Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
SPARTAS

Come partecipare a degli scavi archeologici ?

Risposte migliori

SPARTAS

Preciso di essere un "comune mortale" senza competenze per il tema in oggetto.

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

SPARTAS

La vedo dura.....

Anche se ciò mi dispiace meglio una brutta verità che una bella bugia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Perché la vedi dura?

Ci sono diverse modalità. Puoi iscriverti a qualche gruppo archeologico della zona e partecipare come volontario alle ricognizioni o agli scavi a cui sono partecipi anche loro, oppure cercare tramite internet, anche lo stesso Facebook per esempio, e talvolta compaiono scavi archeologici, campi scuola ecc ecc

Noi per esempio usiamo molto questo strumento per assoldare nuove leve che vogliono partecipare ai nostri scavi; ovviamente la maggior parte sono studenti di archeologia o più, ma ci sono capitati anche appassionati oppure semplici membri di altri gruppi archeologici che nella vita fanno altro.

Certo, di fronte a richieste di partecipazione non "de visu", richiediamo sempre una specie di curriculum archeologico (partecipazione ad attività o scavi).

Consiglio mio è iniziare a cercare qualcosa nella tua zona che ti possa permettere di farti le ossa e poi provare anche ad uscire...

Mirko

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

SPARTAS

Grazie Mirko avermi ridato le speranze!!!!!

Vivo in Sicilia.

Qualche riferimento a cui rivolgermi.

Grazie ancora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Io abito in Toscana e sinceramente non ho idea. Proverei con una ricerca in Internet.

Qua da noi, ripeto, c'è un Gruppo Archeologico per ogni paesino quasi, ovviamente non tutti partecipano attivamente a scavi, però ce n'è sempre qualcuno che si adopera in tal senso.

Un saluto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

io mi son sempre chiesto una cosa...

da semplice volontariato, è in qualche misura possibile che diventi una professione senza avere una laurea specifica?

prima di intraprendere gli studi era il mio sogno, poi con la scelta dell'università ho mediato... niente archeologia e nemmeno architettura, ma una, diciamo, via di mezzo tra le due cose :)

poi, altri casi della vita, un lavoro che non c'azzecca nulla nemmeno con la laurea... ma la passione è sempre rimasta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anto1989

grazie per il link fedafa,non ero a consocenza del gruppo che si trova vicino la mia città,ho gia mandato una mail per l'iscrizione e possibile futura collaborazione come volontario...speriamo in bene! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Io posso riportare la mia esperienza. Entrato in un gruppo archeologico quasi per caso, mi sono ritrovato a scavare e setacciare terra sotto il sole senza sentire la fatica (nonostante mole ed età). E' un'esperienza che mi auguro possa provare chi è appassionato. Io poi sono stato fortunato perchè il sito ha restituito molte monete, quindi motivo in più per me di soddisfazione. Ho avuto la possibilità di fare una prima schedatura delle stesse che poi saranno studiate ed ovviamente pubblicate da personale preposto. Ottima la compagnia e lo spirito di gruppo.

Particolari poi sono gli incontri settimanali con il gruppo e le visite che organizziamo per visitare siti archeologici. Insomma per me ne vale la pena.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anto1989

ti capisco!io ho partecipato a 3 mesi di scavi quando avevo 13 anni (luglio-agosto-settembre)... l'archeologa quando mi ha visto seguire i lavori sentendomi parlare di storia mi ha subito arruolato :D sono stato lunico ad aver trovato un'astragale,un vasetto intero,e tanta bella robuccia..purtroppo pero niente monete :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

SPARTAS

Io posso riportare la mia esperienza. Entrato in un gruppo archeologico quasi per caso, mi sono ritrovato a scavare e setacciare terra sotto il sole senza sentire la fatica (nonostante mole ed età). E' un'esperienza che mi auguro possa provare chi è appassionato. Io poi sono stato fortunato perchè il sito ha restituito molte monete, quindi motivo in più per me di soddisfazione. Ho avuto la possibilità di fare una prima schedatura delle stesse che poi saranno studiate ed ovviamente pubblicate da personale preposto. Ottima la compagnia e lo spirito di gruppo.

Particolari poi sono gli incontri settimanali con il gruppo e le visite che organizziamo per visitare siti archeologici. Insomma per me ne vale la pena.

Grazie per aver raccontato la Tua fantastica esperienza!!!!!

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

io mi son sempre chiesto una cosa...

da semplice volontariato, è in qualche misura possibile che diventi una professione senza avere una laurea specifica?

prima di intraprendere gli studi era il mio sogno, poi con la scelta dell'università ho mediato... niente archeologia e nemmeno architettura, ma una, diciamo, via di mezzo tra le due cose :)

poi, altri casi della vita, un lavoro che non c'azzecca nulla nemmeno con la laurea... ma la passione è sempre rimasta

Che dire.....no.

Per lavorare e sottolineo lavorare, nel campo, occorre essere "titolati", per esempio, aprire una cooperativa, necessita avere almeno un laureato nel campo, ma è anche vero che chi non lo è può farne parte. E' sempre vero, che se non provieni da questo settore, è difficile che ti prendano in considerazione.

Ho risposto no all'inizio perché sono un sostenitore della creazione della professione di archeologo con sua conseguente tutela.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

grazie per la precisazione.

la laurea titolatrice suppongo sia in archeologia.

una eventuale laurea in storia e conservazione dei beni architettonici e ambientali suppongo non porti da alcuna parte!

del resto... sembrava una laurea innovativa, all'epoca... esisteva solamente al politecnico di torino e allo iuav di venezia. salvo poi scomparire a distanza di 10 anni circa dalla sua creazione!

sempre avuto grande intuizione io! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Non ne sono sicurissimo ma credo che le lauree siano esattamente Archeologia oppure Scienze dei Beni culturali, conservazione dei Beni ecc ecc. Insomma queste qua.

Non ho idea del fatto se è possibile o meno con altre lauree più o meno attinenti, come possono essere Storia o Geologia per esempio. Chiederò.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Chiesto.

A livello giuridico una Coop la puoi aprire anche senza laurea, ma dopo non sei abilitato per lavorare.

Per lavorare, si necessita una laurea in archeologia.

Poi, il tutto, dipende anche dai lavori che si vuole effettuare: per scavi archeologici o saggi ecc ecc si necessita dell'appoggio di un archeologo (anche se non sempre è così... <_<), che non deve essere necessariamente un membro della Coop.

In alternativa esistono gli Studi Associati. Professionisti con un unico fine: archeologi, geologi, geometri ecc ecc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Satrius

Interessante discussione.

A mio avviso però è da specificare come le persone "titolate" ossia gli archeologi lo diventano non dopo una laurea triennale o magistrale, ma dopo un percorso più lungo.

Al momento la legislazione italiana prevede che tale titolo si possa acquisire solo dopo aver completato un dottorato di ricerca (durata triennale) oppure un scuola di specializzazione in archeologia (adesso biennale, prima triennale).

Sempre per legge anche una cooperativa ha bisogno di almeno una di queste figure al suo interno, anche perchè l'archeologo è poi responsabile dei lavori appaltati alla ditta stessa.

E' pur vero che spesso sui cantieri si trovano ragazzi non laureati o con lauree triennali, ma questo è possibile in quanto non hanno ruoli di rilievo ma rispondo ad un contratto al pari di un semplice "operaio".

La riforma della professione è una delle cose più urgenti da fare all'interno del panorama culturale e lavorativo italiano, le associazioni di categoria stanno lavorando da tempo senza mai raggiungere una soluzione finale... speriamo che si possa conseguire il risultato nel tempo minore.

ps. il mio consiglio per chi vuole seguire uno scavo archeologico a livello amatoriale è quello di rivolgersi ad un gruppo archeologico locale oppure ad un archeoclub. Le attività di queste associazioni sono di estremo interessere e proseguono anche oltre le fasi di scavo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Non essendoci una categoria è impossibile stabilire CHI È e QUANDO si diventa archeologi. Lo posso essere io con una triennale, come lo può essere quello con la scuola di specializzazione oppure il quadriennale di qualche anno fa.

A tal proposito ci sarà una sorta di convegno a Montelupo Fiorentino fra pochi giorni, nel quale archeologi precari discuteranno di questa triste situazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Satrius

Non essendoci una categoria è impossibile stabilire CHI È e QUANDO si diventa archeologi. Lo posso essere io con una triennale, come lo può essere quello con la scuola di specializzazione oppure il quadriennale di qualche anno fa.

A tal proposito ci sarà una sorta di convegno a Montelupo Fiorentino fra pochi giorni, nel quale archeologi precari discuteranno di questa triste situazione.

Mirko mi dispiace doverti corregere.

Secondo la normativa puoi scrivere sulla tua carta d'identità "archeologo" alla voce professione solo in 3 casi:

- hai conseguito un dottorato di ricerca in archeologia

- hai conseguito una scuola di specializzazione in archeologia

- sei professore universitario di materie attinenti

- sei inquadrato come archeologo dalla P.A.

La normativa in questo caso c'è, tant'è vero che solo queste 3 figure possono dirigere uno scavo o possono firmare documenti per l'archeologia preventiva. Se fosse come dici tu anche un triennalista potrebbe fare assistenza su scavi di emergenza oppure archeologia preventiva, ma se ti informi bene vedrai che non potrà firmare nulla di sua mano.

Che poi la normativa non venga applicata alla lettera, soprattutto dalle sopritendenze che chiudono un occhio su chi lavora nei cantieri... allora quello è un altro discorso.

Poi che anche i comuni scrivono archeologo sulla carta d'identità senza fare controlli... ancora peggio :)

Ho letto del convegno a Montelupo Fiorentino, davvero una buona iniziativa che si inserisce alle tante altre sul territorio italiano.

Personalmente contesto la divisione delle associazioni di categoria, iniziarono anni fa l'ANA e la CIA, che nel momento in cui stavano per fondersi si sono ulteriormente spaccate e a queste si sono aggiunte la CNAP e la FAP.

Ben 4 associazioni che propongono e operano in modo diverso di sicuro non aiutano a risolvere il problema come lo farebbe una sola entità più forte e più decisa.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

SPARTAS

Dopo il Tuo intervento esaustivo credo che la discussione da me inziata si possa concludere.

Credo per tutti non ci sia nulla da aggiungere!!

Grazie Satrius

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Grazie anche da parte mia per il post chiarificatore.

Purtroppo è chi ci circonda a renderci anonimi e a metterci di fronte a dubbi e incertezze.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tassadar

Salve a tutti! So che questa discussione e' datata, ma l'argomento e' proprio quello che cercavo. Sono anche io toscano e interessato a partecipare attivamente agli scavi archeologici anche per i piu' massacranti e umili compiti?.

Mirko8710, sapresti darmi qualche dritta?

Grazie mille in anticipo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

paolobs

come già detto o ti iscrivi a qualche gruppo grotte o gruppo archeologico oppure ti iscrivi ai campi scavo (a pagamento) che vengono organizzati anche all'estero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×