Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
piotr

impero austriaco

Risposte migliori

piotr

vorrei chiedere se qualcuno conosce il grado di rarità delle monete allegate: in un catalogo d'asta vengono classificate come R , specificando però che si tratta di "rame rosso"; sono state forse effettuate tirature differenti in rame e rame rosso a giustificazione della precisazione riportata nel catalogo e del grado di rarità proposto? qualcuno ne conosce la valutazione nei differenti metalli e stati di conservazione?

grazie

saluti

@piotr

post-695-1139933348_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Credo che per "rame rosso" si intendano monete in FDC che ancora presentano il lustro di zecca integro e il colore originale del rame (cioè senza patina bruna).

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Le foto sono tremende, ma mi pare di riconoscere il centesimo e i 3 centesimi aquila 1852 per Milano. Sono entrambe monete comunissime, probabilmente tra le più comuni dell'intera monetazione del Lombardo Veneto, che in MB/BB si trovano facilmente per 3-5€. Chiaramente i prezzi salgono per le alte conservazioni, già per uno SPL si spende una cifra tra i 10 e i 20€. La specificazione FDC Rosso non è una particolare tiratura, ma semplicemente uno stato di conservazione particolarmente buono, che presenta ancora tracce del rosso originale del rame, e ovviamente può aumentare il valore della moneta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piotr

grazie per la spiegazione del "rame rosso" che mi era sconosciuta;

mi rimane però la curiosità della classificazione R per tali tipi monetali che anch'io supponevo comuni;

non credo peraltro che la rarità si riferisca allo stato di conservazione dato che, in un altro catalogo della stessa Casa, ne ho trovato un altro esemplare in qFDC, senza la specificazione "rame rosso", anch'esso classificato R;

entrambi gli esemplari fanno riferimento a:

"Pag. 248", "Mont.466"

si tratta forse di varianti rare?

grazie

saluti

@+piotr

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×