Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
pombal

Tirature, rarità e valutazioni

Risposte migliori

pombal

Sono consapevole che è un argomento già ampiamente trattato e comunque molto difficile da codificare. Ma oggi concentrandomi su una moneta di un catalogo (che non mi interessa – perché altrimenti i ragionamenti razionali vanno a farsi friggere!), mi sono venute delle curiosità.

Una moneta del Regno di Sardegna "Cagliarese vecchio tipo di rame" è classificata (Montenegro) come C (1732) con una tiratura di 950k pezzi e R4 (1745) con 600k. In mezzo senza tiratura (1741 come variante del 1732) senza tiratura.

La domanda è: esiste un rapporto "tipo" tra una tiratura di un anno ed il totale della tiratura per stabilire che è R4 (ecc.), ferme restando particolarità che li possano rendere diversi. Non capisco come si possa giungere a R4 (non ho consultato altri cataloghi).

Poi, 600k pezzi non sono pochissimi (la quotazione però non c'è); come stabilire un valore approssimativo visto che per FDC 1732 siamo sui €500. Non essendo una moneta fatta in poche centinaia di pezzi, penso che non possa essere lasciata in mano solo alla trattativa (privata, aste, ecc.).

Il grado di rarità è anche correlato all’anno dell’emissione? A parità di tiratura totale di due monete (minimamente paragonabili, naturalmente), 20k dell’anno XXXX sono + rare di 10k del XXXX (ferma restando la qualità, ecc.), considerato che probabilmente ne troveremo meno in giro? Spesso non è così, però!

Mi piacerebbe che qualcuno più esperto gettasse una voce.

Pombal

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

william

molte volte una moneta con una tiratura maggiore di una altra vale di più perchè molti pezzi sono stati poi ritirati o sono andati distrutti col tempo o rispetto a quella con pezzi inferiori. :D :lol: :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pombal
molte volte una moneta con una tiratura maggiore di una altra vale di più perchè molti pezzi sono stati poi ritirati o sono andati distrutti col tempo o rispetto a quella con pezzi inferiori. :D  :lol:  :P

97621[/snapback]

Sono d'accordo; le variabili sono tante.

Per rianimare il dibattito chiedo se qualcuno può indirizzarmi a qualche lettura (libri, link, ecc.) sull'argomento?

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eg1979

Proviamo con la matematica:

Rarità inversamente proporzionale alla Tiratura

Valutazione cresce in maniera direttamente proporzionale alla Rarità e, di conseguenza, inversamente proporzionale alla Tiratura

...per la precisione B)

Modificato da eg1979

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

max65

Ciao Pombal,

tutte le vostre considerazioni sono ok,però le cose cambiano se la moneta,anche se rara,è ricercata dai collezionisti,perchè se non desta interesse e ha poco mercato,la sua quotazione,già di per sè elevata nei cataloghi, nella realtà vale ancora meno,come succede,per esempio,per molte monete pontificie,alcune a parità di rarità con le monete del regno d'Italia,hanno una quotazione minore perchè meno richieste e perchè hanno meno appassionati che le comprano,oppure altro esempio eclatante,le monete in euro del Vaticano,hanno una tiratura molto elevata ma sono in tanti che le vogliono,quindi il loro valore di mercato è cresciuto a dismisura per la domanda che ha superato l'offerta ed anche per gli accaparramenti dei soliti speculatori.Nella realtà avrebbero un modesto valore.Perciò la quotazione di una moneta dipende molto anche dalla richiesta dei collezionisti.

Saluti da Max65 ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dimitrios
tutte le vostre considerazioni sono ok,però le cose cambiano se la moneta,anche se rara,è ricercata dai collezionisti,perchè se non desta interesse e ha poco mercato,la sua quotazione,già di per sè elevata nei cataloghi, nella realtà vale ancora meno.

...Perciò la quotazione di una moneta dipende molto anche dalla richiesta dei collezionisti.

E’ proprio cosi.

Per esempio la mia moneta più rara ha una tiratura di soli 23 pezzi ma non rientra neanche fra le 10 più costose della mia collezione. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×