Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
Lord_Acton

La Medaglia per i moti di Messina del 1 settembre

Risposte migliori

Lord_Acton

Atto Istitutivo: Decreto Reale 10 settembre 1847

Metalli: Bronzo (sono conosciuti esemplari in bronzo argentato)

Conio: ?

Nastro: Turchino listato al centro di rosso

Riferimenti: von Heyden 366 / Ricciardi 184 / Padiglione 27 / Brambilla 181 / Christie’s 179 / Luca Dazio 170 / D’Auria 213

Note: Per i militari che cooperarono alla difesa di Messina e alla repressione dei moti popolari per la costituzione.

Ricciardi la classifica R, ed indica che è presente nella collezione del Museo di San Martino (Collezione Eduardo Ricciardi).

D’Auria la classifica R2

Padiglione ne da una descrizione sbagliata: In un lato l’effige del re con le parole: Ferdinando II Re delle due Sicilie; nel rovescio la parola: Fedeltà

D.R. 10/09/1847 “Per tutti gli individui dello stato maggiore, dei carabinieri, dell’Artiglieria, del Genio, del 3° e 4° Reggimento di fanteria, dei Veterani e della Marina Reale, che erano sotto le armi durante i fatti di Messina del 1° settembre 1847 e cooperarono alla repressione dell’insurrezione” – C.2560

Da un accordo tra liberali di Sicilia e Calabria, nell'agosto del 1847, si stabili che una rivolta doveva scoppiare il 2 settembre successivo, simultaneamente, a Reggio e Messina.

A Messina una cinquantina (alcune fonti dicono 300 ed altre, addirittura, 3000) di persone guidate da Paolo Restuccia di Santo Stefano Briga, decisero di incontrarsi alle ore 16,30, per assaltare di sorpresa gli ufficiali dell’esercito borbonico riuniti per un banchetto all’albergo Vittoria per festeggiare la promozione a Maresciallo di Campo del Brigadiere Generale Lualdi, comandante della Piazza.

I rivoltosi avevano l'occasione clamorosa di catturare tutto lo stato maggiore borbonico in un colpo solo, 5 gruppi partirono da diversi punti della città chiamando alle armi tutti i cittadini. Ma il Generale Lualdi avvertito tempestivamente della rivolta sospese i festeggiamenti rimandando gli ufficiali ai loro reparti ed ordinando che prendessero posizione nella piazza del Duomo e nelle strade adiacenti alcuni reparti di fanteria. I combattimenti iniziarono verso le 18, ma già alle 20 i militari avevano accerchiato e disarmato i gruppi dei rivoltosi. Tra i rivoltosi c’erano stati tre caduti e una decina di feriti.

Di coloro che rimanevano alcuni scapparono ma molti vennero tratti in arresto dalla Gendarmeria, tra cui il sacerdote Giovanni Crimi, Giuseppe Sciva e Giuseppe Pulvirenti che furono processati e condannati. Fu giustiziato solo il calzolaio Giuseppe Sciva, di 27 anni, il 2 ottobre 1847. Gli altri due furono condannati a pene detentive, tutti gli altri vennero scarcerati nei giorni successivi

Vennero, intanto, presi provvedimenti restrittivi, anche con la compilazione una lista di fuoribando provvisoria e, nello stesso tempo, si cercò di calmare il popolo che, tuttavia, dimostrò il proprio malcontento, insultando quei militari che vennero insigniti della medaglia. Infatti, il giorno dopo la “festa delle medaglie” si videro girare per la città due maiali ornati della stessa medaglia.

La città di Messina volle dare ricordo dei tre caduti, del mediante una lapide che, posta nell’atrio del palazzo municipale, recita: “Caduti nella mischia / De Francesco Paolo / Grillo Giovanni / Scotto Nicola / Condannati con sentenza militare / 1° ottobre MDCCCXLVII / Sciva Giuseppe / Krimi Sac. Giovanni / Pulvirenti Giuseppe / Fuorbanditi dalla lista / XXX settembre MDCCCXLVII Pracanica Antonino / Caglià Antonino / Restuccia Paolo / Miloro Antonino / Nesci Giovanni e Andrea / Mari Girolamo / Micali Luigi / Mari Vincenzo / Santantonio Salvatore / Saccà Francesco”. Un’ altra lapide, dettata da Tommaso Cassisi , così si esprime: “Nel cinquantesimo anniversario / del 1° settembre MDCCCLVII / Il Comune / per civico lustro / qui nella sua maggior sede / volle scolpiti / i nomi dei più gloriosi eroi / di quell’epica riscossa / che dettero la vita o ne sfidarono il periglio / per raccendere / nella coscienza delle ignave moltitudini / il sentimento di patria / spentovi da secolare tirannide”.

Una medaglia di rarità estrema, commemorativa del 50° è stata coniata a cura del Municipio di Messina ed assegnata il 1° settembre 1897 ai Superstiti del 1° settembre 1847.

Unico riferimento, per quest'ultima, è il volume GLI ULTIMI DUE SECOLI DEL REAME DELLE DUE SICILIE NELLA STORIA E NELLA NUMISMATICA (1661-1861) di Pietro Larizza, dove nella tavola XLIV la penultima medaglia è quella dei superstiti del 1° settembre 1847.

Per quegli eventi la città di Messina ha ricevuto la Medaglia alle Città Benemerite del Risorgimento Nazionale con la seguente motivazione.

«Per commemorare le azioni eroiche della cittadinanza messinese nei gloriosi fatti del 1848, che iniziarono il risorgimento nazionale e la conquista dell'unità. Messina partecipò a tutti i moti rivoluzionari siciliani, da quelli del '20-'21 a quelli del 22 marzo 1821 e 1º settembre 1847. Nel 1848, unitasi a Palermo nell'azione rivoluzionaria Repubblicana, quindi antiborbonica, la città fu terribilmente bombardata per otto mesi, facendo meritare a Ferdinando II l'appellativo di "Re Bomba"»

— 22 maggio 1898

Nella mediateca potete vedere le due medaglie, in bronzo ed in bronzo argentato, della mia collezione, insieme ad uno spezzone di nastro originale.

Lord Acton

Modificato da Lord_Acton

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Michelangelo2

Complimenti per la minuzia della descrizione... E' sullo stesso livello di un articolo che appare su una rivista di numismatica.

A proposito di MEssina, mi piacerebbe sapere qualcosa in più delle altre medaglie. Quella con la cittadella e le bombe esplose ai suoi angoli per intenderci. Ed in special modo sulle rarissime varianti, di cui si sa pochissimo. Riportate dal Ricciardi. e poco più..

Saluti e complimenti ancora..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lord_Acton
A proposito di MEssina, mi piacerebbe sapere qualcosa in più delle altre medaglie. Quella con la cittadella e le bombe esplose ai suoi angoli per intenderci. Ed in special modo sulle rarissime varianti, di cui si sa pochissimo. Riportate dal Ricciardi. e poco piu...

Sereno... :dirol: saranno oggetto di prossimi lavori... :fool:

Comunque voglio dire a tutti coloro che hanno letto ed apprezzato questo lavoro che non è ancora concluso e che sarà ancora oggetto di aggiornamenti. Per cui se vi interessa l'argomento ogni tanto ritornate a leggerlo...

Lord Acton

Modificato da Lord_Acton

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Buona sera e complimenti Lord Acton,

volevo chiederle se di questa medaglia esiste la versione dorata.......io ne ho vista una nella rete.

Grazie

Modificato da peter1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Anche io l'ho vista in un forum di militaria. Chissà, potrebbe essere stata dorata all'epoca ma non nella zecca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Anche io l'ho vista in un forum di militaria. Chissà, potrebbe essere stata dorata all'epoca ma non nella zecca.

Bravo Franecsco....è proprio quella, ma come si fà ....a rovinare una medaglia in tal modo !! Boh.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lord_Acton

Anche io l'ho vista in un forum di militaria. Chissà, potrebbe essere stata dorata all'epoca ma non nella zecca.

Bravo Franecsco....è proprio quella, ma come si fà ....a rovinare una medaglia in tal modo !! Boh.

Ciao

Conosco quella immagine... è una di quelle che mi riprometto di inserire nell'articolo, per giudicarne l'autenticità dovrei vederla da vicino... diciamo che in foto non mi convince molto...

Lord Acton

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

L'analisi dovrebbe essere ricondotta quindi solo a quello che c'è sotto la doratura .....o sbaglio ?....perchè ufficialmente il pezzo "dorato" non esiste.

Lord Acton....volevo chiederle, perchè non inserisce anche in questo post le immagini delle sue Medaglie.....la discussione sarebbe più completa e i frequentatori possono prendere visione direttamente della medaglia di cui si parla.

Grazie e buon lavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lord_Acton

Devo trovare il tempo per farlo, sono una decina di immagini, per cui devo prima caricarle su imageshack e poi inserirle... E ci vuole un po' di tempo per farlo... Che non ho...

Lord Acton

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×