Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
centurioneamico

Sesterzio Galba, Monetiere di Firenze - Inedito?

Risposte migliori

FlaviusDomitianus

Complimenti al Museo per questo possibile unicum, un'altra gemma di una splendida raccolta.

Non so chi attualmente sia incaricato dell'aggiornamento del R.I.C. 1.

Io ti suggerireri di mandare una mail al prof. Michel Amandry della B.N.F. e al prof. Andrew Burnett del B.M., che sono i due general editors della collana.

Per quella che è stata sin qui la mia esperienza riceverai sicuramente una risposta e l'eventuale indicazione della persona che si occupa direttamente della monetazione di Galba.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

FlaviusDomitianus

Bella anche questa.

Notevole il ritratto a sinistra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

snam

belle entrambe! la prima ha un ritratto molto insolito, particolare..... bella moneta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

snam

adesso controllo sul Kraay the aes coinage of galba

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciosky68
Supporter

bellissimi, prima o poi verrò a firenze..

R.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gordiano

bellissimo il ritratto di Galba nel sesterzio con il rovescio Roma, notevole l'espressione del viso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Nella stesura del Catalogo LaMoneta, queste, sono nuove anche per me. Provvederò il prima possibile ad aggiungerle quali inediti e mai passati nelle Aste, almeno quelle di cui abbiamo database online.

Della prima che hai postato, Sesterzi di Roma con la legenda al dritto IMP SER GALBA AVGVSTVS, ce n'è solo uno, il CLM273, sempre con foglia di quercia come corona, con rovescio SPQR OB CIV SER. Appartiene alla serie coniata, almeno secondo il RIC dal Giugno all'Agosto del 68.

La seconda, invece, appartiene alla serie delle Vittorie con palladio, datate all'arrivo di Galba a Roma, sempre secondo il RIC. Con legenda "CAE" esisteva, almeno sempre secondo le mie ricerche, solo questo esemplare CLM311.

Riguardo a quest'ultimo, vorrei annotare come nel RIC e probabilmente anche giustamente, non è stato ritenuto importante dividere le legende al Dritto secondo le varie spaccature, ma considerando sempre e comunque una legenda a 360° spezzata anche in più parti; questo per i Sesterzi, per i Denari, per esempio, invece, è stato un parametro di divisione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

iaco96

ma sbaglio o nella legenda vi è scritto CALBA?

errore dell'artefice del conio oppure altro?

la prima impressione che ho della moneta (forse condizionata anche dalla precedente discussione sul presunto sesterzio del padovanino) non è così buona..

ma ovviamente io non sono così esperto da dare giudizi sulla moneta...

Modificato da iaco96

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Senza farmi fuorviare dalla provenienza a dalle mani dalle quali è passata questa moneta, a me piace, anzi, è proprio bella.

L'apice della G è scomparso, ma si nota una traccia della sua oramai consunta esistenza; scorrendo Galba, si può notare come la G, molte volte si presenti simile ad una C.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piakos

Non credo che la prima sia autentica.

Naturalmente il mio parere è modestissimo e vale quale mero confronto dialettico.

E qui mi fermo nel salutare tutti gli amici lamonetiani.

Modificato da piakos

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Si e secondo te ti lasciamo tirare il sassolino così caro Piakos?? :P

Su dacci qualche indicazione... :)

p.s. ci sei a Verona?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centurioneamico

Non credo che la prima sia autentica.

Naturalmente il mio parere è modestissimo e vale quale mero confronto dialettico.

E qui mi fermo nel salutare tutti gli amici lamonetiani.

Non possiamo escludere con assoluta certezza che sia una moneta autentica ed inedita come non possiamo nemmeno escludere che faccia parte di quelle riproduzioni ottocentesche di cui si è già parlato altrove. Ho chiesto il vostro parere perchè qualche dubbio, partendo dall'analisi stilistica, in effetti mi era venuto.

Molti di voi infatti hanno notato lo stile particolarmente espressivo ed insolito ma anche questo non può essere sinonimo assoluto di non autenticità dell'esemplare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piakos

Ciao Mirko...a Verona sono stato, avevo anche scritto ad hoc nell'apposita discussione.

Per quanto riguarda il sesterzio in esame, Centurione ne sa più di me e l'ha anche vista direttamente...credo.

Non è questa la sede per approfondimenti...la moneta non è in asta e nessuno rischia una buggeratura.

Se per mera ipotesi di studio, la stessa transitasse in asta io non la batterei.

Diciamo che non appartiene alla tipologia delle c.d. monete che cantano.

D'altra parte gli occhi li abbiamo tutti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×