Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
gpittini

Chi conserva che cosa?

Risposte migliori

gpittini

DE GREGE EPICURI

Il collezionista ovviamente conserva le sue monete, cioè le protegge dai ladri, le tiene da conto, le studia. Ma volevo occuparmi qui della legenda CONSERVATOR (o CONSERVATORES o CONSERVATRIX), così frequente sulle monete imperiali. Il significato latino non è soltanto quello di "conservatore", ma un po' più forte: anche protettore e salvatore; e può riferirsi tanto all'imperatore che a varie divinità. Cominciamo da queste ultime; io ricordo (ma potrei dimenticarne alcune, eventualmente completate l'elenco!): -Apollo (al nominativo APOLLO, o al dativo APOLLINI): frequente nel 3° secolo, fino a Carausio.Molto comune per Gallieno e Salonina. Ecco per Gallieno un APOLLO CONSER, che (come in tutti gli altri casi) ritengo sottintenda AUGUSTI, cioè "Apollo protettore dell'Augusto".

post-4948-0-51504600-1328537602_thumb.jp

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Comunissima è Diana, che compare in buona parte del bestiario di Gallieno. Ma anche qui non è protettrice degli animali (per quanto a lei sacri) ma, a mio avviso, dell'imperatore e della sua famiglia; o quanto meno di Roma e dell'impero. Vi mostro una DIANAE CON AUG (in esergo: XII) con un erbivoro cornuto, che come sempre non so distinguere. E scusate la bassa qyualità delle monete.

post-4948-0-25150900-1328537905_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Anche Giove è CONSERVATOR; in questa moneta di Probo la legenda è IOVI CONSERVAT, e in esergo: VXXT. Pesa 4,2 g.

post-4948-0-03851600-1328538068_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Giunone è CONSERVATRIX soprattutto sulle monete delle Auguste. Ecco una Otacilia Severa, IUNO CONSERVAT, g. 4,4

post-4948-0-17677700-1328538246_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Su questo antoniniano di Salonina la dedica è al dativo: IUNONI CONS AUG, e un delta in esergo (g.2,4)

post-4948-0-41320600-1328538384_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Per Gallieno, esiste anche un NEPTUNO CONS AUG, con un capricorno e, in esergo, M (credo si tratti di "Mediolani") Moneta brutta assai...

post-4948-0-64421200-1328538556_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Sempre per Gallieno esiste un MERCURIO CONS AUG, con ippocampo (RIC 242), ma non sono in grado di mostrarvelo. E neppure ho esempi di HERCULI CONS, vari semissi assai rari di Massimiano pre-riforma (RIC pp. 282 e 284). Ci sono anche divinità che "conservano assieme", in particolare nella Tetrarchia, ove si sa che Ercole proteggeva Massimiano e Giove Diocleziano; esiste infatti, per Massimiano, IOV ET HERCU CONSER AUGG (1° regno, antoniniano pre-riforma). Forse qualche amico è in grado di pescare un'immagine.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Si passa poi ai casi in cui una divinità conserva l'Augusto, ma non è detto di che dio si tratti; ci assiste allora l'immagine del rovescio. Ad esempio: -per Uranio Antonino, il "conservatore" risulta essere la pietra conica di Emesa (RIC 1, aureo). -per Massimiano, in un caso (CONSERVATORI AUG N) non può trattarsi che di Ercole; -per Gallieno (RIC 172) il protettore anonimo è Esculapio: qui è ancor più chiara la protezione della salute personale dell'augusto. - per Probo (RIC da 347 a 354) è invece il Sole.

post-4948-0-69322200-1328541320_thumb.jp

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Ma anche gli imperatori, specie dalla tetrarchia in poi, "conservano" qualcosa: una città, una provincia, ma anche l'antica religione. Esiste infatti un Gallieno CONSERVAT PIETAT, cioè conservator pietatis: protettore della religiosità, e infatti regge una patera per il sacrificio (RIC 171).

Molto più comuni invece i CONSERVATORES URBIS SUAE, di Costantino ma anche e soprattutto di Massenzio, riferiti a Roma. Ecco un bel Costantino CONSERVATORES URB SUAE, riferito quindi al gruppo dei tyetrarchi.

post-4948-0-86759600-1328539888_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Questo invece è Massenzio CONSERV URB SUAE (TT).

post-4948-0-72513300-1328540045_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Rovescio.

post-4948-0-01812000-1328540176_thumb.jp

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Esiste poi il CONSERVATOR AFRICAE SUAE, che non posto perchè è stato oggetto di una recente discussione; e anche CONSERVATOR (o CONSERVATORES) KARTH SUAE, di cui ora non ho esempi.

Posso solo aggiungere che questo tema del CONSERVATOR ha analogie con alcuni altri tipi, diversi nella forma ma simili nella sostanza: penso allo JUPPITER CUSTOS di Nerone, che in effetti pare si riferisse proprio alla protezione dell'Augusto Nerone da calamità, congiure e altre disgrazie.

Mentre, per la funzione di protezione svolta dall'imperatore verso una città, è evidente la somiglianza con tutte le INDULGENTIA IN CARTHAGINEM coniate dai Severi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fufieno

E, volendo proprio essere banali, Giove proteggeva anche agli inizi del IV secolo, come mostra questo follis di Licinio, zecca di Siscia, IOVI CONS-ERVATORI.

Saluti,

Ff.

k4vuyt.jpg

257k9bn.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

FlaviusDomitianus

Un paio di monete dei Flavii sul tema.

Denario di Vespasiano (RIC 849) con rovescio IOVIS CVSTOS, che esiste anche per Tito; entrambe le monete sono abbastanza comuni.

post-22231-0-63275100-1328548766_thumb.j

Asse di Domiziano (RIC 381) con rovescio IOVI CONSERVAT, abbastanza comune, anche se coniato solo per due anni.

Esiste anche il rarissimo sesterzio IVPITER CVSTOS, con Giove seduto in trono, come nel più comune IOVI VICTORI.

post-22231-0-56883600-1328549063_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciosky68
Supporter

licinio:

IMP LICINIVS PP AVG

IOVI CONSERVATORI

SISCIA E KYZIKOS

post-11614-0-90909900-1328552280_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Flavio_bo

parliamo di III secolo ecco per Claudio

Cizico - IOVI CONSERVATORI

post-7909-0-29423300-1328552422_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Flavio_bo

Antiochia - CONSER AVG (Serapis) e (Serapis e Isis)

post-7909-0-32803900-1328552553_thumb.jp

post-7909-0-30240900-1328552570_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Flavio_bo

e poi altre monete di cui non dispongo immagini:

Antiochia - CONSERVATORES AVG (Minerva e Ercole)

Antiochia - IOVINCONSERV AVG (Giove e Imperatore)

Cizico - CONSERVAT AVG (Esculapio)

Milano - IOVI CONSERVATORI

ps se qualcuno le avesse e le puo' postare.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Flavio_bo

dimenticavo per Roma il probabile ibrido con dritto di Claudio e con rovescio di GALLIENO

CONSERVAT PIETAT

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao Gianfranco,

Apollo e Diana (sua sorella gemella), con le varie legende APOLLO CONS o DIANAE CONS AVG dovrebbe ricollegarsi alla protezione nei confronti dell'Augusto (nel caso specifico Gallienus) contro le epidemie. Apollo infatti è il protettore dalle epidemie e, se ben ricordo, Diana scagliando le sue freccie dà la morte o scatena le epidemie stesse. E dal 180, ma in seguito dal 250 d.C., l'Impero è scosso da molte epidemie.

Lo stesso Gallienus si attribuiva la protezione di molti dei, tra i quali Apollo, Dianae, Iupiter, Sol, Liber, Neptuno, Mercurio, Hercules ... insomma, una pletora buona per tutte le occasioni! Sol... è comes Augusti, "compagno dell'Augusto": tale divinità era particolarmente venerata dai soldati, ancor di più da quelli orientali, dei quali Gallieno cercava il favore e il sostegno.

Nettuno è incerto nella sua funzione:

certuni danno il NEPTVNO CONS AVG collegato alla ricerca di un appoggio nel suo scontro con Aureolo, altri fanno riferimento alla potenza navale romana ma senza entrare nel dettaglio.

Per Iupiter (o IOVI) si è già detto, è protettore di molti Imperatori, mentre IVNO è una delle divinità protettrici le Auguste consorti.

Maximianus...

post-3754-0-04692200-1328555677_thumb.jp

nEF/VF Maximianus antoninianus; RIC VPt.2: 622 for Antioch; minted 285-295 AD. Very nice obverse detail, reverse die slightly worn and reverse strike a bit offcenter; 80%silvered and toned. 21x24 mm, 3.6 g. OBVERSE: Radiate Maximianus facing right, IMP CM AUR VAL MAXIMIANUS PF AUG. REVERSE: Jupiter standing right holding globe and scepter, Hercules standing left holding Victory, club, and lion's skin, IOV ET HERCU CONSER AUGG, XXI in exergue, A in field.

... si appella sia a Iupiter che a Hercules in quanto protettori degli Augusti (AVGG) e quindi garanti della prosperità e sicurezza dell'Impero nella sua globalità.

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Esiste anche il rarissimo sesterzio IVPITER CVSTOS, con Giove seduto in trono, come nel più comune IOVI VICTORI.

Ti riferisci al Cohen 322 (COS XIIII) ? Ma nel vecchio RIC 2 non veniva dato per dubbio? Nel revised RIC 2 dicono qualcosa di piu'? E' stato inserito?

PS. Non avevo visto il Cohen 321 (COS XII) che invece viene riportato come RIC 314 (scarce), probabilmente ti riferivi a quello.

Modificato da cliff

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×