Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
rorey36

Visigoti in Spagna

Il Re dei Visigoti Atanagildo pose la sua capitale a Toledo, e il suo successore Leovigildo creò per primo la monetazione tipica del Regno. Fin dall’anno 575 inscrisse il suo nome sul rovescio delle monete mantenendo il diritto di tipo bizantino, poi emise monete con legende illeggibili e infine pose il suo nome e il suo ritratto a diritto e la zecca al rovescio cancellando così ogni riferimento all’impero. Questa nuova moneta, il triente ( o tremisse) Visigoto ebbe la legenda in lettere maiuscole latine abbinata al ritratto molto schematizzato del Re e venne coniata fino alla fine del Regno (714)quando i musulmani invasero la penisola iberica.

Il sistema monetario Visigoto fu mono-metallico, tutte le monete sono d’oro, e tutte sono trienti. Si suppone che circolassero ancora grandi quantità di divisionali in bronzo di epoca romana, poiché un regno in guerra perenne non poteva pagare i suoi soldati in oro, anche se i trienti furono coniati in gran quantità in ogni luogo. Ma nei ritrovamenti dei siti archeologici non ci sono monete romane assieme a quelle visigote.

Il peso del triente fu inizialmente di circa 1,50 grammi, poi calato col passare degli anni oscillando tra 1,45 e 1,3 grammi, con un contenuto di 80,90% di fino che calò negli anni . La moneta era intercambiabile con il solido bizantino ( un solido per 3 trienti) che veniva utilizzato in tutte le transazioni commerciali dell’epoca.

Come tutte le monete a grande circolazione fu nell’800 assai falsificato, a causa del disegno semplice facilmente riproducibile e della sua relativa rarità. Si stima che siano arrivati fino a noi circa 10.000 trientes, quantità scarsa se rapportata alle monete più conosciute delle precedenti epoche.

(tradotto,riveduto ed adattato)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sisebuto (612/621) Triente (Ispali- Siviglia)  FDC gr. 1,43

D/  +SISEBUTUS RE

R/  +ISPALI PIVS

Miles 187 f

post-8209-0-25388100-1336565962_thumb.pn

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Argomento molto interessante. Sembra ormai appurato anche la presenza di una notevole monetazione bronzea costituita da piccoli nummi che affianca la produzione in oro.

Allego un esemplare di mia proprietà ma i forum spagnoli abbondano di queste monetine, c'è da dire che è una monetazione ancora tutta da scoprire e da studiare

Maurizio

post-22744-0-24699300-1336573422_thumb.j

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?