Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
dareios it

Sicilia 4 tarì dell'incoronazione

Risposte migliori

Rex Siciliae

Moneta al quanto discreta in conservazione MB......!

La domanda in questione e':esistono altre date?(oltre al millesimale 1735 dell'incoronazione?)....... :acute:

La data soprattutto fa nascere il quesito in questione,mi spieglo meglio:

L'osservazione che ci fa notare l'utente sta proprio qua:puo'esserci qualche altra data di questa tipologia dell'incoronazione che ancora non si conosce?

Da notare che la cifra finale del 5 del conio stanco sopra descritta sta sempre come il quesito della famosa S di altri conii gia'elencati nel forum(vedi grano Vittorio Amedeo II grano 1715 o S C-P!!!!! :unknw:

Fatto sta che la moneta presenti forti ammaccature del materiale e una grossa delineazione della data consumata,vale a dire che essendo un materiale morbido il suo bel 5(consumato o abraso nel tempo come potremmo chiamarlo)e'proprio lui e non potrebbe essere mai un bel 8 perche'non esiste nemmeno nella coniazione dopo di questa intendendo sempre come 4 tari'............

vedi sotto:::

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-CBRS/25

Io classificherei il tuo pezzo come ha ben illustrato il nostro caro Amico Antonio nel catalogo del Regno di Sicilia come:

4 tari' 1735 dell'incoronazione spahr n°27(caratteri grandi,caratteri grandi sigle)

descrizione efficace e precisa riporatata sotto con curatezza::::::::

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-CBRS/24

Ricerca effettuata anche nel Bollettino del circolo numismatico napoletano anno XVI N°1 Gennaio/giugno 1935 XIII(Le monete di Carlo di Borbone coniate in Palermo dal 1736 al 1758) e anno XXXIX gennaio/dicembre 1954(aggiunti di Carlo di Borbone---anti cedenti incoronazione e dopo),ma senza esito positivo!!!!!!!

Se magari mi sbagli,prego i signori esperti a dare altri contributi sulla discussione in merito.........

Cordiali saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gennydbmoney

potrebbe essere una S molto chiusa da farla sembrare un 8...però sembra proprio un 8.

complimenti dareios,bel colpo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

E' una moneta coniata da un conio rotto proprio sul 5 della data, ecco un altro esemplare con la stessa caratteristica, qui però la rottura è sottile e tagliente, quindi è chiara la natura del difetto, mentre nell'esemplare di Lorenzo si è appiattita con l'usura. Comunque è sempre una curiosità numismatica da studio :good:

img707c.jpg

Uploaded with ImageShack.us

img706f.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Siciliae

potrebbe essere una S molto chiusa da farla sembrare un 8...però sembra proprio un 8.

complimenti dareios,bel colpo...

E' una moneta coniata da un conio rotto proprio sul 5 della data, ecco un altro esemplare con la stessa caratteristica, qui però la rottura è sottile e tagliente, quindi è chiara la natura del difetto, mentre nell'esemplare di Lorenzo si è appiattita con l'usura. Comunque è sempre una curiosità numismatica da studio :good:

img707c.jpg

Uploaded with ImageShack.us

img706f.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Ma scusate!!!!!

Rispondo all'opzione dell'amico "gennydbmoney"della S molto chiusa..(questo vale a dire che ha presenza di schiacciatura ed usura formando cosi'un 8 inedito???)....... :unknw: :unknw: :unknw: Non mi pare!!!!

Avete considerato la morbidita'del metallo del conio?

Considerando che la moneta del nostro amico "dareios it" sia molto usurata e quindi tende di piu'(notando sempre la meno nitidezza rispetto a quella di Francesco,che poi anche la sua.... a sua volta sia ben visibile la chiarezza del fatto),quindi la considerazione della data inedita e'plausibile e certa????

La mia idea rimane quella del 5..........(se cosi'non fosse ben venga aggiungeremo un altro tassello mancante), lascio cosi' a voi esperti altri giudizi da chiarire!!!

Senza togliere niente a Te Francesco,ma aspetterei il parere di qualche altro membro "molto competente"su questa monetazione per il dubbio suscitato!!!!!

Dai Antonio deliziaci del tuo buon sapere!!!!!!!! :blum:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

Grazie ragazzi per i vostri contributi. Queste monete non finiranno mai di stupirci. La moneta postata da Francesco ben evidenzia il modo approssimativo di lavorare nelle zecche del Regno di Sicilia. Guardate dai particolari in foto del diritto della mia stessa moneta postata, quanti difetti presenti. Lettere tagliate, conio sporco con conseguente riempimento delle lettere, fratture varie del conio con storpiamento delle lettere ecc ecc.

post-21682-0-19263000-1340350084_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Siciliae

Grazie ragazzi per i vostri contributi. Queste monete non finiranno mai di stupirci. La moneta postata da Francesco ben evidenzia il modo approssimativo di lavorare nelle zecche del Regno di Sicilia. Guardate dai particolari in foto del diritto della mia stessa moneta postata, quanti difetti presenti. Lettere tagliate, conio sporco con conseguente riempimento delle lettere, fratture varie del conio con storpiamento delle lettere ecc ecc.

Altro particolare.

Questo per il mio personale parere...sia basa sempre su conii stanchi e morbidita'del metallo che nel tempo a dato le sue varie trasformazioni subbendo schiacciature e altre varie anomalie.......cosi' da far nascere quesiti discutibili!!!

Mi farebbe piacere che l'argomento si approfondisca su queste curiosita'.

Cmq il pezzo e' buono ed interessante da studio come dice Francesco......... :blum:

Aspettiamo conferme!!!!!!! :crazy: :crazy: :crazy:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Siciliae

E poi......"non" :pleasantry: con insistenza......non ho riscontrato mai in nessun testo ne' di presenza di questa tipologia d'argento(comprendo dal tari' ai 12 tari')sotto coniazione di Carlo di orbone il numero 8 finale della data!!!!

Mah.......dilemma ancora aperto!!!

:unknw: :unknw: :unknw: :unknw: :unknw:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

In effetti io ho postato l'immagine di un esemplare in conservazione superiore per dimostrare che il 1738 non esiste ma è soltanto frutto di una rottura di conio di linea obliqua proprio in corrispondenza del 5. Tutto qui. Nel 1735 vi fu "L'incoronazione e unzione del neo sovrano Carlo nel duomo di Palermo", ecco la medaglia coniata a Palermo per quell'avvenimento. La numismatica purtroppo non può cambiare la storia, è come se parlare di una 5 lire datata 1917 coniata per il cinquantenario dell'unità d'Italia. Sarebbe una moneta apocrifa. :good:

http://www.ilportaledelsud.org/ritratti_carlo.htm

copiadiimg058.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

In effetti io ho postato l'immagine di un esemplare in conservazione superiore per dimostrare che il 1738 non esiste ma è soltanto frutto di una rottura di conio di linea obliqua proprio in corrispondenza del 5. Tutto qui. Nel 1735 vi fu "L'incoronazione e unzione del neo sovrano Carlo nel duomo di Palermo", ecco la medaglia coniata a Palermo per quell'avvenimento. La numismatica purtroppo non può cambiare la storia, è come se parlare di una 5 lire datata 1917 coniata per il cinquantenario dell'unità d'Italia. Sarebbe una moneta apocrifa. :good:

http://www.ilportale...ratti_carlo.htm

copiadiimg058.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Sono daccordo con te sulla questione della data. Ma allora che dire dei tarì per l'incoronazione datati 1737 e 1739? Rispettivamente MIR 559/2 e 559/3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Mah! La motivazione non la saprei, infatti io parlavo di date apocrife e cioè, non corrispondenti all'avvenimento, non parlavo di monete false o falsificazioni, posso solo dirti che con molta sincerità il numero 8 non lo riesco a vedere. Per farti rendere conto ti posto un'ingrandimento della data dove si nota la coda della sbavatura della rottura. Ecco

img706partdata.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Modificato da francesco77

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Layer1986

domanda... non è può essere stata usata una S al posto del 5 come avveniva molto frequentemente nella zecca napoletana sotto i Filippi (Z per 2 ad esempio) ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

Francesco vedi che io non ho detto che la data corrisponde ad un 8, anzi propendo che la spiegazione sia quella che tu hai già espresso. Comunque rimangono dei dubbi come quello da te appena ribadito. Perchè riconiare una moneta per un evento preciso negli anni successivi (parlando del tarì) e perchè dopo 2 anni l'un dall'altra (1735-37-39). Si potrebbe ipotizzare che esistono altre date inedite del tarì di cui sopra?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Siciliae

domanda... non è può essere stata usata una S al posto del 5 come avveniva molto frequentemente nella zecca napoletana sotto i Filippi (Z per 2 ad esempio) ?

Abbiamo fatto gia' l'ipotesi da Te citato quanto sopra.....vedi esempio grano 1715 Vittorio amedeo II in cui la cira 5 impressa equivale alla S che si usava per la leggenda!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Siciliae

Francesco vedi che io non ho detto che la data corrisponde ad un 8, anzi propendo che la spiegazione sia quella che tu hai già espresso. Comunque rimangono dei dubbi come quello da te appena ribadito. Perchè riconiare una moneta per un evento preciso negli anni successivi (parlando del tarì) e perchè dopo 2 anni l'un dall'altra (1735-37-39). Si potrebbe ipotizzare che esistono altre date inedite del tarì di cui sopra?

Sull'anno dell'incoronazione rimaniamo al 1735 e non oltre.....sui suddeti 4 tari'l'unica data che equivale e'sempre la stessa:::

http://numismatica-i...oneta/W-CBRS/24

Nei relativi anni successivi si puo'ipotizzare l'ipotesi di altre date inedite,al quanto questo benedetto 1738 misterioso che ne uscito fuori!!!! :pleasantry: :pleasantry:

:unknw:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Francesco vedi che io non ho detto che la data corrisponde ad un 8, anzi propendo che la spiegazione sia quella che tu hai già espresso. Comunque rimangono dei dubbi come quello da te appena ribadito. Perchè riconiare una moneta per un evento preciso negli anni successivi (parlando del tarì) e perchè dopo 2 anni l'un dall'altra (1735-37-39). Si potrebbe ipotizzare che esistono altre date inedite del tarì di cui sopra?

Ciao Lorenzo, indubbiamente non si esclude che possano venir fuori degli inediti quando meno te lo aspetti. L'esemplare in questione è certamente un 1735, non saprei la motivazione che ha spinto la zecca di Palermo a coniare anche nel 1737 e 1739 tarì uguali a quelli per l'incoronazione. :unknw:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gennydbmoney

ci riprovo,sappiamo che spesso la lettera S veniva usata al posto del 5(probabilmente perché il punzone del 5 si era rotto o troppo usurato)in questo caso l'usura appiattendo uniformemente i rilievi ha creato l'effetto ottico che possiamo vedere nella moneta di dareios,comunque penso che non sia da scartare l'ipotesi dell'utilizzo del conio anche per date successive...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

Potrebbe essere proprio così. In numismatica tutto può cambiare, basta un nuovo ritrovamento e si ritorna a studiare e ipotizzare su cose che prima non si mettevano in dubbio. Del resto anche Francesco ha scoperto in passato delle chicche, mi viene in mente il mezzo tornese inedito del 1841 per esempio ;)

Modificato da dareios it

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Potrebbe essere proprio così. In numismatica tutto può cambiare, basta un nuovo ritrovamento e si ritorna a studiare e ipotizzare su cose che prima non si mettevano in dubbio. Del resto anche Francesco ha scoperto in passato delle chicche, mi viene in mente il mezzo tornese inedito del 1841 per esempio ;)

Ehehe, bei tempi, vero? Quella era l'era del rame, ora ci sarà quella dell'oro. :blum: :rofl:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

Potrebbe essere proprio così. In numismatica tutto può cambiare, basta un nuovo ritrovamento e si ritorna a studiare e ipotizzare su cose che prima non si mettevano in dubbio. Del resto anche Francesco ha scoperto in passato delle chicche, mi viene in mente il mezzo tornese inedito del 1841 per esempio ;)

Ehehe, bei tempi, vero? Quella era l'era del rame, ora ci sarà quella dell'oro. :blum: :rofl:

Quella dell'oro? :shok:

Francè, tu ci nascondi qualcosa :ph34r: C'è qualcosa che bolle in pentola? :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×