglia che ho postato, esattamente lei??

Non riesco a trovare il catalogo d' aste in oggetto...

Link to comment
Share on other sites


I miei più sinceri complimenti amico caro, vedo che ti stai cimentando in un ottimo campo, una bella soddisfazione avere iniziato con una simile medaglia in bronzo, scommetto che se nel monetiere la poni accanto ad un 10 tornesi quest'ultimo scomparirà all'ombra dello spessore della medaglia.

Per quanto concerne la conservazione siamo intorno allo splendidino, ma c'è da dire che quando una medaglia di tale modulo non presenta alcun colpo sul bordo diventa molto più appetibile di una in altissima conservazione con bordo compromesso. Una cosa importante che dovrai fare appena possibile è quella di documentarti sull'avvenimento storico per la quale venne coniata, in questo modo apprezzerai le medaglie sotto molti aspetti storico-culturali. Pensa che artisticamente è una delle medaglie più importanti dell'800 borbonico, l'incisore trapanese Michele Laudicina era giovanissimo quando fece il suo esordio artistico con questa medaglia, il re fu talmente entusiasta quando la vide che decise di fargli corrispondere un premio superiore a quello pattuito precedentemente.

Link to comment
Share on other sites


Guest fabrizio.gla

Alcune notizie in merito alla seconda medaglia, tratte dal D'auria.

D/: GIO. BAT. VICO NATO IN NAPOLI NEL MDCLXX. MORTO NEL MDCCXLIII

Busto del professore

in basso, V. Catenacci FECE

R/: AUSPICE FERDINANDO II. P. F. A.

Italia turrita seduta con in mano la raggiante fiaccola della conoscenza.

Sullo sfondo la rada di Napoli e Vesuvio in eruzione

Nell'esergo: VII CONGRESSO DEGLI / SCIENZIATI ITALIANI / NAPOLI MDDDXLV

In basso L. ARNAUD FECE

D'auria 208, Ricc. 178

Medaglia che commemora l'apertura del 7° congresso degli scienziati italiani a Napoli, nella grande sala del museo di Mineralogia. Avvenimento davvero importante che mette in luce la volontà del re Ferdinando II di aprire il Regno alla cultura del tempo. A questo riguardo venne scelto l'uomo di scienza Gian Battista Vico (Napoli, 1668-1744).

Molto interessante le note riportate nel D'auria riguardo questo personaggio.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Alcune notizie in merito alla seconda medaglia, tratte dal D'auria.

D/: GIO. BAT. VICO NATO IN NAPOLI NEL MDCLXX. MORTO NEL MDCCXLIII

Busto del professore

in basso, V. Catenacci FECE

R/: AUSPICE FERDINANDO II. P. F. A.

Italia turrita seduta con in mano la raggiante fiaccola della conoscenza.

Sullo sfondo la rada di Napoli e Vesuvio in eruzione

Nell'esergo: VII CONGRESSO DEGLI / SCIENZIATI ITALIANI / NAPOLI MDDDXLV

In basso L. ARNAUD FECE

D'auria 208, Ricc. 178

Medaglia che commemora l'apertura del 7° congresso degli scienziati italiani a Napoli, nella grande sala del museo di Mineralogia. Avvenimento davvero importante che mette in luce la volontà del re Ferdinando II di aprire il Regno alla cultura del tempo. A questo riguardo venne scelto l'uomo di scienza Gian Battista Vico (Napoli, 1668-1744).

Molto interessante le note riportate nel D'auria riguardo questo personaggio.

Questa è la variante della moneta catalogata al 208 del D'Auria.

Molto bella ed in alta conservazione.

Complimenti

Gian

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Oltretutto pare che non abbia colpi, la conservazione è splendida. Bravo Gionni, però per essere l'inizio vedo che sai scegliere| :clapping:

Link to comment
Share on other sites


Oltretutto pare che non abbia colpi, la conservazione è splendida. Bravo Gionni, però per essere l'inizio vedo che sai scegliere| :clapping:

Confermo che il bordo è pressochè perfetto e senza colpi :)

Link to comment
Share on other sites


Ciao Gionni, scusami ma ho letto solo ora la tua domanda ...... se fosse proprio lei la medaglia presente all'Asta Varesi, giusta la precisazione di Iachille, ma io intentendevo una simile e non proprio la tua, chiedo scusa se mi sono espresso male; così come sono presenti ambedue le

medaglie per "Il Congresso degli Scienziati Italiani in Napoli" al n° 300 (quella con un boccolo in più nei capelli e la fiaccola con l'aurela) e al n° 301 (fiaccola senza aureola).

Riguardo al catalogo d'Asta, sinceramente, credo che dovresti acquisirlo.....se hai intenzione di iniziare una collezione di medaglie, in rete non lo trovi, dovresti chiederlo a Varesi......in esso ci trovi gran parte delle Medaglie dagli Aragonesi a Francesco II e anche quelle relative all'epoca dei Savoia.

Riguardo alla Medaglia per "Il Congresso degli Scienziati Italiani in Napoli" approfitto per chiedere a Francesco se esiste una differente difficoltà nel reperire l'una o l'altra tipologia, cioè se esiste un differente grado di rarità.

P.S. come ha fatto Francesco nell'altro post ( dove è presente una simila alla tua) eccoti alcune notizie su di essa.

http://www.ilportaledelsud.org/bcnn1961_4.pdf

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Riguardo alla Medaglia per "Il Congresso degli Scienziati Italiani in Napoli" approfitto per chiedere a Francesco se esiste una differente difficoltà nel reperire l'una o l'altra tipologia, cioè se esiste un differente grado di rarità.

P.S. come ha fatto Francesco nell'altro post ( dove è presente una simila alla tua) eccoti alcune notizie su di essa.

http://www.ilportale.../bcnn1961_4.pdf

Ciao, ti allego il link di una discussione dove si parlava proprio se esiste una differenza di rarità tra un conio e l'altro.

http://www.lamoneta.it/topic/64044-le-mie-prime-medaglie-del-regno-delle-due-sicilie/page__st__60

Io sostengo che il primo conio in Bronzo è piu' difficile da reperire mentre per l'argento le cose si invertono partendo già però da un'altissima rarità.

Gian

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.