Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
brischetto

SI Sikeliotan

Risposte migliori

brischetto

Ho appena finito di leggere il romanzo "Un posto tranquillo" di Enzo Marangolo, edito da Bompiani. Vi si narrano avvenimenti verificatisi nella città di Acireale negli ultimi anni del fascismo e durante la II guerra mondiale: lettura piacevole, specie per chi conosce Acireale.

L'autore racconta di una visita di Vittorio Emanuele III alla collezione di monete greco-sicule del barone D'Alcantara, certamente pseudonimo di Agostino Pennisi di Floristella.

Nel romanzo il barone D'Alcantara mostra al Re "due piccoli pezzi d'oro raffiguranti un volto di donna e sul cui orlo si leggeva la parola sikeliotan". E aggiunge: "Io stesso ho voluto che in testa alla collezione fossero le sikeliotan, superstiti esemplari dell'unico tentativo, fattosi in Sicilia, di un solo conio per le sue città".

Mi chiedo: quali sono le monete di cui parla l'autore? E cosa c'è di vero nella ipotesi che nel III secolo a.C. si pensasse in Sicilia a un unico conio per le varie città?

Grazie a chi vorrà rispondermi!

Modificato da brischetto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

In effetti nella collezione Pennisi (D'Alcantara nella finzione letteraria) esistevano due esemplari in oro della serie Sikeliotan, uno dei quali credo sia rimasto nel museo Orsi di Siracusa (ma è da verificare) e uno disperso e ricomparso prima in asta Munzen und Medaillen e poi in Classical Numismatic Group.

Non sono sicuro (non sono più molto aggiornato), ma credo che esistano in tutto 5 esemplari, da un solo conio D/ e due conii R/ (molto simili):

Conio D1/R1:

- ex coll. Di Stefano = Giesecke p. 147, n. 1 g. 4,20

- ex coll. Pennisi

Conio D1/R2:

- CNG 26/1992, n. 25 = MuM 61/1982, n. 78 = ex coll. Pennisi g. 4,41

- NAC 29/2005, n. 104 = NAC 7/1993, n. 193 g. 4,27

- NAC 25/2003, n. 96 (ex coll. Moretti) g. 4,24

Allego la foto di NAC 29

post-7204-0-92468600-1330646914_thumb.jp

Infatti al diritto abbiamo una testa femminile, sicuramente la dea Persefone.

Il riferimento al "solo conio per le sue città" non è molto esatto e probabilmente fa riferimento alla stessa parola "Sikeliotan" che indica appunto i Sicelioti che si erano ribellati contro i Romani nella seconda guerra punica.

Molto probabilmente questo aureo, come le altre emissioni in argento con la stessa leggenda, fu battuto nella città di Morgantina, che poco dopo fu distrutta e in parte incendiata dai Romani stessi.....

Modificato da acraf
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

brischetto

... che bella moneta ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

E pensare che nella moneta illustrata al diritto c'è stato uno scivolamento di conio, per cui si vede una sorta di "doppio mento" (e anche il collo è venuto un pò "mosso"). E' sicuramente autentica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

brischetto

Grazie, Acraf! Sono curioso, appena possibile, di andare a Siracusa, al Museo Orsi, a vedere la collezione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

ciao aggiungo un argento..

Gorny & Mosch 146

Objekt-Nr.: 80

Morgantina(?),

8 Litrae, (6,78 g.), 214 - 212 v.Chr. Vs.: Kopf der Kore mit Ährenkranz und Schleier n. r. Darüber Monogramm. Rs.: SIKELIOTAN, Nike auf Quadriga r. Sjörqvist Taf. VI 1; Burnett 110 (stgl.); SNG ANS 1168. Schöne Tönung, minimaler Schötlingsriss, st

ciao

sku

post-7579-0-53209000-1330788167_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

brischetto

Grazie anche a skubydu!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Antonio_ita71

In effetti nella collezione Pennisi (D'Alcantara nella finzione letteraria) esistevano due esemplari in oro della serie Sikeliotan, uno dei quali credo sia rimasto nel museo Orsi di Siracusa (ma è da verificare) e uno disperso e ricomparso prima in asta Munzen und Medaillen e poi in Classical Numismatic Group.

Non sono sicuro (non sono più molto aggiornato), ma credo che esistano in tutto 5 esemplari, da un solo conio D/ e due conii R/ (molto simili):

Conio D1/R1:

- ex coll. Di Stefano = Giesecke p. 147, n. 1 g. 4,20

- ex coll. Pennisi

Conio D1/R2:

- CNG 26/1992, n. 25 = MuM 61/1982, n. 78 = ex coll. Pennisi g. 4,41

- NAC 29/2005, n. 104 = NAC 7/1993, n. 193 g. 4,27

- NAC 25/2003, n. 96 (ex coll. Moretti) g. 4,24

Allego la foto di NAC 29

attachicon.gifSIKELIOTAN AV NAC-29-2005 104 4,27.jpg

Infatti al diritto abbiamo una testa femminile, sicuramente la dea Persefone.

Il riferimento al "solo conio per le sue città" non è molto esatto e probabilmente fa riferimento alla stessa parola "Sikeliotan" che indica appunto i Sicelioti che si erano ribellati contro i Romani nella seconda guerra punica.

Molto probabilmente questo aureo, come le altre emissioni in argento con la stessa leggenda, fu battuto nella città di Morgantina, che poco dopo fu distrutta e in parte incendiata dai Romani stessi.....

Ho visto recentemente una moneta in oro, con al dritto una testa femminile (Persefone) ed al rovescio una biga MA.... rivolta verso destra con la scritta Sikeliotan. Questo signore vorrebbe venderla e mi ha detto di fare un'offerta.... ma non ho trovato nulla in merito. Qualcuno può dirmi qualcosa??

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest Tugay Emin

@@antonio_ita71 Fatti dare la foto, sara' interessante osservarla !!!! e commentarla. Intanto ci rinfreschiamo con l'emissioni per SIKELIOTAN

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
acraf

Caro Gionny,

in attesa che arrivi una variante con biga a destra, che sarebbe un assoluto inedito, per cui è auspicabile avere almeno la relativa immagine, ti chiedo quale è la tua sincera opinione circa l'aureo di 25 litre, quello con Atena/Civetta, che è un pezzo unico e che credo andrebbe esaminato bene dal vivo e da vicino......

Questo anche alla luce di quanto brevemente discusso qui (non c'eri ancora e quindi sarebbe opportuno approfondire un pò):

http://www.lamoneta.it/topic/81197-aureo-dei-sicelioti/?hl=sikeliotan

Modificato da acraf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Antonio_ita71

Ciao, contattato "venditore", mi farà avere foto e mi conferma che la "dracma" ha biga a destra con la relativa scritta (quindi simile alla 8 litre) ed il peso è di 4,39 gr (IN ORO!!!)

Attendo foto anch'io.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest Tugay Emin

@@acraf Caro Alberto , sono d'accordo con te che leggendo la discussione del settembre 2011 ( che non è proseguita in attesa di indagini sul 25 litre ai tuoi dubbi) Non tanto per il perlinato , poiché ti potrei documentare che molte monete (genuine) non hanno sempre un perlinato a mo' di cornice perfetta. . Attenzionero questa moneta dopo questo periodo di vacanze . Lavorare con il paid ,non è

Come avere il pc con tutte le cartelle che disponi . Raramente sto visitanto il forum, anche perché in molti ci meritiamo un po' di Relax. Ciao Giovanni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
acraf

Nessuna fretta. Pure io sto sbirciando abbastanza frettolosamente il forum e quando posso mollare la mia bella nipotina di 6 mesi, che è in vacanza con me (oltre ovviamente al resto della famiglia)....

L'importante è attendere intanto l'arrivo della promessa foto dell'inedito in oro con la biga a destra (spero con sufficiente definizione) e magari rivedere insieme l'intera emissione dei Sikeliotan.

Dopo la scoperta di vari ripostiglicon queste monete nella zona di Morgantina, purtroppo specialmente il pezzo da 8 litre ha subito varie falsificazioni (ed è rimasto leggendario l'episodio di Enzo Cammarata, che dimostrò la falsità di un simile esemplare spezzandolo davanti a esperti del calibro di Cahn e Mildenberg in un ristorante svizzero, anche se mi mancano alcuni fondamentali dettagli della storia.....).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

babelone

Ti abbiamo risposto sia io che gionnysicily pero' le risposte forse per un inconveniente tecnico non vengono visualizzate,comunque in poche parole strappa anche le foto perche' si tratta di un falso anche molto brutto.

Ho visto che la discussione per chi vuole intervenire è stata spostata su " identificazione monete "

Modificato da babelone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Per correttezza e completezza, visto che stiamo parlando di Sikeliotan, riporto qui le due immagini dell'aureo con la biga a destra.

post-7204-0-18325500-1375980890_thumb.jppost-7204-0-51913900-1375980917_thumb.jp

Confermo che si tratta di un evidente falso, ove il tipo del rovescio è stato ottenuto mediante inversione del normale tipo della biga a sinistra.

Ho notato che spesso questa categoria di falsi mostra depositi grigiastri. Qualcuno può meglio spiegare come sono formati (magari sono residui della cera usata per la fusione a cera persa....)?

Modificato da acraf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

anche io ho notato la presenza di questo strano materiale (anche di colore rosso)su alcuni pezzi.

Allego immagine di un aureo romano esitato quest anno (asta nomisma di aprile) che presenta al D/ ed al R/ residui di materiale(potrebbe essere materiale per lucidatura?)

post-7579-0-02435800-1375985857_thumb.jp post-7579-0-96803800-1375985866_thumb.jp

ciao

skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

babelone

@@acraf Ciao Alberto siccome la discussione sull' aureo è stata spostata sulle discussioni " identificazione monete " in un mio post ho spiegato cosa sono quei depositi e precisamente si tratta di terra posticcia applicata con dell'acido per fare sembrare l' oggetto fresco di ritrovamento,tecnica utilizzata nel sud Italia.

per quanto riguarda l'aureo di nomisma il materiale rossastro puo' essere catramina ( catrame ) che viene utilizzato anche su esemplari autentici per conferire piu' fascino perchè fa diventare l'oro piu' rosso,naturalmente se si usa in maniera abbondante si deposita tra le lettere e le parti incavate.

per quanto riguarda l' aureo di morgantina permettimi di dire,che non si tratta di una semplice inversione di conio da parte del falsario,ma di un vero e' proprio tentativo di costruzione di un conio nuovo con biga a destra per creare questa variante inedita con un risultato catastrofico.credo che non sia neanche coniata vedi i capelli poco nitidi ed impastati,simbolo dietro la nuca poco rilevato rispetto al piano,le due ultime lettere rifatte con un bulino piu' sottile per non parlare anche dello stile insomma un vero e proprio disastro di questo incisore improvvisato se tutti i falsi fossero fatti così potremmo parlare d'altro sul forum.

Modificato da babelone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

montecristo5219

pero' non sembra quasi falso,certo che bisogna avere molta competenza per riconoscerli da una foto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

pero' non sembra quasi falso,certo che bisogna avere molta competenza per riconoscerli da una foto.

ciao, serve più che altro averne visti di originali....

skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×