Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
fabione191

Il salto

Risposte migliori

fabione191

Salve ho un pensiero che da un paio di giorni mi frulla in testa é volevo condividerlo, se me lo permettete, con voi.

È natura dell' essere umano aspirare al meglio che la vita puó offrirci, e che abbiamo la forza, la capacitá, e la volonta di raggiungere.

Questo ci porta spesso a creare nella vita che ognuno di noi vive ,delle posizioni, come pure degli obbiettivi, che ci prefissiamo di raggiungere, e che spesso diventa la ragione dell'esistenza stessa. Mi spiego.

Un lavoratore di una normalissima ditta, occupato in un determinato settore, ha spesso il desiderio di migliorarsi. Il fattorino vuole diventare impiegato l'impiegato vuole diventare capo settore, quest'ultimo vorra diventare capo reparto, e cosi via.

Questo é solo un esempio potrei citarne altri come il settore militare, quello sportivo, ed altri che ognuno di noi si é prefissato di raggiunge finche il buon dio decide che é meglio smettere.

Ma come facciamo noi a capire quando l'obbittivo é stato ragiunto? Bé é semplice finche una persona o un evento ci dimostri che ció é avvenuto.

Quando mi prefiggo di ragiungere la cima di un monte con la bici e ci riesco, ho la prova provata di ció.

Il caporale passa a sergente quando il capitano gli lo comunica.

Questo peró nella numismatica non avviene. In essa non c'é nessun evento che ti dice che sei passato al "livello superiore".

Come fá un collezionista a capire che é diventato é diventato un numismatico?

Questa domanda la porgo a voi.

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Credo che il salto arrivi quando cominciano a chiederTi consigli...

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Belisarius

Credo che il salto arrivi quando cominciano a chiederTi consigli...

Arka

Concordo con Arka.

Genericamente potremmo dire che si diventa esperto in un certo campo quando gli altri ti vedono come punto di riferimento.

Comunque credo che, da quando si comincia a collezionare monete a quando si diventa numismatico (se ci si diventa), ci siano diversi step, chiamiamoli pure gradi o livelli.

Un po' come nel Karate, si comincia con la cintura bianca, si passa poi alla gialla, alla verde e via fino alla nera. La numismatica penso sia uguale, si comincia riconoscendo a malapena le monete, poi si è in grado di classificarle con più scioltezza, poi si comincia a riconoscere precisamente il grado di conservazione, col tempo si arriva a distinguere un falso dall'originale e, infine, si diventa grandi esperti della monetazione di un tale periodo.

Chissà se esisterà qualcuno esperto di monete di ogni periodo, la cui conoscenza spazi dalle greche alle Savoia, pasando per tutte le monete europee medievali e rinascimentali, fino ad arrivare agli euro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ggpp The Top

Belisarius, mi sembra un po esagerata la cosa... credo che un tuttologo non possa esistere, ma se mi sbaglio vorrei proprio sapere chi è in grado di capire tutto di ogni periodo... ma la vedo dura ;)

Creo anch'io, come arka, che si passa di livello quando gli altri iniziano a chiederti consigli... a me, però, manca ancora molta strada :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand
Supporter

Io credo che il collezionista diventi numismatico quando comincia a leggere i libri e le riviste specializzate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

salve, secondo me il collezionista di monete passa di ruolo quando ha accumulato tra monete e libri letti, una conoscenza sufficiente da poter scrivere a sua volta, qualcosa di nuovo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

Penso anch'io che un primo salto di qualità si abbia quando diventi punto di riferimento per altri, proprio perché hai acquisito delle conoscenze che ti vengono in qualche modo "riconosciute"; poi, ricollegandomi a Bavastro, il grande salto avviene quando puoi contribuire a fare avanzare lo stato della conoscenza in un determinato ambito...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

R.E.IN.SENA

Il collezionista o il numismatico secondo me sono 2 cose differenti.

Il collezionista, e' colui che colleziona un determinato ''filone'' di oggetti (differente dal raccogliatore)

Il numismatico e' qualcuno che capisce cosi' tanto dell'argomento che potrebbe insegnare tante cose agli altri, che potrebbe, farne una professione professionale (scusate il gioco di parole) e' uno stato di fatto raggiunto con il tempo, lo studio e la voglia di arrivarci e, ogni giorno, migliorarsi.

Un numismatico potrebbe essere anche un collezionista, ad esempio.

Mentre un collezionista forse diventera' un numismatico.

Mio padre, ad esempio, mi ha indotto verso la passione per le monete. Lui a suo modo, comperava cio' che gli piaceva. Se su una bancarella o in un negozio c'era una moneta che gli piaceva, la prendeva e la metteva nel punto di raccolta.

A Suo avvisto e' stato un collezionista, io lo chiamo raccoglitore (colui che raccoglie assieme uno o piu' oggetti di suo gradimento).

Il collezionista potrei essere io (e' una parola che non mi si addice ancora eh).

Sto cercando di capire cosa sia una certa monetazione, di capire il periodo, i fatti, gli avvenimenti, le tecniche ecc ecc Sto scavando nella storia e ci trovo molto gusto. Reputo le monete, tutte le monete esistenti, oggetti meravigliosi, ma seguo una monetazione che mi sta' prendendo la mano.

Voglio collezionare quella, per questo mi reputo un collezionista (magari un futuro collezionista, per ora studio ehehhe)

Il numismatico, magari fra 40 anni, saro' sempre io, dopo aver studiato la monetazione, dopo averla compresa, capita, vissuta; anni di passione e approfondimenti, di pensieri e domande volte a capire il perche' di certi avvenimenti, di certi esemplari ecc Il numismatico e' un po' il padre dei collezionisti.

Fra 40 anni, un ragazzo come me (adesso ho 26 anni) scrivera' un messaggio privato ad una persona degna di fiducia, chiedendo spiegazioni su una monetazione, se quella persona riuscira' con un sorriso a rispondergli e togliere ogni dubbio, a quel punto, si accorgera' di essere un numismatico.

Personalmente alcune volte ho utilizzato i messaggi privati per chiedere info alle persone esperte del forum e ho ricevuto sempre risposte meravigliose da altrettante persone meravigliose.

Quando hai un ''perche'' da chiedere, ti viene sempre risposto in modo chiaro, disponibile e con il sorriso di chi ha la tua solita passione e gode nel vedere che anche in te sta crescendo l'amore per la numismatica.

La linea di confine, secondo me, fra collezionista e numismatico, e' questa; Ammesso che mi sia ben spiegato.

R.E

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cesare Augusto

Fabione buona sera a te ed al forum, ti consiglio la lettura del: Principio di Peter ovvero come si raggiunge l'incopetenza.

p.s. la certificazione della decadenza arriva poi, quando negli scritti di altri leggi: Si ringrazia il Sig ecc...

Fabione tira avanti... libri di storia a gogo ed apertutra al mondo inteso come orbe terraque, il chè non vuol dire essere tuttologi e poi rendi tangibili, attraverso le collezioni di monete, il tuo pensiero storico... l'etichetta di "Numismatico" se c'è e ti piace ben venga; ma credo che se possa tranquillamente fare a meno dato l'arricchimento culturale che la "Numismatica" in sè offre a chi la segue con passione ed affetto.

Un caro saluto da Cesare 1553

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabione191

Grazie per le risposte.

Premetto non mi ritengo neppure un collezionista, ma solo una persona che aveva il piacere di mettere assieme pezzi di storia per il mero piacere di mostrarli ad altri, almeno cosi é iniziato. Dopo un anno mi sono arcorto che "agli altri" non importa molto di ció che faccio, mentre io ogni volta che tocco le mie monete mi piacciono sempre piú, sono arrivato al punto che mi ricordo tutti i difettucci che hanno. Ognuna di loro, é per me come una foto di un particolare momento del mio volo nel mondo della numismatica. Volo che mi porta a vedere determinati fatti avvenuti nel nostro passato in modo totalmete diverso che mi ha reso triste, deluso, ed arrabiato.

Ne é valso la pena?

Cös'é meglio vivere felici ma ignoranti, o acculturati ed infelici?

Vi starete chiedendo cosa questo c'entra con la numismatica? Credo nulla ma questo é il mio step, io qui sto. Non so se sono appassionato, raccoglitore, collezionista, numismatico o non só cosa, poco importa l'importante é trovare un proprio equilibrio.

Premesso questo la mia domanda era com'é un numismatico? Da quello che avete postato ho fatto per cosi dire un mio profilo che é mio e come tale resta.

Il numimasmatico é una specie di topo da bibblioteca, ( spero che venga interpetrato come un complimento) che studia e scrive su tutto ció che tratta il sistema monetario di suo interesse. Un mio pensiero é che tutto ció lo porti ad estraniarsi dal mondo reale, perdendo d'occhio altri valori anch'essi importanti. Studiando il passato si dimentica di vivere il presente.

Ma perché lo fá? Lo fá perché sá che il suo sapere verrá tramandato ai posteri, raggiungendo cosi uno dei doni che molti di noi, non si sognano minimamente di ricevere, e cioé l'immortalitá. L'essere ricordato anche dopo la morte e un dono che fin dal lontano eggizio ( vedi le piramidi ) era ambito.

Lui é il passato, presente, del nostro futuro.

Rispetto!

Modificato da fabione191

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cesare Augusto

Mamma mia Fabione; mi fai paura...quanta voglia di passare alla storia? quanto desiderio di ricchezza ? da lasciare agli altri, naturalmente... no Fabione la storia non è la morte del presente nè la tomba del futuro: Historia magistra est vitae... insegna a riconoscere gli errori commessi e questo dovrebbe consentiurci di non più ripeterli nel futuro; purtroppo non è sufficiente confessarsi una sola volta nella vita, ci si ricasca quasi sempre, anzi senza quasi. La moneta è testimoninaza del passato; raccoglierla e studiarla significa far rivivere, o rivedere o riscoprire nella moneta un tempo che non è più; realizzare collezioni è un modo personale di collegare con un filo che ciascuno di noi, nella nostra individualità, ritiene logico, una serie di documenti non rimaneggiati che esprimono un aspetto della realtà che più non esiste.

Che dirti ancora se non che mi rattrista non poco pensare al bagaglio intellettivo, accumulato in una vita, che si perde quando uno di noi ci lascia per una vita ultraterrena, ancor più se uomo di cultura...dai, bando alle tristezze e goditi la gioiosa ricerca che questa branca della scienza ci offre e lascia perdere le etichette, non siamo prodotti da ISO; DOC;DOP ecc.. siamo quelli che siamo: raccoglitori, collezionisti, studiosi, poco importa nel segno della numismatica c'è posto per tutti anche per i cercatori di tesori. Ciao ed un saluto da Cesare Augusto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×