Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
marcorinafrancescoandrea

moneta aes grave

70 risposte in questa discussione

Inviato (modificato)

mio padre mi ha consegnato una moneta antica con la seguente descrizione :

"chicco di grano / stella a 16 punte"

aes grave - quadrante (splendido)

III° - IV° secolo a.Cristo

localita' : italia centrale

diametro 41 mm - grammi 70.18 - rarita' 4

catalogo Montenegro del 1966 : monete Italia antica e Magna Grecia pagina 179 n.582 e figura a pagina successiva - rarita' R4

peso variabile da 109 a 49 grammi

eseistenza (haberlein) di n.10 prototipi

Vecchi : n.214

chiedo se gentilmente potessi avere notizie relative alla possibilita' che si tratti effettivamente di una moneta rara e, dopo gli accertamenti neccessari, stabilirne il valore.

ringraziando del vostro interessamento saluto cordialmente.

ho provato ha inviare una foto ma ricevo un messaggio di errore "questo file è troppo grande per essere caricato"

se mi suggerite qualche soluzione provo ad inviarvi delle foto della moneta.

grazie, marco pizzato

pb180009.jpg

pb180011.jpg

Modificato da marcorinafrancescoandrea

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, benvenuto nel Forum.

Dovresti provare a ridurre la foto, mi sembra che come nuovo iscritto hai 64k per post a disposizione, altrimenti puoi provare a caricare la foto su un sito di imagehosting tipo imageshack e poi allegare il link.

Ciao, Exergus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mio padre mi ha consegnato una moneta antica con la seguente descrizione :

"chicco di grano / stella a 16 punte"

aes grave - quadrante (splendido)

III° - IV° secolo a.Cristo

localita' : italia centrale

diametro 41 mm - grammi 70.18 - rarita' 4

catalogo Montenegro del 1966 : monete Italia antica e Magna Grecia pagina 179 n.582 e figura a pagina successiva - rarita' R4

peso variabile da 109 a 49 grammi

eseistenza (haberlein) di n.10 prototipi

Vecchi : n.214

chiedo se gentilmente potessi avere notizie relative alla possibilita' che si tratti effettivamente di una moneta rara e, dopo gli accertamenti neccessari, stabilirne il valore.

ringraziando del vostro interessamento saluto cordialmente.

ho provato ha inviare una foto ma ricevo un messaggio di errore "questo file è troppo grande per essere caricato"

se mi suggerite qualche soluzione provo ad inviarvi delle foto della moneta.

grazie, marco pizzato

Vai su www.cngcoins.com

tra le monete in vendita nella prossima asta Triton XV ce n'è una stimata 2000 dollari.

Se poi vuoi sapere il valore effettivo mandami un MP che ti dò un'indirizzo per mandarmi una foto, così posso dirti qualcosa in più.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

:huh: ......siamo sempre nell'ambito dei se e dei ma,a mio parere e' un falso moderno......dalla foto non promette niente di buono,purtroppo......aspettiamo il parere di numizmo ;)

ciao

Modificato da franco obetto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

sembrerebbe rilavorato, ma a me, pare originale...bisognerebbe averlo tra le mani.

ma tutte le descrizioni che ci hai proposto le hai trovate tu o sono allegate alla moneta da un certificato numismatico?

auguri Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mio padre mi ha consegnato una moneta antica con la seguente descrizione :

"chicco di grano / stella a 16 punte"

aes grave - quadrante (splendido)

III° - IV° secolo a.Cristo

localita' : italia centrale

diametro 41 mm - grammi 70.18 - rarita' 4

catalogo Montenegro del 1966 : monete Italia antica e Magna Grecia pagina 179 n.582 e figura a pagina successiva - rarita' R4

peso variabile da 109 a 49 grammi

eseistenza (haberlein) di n.10 prototipi

Vecchi : n.214

chiedo se gentilmente potessi avere notizie relative alla possibilita' che si tratti effettivamente di una moneta rara e, dopo gli accertamenti neccessari, stabilirne il valore.

ringraziando del vostro interessamento saluto cordialmente.

ho provato ha inviare una foto ma ricevo un messaggio di errore "questo file è troppo grande per essere caricato"

se mi suggerite qualche soluzione provo ad inviarvi delle foto della moneta.

grazie, marco pizzato

Vai su www.cngcoins.com

tra le monete in vendita nella prossima asta Triton XV ce n'è una stimata 2000 dollari.

Se poi vuoi sapere il valore effettivo mandami un MP che ti dò un'indirizzo per mandarmi una foto, così posso dirti qualcosa in più.

Ciao

marco.pizzato@live.it

se puoi aiutarmi per una valutazione della moneta, grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho visto la foto che nel frattempo hai caricato,mi spiace ma è solo un falso di una tipologia abbastanza diffusa negli ultimi anni e che comprende falsi di Hatria, dell'Etruria centrale e di aes grave Italici, più qualche aes signatum

Sono caratterizzati dall'avere tutti un aspetto un pò globoidale e la patina , con incrostazioni scure che sembrano ferrose,costruita su uno strato incoerente verde e rosso ,che si stacca a scaglie ,lasciando il metallo quasi scoperto al di sotto...mancano i codoli di fusione e i segni di distacco e tutta la iconografia è nel complesso sbagliata.

Una serie di questi falsi erano esposti nella mostra fatta in occasione del Workshop di Pisa e in un'altra realizzata in occasione di Vicenza 2010.Non so se sui manuali de lamoneta.it siano stati riportati i singoli esemplari, prova a controllare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mio padre mi ha consegnato una moneta antica con la seguente descrizione :

"chicco di grano / stella a 16 punte"

aes grave - quadrante (splendido)

III° - IV° secolo a.Cristo

localita' : italia centrale

diametro 41 mm - grammi 70.18 - rarita' 4

catalogo Montenegro del 1966 : monete Italia antica e Magna Grecia pagina 179 n.582 e figura a pagina successiva - rarita' R4

peso variabile da 109 a 49 grammi

eseistenza (haberlein) di n.10 prototipi

Vecchi : n.214

chiedo se gentilmente potessi avere notizie relative alla possibilita' che si tratti effettivamente di una moneta rara e, dopo gli accertamenti neccessari, stabilirne il valore.

ringraziando del vostro interessamento saluto cordialmente.

ho provato ha inviare una foto ma ricevo un messaggio di errore "questo file è troppo grande per essere caricato"

se mi suggerite qualche soluzione provo ad inviarvi delle foto della moneta.

grazie, marco pizzato

Vai su www.cngcoins.com

tra le monete in vendita nella prossima asta Triton XV ce n'è una stimata 2000 dollari.

Se poi vuoi sapere il valore effettivo mandami un MP che ti dò un'indirizzo per mandarmi una foto, così posso dirti qualcosa in più.

Ciao

marco.pizzato@live.it

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Egregio signor Numa Numa, ho un'altro aes Grave di quel tipo (incerte Italia Centrale,chicco di grano e 16 raggi) ma di peso alquanto diverso. Stessa forma leggermente conica, diametro quasi eguale,buona conservazione, bella patina sicuramente molto antica.

Ora mi chiedo come possano essere decisamente classificati falsi questi due Aes dal momento che i falsi normalmente vengono sempre sfornati con lo stesso peso.

Gradisca un distinto mio saluto. Adalberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

..e preciso che il suo peso è di gr. 65.74

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

e dove sta scritto che i falsi hanno sempre lo stesso peso, soprattutto i falsi di monete che non lo hanno neanche se sono autentiche?

Se si parlasse di monete coniate a macchina, ti potrei anche capire,ma quì si parla di monete fuse in conchiglia di argilla, con oscillazioni ponderaliche, anche nelle autentiche, sono notevoli..figuriamoci nei falsi...

In ogni caso sempre false sono, indipendentemente dal peso e dalla patina anticata...sono proprio sbagliati morfologicamente...almeno quello illustrato..facci vedere una foto del tuo..

Modificato da numizmo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e dove sta scritto che i falsi hanno sempre lo stesso peso, soprattutto i falsi di monete che non lo hanno neanche se sono autentiche?

Se si parlasse di monete coniate a macchina, ti potrei anche capire,ma quì si parla di monete fuse in conchiglia di argilla, con oscillazioni ponderaliche, anche nelle autentiche, sono notevoli..figuriamoci nei falsi...

In ogni caso sempre false sono, indipendentemente dal peso e dalla patina anticata...sono proprio sbagliati morfologicamente...almeno quello illustrato..facci vedere una foto del tuo..

Caro esperto numismatico,io ti ringrazio per la tua ostinata convinzione sulla falsità di questo aes 16 raggi/chicco grano ma preferisco restare nella mia dubitativa convinzione dal momento che quando si sfornano "recenti falsi" io credo non si vada tanto per il sottile modificando il peso di una stessa matrice e dal momento che solo in catalogo Nomisma n.10 (6-7 Dicembre 1997)sono stati fotograficamente riprodotti e venduti per "buoni" sotto assoluta garanzia proprio due prototipi identici e dello stesso stato di conservazione.I due che posseggo li ho acquistati molti anni or sono.Ad ogni buon conto non morirò di infarto se da un accurato esame dovessero risultare non autentici.Un cordiale saluto da Adalberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e dove sta scritto che i falsi hanno sempre lo stesso peso, soprattutto i falsi di monete che non lo hanno neanche se sono autentiche?

Se si parlasse di monete coniate a macchina, ti potrei anche capire,ma quì si parla di monete fuse in conchiglia di argilla, con oscillazioni ponderaliche, anche nelle autentiche, sono notevoli..figuriamoci nei falsi...

In ogni caso sempre false sono, indipendentemente dal peso e dalla patina anticata...sono proprio sbagliati morfologicamente...almeno quello illustrato..facci vedere una foto del tuo..

Provi ad andare anche sul sito "Robina pesante- La Moneta.it ".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e dove sta scritto che i falsi hanno sempre lo stesso peso, soprattutto i falsi di monete che non lo hanno neanche se sono autentiche?

Se si parlasse di monete coniate a macchina, ti potrei anche capire,ma quì si parla di monete fuse in conchiglia di argilla, con oscillazioni ponderaliche, anche nelle autentiche, sono notevoli..figuriamoci nei falsi...

In ogni caso sempre false sono, indipendentemente dal peso e dalla patina anticata...sono proprio sbagliati morfologicamente...almeno quello illustrato..facci vedere una foto del tuo..

"IN OGNI CASO SEMPRE FALSE SONO!"

Egregio signor NUMIZSMO , mi riferisco alla Aes Grave 16 raggi / chicco di grano che appare all'inizio della discussione. Il 26 Maggio sono stato alla Fiera di Verona dove ho conosciuto il perito numismatico EUPREMIO MONTENEGRO. Dopo averla accuratamente esaminata assieme ad altre tre Aes Grave che posseggo, mi ha garantito la sua ASSOLUTA AUTENTICITA' aggiungendo di telefonargli a Torino se sono disposto a vendergliela. Il suo valore attuale si aggira sui 4.500 EURO.

Come lei ben sa, il dottore Eupremio Montenegro è uno dei più esperti numismatici oltre che essere autorevolissimo perito.

Avevo dunque ragione di dubitare della sua "immediata dichiarazione di falsità", signor Numizmo!

Un cordiale saluto da Adalberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Facciamo delle opportune distinzioni fra caso particolare e teoria generale.

Nel particolare non entro nel merito, perchè riguarda una singola moneta.

Personalmente cerco di non dare giudizi netti su una moneta, avendola visionata solo in due foto.

Per quanto riguarda il problema generale, cioè, il peso, esso non può essere determinante se non in alcuni casi specifici.

Per talune emissioni non conosciamo la libbra di riferimento e quindi non sappiamo se sono in linea con essa, in rapporto al loro valore nominale.

Per altre conosciamo la libbra, ma non sappiamo a quale riduzione di essa appartiene.

Quindi il peso non ha un valore assoluto e deterministico. Ma ci sono indizi collaterali.

Se è una moneta romana(serie prua), fusa, di peso sestantale sicuramente è un falso, perchè da tale riduzione esse vennero tutte coniate.

Se è un sestante, di riduzione quadrantale, fuso è un falso, perchè da tale riduzione, sicuramente, i sestanti furono tutti coniati.

Ecc. Ecc.

In conclusione, il principio di Numizmo, generale, sulla non eccessiva attenzione al peso, per determinare e discernere FALSI da AUTENTICI, in questo tipo di monetazione, è CORRETTO!

Saluti.

Vincenzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

e dove sta scritto che i falsi hanno sempre lo stesso peso, soprattutto i falsi di monete che non lo hanno neanche se sono autentiche?

Se si parlasse di monete coniate a macchina, ti potrei anche capire,ma quì si parla di monete fuse in conchiglia di argilla, con oscillazioni ponderaliche, anche nelle autentiche, sono notevoli..figuriamoci nei falsi...

In ogni caso sempre false sono, indipendentemente dal peso e dalla patina anticata...sono proprio sbagliati morfologicamente...almeno quello illustrato..facci vedere una foto del tuo..

"IN OGNI CASO SEMPRE FALSE SONO!"

Egregio signor NUMIZSMO , mi riferisco alla Aes Grave 16 raggi / chicco di grano che appare all'inizio della discussione. Il 26 Maggio sono stato alla Fiera di Verona dove ho conosciuto il perito numismatico EUPREMIO MONTENEGRO. Dopo averla accuratamente esaminata assieme ad altre tre Aes Grave che posseggo, mi ha garantito la sua ASSOLUTA AUTENTICITA' aggiungendo di telefonargli a Torino se sono disposto a vendergliela. Il suo valore attuale si aggira sui 4.500 EURO.

Come lei ben sa, il dottore Eupremio Montenegro è uno dei più esperti numismatici oltre che essere autorevolissimo perito.

Avevo dunque ragione di dubitare della sua "immediata dichiarazione di falsità", signor Numizmo!

Un cordiale saluto da Adalberto

PORTAGLIELA SUBITO! Prima che cambi idea, dammi retta...!Per me e' falsa e resta falsa, a dispetto di qualsiasi opinione di Montenegro o chicchessia...ma se davvero ti da 4500 euro, allora corri...!

Modificato da numizmo
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e dove sta scritto che i falsi hanno sempre lo stesso peso, soprattutto i falsi di monete che non lo hanno neanche se sono autentiche?

Se si parlasse di monete coniate a macchina, ti potrei anche capire,ma quì si parla di monete fuse in conchiglia di argilla, con oscillazioni ponderaliche, anche nelle autentiche, sono notevoli..figuriamoci nei falsi...

In ogni caso sempre false sono, indipendentemente dal peso e dalla patina anticata...sono proprio sbagliati morfologicamente...almeno quello illustrato..facci vedere una foto del tuo..

"IN OGNI CASO SEMPRE FALSE SONO!"

Egregio signor NUMIZSMO , mi riferisco alla Aes Grave 16 raggi / chicco di grano che appare all'inizio della discussione. Il 26 Maggio sono stato alla Fiera di Verona dove ho conosciuto il perito numismatico EUPREMIO MONTENEGRO. Dopo averla accuratamente esaminata assieme ad altre tre Aes Grave che posseggo, mi ha garantito la sua ASSOLUTA AUTENTICITA' aggiungendo di telefonargli a Torino se sono disposto a vendergliela. Il suo valore attuale si aggira sui 4.500 EURO.

Come lei ben sa, il dottore Eupremio Montenegro è uno dei più esperti numismatici oltre che essere autorevolissimo perito.

Avevo dunque ragione di dubitare della sua "immediata dichiarazione di falsità", signor Numizmo!

Un cordiale saluto da Adalberto

PORTAGLIELA SUBITO! Prima che cambi idea, dammi retta...!Per me e' falsa e resta falsa, a dispetto di qualsiasi opinione di Montenegro o chicchessia...ma se davvero ti da 4500 euro, allora corri...!

Egregio NUMIZMO, ma sa lei chi è EUPREMIO MONTENEGRO?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

http://www.google.it/#hl=it&sclient=psy-ab&q=Eupremio+Montenegro&oq=Eupremio+Montenegro&aq=f&aqi=&aql=&gs_l=hp.12...6578.24879.0.29279.21.18.0.0.0.0.2242.12805.3-4j4j2j0j4j1j1.17.0...0.0.Ia7N9SXuqLg&pbx=1&bav=on.2,or.r_gc.r_pw.r_qf.,cf.osb&fp=7c389b3c414e456f&biw=1024&bih=596

e dove sta scritto che i falsi hanno sempre lo stesso peso, soprattutto i falsi di monete che non lo hanno neanche se sono autentiche?

Se si parlasse di monete coniate a macchina, ti potrei anche capire,ma quì si parla di monete fuse in conchiglia di argilla, con oscillazioni ponderaliche, anche nelle autentiche, sono notevoli..figuriamoci nei falsi...

In ogni caso sempre false sono, indipendentemente dal peso e dalla patina anticata...sono proprio sbagliati morfologicamente...almeno quello illustrato..facci vedere una foto del tuo..

"IN OGNI CASO SEMPRE FALSE SONO!"

Egregio signor NUMIZSMO , mi riferisco alla Aes Grave 16 raggi / chicco di grano che appare all'inizio della discussione. Il 26 Maggio sono stato alla Fiera di Verona dove ho conosciuto il perito numismatico EUPREMIO MONTENEGRO. Dopo averla accuratamente esaminata assieme ad altre tre Aes Grave che posseggo, mi ha garantito la sua ASSOLUTA AUTENTICITA' aggiungendo di telefonargli a Torino se sono disposto a vendergliela. Il suo valore attuale si aggira sui 4.500 EURO.

Come lei ben sa, il dottore Eupremio Montenegro è uno dei più esperti numismatici oltre che essere autorevolissimo perito.

Avevo dunque ragione di dubitare della sua "immediata dichiarazione di falsità", signor Numizmo!

Un cordiale saluto da Adalberto

PORTAGLIELA SUBITO! Prima che cambi idea, dammi retta...!Per me e' falsa e resta falsa, a dispetto di qualsiasi opinione di Montenegro o chicchessia...ma se davvero ti da 4500 euro, allora corri...!

http://www.google.it/#hl=it&sclient=psy-ab&q=Eupremio+Montenegro&oq=Eupremio+Montenegro&aq=f&aqi=&aql=&gs_l=hp.12...6578.24879.0.29279.21.18.0.0.0.0.2242.12805.3-4j4j2j0j4j1j1.17.0...0.0.Ia7N9SXuqLg&pbx=1&bav=on.2,or.r_gc.r_pw.r_qf.,cf.osb&fp=7c389b3c414e456f&biw=1024&bih=596

http://www.google.it/#hl=it&sclient=psy-ab&q=Eupremio+Montenegro&oq=Eupremio+Montenegro&aq=f&aqi=&aql=&gs_l=hp.12...6578.24879.0.29279.21.18.0.0.0.0.2242.12805.3-4j4j2j0j4j1j1.17.0...0.0.Ia7N9SXuqLg&pbx=1&bav=on.2,or.r_gc.r_pw.r_qf.,cf.osb&fp=7c389b3c414e456f&biw=1024&bih=596

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e dove sta scritto che i falsi hanno sempre lo stesso peso, soprattutto i falsi di monete che non lo hanno neanche se sono autentiche?

Se si parlasse di monete coniate a macchina, ti potrei anche capire,ma quì si parla di monete fuse in conchiglia di argilla, con oscillazioni ponderaliche, anche nelle autentiche, sono notevoli..figuriamoci nei falsi...

In ogni caso sempre false sono, indipendentemente dal peso e dalla patina anticata...sono proprio sbagliati morfologicamente...almeno quello illustrato..facci vedere una foto del tuo..

"IN OGNI CASO SEMPRE FALSE SONO!"

Egregio signor NUMIZSMO , mi riferisco alla Aes Grave 16 raggi / chicco di grano che appare all'inizio della discussione. Il 26 Maggio sono stato alla Fiera di Verona dove ho conosciuto il perito numismatico EUPREMIO MONTENEGRO. Dopo averla accuratamente esaminata assieme ad altre tre Aes Grave che posseggo, mi ha garantito la sua ASSOLUTA AUTENTICITA' aggiungendo di telefonargli a Torino se sono disposto a vendergliela. Il suo valore attuale si aggira sui 4.500 EURO.

Come lei ben sa, il dottore Eupremio Montenegro è uno dei più esperti numismatici oltre che essere autorevolissimo perito.

Avevo dunque ragione di dubitare della sua "immediata dichiarazione di falsità", signor Numizmo!

Un cordiale saluto da Adalberto

PORTAGLIELA SUBITO! Prima che cambi idea, dammi retta...!Per me e' falsa e resta falsa, a dispetto di qualsiasi opinione di Montenegro o chicchessia...ma se davvero ti da 4500 euro, allora corri...!

Egregio signor NUMIZMIO, lei è padronissimo di "fare e quindi di dire ciò che le pare" e la ringrazio comunque per i suoi interventi su questo da lei perentoriamente dichiarato falso Aes Grave.

Ma ora che mi sono permesso di indicarle chi è EUPREMIO MONTENEGRO vorrebbe gentilmente precisare sia a me che al pubblico che ci legge "CHI E' LEI" oltre che Marchese-Utente Senior in la Moneta? E' forse un esperto numismatico regolarmente inscritto presso qualche autorevole Associazione Numismatica?E' un Dirigente di una Casa d'Aste? Un Revisore del Garrucci, del Sydenham, di Italo Vecchi? Mi permetto di chiederglielo in maniera oltremodo rispettosa sperando di non urtare la sua suscettibilità.

Mi permetto infine di precisale che Eupremio a Verona non mi ha offerto 4500 euro per quell'AES GRAVE. Io ho solo detto che il suo valore, nel 1996, in Spl. ascendeva a 9 milioni di lire (4500 euro).

Un rinnovato distinto saluto da Adalberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e dove sta scritto che i falsi hanno sempre lo stesso peso, soprattutto i falsi di monete che non lo hanno neanche se sono autentiche?

Se si parlasse di monete coniate a macchina, ti potrei anche capire,ma quì si parla di monete fuse in conchiglia di argilla, con oscillazioni ponderaliche, anche nelle autentiche, sono notevoli..figuriamoci nei falsi...

In ogni caso sempre false sono, indipendentemente dal peso e dalla patina anticata...sono proprio sbagliati morfologicamente...almeno quello illustrato..facci vedere una foto del tuo..

"IN OGNI CASO SEMPRE FALSE SONO!"

Egregio signor NUMIZSMO , mi riferisco alla Aes Grave 16 raggi / chicco di grano che appare all'inizio della discussione. Il 26 Maggio sono stato alla Fiera di Verona dove ho conosciuto il perito numismatico EUPREMIO MONTENEGRO. Dopo averla accuratamente esaminata assieme ad altre tre Aes Grave che posseggo, mi ha garantito la sua ASSOLUTA AUTENTICITA' aggiungendo di telefonargli a Torino se sono disposto a vendergliela. Il suo valore attuale si aggira sui 4.500 EURO.

Come lei ben sa, il dottore Eupremio Montenegro è uno dei più esperti numismatici oltre che essere autorevolissimo perito.

Avevo dunque ragione di dubitare della sua "immediata dichiarazione di falsità", signor Numizmo!

Un cordiale saluto da Adalberto

PORTAGLIELA SUBITO! Prima che cambi idea, dammi retta...!Per me e' falsa e resta falsa, a dispetto di qualsiasi opinione di Montenegro o chicchessia...ma se davvero ti da 4500 euro, allora corri...!

http://images.goldbergauctions.com/php/lot_auc.php?site=1&sale=46&lot=1067

C'è anche il caso ch'io possegga da alcuni anni anche quel Peso (stessa data,migliore conservazione,stesso peso, stesse dimensioni,....). Lei ritiene che questa mia moneta debba considerarla falsa essendo stata venduta per più di 6.300 dollari?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi permetto infine di precisale che Eupremio a Verona non mi ha offerto 4500 euro per quell'AES GRAVE. Io ho solo detto che il suo valore, nel 1996, in Spl. ascendeva a 9 milioni di lire (4500 euro).

Si, SE fosse autentico si, probabilmente anche qualcosa in più...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e dove sta scritto che i falsi hanno sempre lo stesso peso, soprattutto i falsi di monete che non lo hanno neanche se sono autentiche?

Se si parlasse di monete coniate a macchina, ti potrei anche capire,ma quì si parla di monete fuse in conchiglia di argilla, con oscillazioni ponderaliche, anche nelle autentiche, sono notevoli..figuriamoci nei falsi...

In ogni caso sempre false sono, indipendentemente dal peso e dalla patina anticata...sono proprio sbagliati morfologicamente...almeno quello illustrato..facci vedere una foto del tuo..

"IN OGNI CASO SEMPRE FALSE SONO!"

Egregio signor NUMIZSMO , mi riferisco alla Aes Grave 16 raggi / chicco di grano che appare all'inizio della discussione. Il 26 Maggio sono stato alla Fiera di Verona dove ho conosciuto il perito numismatico EUPREMIO MONTENEGRO. Dopo averla accuratamente esaminata assieme ad altre tre Aes Grave che posseggo, mi ha garantito la sua ASSOLUTA AUTENTICITA' aggiungendo di telefonargli a Torino se sono disposto a vendergliela. Il suo valore attuale si aggira sui 4.500 EURO.

Come lei ben sa, il dottore Eupremio Montenegro è uno dei più esperti numismatici oltre che essere autorevolissimo perito.

Avevo dunque ragione di dubitare della sua "immediata dichiarazione di falsità", signor Numizmo!

Un cordiale saluto da Adalberto

PORTAGLIELA SUBITO! Prima che cambi idea, dammi retta...!Per me e' falsa e resta falsa, a dispetto di qualsiasi opinione di Montenegro o chicchessia...ma se davvero ti da 4500 euro, allora corri...!

http://images.goldbe...ale=46&lot=1067

C'è anche il caso ch'io possegga da alcuni anni anche quel Peso (stessa data,migliore conservazione,stesso peso, stesse dimensioni,....). Lei ritiene che questa mia moneta debba considerarla falsa essendo stata venduta per più di 6.300 dollari?

Non ne ho idea, sono un'esperto in monete romane e qualche altra specie , ma solo del periodo classico...i miei limiti li conosco benissimo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e dove sta scritto che i falsi hanno sempre lo stesso peso, soprattutto i falsi di monete che non lo hanno neanche se sono autentiche?

Se si parlasse di monete coniate a macchina, ti potrei anche capire,ma quì si parla di monete fuse in conchiglia di argilla, con oscillazioni ponderaliche, anche nelle autentiche, sono notevoli..figuriamoci nei falsi...

In ogni caso sempre false sono, indipendentemente dal peso e dalla patina anticata...sono proprio sbagliati morfologicamente...almeno quello illustrato..facci vedere una foto del tuo..

"IN OGNI CASO SEMPRE FALSE SONO!"

Egregio signor NUMIZSMO , mi riferisco alla Aes Grave 16 raggi / chicco di grano che appare all'inizio della discussione. Il 26 Maggio sono stato alla Fiera di Verona dove ho conosciuto il perito numismatico EUPREMIO MONTENEGRO. Dopo averla accuratamente esaminata assieme ad altre tre Aes Grave che posseggo, mi ha garantito la sua ASSOLUTA AUTENTICITA' aggiungendo di telefonargli a Torino se sono disposto a vendergliela. Il suo valore attuale si aggira sui 4.500 EURO.

Come lei ben sa, il dottore Eupremio Montenegro è uno dei più esperti numismatici oltre che essere autorevolissimo perito.

Avevo dunque ragione di dubitare della sua "immediata dichiarazione di falsità", signor Numizmo!

Un cordiale saluto da Adalberto

PORTAGLIELA SUBITO! Prima che cambi idea, dammi retta...!Per me e' falsa e resta falsa, a dispetto di qualsiasi opinione di Montenegro o chicchessia...ma se davvero ti da 4500 euro, allora corri...!

Egregio NUMIZMO, ma sa lei chi è EUPREMIO MONTENEGRO?

Da qualche decina di anni prima di lei, sicuramente...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"CHI E' LEI" oltre che Marchese-Utente Senior in la Moneta? E' forse un esperto numismatico regolarmente inscritto presso qualche autorevole Associazione Numismatica?E' un Dirigente di una Casa d'Aste? Un Revisore del Garrucci, del Sydenham, di Italo Vecchi?

Più o meno tutto quel che ha scritto sopra, in essere e/o nel passato....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho notato che il discorso sui fusi falsi si è fatto astratto, senza nemmeno il conforto di una buona foto.

L'esemplare postato all'inizio della discussione è un sicuro falso moderno, come già confermato da Numizmo, che ha sicuramente una buona competenza nello specifico settore delle monete antiche e in particolare fusi. Egli ha contribuito anche alla stesura dell'ottimo catalogo sui contorniati romani del museo di Firenze, un settore molto difficile da valutare per la presenza anche di vecchi falsi.

Il collezionista Adalbertones ha tutto il diritto di sperare nell'autenticità dei suoi fusi ed è utile il parere di Montenegro, anche se, per la particolare natura dei fusi antichi, sarebbe utile sentire il parere almeno di un altro qualificato esperto, magari più specializzato in quel settore.

Se è disposto a postare foto dei sèuoi esemplari diventa possibile esprimere almeno un preliminare giudizio, nel senso di poter escludere con certezza tipi di falsi già noti, come quello postato all'inizio.

Senza alcun spirito di polemica, ma solo di sincera collaborazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ospite
Questa discussione è chiusa.
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?