Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
piergi00

SAVOIA Obolo Vescovi Savoia di Valenza

Risposte migliori

piergi00

Obolo di Guglielmo (1227) , Bonifacio (1239) e Filippo (1242) di Savoia Vescovi di Valenza

D/ + VRBS VALENTIAI (con partenza a ore 7) Aquila bicipite spiegata

R/ + S APOLLINARS Croce con le estremita' rigonfie con anellino nel quarto cantone

Mistura , 13 mm , gr.0,49/0,36 zecca di Valenza

Mir Rami collaterali di Casa Savoia 92 , Poey D'Avant 4691, Simonetti 2

post-116-0-79793900-1326726561_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

quello che mi piace di queste monete sono la rappresentazione dell'aquila.... sembrano più dei polli che dei rapaci...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra crasellame

Se ricordo bene all'inizio doveva essere un angelo frontale che poi si è trasformato in aquila (sempre frontale ma bicipite non mi risultava...)

Modificato da fra crasellame

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Se ricordo bene all'inizio doveva essere un angelo frontale che poi si è trasformato in aquila (sempre frontale ma bicipite non mi risultava...)

Ti confermo la descrizione sul tipo di aquila presa pari pari dal Cudazzo e definita nel testo del Poey D'Avant come "Aigle a deux tetes"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra crasellame

Colgo l'occasione per porgerti gli auguri di buon compleanno e per complimentarmi per le monete che hai postato (anche se forse andrebbero postate anche altrove, ho rischiato di non "vederle") :)

Vero che Il Poey d'Avant scrive aquila a due teste, ma per il periodo di riferimento vedo che l'aquila diventa ad una testa nelle descrizioni di CGB. Purtroppo non ho il recente lavoro di Régis Chareyron che ne ha stabilito una tipologia precisa (Monnaies locales du XIe au XXe siècle", Revue Drômoise, tome XCII, p. 41-44).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Ti ringrazio per gli Auguri

E' vero queste monete essendo monete feudali francesi potevano anche essere inserite nella sezione Altre Monete Medievali

Sfogliando il recente (2010) volume del Duplessy troviamo nella descrizione del D/ : figure ailee de face per le anonime tra il XII-XIII secolo

Mentre per quelle battute dopo il XIII secolo aigle bicephale

Modificato da piergi00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra crasellame

Ma dimmi, onestamente, nel tuo esemplare ti sembra un'aquila bicefala o piuttosto una stilizzazione di un volto ( un angelo o proprio di Sant'Apollinare) ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

quasi mi dimenticavo anche io di farti gli auguri di buon compleanno!!!!

anche se una volta tornato dal lavoro li avrei fatti certamente, visto che me lo ero annotato...,

comunque dopo la serie di monete che ultimamente ci hai proposto non penso che tu sia rimasto senza regalo.... :buoncompleanno:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Se si accetta la teoria dell' evoluzione della figura dell' angelo in aquila a due teste, la monetazione dei vescovi di Savoia (1227-1247) come periodo dovrebbe ricadere nella raffigurazione del primo tipo o al massimo in una forma intermedia

Sarebbe quindi interessante sapere se ci sono studi recenti sulla monetazione anonima dei vescovi di Valenza in grado di stabilire la datazione cronologica dei tipi

Allego un denaro catalogato sempre come denaro anonimo XII-XIII , meno rozzo e in miglior conservazione dove la testa frontale o i due rostri di profilo dell' aquila si possono studiare bene

post-116-0-66381200-1326805660_thumb.jpg

Modificato da piergi00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

quasi mi dimenticavo anche io di farti gli auguri di buon compleanno!!!!

anche se una volta tornato dal lavoro li avrei fatti certamente, visto che me lo ero annotato...,

comunque dopo la serie di monete che ultimamente ci hai proposto non penso che tu sia rimasto senza regalo.... :buoncompleanno:

Grazie

L' ultimo regalo forse arriva questa sera , il Presidente del Circolo di Beinasco mi ha promesso un quarto del IV Tipo con la sigla TGC piuttosto raro a quanto mi risulta

Modificato da piergi00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra crasellame

Se si accetta la teoria dell' evoluzione della figura dell' angelo in aquila a due teste, la monetazione dei vescovi di Savoia (1227-1247) come periodo dovrebbe ricadere nella raffigurazione del primo tipo o al massimo in una forma intermedia

Sarebbe quindi interessante sapere se ci sono studi recenti sulla monetazione anonima dei vescovi di Valenza in grado di stabilire la datazione cronologica dei tipi

Allego un denaro catalogato sempre come denaro anonimo XII-XIII , meno rozzo e in miglior conservazione dove la testa frontale o i due rostri di profilo dell' aquila si possono studiare bene

Mi spiace ma la teoria dell'aquila bicefala proprio non mi convince. Mi sta bene se mi si parla di trasformazione da figura umana (che poi perché angelo... visto che la legenda riporta proprio Sant'Apollinare di Valenza) ad aquila frontale, ma bicefala proprio no... e lo so son testardo ma per convicermi bisogna argomentare sul perché delle cose.

A proposito delle "ali" non so se questa raffigurazione del Santo possa illuminare.

Valence_Cath%C3%A9drale_Saint-Apollinaire_150343.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Bellina la vetrata... però non mi stupirei se c'entrasse un qualche ricordo della "vittoria" frontale sui solidi tardoimperiali, filtrata attraverso le rappresentazioni di età barbarica e magari aiutata da qualche ripostiglio venuto alla luce alla bisogna. Comunque l'iconografia delle monete di Valence è stata sviscerata, complice anche il loro essere una delle valute accettate nella prima Crociata, bisogna trovare i giusti riferimenti bibliografici. A proposito, da cosa discende l'attribuzione ai vescovi Savoia? Queste monete sono anonime, come se non sbaglio tutta la serie fino al 1275 quando compaiono i primi nomi di vescovi. Almeno questo dice Poey d'Avant...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

questo non lo so... almeno io, tutta la serie è come dici tu anonima e simile, di difficile attribuzione e non mi risulta un serio studio su questa monetazione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×