Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
nikita_

50.000 £ire Bernini II° tipo serie G

Supporter

cinquanta6.jpg

Naturalmente la serie G non esiste, siamo di fronte ad un falso.

Non credo che i contraffattori si curano tanto dei numeri si serie (posseggo anche un 5.000 lire Bellini falso - serie E inesistente) penso che a loro interessa più che altro l'effetto d'insieme.

L'ho rinvenuta in un lotto di banconote varie, giusto per passatempo metto un pò di particolari a confronto.

cinquanta1.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Solitamente la stampa è grossolana ed i dettagli non sono curati -

cinquanta2b.jpg

cinquanta2.jpg

A suo tempo ho letto in qualche parte che la vernice a rilievo utilizzata per il numero 50 costava bel 3.500.000 di lire al kilo.

cinquanta4c.jpg

A confronto quello del falso è proprio zero.

cinquanta4b.jpg

cinquanta4.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Microscrittura leggermente impastata -

cinquanta3b.jpg

cinquanta3.jpg

Anche la vernice per la dicitura a rilievo LIRE era difficilmente riproducibile -

cinquanta4e.jpg

cinquanta4d.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Il contrassegno, piuttosto impastato -

cinquanta5b.jpg

cinquanta5.jpg

_____________________

Addirittura nell'originale si può leggere quello che riporta il libro del Leone di San Marco :

PAX TIBI MARCE EVANGELISTA MEVS

cinquanta5c.jpg

Ci saranno tantissimi altri particolari, ma mi son divertito solo con questi.

Se volete ne potete aggiungerne altri :)

ciaovocine.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bell'esemplare, ben conservato.

Comunque gli occhi da pesce lesso di Bernini ci sono sempre nei falsi che ho visto, si vede che sono difficili da rifare.

Certo, all'epoca bastava essere un minimo scafati (la serie G) per accorgersi che era un falso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Certo, all'epoca bastava essere un minimo scafati (la serie G) per accorgersi che era un falso.

Non la farei così semplice. Quanta gente era al corrente delle varie lettere e serie usate sulle banconote, al punto da riconoscerle al volo, cioè quando ti davano un biglietto di resto? Forse non le conoscevano neanche i falsari, altrimenti perchè non usarle? O forse loro le conoscevano, ma contavano sull'ignoranza dela gente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quanta gente era al corrente delle varie lettere e serie usate sulle banconote, al punto da riconoscerle al volo, cioè quando ti davano un biglietto di resto?

Avrei dovuto scrivere "quanta gente E' al corrente", vale ancora oggi...ma i lavori in corso nel forum non mi consentono di modificare il vecchio messaggio :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?