Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
gpittini

Una Minerva anche per Geta

Risposte migliori

gpittini

DE GREGE EPICURI La discussione proposta da Caio Ottavio sulla Minerva di Claudio mi ha fatto riflettere alle altre Minerve, abbastanza numerose nell'Impero. Domiziano ama moltissimo Minerva (e la civetta, suo animale sacro), ma di solito la raffigura non "pròmachos" ma a riposo, appoggiata allo scudo; insomma predilige una sua attività riflessiva e pacifica. Minerve combattenti però esistono in Adriano e, se ben ricordo, anche negli Antonini (non le ho ancora cercate). Ho trovato poi questa Minerva di Geta (RIC 34), che ne ha emesse anche altre: ad es. MINERVA (RIC 30) e MINERVA PACIFERA (RIC 31); nessuna è "combattente", nessuna cioè brandisce giavellotto o lancia, tutte sono "a riposo", appoggiate allo scudo. Al D il busto di Geta è da adulto,a testa nuda, ma il volto è imberbe; P SEPTIMIUS-GETA CAESAR. Al R PONTIF-COS. Pesa 3,1 g. e misura 19 mm. Sarebbe interessante indagare queste diverse iconografie, che in fondo rappresentano la realtà bicefala, o ambivalente, di questa dea: divinità della riflessione, dell'intelligenza, dello sguardo sul mondo; ma contemporaneamente grande dea guerriera.

post-4948-0-95668700-1327262162_thumb.jp

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao Gianfranco,

in questo caso l'iconografia dovrebbe rappresentare un appello alla Dea Minerva (dispensatrice di saggezza), in qualità di patrona del giovane Cesare Geta, ad assisterlo e consigliarlo nel governo dell'Impero durante il compito di affiancamento al padre Septimus Severus.

(da Coins of the Roman Empire in the British Museum:Pertinax to Elagabalus - Mattingly, Glendinning Carson, Hill, 1975)

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ci sono anche emissioni da Laodicea con Minerva:

GETA, as Caesar. 200-202 AD. AR Denarius (3.32 gm). Laodicea mint. P SEPT GETA CAES PONT, bare-headed, draped and cuirassed bust right, seen from behind / MINERV SANCT, Minerva standing left, holding shield on ground in right hand, spear in left. RIC IV 98 var.; BMCRE 719 var.; RSC 84 var. Unlisted with a draped and cuirassed bust.

post-3754-0-50853800-1327263996_thumb.jp

GETA, as Caesar. 202 AD. AR Denarius (3.29 gm). Laodicea mint. P SEPTIMIVS GETA CAES, Bare-headed, draped and cuirassed bust right, seen from behind / MINERV SANCT, Minerva standing left, holding shield on ground in right hand, spear in left. RIC IV 105a; BMCRE 750; RSC 83a.

post-3754-0-26176600-1327264009_thumb.jp

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

FlaviusDomitianus

Devo contraddire Gianfranco in quanto non è vero che la monetazione di Domiziano prediliga la Minerva a riposo.

C'è infatti un sostanziale equilibrio, nella serie imperiale, tra i rovesci con la dea combattente e/o in movimento e quelli con la dea in posizione statica:

1 e 1 nei medi bronzi

1 e 1 nei sesterzi

3 e 3 nei denari e negli aurei.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Grazie Flavius...le Minerve combattenti di Domiziano me le ero perse. Ne ho trovata una su un asse di Antonino (RIC 831): moneta molto brutta tratta da Wildwinds, credo di averne una migliore ma non ho la foto.

post-4948-0-50597700-1327349510_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

FlaviusDomitianus

Questa è la mia prima Minerva Promachos e in assoluto uno dei miei primi sesterzi di Domiziano, acquistato nel lontano 1987.

E' il RIC 295 di Tito.

Il rovescio è un po' sofferto, ma il ritratto è notevole, a mio parere.

post-22231-0-30256700-1327350161_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

FlaviusDomitianus

Questo invece è un asse RIC 88, con testa a sinistra.

Tutti i bronzi con Minerva sono stati coniati nel triennio 80-82, cioè durante il regno di Tito ed all'inizio di quello di Domiziano stesso.

Viceversa gli aurei e i denari sono stati coniati già a partire dal regno di Vespasiano e fino alla morte di Domiziano.

post-22231-0-28990100-1327350953_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×